La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lesercizio fisico perché, quando, come farlo Dr. Giovanni Adone UOC Cardiologia Riabilitativa Presidio Ospedaliero Villa Betania ASL Roma E.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lesercizio fisico perché, quando, come farlo Dr. Giovanni Adone UOC Cardiologia Riabilitativa Presidio Ospedaliero Villa Betania ASL Roma E."— Transcript della presentazione:

1 Lesercizio fisico perché, quando, come farlo Dr. Giovanni Adone UOC Cardiologia Riabilitativa Presidio Ospedaliero Villa Betania ASL Roma E

2 Se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico, né in eccesso né in difetto, avremmo trovato la strada giusta per la salute Se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico, né in eccesso né in difetto, avremmo trovato la strada giusta per la salute Ippocrate, A.C. Ippocrate, A.C. Scrivere una ricetta è facile, mettersi daccordo su tutto il resto è difficile Kafka – Un medico di campagna Kafka – Un medico di campagna

3 Variazione della mortalità (%) Anni Malattie Infettive Tumori Malattie Cardiovascolari ,92,99, ,84,011, ,67,817, ,816,630, ,622,847, ,427,343,5

4 Ci si ammala e si muore di meno delle malattie della povertà (malnutrizione – scarse condizioni igieniche) Ci si ammala e si muore di meno delle malattie della povertà (malnutrizione – scarse condizioni igieniche) MALATTIE INFETTIVE MALATTIE INFETTIVE Ci si ammala e si muore di più delle malattie della ricchezza (superalimentazione – inquinamento – sedentarietà) Ci si ammala e si muore di più delle malattie della ricchezza (superalimentazione – inquinamento – sedentarietà) MALATTIE CARDIOVASCOLARI TUMORI MALATTIE CARDIOVASCOLARI TUMORI

5 Perchè? 1) Perchè siamo sedentari 2) Perchè la sedentarietà fa male 3) Perchè lesercizio fisico fa bene Esercizio fisico

6 Dati italiani Circa 35 milioni di italiani (60-65% della popolazione) sono sedentari incalliti e solo 12 milioni (20%) praticano regolarmente uno sport. Circa 35 milioni di italiani (60-65% della popolazione) sono sedentari incalliti e solo 12 milioni (20%) praticano regolarmente uno sport. Ogni italiano può vantare oggi un'aspettativa di vita alla nascita di 77,7 anni per gli uomini e di 83,7 per le donne, che negli anni '50 era in media di 66 anni. Ogni italiano può vantare oggi un'aspettativa di vita alla nascita di 77,7 anni per gli uomini e di 83,7 per le donne, che negli anni '50 era in media di 66 anni. Se i bambini italiani vantano il primato europeo per l'obesità, i loro genitori invece forse si salvano. Anzi, gli adulti italiani mostrerebbero, oggi, il miglior rapporto peso/altezza in Europa e un tasso d'obesità tra i più bassi del pianeta. Se i bambini italiani vantano il primato europeo per l'obesità, i loro genitori invece forse si salvano. Anzi, gli adulti italiani mostrerebbero, oggi, il miglior rapporto peso/altezza in Europa e un tasso d'obesità tra i più bassi del pianeta.

7 In Italia il 34% degli uomini ed il 46% delle donne non svolge alcuna attività fisica nel tempo libero (Fonte: Osservatorio Epidemiologico Cardiovascolare – Ital Heart J 2004) In Italia il 34% degli uomini ed il 46% delle donne non svolge alcuna attività fisica nel tempo libero (Fonte: Osservatorio Epidemiologico Cardiovascolare – Ital Heart J 2004) Levoluzione delluomo

8

9 da Ipse dixit a Medicina basata sulle evidenze

10 Dati dimostrati La sedentarietà, in aumento, sta divenendo uno dei fattori principali di rischio di mortalità globale e cardiovascolare. La sedentarietà, in aumento, sta divenendo uno dei fattori principali di rischio di mortalità globale e cardiovascolare. Eliminando questo indicatore di rischio si ottiene una riduzione delle malattie cardiovascolari del 15-39%, di ictus del 33%, di cancro del colon del 22-33%, di fratture ossee secondarie ad osteoporosi del 18%. Eliminando questo indicatore di rischio si ottiene una riduzione delle malattie cardiovascolari del 15-39%, di ictus del 33%, di cancro del colon del 22-33%, di fratture ossee secondarie ad osteoporosi del 18%.

