La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Visioni future Condivisione Programma Attività Roma, 3 febbraio 2010 Indirizzi e obiettivi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Visioni future Condivisione Programma Attività Roma, 3 febbraio 2010 Indirizzi e obiettivi."— Transcript della presentazione:

1 Visioni future Condivisione Programma Attività Roma, 3 febbraio 2010 Indirizzi e obiettivi

2 Piano delle attività 2010 LUnione CNA Artistico e Tradizionale comprende le imprese dei settori della lavorazione metalli e pietre preziose, ceramica, restauro beni culturali mobili, ferro battuto, strumenti musicali tradizionali, attività connesse. In quanto istanza di aggregazione della Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa e del sistema CNA, lUnione Artistico e Tradizionale è attiva in tutte le regioni italiane ed opera in stretto raccordo con le Associazioni territoriali della Confederazione. A queste, infatti, sono diretti gli impulsi delle politiche nazionali di settore ed offerti spazi di partecipazione a progetti specifici, idonei a favorire lo sviluppo di imprese e di mestieri d'arte e di tradizione, in armonia con l'ambiente economico e culturale in cui hanno il naturale radicamento. Cna Artistico e tradizionale Visioni Future – Indirizzi e obiettivi LUnione CNA Artistico e Tradizionale

3 Piano delle attività 2010 Un piano di attività si presenta necessario per intraprendere percorsi mirati, rispettando degli indirizzi stabiliti al fine di raggiungere obiettivi condivisi che meglio possano soddisfare le esigenze delle imprese e della categoria tutta. La condivisione di detti obiettivi e indirizzi è utile per meglio interagire con i differenti territori e le diverse esigenze di comparto e di impresa nellinteresse di coloro i quali rientrano nellUnione. Maggiori stimoli e proposte possono implementare un quadro di attività completo ed esaustivo, la realizzazione del quale può portare ad un più alto soddisfacimento di bisogni, ad un maggior sviluppo delle imprese, della categoria e del territorio oltre che ad un miglior rapporto e legame con la Confederazione. Cna Artistico e tradizionale Visioni Future – Indirizzi e obiettivi Il Piano di attività

4 Piano delle attività 2010 Considerata la presenza allinterno dellUnione di differenti comparti di varia estrazione, dovrà esser forte la collaborazione con i coordinamenti dei singoli comparti al fine di stabilire gli indirizzi da seguire e le attività da mettere in campo per il raggiungimento dei risultati preposti. La strutturazione del piano sarà infatti declinata in: Cna Artistico e tradizionale Visioni Future – Indirizzi e obiettivi Il piano delle attività Obiettivi generali dellUnione Artistico e Tradizionale Obiettivi ed Indirizzi dei singoli comparti dellUnione Attività 1Attività.. Attività n Attività.. Attività 2 Indirizzi generali dellUnione Artistico e Tradizionale

5 Piano delle attività 2010 I Valori che caratterizzano lartigianato artistico possono esser così riassunti: Valore economico poiché rappresenta una risorsa economica e produttiva findamentale, un tessuto produttivo diffuso costituito da microimprese, da laboratori e da piccole e medie imprese fortemente radicate nei territori dappartenenza, con un valore economico non trascurabile. Valore culturale poiché costituisce un patrimonio culturale unico e universale, depositario di conoscenze materiali e immateriali difficilmente replicabili e portatore di valori storici. Valore sociale poiché crea interazioni tra soggetti economici e sociali del tessuto territoriale, con la collettività e con lambiente circostante. Lartigianato artistico presume un forte radicamento nel territorio di riferimento è parte integrante della cultura e influenza il tessuto sociale. Cna Artistico e tradizionale Visioni Future – Indirizzi e obiettivi I valori dellartigianato artistico

6 Piano delle attività 2010 I macro-obiettivi dellUnione CNA Artistico e Tradizionale riguardano principi generali afferenti al mondo delle imprese con lo specifico riferimento ai comparti interessati e debbono partire da tre principali assiomi: Saper creare Saper fare Saper innovare Ciò definisce il fondamento, il punto di partenza per la definizione di obiettivi e la descrizione di possibili percorsi. Cna Artistico e tradizionale Visioni Future – Indirizzi e obiettivi I valori dellartigianato artistico

7 Piano delle attività 2010 Gli obiettivi generali supportano con chiarezza il quadro valoriale dellUnione possono esser riassunti: Rappresentare i bisogni e le necessità del mondo imprenditoriale; Valorizzare i prodotti e loperato delle imprese; Sviluppare il settore ed il legame con il territorio; Comunicare e promuovere i prodotti ed i processi; Interpretare il mercato e i processi di internazionalizzazione; Rispondere alle esigenze di innovazione del settore e delle imprese; Qualificare e tutelare i mestieri in via destinzione; Garantire unefficace trasmissione dimpresa o passaggio generazionale; Garantire processi formativi per gli operatori del settore; Intensificare scambi con il mondo accademico; Coinvolgere il mondo della scuola nel processo di crescita produttiva; Cna Artistico e tradizionale Visioni Future – Indirizzi e obiettivi Obiettivi generali dellUnione

