La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE PRIMA LEZIONE ARGOMENTO DELLA LEZIONE La didattica speciale dellintegrazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE PRIMA LEZIONE ARGOMENTO DELLA LEZIONE La didattica speciale dellintegrazione."— Transcript della presentazione:

1 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE PRIMA LEZIONE ARGOMENTO DELLA LEZIONE La didattica speciale dellintegrazione e i bisogni educativi speciali. Punti tematici: La didattica speciale I bisogni educativi speciali Approccio alle difficoltà di apprendimento

2 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE LA DIDATTICA SPECIALE «Unintegrazione di qualità ha bisogno di una didattica di qualità. La didattica è linsegnamento, cioè le prassi che pervadono lambiente scuola, sia in verticale che in orizzontale, con i docenti e tra gli alunni. La didattica è la normalità delloperare finalizzato allo sviluppo di capacità e competenze utili, nel contesto di una relazione di aiuto profonda e significativa con chi apprende. La didattica è anche puntare a un obiettivo di crescita, avere a cuore lo sviluppo dellalunno, programmare, agire e valutare (anche severamente) la propria azione didattica e le azioni di chi apprende. Si fa didattica quando si insegna letteratura italiana o calcolo frazionario, quando si lavora nelleducazione socio-affettiva, quando si insegna a collaborare, a soffiarsi il naso, a prendersi cura del materiale didattico, a rispondere con lo sguardo al proprio nome, e in tanti altri modi». (D. Ianes, Didattica speciale per lintegrazione. Un insegnamento sensibile alle differenze, Erickson, Gardolo (TN) 2005 – Seconda edizione) DIDATTICA SPECIALE = Didattica di qualità Lintegrazione di qualità passa attraverso la qualificazione della didattica: la didattica quotidiana è sempre speciale, nella misura in cui ogni individuo ha dei bisogni speciali.

3 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE LA DIDATTICA SPECIALE I PRESUPPOSTI TEORICO-PEDAGOGICI DAL PARADIGMA MEDICO AL PARADIGMA BIO-PEDAGOGICO-SOCIALE MODELLO MEDICOMODELLO BIO- PEDAGOGICO-SOCIALE UNIDIREZIONALE CAUSALE PATOLOGIA ICIDH (OMS) INSERIMENTO INDIVIDUALISMO POLITICHE SANITARIE GHETTIZZAZIONE MULTIDIREZIONALE MULTIFATTORIALE QUALITA DELLA VITA ICF (OMS) INTEGRAZIONE COINVOLGIMENTO POLITICHE SOCIALI PARTECIPAZIONE

4 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE LA DIDATTICA SPECIALE MENOMAZION E DISABILITA HANDICAP Perdita o anomalia strutturale o funzionale, fisica o psichica. Limitazione nello svolgimento di unattività secondo i parametri considerati normali. Svantaggio che limita o impedisce la possibilità di ricoprire il ruolo normalmente proprio. Riguarda organi e/o apparati funzionali Si manifesta a livello della persona. Si manifesta nella interazione con lambiente. I PRESUPPOSTI TEORICO-PEDAGOGICI QUESTIONE TERMINOLOGICA SECONDO ICIDH-1980 (International Classification of Impairments, Disabilities and Handicaps)

5 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE LA DIDATTICA SPECIALE I PRESUPPOSTI TEORICO-PEDAGOGICI QUESTIONE TERMINOLOGICA SECONDO ICIDH-1980 Menomazione = Esteriorizzazione di uno stato patologico (conseguenza diretta della patologia). Disabilità: Oggettivazione della menomazione (restrizione o carenza della capacità di compiere unattività di base nel modo o nellampiezza considerati normali per un essere umano). Handicap: Socializzazione del deficit (condizione di svantaggio vissuta in conseguenza di una menomazione o di una disabilità).

6 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE LA DIDATTICA SPECIALE I PRESUPPOSTI TEORICO-PEDAGOGICI QUESTIONE TERMINOLOGICA SECONDO ICF – 2001 (International Classification of Functioning, Disability and Health ) Condizioni fisiche (disturbo o malattia) Funzione e struttura del corpo (menomazione) Attività (Disabilità) Partecipazione (handicap) Fattori contestuali AmbientaliPersonali INPUT BIOLOGICO INPUT CONTESTUALE Capacità e Performance