11 Lattività fisica praticata in modo regolare e costante è in grado di influenzare significativamente il profilo di rischio cardiovascolare di ciascun individuo Lattività fisica praticata in modo regolare e costante è in grado di influenzare significativamente il profilo di rischio cardiovascolare di ciascun individuo Effetto diretto sullapparato CV Effetto diretto sullapparato CV Effetto indiretto su peso corporeo, profilo metabolico (riduzione dei livelli di lipidemia totali e specifici, miglioramento del compenso glicemico), valori di pressione arteriosa Effetto indiretto su peso corporeo, profilo metabolico (riduzione dei livelli di lipidemia totali e specifici, miglioramento del compenso glicemico), valori di pressione arteriosa

12 Individui senza precedenti di malattia cardiovascolare Individui senza precedenti di malattia cardiovascolare Valutato il rischio di eventi coronarici in un periodo di 10 anni in un gruppo di soggetti giovani-adulti (età compresa fra 25 e 64 anni), con un differente punteggio di rischio cardiovascolare. Valutato il rischio di eventi coronarici in un periodo di 10 anni in un gruppo di soggetti giovani-adulti (età compresa fra 25 e 64 anni), con un differente punteggio di rischio cardiovascolare. Livello di attività fisica è distinto in basso, medio ed intenso Livello di attività fisica è distinto in basso, medio ed intenso Presa in considerazione separatamente lattività fisica praticata nel tempo libero e quella effettuata nellambito delloccupazione di lavoro. Presa in considerazione separatamente lattività fisica praticata nel tempo libero e quella effettuata nellambito delloccupazione di lavoro. Senza significative distinzioni in rapporto al grado di rischio cardiovascolare iniziale e perciò anche nella popolazione a basso rischio, lesercizio fisico, sia quello praticato come attività ludico-sportiva che allinterno dellattività lavorativa è risultato in grado di ridurre significativamente lincidenza di eventi coronarici, in percentuale crescente con il livello di intensità praticato. Senza significative distinzioni in rapporto al grado di rischio cardiovascolare iniziale e perciò anche nella popolazione a basso rischio, lesercizio fisico, sia quello praticato come attività ludico-sportiva che allinterno dellattività lavorativa è risultato in grado di ridurre significativamente lincidenza di eventi coronarici, in percentuale crescente con il livello di intensità praticato. STUDIO FINLANDESE 2007 – EUROPEAN JOURNAL of CARDIOLOGY

13 Anche carichi di lavoro bassi o intermedi sono in grado di esercitare un effetto favorevole; ad esempio nelle donne il solo recarsi al lavoro camminando o pedalando su una bicicletta è risultato sufficiente per migliorare il profilo di rischio cardiovascolare. Anche carichi di lavoro bassi o intermedi sono in grado di esercitare un effetto favorevole; ad esempio nelle donne il solo recarsi al lavoro camminando o pedalando su una bicicletta è risultato sufficiente per migliorare il profilo di rischio cardiovascolare. RACCOMANDAZIONE: RACCOMANDAZIONE: Considerare con attenzione anche il grado di esercizio fisico svolto, non solo nel tempo libero, bensì anche come attività lavorativa (concetto opposto rispetto alla sedentarietà, già riconosciuto per se come fattore di rischio) Considerare con attenzione anche il grado di esercizio fisico svolto, non solo nel tempo libero, bensì anche come attività lavorativa (concetto opposto rispetto alla sedentarietà, già riconosciuto per se come fattore di rischio)