8 Piano delle attività 2010 Gli indirizzi forniti dal presente piano sono esplicativi di come è possibile sviluppare le attività e possono essere ampliati o modificati. Cna Artistico e tradizionale Visioni Future – Indirizzi e obiettivi Gli indirizzi del piano attività Rappresentanza sindacale Comunicazione e Promozione Innovazione e formazione

9 Piano delle attività 2010 Formulare le strategie per il settore artigiano, riconoscendo la centralità del mercato in un sistema economico moderno dove si affermano qualità, identità, valori dell'imprenditorialità artigiana in una moderna cultura del saper fare. Rappresentatività professionalità e dinamismo distinguono CNA nella rappresentanza delle imprese, permettendole di far crescere in Italia e in Europa il ruolo fondamentale esplicato dall'artigianato, rendendo l'impresa artigiana sempre più interlocutrice del sistema produttivo avanzato e della società, le cui dinamiche sono in continua evoluzione. Essere risposta alle effettive esigenze mostrate dai propri iscritti è la missione che ogni giorno lUnione deve porsi e la soddisfazione di detti bisogni è lobiettivo che è necessario raggiungere. Cna Artistico e tradizionale Visioni Future – Indirizzi e obiettivi Gli indirizzi del piano attività Rappresentanza sindacale

10 Piano delle attività 2010 E necessario svolgere una forte azione di comunicazione e di promozione del settore, non chiaramente percepibile dal consumatore finale, per aumentare lappeal dellartigianato artistico, accrescere la conoscenza dellesistenza di veri e propri distretti delle produzioni artistiche, ossia di luoghi, di territori che sono storicamente sede di produzioni ad alto valore aggiunto, sia formale che culturale. Sarà compito dellUnione provare a svecchiare limmagine dellartigianato artistico, avviare importante relazioni per la promozione del settore e della sua immagine, reso noto leffettivo stretto rapporto tra artigianato artistico e arte. Sono necessari inoltre progetti per favorire la promozione e linternazionalizzazione dellartigianato artistico a supporto della commercializzazione. Trasmettere non soltanto i prodotti ma uno stile di vita che sta alla base della manifattura Made in Italy. Un elemento importante da non sottovalutare risulta il turismo poiché lartigianato può svolgere un ruolo importante come attrattore turistico in unottica di valorizzazione e sviluppo. Cna Artistico e tradizionale Visioni Future – Indirizzi e obiettivi Gli indirizzi del piano attività Comunicazione e Promozione

11 Piano delle attività 2010 Linnovazione è un elemento basilare anche per questo settore e sarà importante farsi portatori di una concezione durevole di tale elemento. Non soltanto innovare prodotti o tecnologie ma anche processi organizzativi e cognitivi, uninnovazione strategico-organizzativa che punti sulla collaborazione tra imprese e tra territori per uno sviluppo congiunto e sistemico. Sono crescenti e di diverso tipo i bisogni di formazione che vanno studiati e raccolti per poter rispondere con modelli formativi atti a far crescere il settore e sempre meglio qualificare il lavoro artigiano. Importante intensificare i collegamenti con il mondo accademico e parallelamente con il mondo scolastico per avvalorare lartigianato artistico e creare dei percorsi facilitativi di accesso alla professione. Cna Artistico e tradizionale Visioni Future – Indirizzi e obiettivi Gli indirizzi del piano attività Innovazione e formazione

12 Piano delle attività 2010 Rappresentanza a tutti i livelli; Benchmarking bisogni e necessità delle imprese; Partecipazione a tavoli istituzionali; Dialogo con le parti sociali; Contrattazione; Accordi con le altre parti datoriali; Protocolli dintesa; Cna Artistico e tradizionale Visioni Future – Indirizzi e obiettivi Le attività da realizzare Rappresentanza sindacale

13 Piano delle attività 2010 Cna Artistico e tradizionale Visioni Future – Indirizzi e obiettivi Le attività da realizzare Comunicazione e Promozione

14 Piano delle attività 2010 Cna Artistico e tradizionale Visioni Future – Indirizzi e obiettivi Le attività da realizzare Innovazione e formazione

15 Piano delle attività 2010 Grazie per lattenzione mostrata, Luca Iaia Referente Nazionale CNA Artistico e Tradizionale CNA Artistico e Tradizionale Via G.A. Guattani, 13 ROMA Tel (segreteria) Fax Cna Artistico e tradizionale Visioni Future – Indirizzi e obiettivi Riferimenti


Scaricare ppt "Visioni future Condivisione Programma Attività Roma, 3 febbraio 2010 Indirizzi e obiettivi."

Presentazioni simili


Annunci Google