La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Centro Regionale di Fisiopatologia della Nutrizione ASL Teramo Responsabile: dott. Paolo De Cristofaro TRATTAMENTO MULTIDISCIPLINARE INTEGRATO DELLE PROBLEMATICHE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Centro Regionale di Fisiopatologia della Nutrizione ASL Teramo Responsabile: dott. Paolo De Cristofaro TRATTAMENTO MULTIDISCIPLINARE INTEGRATO DELLE PROBLEMATICHE."— Transcript della presentazione:

1 Centro Regionale di Fisiopatologia della Nutrizione ASL Teramo Responsabile: dott. Paolo De Cristofaro TRATTAMENTO MULTIDISCIPLINARE INTEGRATO DELLE PROBLEMATICHE NUTRIZIONALI Dietista M. Teresa Di Bonifacio

2 Università degli Studi G. dAnnunzio Chieti Corso di Psicologia Clinica Prof. Salvatore Sasso TRATTAMENTO MULTIDISCIPLINARE INTEGRATO DELLE PROBLEMATICHE NUTRIZIONALI A cura della dietista M.Teresa Di Bonifacio Centro Regionale di Fisiopatologia della Nutrizione Giulianova (TE)

3 TRATTAMENTO MULTIDISCIPLINARE DEI D.C.A. (Medico – nutrizionista – psicologo) ASPETTI ORGANICI E METABOLICO – NUTRIZIONALI ASPETTI INTRAPSICHICI – RELAZIONALI E SOCIOCULTURALI ASPETTI METODOLOGICI

4 FINALITÀ DEL TRATTAMENTO MULTIDISCIPLINARE RIPRISTINO FEED–BACK MENTE–CORPO ACQUISIZIONE DI ABILITÀ DI AUTOCONTROLLO E DI PROBLEM–SOLVING DA PARTE DEL PAZIENTE/CLIENTE

5 RETE CONCETTUALE Anamnesi alimentare e Psicodiagnosi Modello alimentare associato a follow- up antropoplicometrico dinamico Sviluppo alimentazione attiva, gusto personale ed autogestione alimentare

6 IL PRIVILEGIO DEL NUTRIZIONISTA E quello di riaccendere nel cliente la comunicazione con il corpo e di valorizzare la comunicazione non verbale e le caratteristiche comunicative complessive del corpo. Espressione del volto, conformazione fisica, portamento, muscolarità, distribuzione del grasso corporeo, etc..

7 RUOLO DEL DIETISTA ABILITÀ IN CAMPO TECNICO –SCIENTIFICO VALUTAZIONE STATO NUTRIZIONALE; VALUTAZIONE E CRONOBIOLOGIA DEL DISPENDIO ENERGETICO; CORRELAZIONE TRA MODALITÀ DI CONSUMO/ COMPOSIZIONE DEI PASTI E RICONOSCIMEN- TO DEI SEGNALI BIOLOGICI DI FAME E SAZIE- TÀ.

8 RUOLO DEL DIETISTA ABILITA IN CAMPO PSICOEDUCAZIONALE SAPER INSTAURARE UN CLIMA DI FIDUCIA E ALLEANZA SAPER STIMOLARE IL COINVOLGIMENTO ATTIVO GUIDARE ALLA CORRELAZIONE TRA EMOZIONI E CONSUMO DI CIBO

9 STRUMENTI DINTERVENTO ANAMNESI ALIMENTARE (COLLOQUIO ANAMNESTICO) STORIA DEL PESO VALUTAZIONE ANTROPOMETRICA CALORIMETRIA INDIRETTA HOLTER METABOLICO DIARIO ALIMENTARE

10 COLLOQUIO ANAMNESTICO Strumento operativo di relazione e diagnosi Nella patologia nutrizionale larea relazionale della persona è disturbata, ha subito una frattura e parla attraverso il comportamento alimentare ed il corpo.