14 STUDIO INTERHEART Studio case-control standardizzato sullIMA in 52 Paesi dei 5 continenti (WHO) Studio case-control standardizzato sullIMA in 52 Paesi dei 5 continenti (WHO) Circa p. con altrettanti controlli sani Circa p. con altrettanti controlli sani Correlazione tra 9 FR (fumo, dislipidemia, ipertensione, diabete, obesità, sedentarietà, consumo di alcool, fattori psicosociali, dieta) ed infarto del miocardio Correlazione tra 9 FR (fumo, dislipidemia, ipertensione, diabete, obesità, sedentarietà, consumo di alcool, fattori psicosociali, dieta) ed infarto del miocardio Calcolati i rapporti di diseguaglianza ed i PAR Calcolati i rapporti di diseguaglianza ed i PAR

15 INTERHEART - risultati Fumo 2,87 Fumo 2,87 Colesterolo 3,25 Colesterolo 3,25 Ipertensione arteriosa 1,91 Ipertensione arteriosa 1,91 Diabete 2,37 Diabete 2,37 Obesità addominale 1,12 Obesità addominale 1,12 Fattori psicosociali 2,67 Fattori psicosociali 2,67 Consumo di frutta e verdura 0,70 Consumo di frutta e verdura 0,70 Attività fisica regolare 0,86 Attività fisica regolare 0,86 Consumo di alcool 0,90 Consumo di alcool 0,90 OR = 1 : rischio uguale OR = inferiore 1 : rischio diminuito OR = superiore 1 : rischio aumentato Fattori di rischioRischio aggiuntivo Fattori di rischio Rischio aggiuntivo 0,86 -14% di rischio

16 Considerazioni Globalmente i 9 FR sono responsabili del 90% del rischio complessivo negli uomini e del 94% nelle donne Globalmente i 9 FR sono responsabili del 90% del rischio complessivo negli uomini e del 94% nelle donne I vari fattori di rischio sono espressi in modo differente nei diversi Paesi ma, quando presenti, hanno lo stesso peso ovunque, indipendentemente dalle diverse razze I vari fattori di rischio sono espressi in modo differente nei diversi Paesi ma, quando presenti, hanno lo stesso peso ovunque, indipendentemente dalle diverse razze Si attenua limportanza dellereditarietà Si attenua limportanza dellereditarietà

17 Benefici dellesercizio fisico La capacità funzionale è un predittore indipendente di malattia cardiovascolare La capacità funzionale è un predittore indipendente di malattia cardiovascolare La sedentarietà è un fattore di rischio indipendente dagli altri La sedentarietà è un fattore di rischio indipendente dagli altri Agisce sui sani e sui malati Agisce sui sani e sui malati Laumento dellallenamento riduce in modo proporzionale la mortalità (ogni MET di aumento riduce del 12% il rischio di morte) Laumento dellallenamento riduce in modo proporzionale la mortalità (ogni MET di aumento riduce del 12% il rischio di morte)

18 COMBATTI LA SEDENTARIETÀ! Non si è mai troppo anziani per non trarre beneficio da unattività fisica regolare. Non si è mai troppo anziani per non trarre beneficio da unattività fisica regolare. La riduzione della capacità fisica correlata alletà non è dovuta solo al processo fisiologico dellinvecchiamento ma anche alla diminuzione delle attività fisiche quotidiane. La riduzione della capacità fisica correlata alletà non è dovuta solo al processo fisiologico dellinvecchiamento ma anche alla diminuzione delle attività fisiche quotidiane. Un cuore allenato è un cuore che si mantiene giovane, che fa vivere meglio la quotidianità e si accompagna ad un umore positivo, condizione che contribuisce a vivere più a lungo. Un cuore allenato è un cuore che si mantiene giovane, che fa vivere meglio la quotidianità e si accompagna ad un umore positivo, condizione che contribuisce a vivere più a lungo. I sedentari, infatti, si ammalano di più. I sedentari, infatti, si ammalano di più.

