La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

>> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006 Vairo Contini Dir.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: ">> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006 Vairo Contini Dir."— Transcript della presentazione:

1 >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006 Vairo Contini Dir. Gen. Az. USL 3 Pistoia Qualita ed innovazioni nei sistemi di logistica sanitaria: l esperienza dell Azienda USL 3 Pistoia

2 Lesperienza di Pistoia viene concepita nel 2002 e nasce nellaprile 2003 in un contesto caratterizzato da: 1)Gli straordinari aumenti di spesa del 2001 (in Toscana: dal 29,94 di Prato al 37,77 di Pistoia) 2)La legge 405/2001 3)Due delibere di Giunta Regionale (135 e 1263/ 2002) di attuazione della L. 405/01e del DM attraverso il coinvolgimento delle farmacie pubbliche e private convenzionate >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006

3 Deliberazione GRT 135/2002 1)Tetto di spesa regionale al 13% della spesa sanitaria complessiva 2)Obiettivi e strumenti per la distribuzione diretta 3)Ampliamento della lista della L. 405/2001 dei medicinali ad alto costo erogabili mediante doppio canale >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006

4 Deliberazione GRT 1263/2002 …la farmacia toscana, pubblica e privata, per vocazione e per ragionata convinzione intende continuare … la sua collaborazione attiva con lEnte Regione per contribuire al governo dellandamento della spesa entro limiti di compatibilità … definiti La Regione Toscana,.. riconosce che la farmacia garantisce un servizio professionale, capillare e continuo …. opera in sintonia con gli obiettivi della pubblica amministrazione, in quanto parte integrante del SSN …

5 …la R.T, e le Farmacie Pubbliche e Private Convenzionate si impegnano … a stipulare appositi accordi tesi a consentire, per periodi limitati, anche alle farmacie convenzionate, lerogazione di medicinali, di cui al D.M e alla delibera GRT 135/02, precedentemente acquistati dalle aziende USL, fatto salvo il margine stabilito dalle vigenti leggi a favore della distribuzione intermedia e finale margine da ridefinirsi con apposito regolamento concertato tra le parti ed espresso sul prezzo al pubblico al netto dellIVA. Del. GRT 1263/2002: accordo con le farmacie pubbliche e private convenzionate >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006

6 Accordo di Pistoia Accettazione da parte delle Farmacie dellobiettivo di spesa del 13% Cessazione da parte della Az. USL di ogni forma di distribuzione diretta ad eccezione del primo ciclo terapeutico alla dimissione Distribuzione per conto da parte di tutte le farmacie convenzionate, Pubbliche e Private, >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006

7 Accordo di Pistoia Accettazione da parte delle Farmacie di un compenso per la prestazione pari al 17% del prezzo al pubblico al netto di IVA e comprensivo dei costi della distribuzione intermedia, al raggiungimento dellobiettivo di spesa complessiva per la convenzionata del 13% della spesa sanitaria totale per lanno in corso Abbattimento del compenso in valore assoluto fino al raggiungimento del tetto di spesa programmato, fino ad una soglia minima dell8% comprensivo dei costi della distribuzione intermedia >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006

8 Accordo di Pistoia Dellaccordo sono stati firmatari anche i medici di famiglia che hanno accettato il principio dellutilizzo del Prontuario farmaceutico ospedaliero per quanto riguarda i farmaci indicati nellaccordo stesso (sostanziale sostituibilità del farmaco prescritto) Stesura di un regolamento di attuazione dellaccordo che preveda le modalità di stoccaggio presso il grossista intermedio, le modalità di distribuzione e di eventuale resa, nonché le modalità di controllo della Az. USL sullapplicazione dellaccordo stesso >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006

9 Punti di forza dellaccordo Distribuzione per conto pressoché del 100% dei farmaci contenuti negli elenchi nazionali e regionali Distribuzione pressoché del 100% dei farmaci aggiuntivi inseriti nella dispensazione in fascia A quali gli antistaminici e i cortisonici >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006

10 Punti di forza dellaccordo Distribuzione in tempo reale dei farmaci attraverso punti qualificati e capillarmente diffusi (le farmacie convenzionate) sul territorio dellazienda Recupero del personale impiegato nella distribuzione per funzioni di controllo e di interfaccia con i prescrittori

11 Punti di forza dellaccordo Coinvolgimento e soddisfazione dei medici che non devono più differenziare il modo di prescrivere Coinvolgimento concreto dei farmacisti in obiettivi di sistema >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006

12 Criticità dellaccordo Perdita del canale di orientamento della prescrizione attraverso la distribuzione diretta negli ambulatori Perdita di efficacia anche della distribuzione del primo ciclo alla dimissione per il calo di tensione sullobiettivo della distribuzione diretta >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006

13 Criticità dellaccordo Aumento delle scorte in maniera economicamente significativa (circa 1.5 m ) Difficoltà a controllare che vengano effettivamente consegnati i farmaci acquistati dalla Az. USL >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006

14 Criticità dellaccordo Sostanziale diffidenza da parte dei farmacisti USL che perdono una straordinaria occasione di crescita del loro ruolo in azienda Sostanziale diffidenza degli stakeholders politici che si erano spesi per favorire la distribuzione diretta >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006

15 Queste criticità hanno portato ad un blocco sostanziale dellapplicazione dellaccordo nel resto della Regione per circa due anni >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006

16 1) a seguito delle difficoltà dovute alle ultime finanziarie che imponevano blocchi sulle assunzione anche con il sistema dei contratti libero professionali a termine 2) con il passaggio della funzione gare e magazzini agli ESTAV (Consorzi di A.V.) Lo sblocco della situazione si è avuto: >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006

17 Nuovo accordo regionale Nel 2005 cè stato un aggiornamento dellaccordo a livello regionale che prevede un premio del 10% inclusa il costo della distribuzione intermedia per il farmacista, ma svincolato dal raggiungimento Il mantenimento della distribuzione diretta se lazienda ritiene di doverla proseguire >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006

18 Oggi Quasi tutte le aziende stanno concludendo accordi che prevedono la distribuzione per conto La nostra azienda ha ripreso da circa un anno la distribuzione diretta negli ambulatori complessi (ex DRG inappropriati) ed ha in arrivo una revisione dellaccordo che allarga la distribuzione per conto e rivede il premio massimo (al 10%, ma non quello minimo- 8%) rimanendo ferma la condivisione degli obiettivi regionali da parte dei farmacisti >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006

19 Risultati Ricette al mese C.medio/ ricetta DpC C.medio/ ricetta DPR 371/98 Spesa/anno DpC (prezzo al pubblico) % spesa DpC su totale 8/ ,0621, ,0921, ,1020, / ,8920, >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006

20 Risparmi effettivi effettivamente risparmiati (40%) N° farmacisti in servizio 8/ / >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006

21 Domani Nuovo accordo regionale sullassistenza integrativa che prevede una vera e propria presa in carico dellassistito da parte della farmacia che rafforza il suo ruolo di strumento del sistema attraverso lerogazione di una serie di servizi: - Prenotazione dei servizi sanitari - Assistenza integrativa protesica - Assistenza farmaceutica domiciliare - Collaborazione allinformazione e alleducazione sanitaria - Angolo del consiglio - Autoanalisi in farmacia - >> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006


Scaricare ppt ">> i convegni di FORUM P.A. Come cambia la sanit à italiana.Processi di outsourcing ed innovazioni tecnologiche. Roma, 5 dicembre 2006 Vairo Contini Dir."

Presentazioni simili


Annunci Google