La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 CONSIGLI PER AFFRONTARE IL PRESENTE SCENARIO ECONOMICO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 CONSIGLI PER AFFRONTARE IL PRESENTE SCENARIO ECONOMICO."— Transcript della presentazione:

1 1 CONSIGLI PER AFFRONTARE IL PRESENTE SCENARIO ECONOMICO

2 2 Diapositive dellintervento:

3

4 IL MONDO E CAMBIATO. DOBBIAMO CAMBIARE ANCHE NOI.

5 RISULTATI AZIONI IDEE (PARADIGMI CHE NON FUNZIONANO PIU)

6 Cambio di paradigma

7 POSSO FARLA FRANCA ANCHE SE…

8 LE CRISI SONO DRAMMATICHE SE NON HAI UNA VISION

9 VISION = COME FACCIAMO A DARE VALORE AL CLIENTE?

10 4 SPUNTI

11 1) IL LAVORO DURO E CAMBIATO

12 COMFORT ZONE

13

14 14 GIANLUCA GESSI: SCOMODITA

15

16 2) SVILUPPA LEADERSHIP

17 PROBLEMI

18 Controllo Far andare le cose come uno vorrebbe = Labilità di dirigere qualcosa a proprio piacimento

19 Responsabilità –LA SENSAZIONE DI SENTIRSI LUNICO INCARICATO –=–= –LABILITA DI CONSIDERARSI LA CAUSA! DI FRONTE AD UN PROBLEMA, POSSIAMO SCEGLIERE LA NOSTRA RISPOSTA: –CAUSA O EFFETTO?

20 Causa ed Effetto Per risolvere un problema o per controllare una situazione che non va come vorremmo dobbiamo vederci come la causa di tale situazione. Se non lo facciamo, la situazione controllerà noi. Case history scuola

21 Scala della Causatività CONTROLLO ESTERNO La persona è principalmente convinta che le sue sfortune o le sue disgrazie siano causate dagli altri o dallambiente. CONTROLLO SOLAMENTE SULLE PROPRIE AZIONI Si considera causa solo per quelle cose che fa lei, ma non si vuole prendere assolutamente responsabilità per ciò che fanno gli altri o per ciò che accade fuori dallazienda. Non riuscirà a realizzare i suoi sogni. CONTROLLO INTERNO Si considera causa di come agisce lui e anche di come agiscono o sono gli altri e lambiente

22 Primo dato relativo alla Leadership Riuscirai ad avere Leadership solamente sulle persone del cui comportamento ti consideri completamente CAUSA.

23 Pensare da Causa Quando riceviamo un problema o una difficoltà, possiamo pensare da effetto o pensare da causa. Un pensiero da effetto ha gli altri, le circostanze come soggetto dellazione Un pensiero causativo mette ME STESSO come soggetto dellazione

24 I SEGUENTI PENSIERI SONO DA CAUSA O DA EFFETTO? Il mercato è in crisi Non mi pagano il prodotto il giusto valore Non corregge quello che gli indico Non si impegna a sufficienza Non capisce le mie istruzioni Non ha passione nel lavoro Non ha voglia di lavorare Non esegue i miei ordini Non è motivato

25 Se vogliamo che le cose cambino Come prima cosa dobbiamo cambiare NOI

26 3) EVITA DI PERPETUARE IL DECLINO

27 LA CRISI è lAMPLIFICATORE del problema, non LA CAUSA! Se hai costruito la disciplina nel tempo riesci a sopravvivere; se non è stato così, arriva la tempesta e sei FUORI! - Jim Collins

28 a) QUANDO INIZI A PENSARE ALLA TUA GRANDEZZA ED ALLA TUA ECCELLENZA… NON LO SEI PIU! (arroganza vs. umiltà disciplinata)

29 b) Negazione del fatto che le cose stanno andando male, vedo dei segnali ma li giustifico. Non devi mai confondere una fede incrollabile con lottimismo.

30 TENDENZA STATICA Tendenza statica: Lattività non sta davvero andando da nessuna parte. La staticità è un indicatore della perdita di impulso e prima o poi porterà ad una contrazione ulteriore.