19 Primo: Muoversi di più ! Camminare a passo moderato per almeno 30 minuti e salire 20 rampe di scale al giorno 2000 kcal Usare il meno possibile mezzi motorizzati Usare il meno possibile mezzi motorizzati Parcheggiare lontano dai luoghi di destinazione Parcheggiare lontano dai luoghi di destinazione Limitare luso di ascensori Limitare luso di ascensori Sfruttare le pause di lavoro per passeggiare Sfruttare le pause di lavoro per passeggiare

20 Colesterolo LDL e rischio cardiovascolare Numerosi studi dimostrano che una riduzione del 30% del Colesterolo LDL riduce del 28% gli eventi cardiovascolari (infarto, ictus, morte cardiovascolare) Numerosi studi dimostrano che una riduzione del 30% del Colesterolo LDL riduce del 28% gli eventi cardiovascolari (infarto, ictus, morte cardiovascolare)

21 Lattività fisica può aiutare a ridurre la pressione arteriosa Lattività fisica può aiutare a ridurre la pressione arteriosa Se la tua pressione è troppo elevata (superiore a 140/90 mmHg o 130/85 se diabetico), il tuo rischio di malattia cardiaca e di possibile infarto o ictus è maggiore di quanto non sarebbe se tu tenessi la pressione arteriosa sotto controllo. Se la tua pressione è troppo elevata (superiore a 140/90 mmHg o 130/85 se diabetico), il tuo rischio di malattia cardiaca e di possibile infarto o ictus è maggiore di quanto non sarebbe se tu tenessi la pressione arteriosa sotto controllo. Lattività fisica ti aiuta a fare questo. Lattività fisica ti aiuta a fare questo.

22 Fare sport ti aiuta a perdere peso Essere in sovrappeso o obeso può far aumentare notevolmente il rischio di malattia cardiaca, anche perchè favorisce un aumento della pressione e dei livelli di colesterolo. Perdere peso attraverso un programma combinato di ginnastica e dieta ti aiuterà a mantenere il cuore più sano e il diabete sotto controllo. Sovrappeso= BMI superiore a 25 Obesità= BMI superiore a 30

23 …e ti aiuta a gestire lo stress Quasi tutti almeno una volta nella vita hanno avuto a che fare con lo stress. Gli effetti dello stress sono il risultato dellormone adrenalina, che viene rilasciato nel sangue, accelerando il cuore e aumentando la pressione arteriosa. Lessere sottoposti a stress in modo occasionale non rappresenta solitamente un pericolo. Tuttavia, lo stress continuo potrebbe avere un effetto negativo sulla tua salute. Se soffri di stress, ciò dipende dal tuo modo di reagire agli eventi. Lattività fisica è un metodo eccellente per combattere lo stress. Inserire un programma regolare di esercizi nella tua routine quotidiana può aiutarti a combattere lo stress in modo più efficace Buoni consigli che ti aiuteranno a gestire lo stress: Buoni consigli che ti aiuteranno a gestire lo stress: Pianifica la tua giornata. Pianifica la tua giornata. Fissa scadenze realistiche nel lavoro. Fissa scadenze realistiche nel lavoro. Adattati alle situazioni. Adattati alle situazioni. Cerca di non fare la guerra allo stress. Cerca di non fare la guerra allo stress. Fai ginnastica regolarmente. Fai ginnastica regolarmente. Segui una dieta bilanciata. Segui una dieta bilanciata. Dedica ogni giorno un po di tempo al Dedica ogni giorno un po di tempo al relax. relax. Prenditi del tempo libero! Cambiare Prenditi del tempo libero! Cambiare routine può aiutare a rilassarsi. routine può aiutare a rilassarsi.

