La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

28-Inflazione 1 28 – Inflazione: cause e costi. 28-Inflazione 2 Che cosè linflazione? Con inflazione si intende laumento generale del livello dei prezzi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "28-Inflazione 1 28 – Inflazione: cause e costi. 28-Inflazione 2 Che cosè linflazione? Con inflazione si intende laumento generale del livello dei prezzi."— Transcript della presentazione:

1 28-Inflazione 1 28 – Inflazione: cause e costi

2 28-Inflazione 2 Che cosè linflazione? Con inflazione si intende laumento generale del livello dei prezzi Con deflazione si intende la diminuzione generale del livello dei prezzi. (Deflazione molto più rara dellinflazione: alcuni episodi di deflazione: il giappone recentemente; USA : -23%; i casi del 1949 e del 1958 in Italia) Problemi della deflazione non si recuperano i costi di produzione; diventa più difficile onorare i debiti

3 28-Inflazione 3 Iperinflazione Con iperinflazione si intende laumento generale del livello dei prezzi a tassi molto elevati di incremento (es., 50% al mese!) Germania anni 20 America latina fine anni 80, inizio 90 Turchia recentemente

4 28-Inflazione 4 Per comprendere le cause dellinflazione, dobbiamo approfondire i concetti di offerta di moneta, domanda di moneta e di equilibrio monetario lofferta di moneta è controllata dalla Banca centrale (operazioni di mercato aperto) la domanda di moneta (moneta desiderata dal pubblico, es. come M1) dipende dal tasso dellinteresse dei titoli di credito e soprattutto dai prezzi medi (più alti sono i prezzi, maggiore è la quantità di moneta necessaria per le transazioni), cioè dal valore della moneta Le cause dellinflazione

5 28-Inflazione 5 Nel lungo periodo, il livello generale dei prezzi si adegua in modo da garantire luguaglianza tra quantità domandata e quantità offerta di moneta Equilibrio

6 28-Inflazione 6 Livello dei prezzi e valore della moneta Livello dei prezzi: prezzo di un paniere di beni e servizi, o quantità di moneta che serve per acquistare quei dati beni e servizi. Se aumenta il livello dei prezzi significa che serve una maggiore quantità di moneta per acquistare gli stessi beni e servizi, ovvero che il valore della moneta è diminuito. Quindi: P = livello dei prezzi e 1/P valore della moneta Se P = 100 (per acquistare i beni e servizi del paniere servono 100 unità di moneta) Allora 1/P = 1/100 (una unità di moneta vale un centesimo dei beni e servizi contenuti nel paniere)

7 28-Inflazione 7 Quantità (fissata dalla BCE) Quantità di Moneta Valore della Moneta (1/P) Livello dei Prezzi, P Offerta di moneta 0 1 (Basso) (Alto) (alto) (basso) 1/2 1/4 3/ Domanda di moneta Domanda e offerta di moneta e livello dei prezzi di equilibrio

8 28-Inflazione 8 Quantità (fissata dalla BCE) Quantità di moneta Valore della Moneta Livello dei prezzi A Offerta di moneta 0 1 (Basso) (Alto) (alto) (basso) 1/2 1/4 3/ Livello dei prezzi di equilibrio Domanda di moneta Domanda e offerta di moneta e livello dei prezzi di equilibrio

9 28-Inflazione 9 Aumento dellofferta di moneta Supponiamo che la Banca centrale, acquistando titoli con una operazione di mercato aperto, aumenti la quantità offerta di moneta la curva dellofferta di moneta si sposta a destra il valore di equilibrio della moneta diminuisce il livello di equilibrio dei prezzi aumenta

10 28-Inflazione 10 Quantità di moneta Valore della moneta livello dei prezzi A B domanda di moneta 0 1 1/2 1/4 3/ M1M1 MS 1 M2M2 MS 2 2.…diminuisce il valore della moneta e fa aumentare il livello dei prezzi 1. Un aumento dellofferta di moneta... Aumento dellofferta di moneta

11 28-Inflazione 11 Il processo di aggiustamento La maggior quantità di moneta induce il pubblico a maggiori acquisti; oppure a maggiori depositi, che inducono maggiori prestiti, dai quali derivano maggiori acquisti. Poichè la capacità delleconomia di produrre beni e servizi non è cambiata, i prezzi aumentano per il confronto poiché la domanda è superiore allofferta Se i prezzi aumentano, anche la quantità di moneta aumenta

12 28-Inflazione 12 In sintesi, quella che abbiamo visto, è la c.d. teoria quantitativa della moneta la quantità di moneta disponibile determina il valore della moneta per capire meglio che cosa sta alla base di questa impostazione, non da tutti condivisa, esaminiamo la...

