La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le Strategie della GDO in periodo di Crisi Economica MARIO CIFIELLO- Consigliere Delegato Mktg e Pianificazione Coop Italia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le Strategie della GDO in periodo di Crisi Economica MARIO CIFIELLO- Consigliere Delegato Mktg e Pianificazione Coop Italia."— Transcript della presentazione:

1 Le Strategie della GDO in periodo di Crisi Economica MARIO CIFIELLO- Consigliere Delegato Mktg e Pianificazione Coop Italia

2 2 1- LA CRISI E LE SFIDE DELLA DISTRIBUZIONE MODERNA 2 - LA MARCA PRIVATA DEL DISTRIBUTORE 3 - LA PROMOZIONALITA E I FORMATI DISTRIBUTIVI 4 - L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE

3 3 La crisi economica più grave degli ultimi 40 anni Siamo di fronte alla crisi più grave delleconomia italiana degli ultimi 40 anni, con flessione di occupazione, di produttività e crollo degli investimenti PIL ,9% occupazione -0,7%

4 : drastica gelata sui consumi- erosione potere di acquist- riflessi della bolla speculativa di borsa sui risparmi-destoccaggio 2007 – 2008 : la rivoluzione delle materie prime – la pressione sui prezzi-le modifiche del carrello della spesa Fine : crisi finanziaria e impatti sulleconomia reale : rischio GRECIA…ripresa costi materie prime- Nord Africa…

5 5 Gli effetti sul retail in Europa: lattenzione al Valore Il primo effetto sul mondo della distribuzione Europea si è manifestato con una crescente attenzione alla convenienza di tutti i principali retailer, che ha avuto effetti su 6 principali fronti CRESCITA ED EVOLUZIONE DEL DISCOUNT MAGGIORE ATTENZIONE AI PREZZI A SCAFFALE EVOLUZIONE DELLE LOGICHE PROMOZIONALI CRESCITA DELLA PRIVATE LABEL RAZIONALIZZAZIONE DEGLI ASSORTIMENTI EVOLUZIONE DI SUPER E IPER PER CONTRASTARE IL DISCOUNT

6 6 Top 10 Distributori in Europa Fatturato 2009 in Europa occidentale (Miliardi di uro) Fonte: Planet Retail

7 7 Gli effetti sul retail in Europa: i prezzi a scaffale Levoluzione delle logiche promozionali in Europa: la focalizzazione sullessenzialità The cost of shopping is as important to customers as it has ever been. Thats why we are making sure that we continue to lower prices across the store but with a focus on everyday grocery products. Richard Brasher, Commercial & Marketing Director, Tesco Morrisons IL FOCUS DEI GRANDI RETAILER EUROPEI E OGGI SUI PRODOTTI ESSENZIALI PER LA SPESA DI TUTTI I GIORNI SIA DEL GROCERY CHE DI CARNI E ORTOFRUTTA

8 8 Gli effetti sul retail in Europa: le promozioni La riduzione dei prezzi, piuttosto che le offerte MxN ha un ruolo fondamentale in un mercato dove gli acquirenti non sono interessati a comprare prodotti di cui non hanno bisogno ma a controllare i loro sprechi rilancio di logiche innovative legate allutilizzo delle carte fedeltà (Tesco UK) : esempio possibilità di usufruire di MxN dilazionati: paghi uno oggi, hai uno gratis la prossima settimana per minimizzare lo spreco.

9 9 Gli effetti sul retail : la crescita della PL 23,0 24,0 24,8 Quota PL in Europa nel Grocery (media) La crescente attenzione verso la convenienza ha guidato nellultimo triennio una forte crescita della PL in Europa Fonte: AcNielsen

10 10 Gli effetti sul retail: la razionalizzazione degli assortimenti La razionalizzazione degli assortimenti è una priorità chiave per il mondo dei maggiori retailer mondiali per il raggiungimento degli obiettivi di efficienza Obiettivo di riduzione dellassortimento del 30% in Gran Bretagna e del 7,6%, aumentando contemporaneamente le vendite dell1,1% Lanciati progetti di espansione delle referenze delle categorie più redditizie, a fronte della riduzione di quelle meno performanti La numerica totale delle referenze sarà ridotta del 25% in alcune delle categorie più importanti. Ha lobiettivo di eliminare gradualmente 700 duplicazioni tra Marche e Private Label. Avviato programma di ottimizzazione delle categorie con lobiettivo di riduzione del 15% della numerica.