31 FATTORI PRESENTI CON UNA TENDENZA STATICA Non sogna Confusione sulla vision. Dovrebbe capire qual è il valore che può fornire e promuovere con forza usando maggior rigore. Zone di comfort Allentamento della motivazione

32 RIPARARE 0) Stabilisci dei grandi obiettivi 1) RITORNA A FARE LE COSE SCOMODE (uscire con i venditori, andare a vendere, affrontare situazioni che impattano sul valore che riesci a dare al cliente) 2) IDENTIFICA COSA HA DAVVERO VALORE PER IL TUO CLIENTE E FORNISCILO 3) PROMUOVI IN ABBONDANZA 4) RITORNA A GESTIRE UTILIZZANDO I NUMERI (e non giustificandoli) 5) Rimedia la tua autodisciplina ed elimina le distrazioni o le giustificazioni

33

34 CADUTA IN PICCHIATA Qui sei in cerca di un Salvatore che ti salvi, stai annaspando. SPINGI CONTINUAMENTE VS. Ricetta magica che ti salvi. SONO I DISCIPLINATI CHE AVRANNO LA SALVEZZA. Evita le abitudini, esci dalle zone di comfort

35 PRIMA CAMBIA LE ABITUDINI (PERSONALI), POI CERCA DI RISOLVERE I PROBLEMI

36 Evita di perpetuare il declino. COSA DEVI SMETTERE DI FARE?

37 Smettila di perpetuare ciò che è irrilevante. Cosa ha fatto unazienda veramente eccellente nel tempo? Aveva un motivo per cui lottare, non lo faceva solo per il denaro, perché se le cose vanno male non sono i soldi che ci motivano. Sono i VALORI, UN SENSO DI SCOPO che va al di là del denaro. E ADESSO CHE DOBBIAMO STABILIRE UN OBIETTIVO ENORME

38 ETICA…

39 DEFINIZIONE DI ETICA Con ETICA intendiamo: 1)Coscienza del proprio ruolo. 2)Le regole e gli standard che governano la condotta di una categoria di professionisti. 3) Responsabilità per gli effetti che le nostre azioni hanno su ciò che ci circonda.

40 40 QUALE FUTURO? 5 CONSIGLI PER CHI DIRIGE

41 SERGE GUEGAN: SOLUZIONI AGRO ALIMENTARE 1) Una cultura di marketing TOTALE: nella PMI agroalimentare il marketing dovrà essere una dimensione trasversale chiave. TUTTE LE PERSONE NELLIMPRESA DOVRANNO SENTIRSI COINVOLTE DA QUESTA FUNZIONE 2) Vicinanza ai clienti (include anche i distributori e i concorrenti) ANCHE, nota bene, in un contesto di centrali dacquisto potenti

42 42 1) OCCUPATI DELLE CAUSE INTERNE

43 43 VALENTE PALI Luglio 2008: + 250% Agosto 2008: +75% Settembre 2008: + 200% Marketing, rete vendita, innovazione, vendere soluzioni e non prodotti, avere un obiettivo chiaro. Non giustificare

44 2) INSEGUI UN SOGNO

45 LA META Un desiderio irrefrenabile di creare qualcosa di grande e scambiarlo con gli altri La consapevolezza di fornire qualcosa di valore che sarà desiderato Lautoaffermazione e lambizione

46 La tua prima creazione Rimani fedele alla tua prima creazione Metti attenzione alle evoluzioni del mercato Le cose intorno a noi cambiano, cambiano le mode, il progresso è sempre più veloce L essenza primordiale delluomo non cambia mai

47 Cosa devo fare allora: Chiedilo al mercato Comprendi le sue evoluzioni Allinea la tua prima creazione alle nuove tendenze, alle nuove mode Innova e differenziati, diventando un precursore del mercato Fai il marketing

48 Le cose che ci circondano sono fatte di sogni

49 3) DIVENTA UNESPERIENZA UNICA

50 Oggi delle cose normali è pieno il mondo…

51 SIAMO TUTTI UGUALI Conoscenze simili, cultura simile, aziende simili, IDEE SIMILI Indossiamo tutti la stessa divisa. Dobbiamo cambiare tutti i giorni. Oggi quando vinci devi cambiare. Devi diventare unesperienza unica e memorabile nella mente del cliente.

52 Siamo quellazienda che _________________. (qui devi mettere qualcosa di inimitabile)

53 Tangible Capital (visible) Intangible Capital (invisible)

54 LO SCAMBIO IN ABBONDANZA

55 4) GESTISCI IL TEMPO!

56 URGENTE VS. IMPORTANTE Qual è quellattività che, se fatta regolarmente per i prossimi mesi (anni?), farebbe unenorme differenza per la tua azienda?

57 5) STUDIA (MIGLIORA TE STESSO)

58 LAZIENDA E LO SPECCHIO DEL MANAGER 1) Per crescere come azienda devi avere un programma per migliorare te stesso Se vuoi che le cose cambino, come prima cosa devi cambiare tu

59 Thomas Stanley: I milionari nella società hanno un sistema ed il know how per riguadagnare il proprio entusiasmo e la propria carica positiva quando la perdono.

60 LA COMMODITY PIU IMPORTANTE: NON TI VIENE GRATIS


Scaricare ppt "1 CONSIGLI PER AFFRONTARE IL PRESENTE SCENARIO ECONOMICO."

Presentazioni simili


Annunci Google