13 28-Inflazione 13 Dicotomia classica e neutralità della moneta... divisione delle variabili economiche introdotta da Hume (David, ), in nominali e reali le variabili nominali (es. PIL nominale, prezzi dei beni) sono grandezze misurate in unità monetarie le variabili reali (es. PIL reale, prezzi relativi dei beni, cioè prezzo del mais in unità di grano) sono grandezze misurate in unità fisiche

14 28-Inflazione 14 Dicotomia classica e neutralità della moneta i cambiamenti monetari hanno effetto sulle grandezze (sulle variabili) monetarie, non su quelle reali la non rilevanza di tali cambiamenti sulle variabili reali è detta neutralità della moneta (con qualche problema nel breve periodo, in analogia a qualsiasi cambiamento di misurazione)

15 28-Inflazione 15 Velocità di circolazione della moneta Da cui si ricava lequazione quantitativa della moneta

16 28-Inflazione 16 Indici (1960 = 100) 1,500 1, Velocità M2 PIL Nominale Stabilità di V, dati USA

17 28-Inflazione 17 La teoria quantitativa della moneta in cinque passaggi 1.La misura di V è relativamente costante nel tempo 2.Quando la Banca centrale modifica M modifica anche il prodotto P x Y 3.Nellipotesi di neutralità della moneta, M non influenza Y 4.La variazione di P x Y non può quindi che essere determinata da P 5.Se la banca centrale aumenta rapidamente la moneta, la conseguenza è un tasso di inflazione elevato

18 28-Inflazione 18 Quattro casi di iperinflazione (> 50% anno) in cui si nota chiaramente il collegamento tra crescita della moneta e inflazione 1.Austria 2.Ungheria 3.Germania 4.Polonia (attenzione alle scale logaritmiche…)

19 28-Inflazione 19 Ungheria Livello dei prezzi 100,000 10,000 1, Index (Jan = 100) Austria Offerta di moneta Offerta di moneta

20 28-Inflazione 20 Germania mld 1 million 10 mld 1000 mld 100 million 10, Livello dei prezzi Offerta di moneta Polonia Livello dei prezzi Index (Jan = 100) million 100,000 1 million 10,000 1, Index (Jan = 100) Offerta di moneta

21 28-Inflazione 21 Limposta da inflazione Se un governo finanzia la propria spesa creando moneta, genera inflazione o iperinflazione La perdita di valore dello stock di moneta posseduto dal pubblico è lequivalente di una imposta: la c.d. imposta da inflazione

22 28-Inflazione 22 Effetto di Fischer tasso di interesse nominale = tasso di interesse reale + tasso di inflazione Per leffetto di Fischer (Irving Fischer, ) quando linflazione aumenta, i tassi di interesse nominale aumentano nella stessa misura (nel lungo periodo la moneta non influenza il tasso di interesse reale, solo i prezzi: neutralità della moneta)

23 28-Inflazione 23 Tasso di interesse nominale e tasso di inflazione negli USA, come verifica delleffetto di Fischer

24 28-Inflazione 24 La perdita di potere dacquisto da parte dei consumatori è in gran parte un problema fittizio. Aumentano i prezzi dei prodotti, ma aumentano anche le remunerazione dei fattori produttivo (la produzione è la stessa), per il principio di neutralità della moneta I costi dellinflazione

25 28-Inflazione 25 Costi di transazione per mantenere minima la liquidità (consumo delle suole delle scarpe), in particolare in situazione di iperinflazione in cui è necessario spendere immediatamente il denaro ricevuto Costi di menu, ovvero costi per la gestione del cambiamento dei prezzi Cattivo impiego delle risorse per la variazione dei prezzi e per le discontinuità di adeguamento Redistribuzione arbitraria della ricchezza (tra debitori e creditori, ad esempio) Problemi di contabilità per linflazione

26 28-Inflazione 26 Il drenaggio fiscale è la tassazione di redditi nominali dovuta al solo effetto inflattivo: Esempi. Guadagni in conto capitale (capital gain) Reddito da interesse (esempio)

27 28-Inflazione 27

28 28-Inflazione 28 Esercitazione: Caso pratico n.1 Utilizzando lequazione quantitativa rispondere alle seguenti domande. a) Supponete che lofferta di moneta sia di 200$, la produzione reale di 1000 unità e il prezzo per unità di prodotto di 1$. Qual è il valore della velocità di circolazione della moneta? V = (P x Y) / M V = (1 x 1000) / 200 = 5

29 28-Inflazione 29 b) Se la velocità di circolazione della moneta è fissa al valore calcolato al punto precedente, secondo la teoria quantitativa cosa dovrebbe accadere aumentando lofferta di moneta a 400$? M x V = P x Y M passa a 400$, V è fissa a 5 per ipotesi, Y è una variabile reale non influenzata da variazioni dellofferta di moneta, la variabile che dovrebbe cambiare è P il prezzo. 400 x 5 = P x 1000P = (400x 5) /1000 = 2 Raddoppiando lofferta di moneta è raddoppiato il livello dei prezzi.

30 28-Inflazione 30 c) La risposta al punto precedente è coerente con la dicotomia classica? Si. La dicotomia classica divide le variabili economiche in reali e nominali. La moneta influenza le variabili nominali in modo proporzionale e non ha nessun impatto sulle variabili reali. Infatti al punto precedente si è visto che il prezzo, variabile nominale, raddoppia, come lofferta di moneta, ma la produzione reale non varia.