24 Quando? SEMPRE SEMPRE Più dopo i 40 che prima? Più da malati che da sani? Esercizio fisico

25 non è mai troppo tardi per cambiare stile di vita!! 2376 medici (età media 72 anni) ai quali è stato chiesto di cambiare il loro stile di vita (più esercizio fisico, dieta più sana, smettere di fumare) 2376 medici (età media 72 anni) ai quali è stato chiesto di cambiare il loro stile di vita (più esercizio fisico, dieta più sana, smettere di fumare) 970 hanno raggiunto e superato i 90 anni (41%) 970 hanno raggiunto e superato i 90 anni (41%) Presi in considerazione: obesità, diabete, fumo, ipertensione, sedentarietà Presi in considerazione: obesità, diabete, fumo, ipertensione, sedentarietà Se si eliminano tutti e cinque questi fattori di rischio la possibilità di arrivare a 90 anni è del 54% Se si eliminano tutti e cinque questi fattori di rischio la possibilità di arrivare a 90 anni è del 54% Se si rimane sedentari la possibilità scende al 44% Se si rimane sedentari la possibilità scende al 44%

26 PREVENZIONE SECONDARIA (soggetti già malati) Il training fisico controllato e adattato al paziente costituisce un importante terapia e permette una riduzione della mortalità o di nuovi eventi cardiovascolari di circa il 20 – 25% che si aggiunge a quella determinata dagli altri trattamenti farmacologici Il training fisico controllato e adattato al paziente costituisce un importante terapia e permette una riduzione della mortalità o di nuovi eventi cardiovascolari di circa il 20 – 25% che si aggiunge a quella determinata dagli altri trattamenti farmacologici

27 S.A.R.A. S copo terapeutico e/o ricreativo, MAI agonistico A ttività dinamiche ad impegno cardiovascolare costante ad intensità lieve o moderata R ispettare le fasi di: riscaldamento 10 allenamento allenamento recupero 5-10 recupero 5-10 A lmeno 3 sedute settimanali per 30

28 Quale attività? Attività aerobiche: Marcia Marcia Corsa leggera Corsa leggera Nuoto Nuoto Bicicletta Bicicletta Esercizio prolungato e a basso carico con allungamento muscolare Esercizio prolungato e a basso carico con allungamento muscolare

29 Raccomandazioni E necessario avere un programma di attività chiaro, periodicamente aggiornato E necessario avere un programma di attività chiaro, periodicamente aggiornato E necessario tenere un diario dellattività fisica E necessario tenere un diario dellattività fisica Il vestiario deve essere adeguato, evitando di coprirsi troppo poco o troppo Il vestiario deve essere adeguato, evitando di coprirsi troppo poco o troppo Iniziare la seduta rispettando le fasi di riscaldamento, allenamento e recupero Iniziare la seduta rispettando le fasi di riscaldamento, allenamento e recupero Dopo indisposizione o infortunio la ripresa deve essere graduale Dopo indisposizione o infortunio la ripresa deve essere graduale Non fare AF in caso di indisposizione Non fare AF in caso di indisposizione Non sottovalutare i segni di sovraccarico dellapparato muscolo-scheletrico, per evitare noiosi infortuni Non sottovalutare i segni di sovraccarico dellapparato muscolo-scheletrico, per evitare noiosi infortuni E necessario divertirsi E necessario divertirsi

30 Privilegiare lAF in ore meno fredde in inverno e meno calde in estate Privilegiare lAF in ore meno fredde in inverno e meno calde in estate Non praticare AF a stomaco pieno, ma almeno 3 ore dopo i pasti Non praticare AF a stomaco pieno, ma almeno 3 ore dopo i pasti Preferire attività aerobiche (ciclismo, marcia o nuoto) Preferire attività aerobiche (ciclismo, marcia o nuoto) Mantenere un buon livello di AF tutto lanno con almeno 2-3 sedute a settimana Mantenere un buon livello di AF tutto lanno con almeno 2-3 sedute a settimana Se si accusa affanno o dolore toracico o vertigine durante sforzo, fermarsi e parlarne con il medico Se si accusa affanno o dolore toracico o vertigine durante sforzo, fermarsi e parlarne con il medico Non interrompere mai uno sforzo bruscamente Non interrompere mai uno sforzo bruscamente Ricostituire le scorte idriche bevendo liquidi non ghiacciati, né contenenti gas Ricostituire le scorte idriche bevendo liquidi non ghiacciati, né contenenti gas Portarsi abiti asciutti in caso di lunghi percorsi Portarsi abiti asciutti in caso di lunghi percorsi

