La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La gestione dello Scompenso Cardiaco Acuto: gli ausili avanzati e la pianificazione assistenziale Arianna Ferrari Unità Coronarica Lodi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La gestione dello Scompenso Cardiaco Acuto: gli ausili avanzati e la pianificazione assistenziale Arianna Ferrari Unità Coronarica Lodi."— Transcript della presentazione:

1 La gestione dello Scompenso Cardiaco Acuto: gli ausili avanzati e la pianificazione assistenziale Arianna Ferrari Unità Coronarica Lodi

2 Lo scompenso cardiaco o insufficienza cardiaca ha come caratteristica lincapacità del cuore a soddisfare il fabbisogno metabolico della periferia squilibrio tra richieste ed apporto

3 I segni e i sintomi dello SCC derivano essenzialmente da: pressione di perfusione periferica pressione di riempimento dei ventricoli in telediastole pressioni atriali e quindi polmonari e venose Intervento del sistema nervoso autonomo

4 Scompenso Cardiaco = quadro complesso in cui le funzioni vitali sono compromesse supporto Sistema cardiocircolatorio Sistema respiratorio Sistema renale

5 Farmaci specifici (inotropi, diuretici etc) Utilizzo Ausili avanzati ATTRAVERSO … IABP NIMV CVVH

6 Perché parlare di competenze?? D.M. 739/94 Profilo professionale L. 42/99 con abrogazione del Mansionario, toglie il carattere ausiliario alla professione e riconosce che il Codice Deontologico, gli Ordinamenti Didattici ed il Profilo definiscano il campo di attività infermieristica Patto infermiere – cittadino Nuovo Codice Deontologico con delibera 1/09

7 IABP Intra Aortic Ballon Pump

8 Principi della terapia IABP Presupposto Un supporto cardiaco meccanico temporaneo che –incrementa la perfusione coronarica –riduce la richiesta miocardica di ossigeno Utilizzando –un pallone intra-aortico –Un contropulsatore Succlavia Sn Aorta toracica discendente Rene

9 Diastole: Gonfiaggio del catetere IAB Aumento della perfusione coronarica

10 Sistole: Sgonfiaggio del catetere IAB. Diminuzione del lavoro cardiaco. Diminuzione del consumo di ossigeno. Aumento gittata cardiaca

11 Effetti funzionali SGONFIAGGIO: diminuzione post-carico diminuzione pre-carico DIMINUZIONE DEL CONSUMO DI O 2 AUMENTO EFFICIENZA DI POMPA DEL VENTR. SX GONFIAGGIO: aumento pressione diastolica media augmentation incremento perfusione (sistemica e coronarica) AUMENTO DEL FLUSSO CORONARICO (AUMENTO APPORTO O 2 )

12 E estremamente importante che il gonfiaggio e lo sgonfiaggio avvengano in momenti appropriati: unerrata impostazione può avere effetti negativi sulla funzionalità ventricolare o sulla qualità della terapia erogata. Temporizzazione

13 Opzioni di sincronismo ECG PA Battiti stimolati da PM ventricolare Battiti stimolati da PM atriale Interno L OPZIONE AUTO è quella consigliata perché utilizza la migliore fonte di sincronismo

14 Tempo Pressione Rapporto di assistenza IABP 1:2 Punto di gonfiaggio corretto PDP DN PDP DN Il gonfiaggio deve apparire appena prima dellapparire dellincisura dicrota.

15 Gestione del paziente con IABP Parametri clinici: PA, FC, diuresi, stato di coscienza (shock), stato di perfusione dellarto (caldo e roseo) =>verifica polsi pedideo e popliteo Punto dinserzione catetere IABP (ematomi, sanguinamenti, segni dinfezione) Esami ematici (Hb,aPTT) =>trombocitopenia meccanica e iatrogena Controllo dolore Controllo circuito (onde, sacca pressione, assenza di sangue nel raccordo dellelio)

16 NIMV Non invasive mechanical ventilation

17 16/01/ NIMV Tecniche di ventilazione non invasive, che danno un supporto ventilatorio al paziente senza che questo venga sottoposto ad in intubazione oro tracheale. Utilizza un ventilatore e presidi ventilatori quali maschere facciali, nasali, caschi

18 16/01/ NIMV e letteratura Riduce il lavoro respiratorio e la fatica muscolare(con riduzione della frequenza respiratoria) Favorisce il reclutamento alveolare con miglioramento degli scambi gassosi. Riduce il ritorno venoso. Riduce il ricorso alla IOT e le sue complicanze

19 CPAP Continuos Positive Airway Pressure Pressione intratoracica mantenuta positiva lungo tutto il ciclo respiratorio Nella CPAP si utilizza: una maschera oro-nasale oppure un casco collegati ad una fonte di ossigeno e forniti di una valvola che permette di avere una pressione di fine espirazione positiva (PEEP = positive end-expiratory pressure).