11 11 Evoluzione Sentiment Consumo

12 12 La situazione della GDO italiana Tasso di Sviluppo della GDO in Italia (Super+Iper) A fronte di uno sviluppo sostenuto solo dalle nuove aperture si assiste negli ultimi anni ad una contrazione delle vendite al MQ. Nel 2010 per la prima volta si assiste ad una flessione del fatturato a rete corrente di Super+Ipermercati Elaborazioni Coop Italia su dati IRI

13 13 La situazione dei Formati Distributivi in Italia FONTE: IRI Forte sviluppo negli ultimi anni per i Discount e gli specialisti drug. Tra i formati tipici del moderno si segnala la forte crescita dei Superstore, formato intermedio tra Iper e Super

14 14 Gli effetti sulla GDO in Italia Anche in Italia gli impatti della crisi stanno determinando importanti cambiamenti sulla struttura della GDO SVILUPPO DEL N° DISCOUNT CRISI DEGLI IPERMERCATI E DEL NON FOOD FORTE INCREMENTO DELLA PRESSIONE PROMO FORTE CRESCITA DELLA PRIVATE LABEL RIDUZIONE DEL VALORE DEL VENDUTO (FLESSIONE carrello) CRESCITA SUPERSTORE SVILUPPO SPECIALISTI FOOD (es CHIMICA)

15 15 Coop conferma la leadership di quota Quote 2010 Grocery + Freschissimi + Non Food Fonte: IRI Top trade – Gennaio 2010

16 16 Fonte: elaborazioni ref. su dati Istat e Indagini di mercato Il downgranding della spesa: Variazione prezzi e costo della spesa Il downgranding della spesa: Variazione prezzi e costo della spesa (variazione dei prezzi di listino alla vendita e del prezzo medio dellassortimento; Lcc; 2002=100)

17 17 IMMIGRATISINGLEANZIANI MOBILEINTERNET SALUTE/ BENESSERE ATTENZIONE AMBIENTE ATTENZIONE QUALITA Capire il nuovo consumatore DIVERTIMENTO / RELAZIONE Oggi i cittadini del mondo sono sempre più diversi, esigenti, informati TV

18 18 LE PRIORITA : VALORE E VALORI VALUEVALUES HISTORY PROVENANCE PACK SIZE ETHICS SUSTAINABILITY PERFORMANCE PROMOTIONS PRICE

19 19 La Convenienza

20 20 La leva promozionale in Italia Progressivo aumento anche in Italia dellintensità promozionale negli ultimi 3 anni; Si assesta sui livelli minimi degli ultimi anni il Gap di intensità tra Ipermercati e resto dei formati Elaborazioni su dati Nielsen

21 21 Private label In un contesto di difficoltà economiche dei consumatori forte incremento dellincidenza delle Private Label nella GDO Italiana Fonte: DWH Coop Italia / IRI Incidenza PaM su Fatturato Coop Totale Coop - esclusi DISCOUNT DICO Stime Coop Italia QUOTA totale FOOD, inclusi Carni e Ortofrutta QUOTA su totale FATTURATO COOP (Food+NonFood) 25% 22,2%

22 22 Tra i clienti Coop migliora la percezione di convenienza in entrambi i canali con un incremento sul molto conveniente in particolare nella rilevazione di luglio. Il miglioramento è pi ù spinto nel canale super Base: clienti delle insegne (1) Questo dato è stato calcolato considerando come base il numero di punti di vendita utilizzati dalle R.A. LA CONVENIENZA PERCEPITA DAI CLIENTI DI COOP Anche fra i clienti dei supermercati Coop la percezione di convenienza ha raggiunto il suo massimo dal 2006 ad oggi La convenienza percepita di Coop Fonte: KKIENN

23 23 La distintività …da Coop abbiamo imparato molto, e molti traguardi che la nostra azienda ha raggiunto negli ultimi dieci anni non sarebbero stati possibili senza la vostra collaborazione. Un esempio è proprio la Sa-8000 che applicata in azienda su vostro suggerimento ci ha fatto diventare la miglior azienda al mondo nellapplicazione di quella norma di Responsabilità Sociale. MAINA panettoni Premio mondiale per la responsabilità sociale

24 24 Coop e le liberalizzazioni: salute e telefonia 95 corner aperti Fatturato Annuo 70 Mio 65% di quota nella GDO 1,5% fatturato complessivo COOP Risparmio Medio per il cliente: 12,7 Milioni di (29%) rispetto a Farmacie 290 i giovani farmacisti assunti nei corner salute Coop Oltre attivazioni ad oggi Un utente CoopVoce può risparmiare il 20-30% rispetto a quanto spenderebbe con le tariffe attualmente offerte dagli altri operatori. Un cliente socio Coop, attraverso i punti spesa può estendere il risparmio fino al 50% Questo si traduce, per un utente medio, in un risparmio annuo di circa 50 Euro sulla spesa telefonica

25


Scaricare ppt "Le Strategie della GDO in periodo di Crisi Economica MARIO CIFIELLO- Consigliere Delegato Mktg e Pianificazione Coop Italia."

Presentazioni simili


Annunci Google