7 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE LA DIDATTICA SPECIALE I PRESUPPOSTI TEORICO-PEDAGOGICI QUESTIONE TERMINOLOGICA SECONDO ICF Non più «disabilità» ma «limitazioni delle attività personali». Non più «handicap» o «svantaggio esistenziale» ma «diversa partecipazione sociale». La persona non è più vista in rapporto al suo deficit funzionale e sociale, ma è rapportata al concetto di salute - benessere fisico, emotivo e sociale - risorsa per la vita quotidiana Approccio bio-psico-sociale

8 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE LA DIDATTICA SPECIALE I PRESUPPOSTI TEORICO-PEDAGOGICI MACRO OBIETTIVO DELLA DIDATTICA SPECIALE LINTEGRAZIONE ETIMOLOGIA Inserire una persona o un gruppo in un ambiente o in un contesto in modo che ne diventi parte organica; Rendere qualcosa completo, o più valido, più efficace. DISABILECONTESTO Integrazione sociale Integrazione scolastica SCUOLA A NUOVO INDIRIZZO INTERATTIVITA

9 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE LA DIDATTICA SPECIALE LINTEGRAZIONE SCOLASTICA Inserimento VS Integrazione OBIETTIVO: lo sviluppo delle potenzialità della persona handicappata nellapprendimento, nella comunicazione, nelle relazioni e nella socializzazione (Art. 12 della Legge quadro n. 104 del 5 febbraio 1992). Principi fondamentali per la qualità dellintegrazione scolastica: 1.insegnamento individualizzato; 2.adeguata programmazione pedagogica; 3.razionalità del programma didattico; 4.accoglienza da parte della classe; 5.facilitazione delle attività didattiche.

10 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE LA DIDATTICA SPECIALE LE QUATTRO COORDINATE DELLA DIDATTICA DI QUALITA DIDATTICA DI QUALITA Nord Nord: Riconoscimento delle differenze e conoscenza dei bisogni educativi speciali Est Est: Progettualità individualizzata e aperta alla vita adulta Sud Sud: Efficacia relazionale e cognitiva Ovest Ovest: Collaborazione tra compagni di classe

11 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE Nord I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Special Educational Needs Special Educational Needs: «Le difficoltà scolastiche sono di tanti tipi diversi e spesso non sono la conseguenza di una causa specifica ma sono dovute al concorso di molti fattori che riguardano sia lo studente sia il contesto in cui egli viene a trovarsi» (Cornoldi, 1999). Alunni con BES CON diagnosi psicologica e/o medica: Ritardo mentale Disturbi generalizzati dello sviluppo Disturbi dellapprendimento Disturbi del comportamento Patologie della motricità, sensoriali, neurologiche o riferibili ad altri disturbi organici Alunni con BES SENZA diagnosi psicologica e/o medica: Svantaggio o deprivazione sociale Provenienza e bagaglio linguistico-culturale diverso Famiglie difficili Difficoltà psicologiche non diagnosticabili come psicopatolgie

12 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE Nord I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Bisogni particolari PROFESSIONI PARTICOLARI ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Attivazione di risorse per linclusione Bisogni letti attraverso lICF PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA INDIVIDUALIZZATA

13 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE Nord I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI risorse aggiuntive Le risorse aggiuntive per lindividualizzazione e linclusione: 1.Organizzazione scolastica 2.Gestione degli spazi e aspetti architettonici 3.Partnership e alleanze extrascolastiche 4.Necessità formative e di aggiornamento specifico 5.Necessità di documentazione, di scambio di esperienze, di presa di contatto con altre scuole 6.Modalità didattiche ordinarie per tutta la classe 7.Materiale didattico ordinario per tutta la classe 8.Didattica individuale 9.Materiale didattico individuale specifico 10.Interventi educativi formativi ordinari 11.Interventi educativi formativi individuali 12.Interventi educativi relazionali ordinari 13.Interventi educativi relazionali individuali 14.Ausili e tecnologie di aiuto 15.Interventi riabilitativi 16.Interventi sanitari-terapeutici

14 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE Nord LINSEGNANTE DI SOSTEGNO COMPETENZE E CAPACITA RICHIESTE ALLINSEGNANTE SPECIALIZZATO Capacità relazione Capacità di iniziativa correlata alla disponibilità Capacità di coinvolgere non solo la classe ma tutta la scuola nel processo di integrazione Capacità di individuare gli specifici bisogni formativi di ogni alunno Capacità di rispondere ai bisogni educativi degli alunni con interventi calibrati sulle condizioni personali di ciascuno Capacità di conoscere sia la specifica situazione dellapersona, sia quelle del gruppo e della comunità scolastica in cui esso viene inserito e, pertanto, di diversificare tempi e modi di intervento in relazione alla natura e allentità dellhandicap. Principi: Formazione accurata Competenze psico–pedagogicheConoscenze didattiche strategiche Preparazione polivalente