20 EFFETTI CPAP Riespansione rapida degli alveoli invasi dal trasudato Riduzione del lavoro respiratorio per aumento compliance polmonare Aumento gittata cardiaca (riduzione del post-carico da aumento pressione intrapericardica)

21 Casco Maschera facciale Drager 800 Valvola PEEP Maschera Nasale

22 Maschera nasale : - ben tollerata - bocca libera Maschera facciale : - più efficace della nasale - più fastidiosa per il paziente (lesioni cutanee) Casco: - efficacia sovrapponibile alla maschera - ben tollerata - Poche complicanze (non lesioni cutanee) CPAP => CONFRONTO PRESIDI

23 CF 800 DRAGER PEEP Effetto: previene il collasso alveolare alla fine dellespirazione e aiuta a riaprire gli alveoli collassati

24 Gestione del paziente con CPAP Come iniziare….. Flusso iniziale: almeno 40 l/min FIO % PEEP: 5-20 cmH2O (10)

25 Flusso l/min O2ARIAO2ARIAO2ARIAO2ARIAO2ARIA O2 % max max0 0 Tabella con i rapporti tra flusso di O2 e flusso di aria ai diversi valori di flusso totale

26 Valore del flusso totale e di FIO2: => impostare in base al grado di ipossia al valore di pCO2 Es: se pCO2 alta, utilizzare flusso e FiO2 più bassi; al contrario se pO2 marcatamente bassa e pCO2 normale, si possono utilizzare flussi e FiO2 alti.

27 Gestione del paziente con CPAP Parametri clinici: stato di coscienza, secrezioni, PA, FC, SatO2% e FR EGA (pH, PO2, PCO2): basale, dopo 30-60, , 12 ore Evitare LD Decubiti ascellari 27% Ipoperfusione arti superiori 27% Trombosi arti superiori 10% Controllo dolore Otalgia 18%

28 CVVH Continous veno-venous hemofiltration

29 VANTAGGI Favorisce leliminazione dei liquidi in eccesso sia a livello polmonare che a livello periferico (edemi declivi) Migliora la funzione renale Si differenzia dallemodialisi perché la rimozione dei liquidi e dei soluti avviene in tempi lunghi e con bassi flussi applicabile anche in pz emodinamicamente instabili

30 CIRCUITO 4 LINEE Linea Rossa => Aspirazione sangue Linea Blu => Restituzione Sangue Linea Gialla => Raccolta UF Linea Azzurra o Bianca => Soluzione di Reinfusione FILTRO POMPA EPARINA

31 Emofiltrazione continua veno- venosa (CVVH)

32 Gestione del paziente con CVVH Parametri clinici: PA, Ritmo cardiaco, TC, PVC, Bilancio E/U Esami ematochimici (emocromo => HCT, elettroliti, funzione renale, aPTT) Punto dinserzione catetere (infezioni, sanguinamenti, ematomi) Controllo circuito (coagulazione set, aria) PVC U E U

33 Come strutturare lassistenza al paziente con ausili avanzati? Accertamento Diagnosi infermieristica Identificazione degli obiettivi Pianificazione Attuazione Valutazione Raggiungimento e mantenimento dellequilibrio emodinamico Ripristino dellefficacia della pompa cardiaca Controllo del dolore e riduzione del disagio posturale Prevenzione delle possibili complicanze

34 Come strutturare lassistenza al paziente con ausili avanzati? Accertamento Diagnosi infermieristica Identificazione degli obiettivi Pianificazione Attuazione Valutazione Monitoraggio dei parametri vitali Assistenza circolatoria Monitoraggio invasivo Gestione dei farmaci Gestione del dolore Prevenzione delle complicanze: LDD, trombosi, emorragie Sostegno psicologico Disponibilità alla famiglia

35 Come strutturare lassistenza al paziente con ausili avanzati? Accertamento Diagnosi infermieristica Identificazione degli obiettivi Pianificazione Attuazione Valutazione Documentare lassistenza Tracciare il Processo assistenziale Documentare gli interventi Documentare e registrare lefficacia del trattamento

36 Conoscenza del problema clinico Conoscenza del sistema Gestione critica sia del problema che del sistema CONCLUDENDO…..

37


Scaricare ppt "La gestione dello Scompenso Cardiaco Acuto: gli ausili avanzati e la pianificazione assistenziale Arianna Ferrari Unità Coronarica Lodi."

Presentazioni simili


Annunci Google