La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Avv. Carlo Di Brino I TITOLI DI CREDITO. Avv. Carlo Di Brino Nozione Il titolo di credito è il documento contenente la promessa unilaterale di effettuare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Avv. Carlo Di Brino I TITOLI DI CREDITO. Avv. Carlo Di Brino Nozione Il titolo di credito è il documento contenente la promessa unilaterale di effettuare."— Transcript della presentazione:

1 Avv. Carlo Di Brino I TITOLI DI CREDITO

2 Avv. Carlo Di Brino Nozione Il titolo di credito è il documento contenente la promessa unilaterale di effettuare una data prestazione a favore di colui che lo presenterà al debitore

3 Avv. Carlo Di Brino Funzione È quella di garantire la mobilizzazione della ricchezza, rendendo così più semplice e sicura la circolazione dei crediti

4 Avv. Carlo Di Brino Fonte La nascita del titolo di credito si sostanzia in 2 fasi: 1.La creazione (cioè la materiale redazione del titolo) 2.La emissione (cioè la materiale consegna del titolo al creditore) Teoria della emissione: ritiene che la creazione del titolo abbia un mero valore interno, e che solo con la emissione il documento diventi titolo di credito vincolante Teoria della creazione: sostiene, invece, che per lesistenza del titolo sia necessaria e sufficiente la semplice creazione (orientamento dominante suffragato dagli artt.1993 e 1994 c.c., 20 e 65 L.C.)

5 Avv. Carlo Di Brino Caratteri Incorporazione Letteralità Autonomia

6 Avv. Carlo Di Brino Incorporazione Il documento incorpora il diritto di credito, che nasce, circola e si trasferisce solo con la creazione e la circolazione del documento Il titolo diviene veicolo necessario per la nascita e la circolazione del diritto che vi è incorporato: 1.Per provare lesistenza del diritto è necessario il documento, in quanto il diritto è immedesimato in esso 2.Per ottenere la prestazione del documento è necessaria la presentazione del documento 3.La distruzione del documento può importare, salvo quanto diremo a proposito dellammortamento, la perdita del diritto 4.Qualsiasi vincolo sul diritto (pegno, sequestro, pignoramento) non ha effetto sul credito incorporato se non colpisce anche il titolo 5.Con il trasferimento del documento si trasferisce anche il diritto

7 Avv. Carlo Di Brino Letteralità (1/2) Il contenuto e la portata dellobbligazione risultano esclusivamente dal titolo Il titolare non può pretendere una prestazione diversa o più ampia di quella risultante dal documento, né il debitore può eseguire una prestazione diversa o più stretta Il debitore non può disconoscere le obbligazioni inserite nel titolo

8 Avv. Carlo Di Brino Letteralità (2/2) In base alla letteralità si distinguono: 1.Titoli completi: tutti gli elementi atti ad individuare il diritto sono contenuti nella lettera del documento, (letteralità diretta) 2.Titoli incompleti: le caratteristiche del diritto risultano non solo dal documento, ma anche da altri elementi in esso richiamati (letteralità indiretta)

9 Avv. Carlo Di Brino Autonomia Colui che risulta, in base alla legge di circolazione del titolo, titolare di esso, esercita un diritto proprio, autonomo ed indipendente dai precedenti rapporti tra altri titolari ed il debitore Il debitore non può opporre allultimo possessore del titolo le eccezioni personali riguardanti i rapporti con i precedenti possessori (art.1993, c.3 c.c.) Il credito cartolare (da cartula, in latino carta), si contrappone al credito chirografaro, in cui il documento ha solo efficacia probatoria ed il diritto è del tutto indipendente dal titolo stesso

10 Avv. Carlo Di Brino Astrattezza Non costituisce un carattere di tutti i titoli di credito, ma di alcuni soltanto di essi, la c.d. astrattezza: vi sono, infatti, sia titoli di credito astratti che titoli di credito casuali

11 Avv. Carlo Di Brino Classificazioni In relazione al rapporto fondamentale In relazione al regime di circolazione del titoloIn relazione al regime di circolazione del titolo In relazione ai diritti enunciati nel titolo In relazione alla creazione e alla emissione

12 Avv. Carlo Di Brino Classificazione in relazione al rapporto fondamentale Titoli causali: sono quelli connessi ad un rapporto fondamentale determinato, il quale emerge dal contesto del titolo (es.: azioni o obbligazioni di società) Titoli astratti: sono quelli nei quali il rapporto fondamentale non è enunciato, ed è perciò irrilevante nei confronti dei terzi possessori in buona fede del titolo; questi ultimi avranno diritto alla prestazione anche se il rapporto fondamentale non esiste più (es.: cambiale o assegno)

13 Avv. Carlo Di Brino Classificazione in relazione al regime di circolazione del titolo Titoli nominativi Titoli allordine Titoli al portatore

14 Avv. Carlo Di Brino Titoli nominativi Sono quelli intestati ad una determinata persona La loro intestazione risulta non solo dal documento, ma anche da un registro tenuto dal debitore La legittimazione cartolare è data dalla coincidenza fra lidentità del portatore, il nome che risulta dal titolo e registro Il trasferimento avviene mediante annotazione del nome dellacquirente sul titolo e nel registro dellemittente, o con il rilascio di un nuovo titolo