31 Non bere alcolici prima o subito dopo uno sforzo Non bere alcolici prima o subito dopo uno sforzo E preferibile evitare di avventurarsi da soli in luoghi poco frequentati: meglio essere in compagnia E preferibile evitare di avventurarsi da soli in luoghi poco frequentati: meglio essere in compagnia Ricordare che lAF è divertimento e occasione di svago, non è un lavoro Ricordare che lAF è divertimento e occasione di svago, non è un lavoro Guardarsi dalleccessiva competitività con gli amici: non si deve dimostrare niente a nessuno Guardarsi dalleccessiva competitività con gli amici: non si deve dimostrare niente a nessuno Portare con sé il telefono cellulare Portare con sé il telefono cellulare

32

33 Camminare - perchè Camminare rende o Più forti o Più magri o Più calmi o Più felici o Più giovani o Più sani Camminare allontana o Stress o Ansia o Nervosismo o Preoccupazioni o Malattie o Sovrappeso o Noia VANTAGGI

34 Camminare - perchè Contatto con la natura o Luoghi diversi o Alberi o Nuvole o Alba o Gente o Stelle o Fiori o tramonto Effetti sul sistema neuro- endocrino o Migliora la glicemia o Migliora la circolazione o Migliora la funzionalità muscolare o Riduce il rischio cardiovascolare o Riduce il rischio di cancro o Riduce il grasso viscerale o Migliora la funzione sessuale BENEFICI

35 Camminare - come Cammina lentamente i primi 15 minuti finchè i muscoli non si riscaldano (riscaldamento) Cammina lentamente i primi 15 minuti finchè i muscoli non si riscaldano (riscaldamento) Incrementa il passo. Incrementa il passo. Prova a parlare durante la marcia; se riesci ad avere una normale conversazione è segno che stai raggiungendo una buona performance Prova a parlare durante la marcia; se riesci ad avere una normale conversazione è segno che stai raggiungendo una buona performance Utilizza un percorso misto con lievi pendenze avendo cura di sollevare bene i talloni. Utilizza un percorso misto con lievi pendenze avendo cura di sollevare bene i talloni. Cammina più lentamente negli ultimi 5 minuti (raffreddamento) Cammina più lentamente negli ultimi 5 minuti (raffreddamento)

36 Camminare - quanto Lobiettivo è fare passi al giorno Lobiettivo è fare passi al giorno Chi sta a casa fa circa passi al giorno Chi sta a casa fa circa passi al giorno Chi va a scuola o al lavoro ne fa circa – Chi va a scuola o al lavoro ne fa circa – I primi benefici si hanno quando si iniziano ad aggiungere passi nella propria giornata I primi benefici si hanno quando si iniziano ad aggiungere passi nella propria giornata Utilizzare un CONTAPASSI

37 Camminare – aspetti pratici Meglio camminare in compagnia Meglio camminare in compagnia Camminare 45 – 60 minuti al giorno, meglio se in unica passeggiata (oppure 3-4 passeggiate di 15 minuti ciascuna) Camminare 45 – 60 minuti al giorno, meglio se in unica passeggiata (oppure 3-4 passeggiate di 15 minuti ciascuna) Camminare 30 minuti fa consumare circa 200 calorie Camminare 30 minuti fa consumare circa 200 calorie