15 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE Nord APPROCCIO ALLE DIFFICOLTA DI APPRENDIMENTO Difficoltà di apprendimento Intervento educativo speciale Lespressione difficoltà di apprendimento si riferisce a tutti quegli ostacoli o rallentamenti che si possono manifestare nei processi di apprendimento, i quali influenzano negativamente lintegrazione nella vita scolastica e nella comunità, evidenziando così bisogni educativi speciali 1 2 Alunni con ritardo mentale dovuto a sindrome organica specifica e ben definita (cfr. Sindrome di Down) Alunni con disturbi di Apprendimento (cfr. dislessici)

16 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE DISABILITA MENTALI Ritardo mentale Caratteristiche Fattori scatenanti Tipologie Un funzionamento intellettivo inferiore alla media Un deficit o uninadeguatezza nel comportamento adattivo Familiarietà nei genitori e nei consanguinei Basso livello economico (deprivazione sociale) Fattori ambientali di rilevanza organica (es. malnutrizione) Ritardo mentale lieve Ritardo mentale medio Ritardo mentale grave Ritardo mentale gravissimo Nord APPROCCIO ALLE DIFFICOLTA DI APPRENDIMENTO

17 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE FOCUS SUI RITARDI MENTALI Ritardo mentale lieve 50/55 < QI < 70 Disabilità minime 35/40 < QI < 50/55 Difficoltà nei rapporti interpersonali 20/25 < QI < 35/40 Significativi deficit motori QI < 20/25 Gravi limitazioni motorie Ritardo mentale medio Ritardo mentale graveRitardo mentale gravissimo Nord APPROCCIO ALLE DIFFICOLTA DI APPRENDIMENTO

18 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE DISTURBI GENERALIZZATI DI SVILUPPO Grave distorsione nello sviluppo di molte funzioni fondamentali Disturbo autistico Disturbi di sviluppo non altrimenti specificati Disturbo pervasivo dello sviluppo con compromissione di tre aree: 1.Deficit nellinterazione sociale; 2.Deficit nella sfera emotivo-relazionale; 3.Limitazione nel repertorio di attività e interessi. Disturbi di tipo relazionale/comunicativo non rientranti nei criteri di diagnosi di disturbo autistico, né di schizofrenia o di disturbo schizotipico o schizoide di prsonalità. Nord APPROCCIO ALLE DIFFICOLTA DI APPRENDIMENTO

19 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE DISTURBI DELLAPPRENDIMENTO I disturbi di grande rilevanza a causa dei quali le normali modalità di apprendimento appaiono alterate sin dalle fasi iniziali della scolarizzazione Dislessia Discalculia Disgrafia Disturbo di sviluppo dellarticolazione della parola Disturbo di sviluppo del linguaggio espressivo Disturbo di sviluppo nella comprensione del linguaggio Nord APPROCCIO ALLE DIFFICOLTA DI APPRENDIMENTO

20 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE DISTURBI DEL COMPORTAMENTO Presenza di comportamenti problematici piuttosto che di compromissione di una o più funzioni psichiche Disturbi da deficit di attenzione con iperattività Disturbo oppositivo-provocatorio Disturbi della condotta Nord APPROCCIO ALLE DIFFICOLTA DI APPRENDIMENTO

21 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE Nord APPROCCIO ALLE DIFFICOLTA DI APPRENDIMENTO PATOLOGIE DELLA MOTRICITA, SENSORIALI, NEUROLOGICHE O RIFERIBILI AD ALTRI DISTURBI ORGANICI Situazioni particolari da cui emergono bisogni educativi speciali (precisa diagnosi medica) Deficit motori: Paralisi Cerebrali Infantili (Spasticità), ecc. Deficit sensoriali: cecità, sordità, pluriminorazioni. Disturbi neurologici: lesioni prodotte da traumi, pat. neurologiche (Epilessia), ecc. Patologie organiche varie: immunodeficienze, allergie, ecc.

22 Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE Feed - back Riflettiamo e discutiamo insieme sulle seguenti key-words: Modello medico Modello sociale Modello biopedagogicosociale ICIDH ICF Integrazione Didattica di qualità Special educational needs Risorse aggiuntive Difficoltà di apprendimento


Scaricare ppt "Università degli studî Suor Orsola Benincasa SICSI – 400 ore Corso di DIDATTICA SPECIALE PRIMA LEZIONE ARGOMENTO DELLA LEZIONE La didattica speciale dellintegrazione."

Presentazioni simili


Annunci Google