15 Avv. Carlo Di Brino Titoli allordine Sono quelli nei quali lintestazione risulta solo dal titolo Il trasferimento si attua mediante girata (cioè lordine che il creditore rivolge al debitore di pagare ad una determinata persona)

16 Avv. Carlo Di Brino Titoli al portatore Sono quelli in cui la legittimazione allesercizio del diritto cartolare è data dalla pura e semplice materiale detenzione del documento Si trasferiscono mediante la semplice consegna del titolo

17 Avv. Carlo Di Brino Classificazione in relazione ai diritti enunciati nel titolo Titoli di pagamento: danno diritto ad una determinata prestazione di carattere pecuniario (es.: cambiale) Titoli rappresentativi: incorporano un diritto diverso da quello di credito, in genere un diritto reale (es.: fede di deposito, lettera di vettura) Titoli di partecipazione: attribuiscono al possessore uno status giuridico, con i relativi diritti da esso derivanti (es.: azioni di società)

18 Avv. Carlo Di Brino In relazione alla creazione e alla emissione Titoli individuali: creati di volta in volta in relazione ad una singola operazione Titoli di massa: creati con una unica operazione (es.: azioni sociali)

19 Avv. Carlo Di Brino Figure simili Vi sono documenti regolati da una legge di circolazione e di legittimazione analoga a quella dei titoli di credito, ma che tali non sono: 1.Documenti di legittimazione 2.Titoli impropri

20 Avv. Carlo Di Brino Documenti di legittimazione Servono ad identificare lavente diritto ad una determinata prestazione (es.: biglietti ferroviari) Si differenziano dai titoli di credito perché difettano dellincorporazione del diritto nel documento, e non sono titoli circolanti

21 Avv. Carlo Di Brino Titoli impropri Consentono il trasferimento del diritto, senza losservanza delle forme proprie della cessione (es.: polizze di assicurazione) Si differenziano dai titoli di credito perché non attribuiscono al cessionario alcun diritto autonomo e letterale

22 Avv. Carlo Di Brino Titoli atipici Sono quelli non previsti da alcuna disposizione normativa, ma emersi nella pratica commerciale: 1.Warrants: sono buoni di sottoscrizione che danno diritto a chi li detiene di acquistare ad un prezzo prefissato ed entro un termine stabilito, un certo numero di azioni 2.Certificati di partecipazione a fondi comuni di investimento mobiliare 3.Certificati di deposito doro 4. certificati rappresentativi di quote di associazione in partecipazione

23 Avv. Carlo Di Brino Eccezioni opponibili dal debitore cartolare Conseguenza della letteralità ed autonomia dei titoli di credito è la non opponibilità al possessore del titolo delle eccezioni derivanti dai rapporti intercorrenti con i precedenti portatori Sono tuttavia opponibili dal debitore: 1.Eccezioni reali 2.Eccezioni personali

24 Avv. Carlo Di Brino Eccezioni reali Fondate sul contesto letterale del titolo ed opponibili a qualunque portatore del titolo, art.1993 c.c. Sono: Di forma Fondate sul contesto letterale del titolo Falsità della firma Difetto di capacità o rappresentanza al momento dellemissione Mancanza delle condizioni necessarie allesercizio dellazione

25 Avv. Carlo Di Brino Eccezioni personali Sono opponibili solo ad un determinato possessore: Eccezioni personali fondate su un rapporto personale con il debitore: su un rapporto quindi diverso da quello cartolare benché influente su questo Eccezioni personali in senso stretto: sono quelle che attengono allo stesso rapporto cartolare (difetto di titolarità)

26 Avv. Carlo Di Brino Ammortamento: nozione È la procedura che il possessore di un titolo di credito allordine o di un titolo nominativo può esperire nel caso in cui il titolo sia stato smarrito, sottratto o distrutto. Il procedimento è diretto a far dichiarare linefficacia del titolo di credito e a consentire lesercizio dei diritti cartolari indipendentemente dal possesso dello stesso

27 Avv. Carlo Di Brino Ammortamento: procedura Prima fase (necessaria): è volta ad ottenere il decreto di ammortamento emesso dal Presidente del Tribunale, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale e notificato al debitore Seconda fase (eventuale): si instaura qualora vi sia opposizione del detentore del titolo al decreto di ammortamento; è diretta allaccertamento, in contraddittorio tra ricorrente ed opponente, della proprietà del titolo

28 Avv. Carlo Di Brino Limite di ammissibilità Lammortamento è ammesso per i soli titoli allordine e nominativi, non anche per i titoli al portatore. Il legittimo possessore di questi ultimi, qualora li abbia perduti per smarrimento o sottrazione, può denunciare detti eventi allemittente del titolo, dandone prova, ed avrà diritto alla prestazione solo dopo che sia decorso il termine di prescrizione del titolo stesso (art.2006 c.c.) Nel contempo il titolo continua ad incorporare il diritto per tutto il periodo di prescrizione e questo può venire legittimamente acquistato da un possessore di buona fede


Scaricare ppt "Avv. Carlo Di Brino I TITOLI DI CREDITO. Avv. Carlo Di Brino Nozione Il titolo di credito è il documento contenente la promessa unilaterale di effettuare."

Presentazioni simili


Annunci Google