11 MONITORAGGIO ANTROPOMETRICO DINAMICO Attiva una relazione terapeutica che valorizza il corpo Offre una guida attendibile verso la riappropriazione della gestione corporea e del cibo del corpo Offre lopportunità di valorizzare la capacità di modificare la distribuzione del grasso corporeo, i rapporti tra massa magra e massa grassa e il riequilibrio strutturale

12 SenseWear Armband Bodymedia Un nuovo concetto di Monitoraggio del consumo calorico totale, in attivita, del movimento, qualita della vita, sonno SenseWear Armband Bodymedia Un nuovo concetto di Monitoraggio del consumo calorico totale, in attivita, del movimento, qualita della vita, sonno

13 Soggetto obeso (BMI 45) seguito per 24 ore Notare : l alto consumo calorico la bassa attivita fisica Il basso numero dei passi Nel grafico dettagliato notare : I frequenti sonnellini Anche durante la giornata La ridotta attivita fisica

14 VALUTAZIONE INTROITO ALIMENTARE AUTOMONITORAGGIO: IL DIARIO ALIMENTARE METODO DI VALUTAZIONE DELL INTROITO DI CIBO STRUMENTO DIAGNOSTICO E TERAPEUTICO TECNICA BASILARE DELLA TERAPIA COGNITIVO- COMPORTAMENTALE

15 IL DIARIO ALIMENTARE: STRUMENTO DIAGNOSTICO E TERAPEUTICO GUIDA ALLAUTOSSERVAZIONE E ALLAUTOVALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE MEZZO PER STIMOLARE IL COINVOLGIMENTO ATTIVO DEL CLIENTE E PER STABILIRE UN CLIMA DI COLLABORAZIONE FAVORISCE LAUTOCONSAPEVOLEZZA RISPETTO A CIRCOSTANZE AMBIENTALI INTERPERSONALI EMOZIONI CHE INFLUENZANO IL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

16 DIARIO ALIMENTARE VENGONO REGISTRATI: QUANTITA E QUALITA DEL CIBO ASSUNTO ORA – LUOGO – CIRCOSTANZE PENSIERI – EMOZIONI- STATI DANIMO ANTECEDENTI LA CONSAPEVOLEZZA DELLINTROITO ALIMENTARE E DELLA CATENA DI COMPORTAMENTI, EMOZIONI E PENSIERI AIUTA IL SOGGETTO A INTERVENIRE CON STRATEGIE PER MODIFICARE COMPORTAMENTI DISADATTIVI

17 ANALISI FUNZIONALE DEL COMPORTAMENTO ANTECEDENTI Ambientali Emotivi e cognitivi Fisiologici COMPORTAMENTI (BEHAVIOR) Comportamenti alimentari Esercizio fisico CONSEGUENZE A breve termine A lungo termine

18 A. ANTECEDENTI 1. Emozioni e pensieri vado a fare la spesa; sono decisa a continuare la mia dieta: un pasto al giorno, la sera, e a pranzo solo un tè e una mela verde 2. Ambiente sono al supermercato, compro per i miei figli una scatola di cioccolatini al caffè 3. Stato fisiologico Non so se ho fame B. COMPORTAMENTI Appena uscita dal supermercato ne mangio uno; strada facendo li mangio tutti C. CONSEGUENZE 1. A breve termine Ho introdotto lequivalente di un piatto di pasta; mi abbuffo a cena.. tanto ormai 2. A lungo termine La mattina dopo la bilancia mi punisce

19 ESEMPI DI STRATEGIE VOLTE A: ALLUNGARE I TEMPI DEL PASTO E RIDURRE LE QUANTITA EVITARE SITUAZIONI AMBIENTALI CHE FACILITINO LASSUNZIONE DI CIBO INDURRE MAGGIORE ATTENZIONE VERSO LATTO DEL MANGIARE 1.MASTICARE A LUNGO PRIMA DI DEGLUTIRE 2.APPOGGIARE SUL TAVOLO LA FORCHETTA DOPO OGNI BOCCONE 3.METTERE SUL TAVOLO UNA PORTATA PER VOLTA 4.NON DISTRARSI CON TELEVISIONE O GIORNALE..

20 Quale situazione o stato emotivo la conduce a: Mangiare più del solito Non mangiare Noia Tristezza Solitudine Stanchezza Ansia Rabbia Stress Insoddisfazione Frustrazione Senso di vuoto Mancanza di scopi Delusione Vergogna Gioia Tranquillità Approvazione Convivialità

21

22

23


Scaricare ppt "Centro Regionale di Fisiopatologia della Nutrizione ASL Teramo Responsabile: dott. Paolo De Cristofaro TRATTAMENTO MULTIDISCIPLINARE INTEGRATO DELLE PROBLEMATICHE."

Presentazioni simili


Annunci Google