38 Camminare – Suggerimenti Scendi dallautobus tre fermate prima della tua oppure posteggia la macchina almeno 500 metri prima del posto di lavoro Scendi dallautobus tre fermate prima della tua oppure posteggia la macchina almeno 500 metri prima del posto di lavoro Non usare lascensore ma le scale Non usare lascensore ma le scale Se piove, non preoccuparti: lacqua non può far male quanto saltare la passeggiata (attrezzati bene e……cammina!!!!) Se piove, non preoccuparti: lacqua non può far male quanto saltare la passeggiata (attrezzati bene e……cammina!!!!) Abbigliamento comodo (soprattutto le scarpe nei diabetici) Abbigliamento comodo (soprattutto le scarpe nei diabetici)

39 Camminare - obiettivi Cerca di progredire facendo ogni giorno 100 passi in più del giorno precedente fino a raggiungere i passi Cerca di progredire facendo ogni giorno 100 passi in più del giorno precedente fino a raggiungere i passi Concentrati sulla respirazione; fai inspirazioni ed espirazioni regolari, profonde e lente Concentrati sulla respirazione; fai inspirazioni ed espirazioni regolari, profonde e lente Ascoltare musica rilassa ed dà il ritmo giusto per muoverti a buon passo Ascoltare musica rilassa ed dà il ritmo giusto per muoverti a buon passo Cammina allaria aperta e scegli, se possibile, itinerari vari e gratificanti in città o in campagna Cammina allaria aperta e scegli, se possibile, itinerari vari e gratificanti in città o in campagna

40 Le scuse per non camminare Sono troppo occupato Sono troppo occupato Sono troppo stanco Sono troppo stanco Troppo freddo, caldo, piove Troppo freddo, caldo, piove Troppo presto, troppo tardi Troppo presto, troppo tardi Troppo buio Troppo buio Sono stressato Sono stressato Troppo lontano dalla famiglia Troppo lontano dalla famiglia Non voglio Non voglio

41 Le motivazioni per camminare Il cane Il cane Il/i compagno/i di passeggiata Il/i compagno/i di passeggiata Il numero di passi sul tuo contapassi Il numero di passi sul tuo contapassi Il livello di colesterolo Il livello di colesterolo Il livello di glicemia Il livello di glicemia Il peso Il peso La tua forza interiore La tua forza interiore Il desiderio di avere una qualità di vita dignitosa Il desiderio di avere una qualità di vita dignitosa

42 il tempo per leggere, come il tempo per amare, è sempre tempo rubato il tempo per leggere, come il tempo per amare, è sempre tempo rubato Daniel Pennac – Come un romanzo Daniel Pennac – Come un romanzo il tempo per muoversi, come il tempo per amare, è sempre tempo rubato il tempo per muoversi, come il tempo per amare, è sempre tempo rubato

43 Misure di politica sociale 3 P Parchi Parchi Palestre Palestre Piscine Piscine Aumentare le strutture dedicate allesercizio fisico facendolo diventare un comportamente socialmente gratificante Aumentare le strutture dedicate allesercizio fisico facendolo diventare un comportamente socialmente gratificante

44 Investire sulla prevenzione CV è essenziale per la salute dei cittadini ma anche per il sistema sanitario garantendo significativi risparmi. Investire sulla prevenzione CV è essenziale per la salute dei cittadini ma anche per il sistema sanitario garantendo significativi risparmi. Incremento della spesa sanitaria per laumento della durata della vita e per lo sviluppo di costose tecnologie Incremento della spesa sanitaria per laumento della durata della vita e per lo sviluppo di costose tecnologie Tale incremento può essere tenuto sotto controllo solo riducendo la percentuale dei malati attraverso programmi di prevenzione Tale incremento può essere tenuto sotto controllo solo riducendo la percentuale dei malati attraverso programmi di prevenzione too little is spent on prevention and public health (B. Obama) too little is spent on prevention and public health (B. Obama)


Scaricare ppt "Lesercizio fisico perché, quando, come farlo Dr. Giovanni Adone UOC Cardiologia Riabilitativa Presidio Ospedaliero Villa Betania ASL Roma E."

Presentazioni simili


Annunci Google