31 28-Inflazione 31 d) Supponete che contestualmente allaumento dellofferta di moneta, da 200$ a 400$, il prodotto reale sia aumentato leggermente (diciamo del 2%). Cosa accadrà al prezzo in questa situazione? Aumenterà più che raddoppiando, meno che raddoppiando o raddoppiando esattamente? M x V = P x Y 400 x 5 = P x 1020 M raddoppia a 400 V è costante a 5 Y aumenta del 2% da 1000 a 1020 P = (400 x 5) /1020 = 1,96 Lequazione quantitativa dice che il prodotto nominale varia proporzionalmente allofferta di moneta. Il prezzo dunque aumenterà, ma essendo cresciuto anche il prodotto reale, il prezzo risulterà meno che raddoppiato.

32 28-Inflazione 32 e) Quando linflazione diventa molto alta, le persone preferiscono non detenere a lungo la moneta perché questa si svaluta rapidamente. Perciò spendono in fretta la loro dotazione di moneta. Se quando lofferta di moneta è raddoppiata fosse anche aumentata la velocità di circolazione, cosa sarebbe accaduto al prezzo? Sarebbe più che raddoppiato, meno che raddoppiato o esattamente raddoppiato? M x V = P x Y Le variazioni nellofferta di moneta hanno un impatto proporzionale sul prodotto nominale (P x Y) se la velocità di circolazione è costante. Se la velocità di circolazione aumenta, amplifica gli effetti di un aumento nellofferta di moneta. Perciò un raddoppio nellofferta di moneta associato ad un aumento della velocità di circolazione provoca un aumento del prezzo più che doppio.

33 28-Inflazione 33 f) Supponete che lofferta di moneta allinizio del problema sia riferita allaggregato M1. Cioè lofferta di M1 è pari a 200$. Considerando ora laggregato M2 lofferta per M2 è pari a 500$, produzione e prezzi non variano rispetto a quelli iniziali, come varia lequazione quantitativa. M2 X V = P x Y M2 per ipotesi è 500$ V, essendo M2 meno liquido di M1, sarà minore rispetto alla situazione iniziale. P rimane 1$ Y continua ad essere 1000unità 500 x V = 1 x 1000 V = (1 x 1000)/500 = 2

34 28-Inflazione 34 Caso pratico n.2 In base alleffetto Fisher completare la seguente tabella. Tasso interesse reale Tasso interesse nominale Tasso dinflazione 3%10%……… 6%2% 5%……….3%

35 28-Inflazione 35 Tasso interesse reale Tasso interesse nominale Tasso dinflazione 3%10% 6%2% 5%3% tasso dinteresse nominale = tasso dinteresse reale + tasso dinflazione 10% = 3% + tasso dinflazionetasso inflazione = 7% 7% 6% = tasso interesse reale + 2%Tasso interesse reale = 4% 4% Tasso interesse nominale = 5% + 3% = 8% 8%

36 28-Inflazione 36 N.B. le seguenti domande non sono riferite alla precedente tabella. b) Supponete che ci si aspetti uninflazione del 3% e che si desideri un tasso dinteresse reale del 4%. Quale sarà il tasso nominale? Tasso dinteresse nominale = 4% + 3% = 7% c) Supponete che linflazione risulti essere del 6%. Quale sarà leffettivo tasso dinteresse reale per il contratto stipulato in base alle aspettative del punto precedente? Tasso dinteresse reale = 7% - 6% = 1%

37 28-Inflazione 37 d) La ricchezza è stata ridistribuita dai creditori ai debitori o dai debitori ai creditori con linatteso rialzo dellinflazione al 6% invece dellatteso 3%? La ricchezza è stata ridistribuita dai creditori ai debitori, infatti questi pagano un tasso reale del solo 1% invece del 4% che si voleva concordare, con una attesa di inflazione del 3%, quando si era fissato il tasso nominale al 7%. e) Cosa sarebbe accaduto se linflazione si fosse rivelata essere solo dell 1%? Contrariamente al punto precedente, la ricchezza sarebbe stata trasferita verso i creditori che avrebbero incassato un tasso reale del 6% invece del 4% previsto al momento del contratto.

38 28-Inflazione 38 Problema n. 7 pag. 531 Supponete che Fabio sia un coltivatore di fagioli e Rita un coltivatore di riso. Fabio e Rita sono gli unici individui presenti nelleconomia e entrambi consumano sempre lo stesso quantitativo di riso e fagioli. Nel 2000 il prezzo dei fagioli era di 1 euro e quello del riso di 3 euro. a) Supponete che nel 2001 il prezzo dei fagioli sia aumentato a 2 euro e quello del riso a 6 euro. Qual è il tasso dinflazione? Fabio è danneggiato dal cambiamento dei prezzi? E Rita?

39 28-Inflazione 39 Quando il prezzo di entrambe i beni raddoppia in un anno, linflazione è del 100%. Il costo totale per acquistare un uguale ammontare di fagioli e riso corrisponde alla somma tra la quantità di un bene moltiplicato il suo prezzo e la quantità dellaltro bene moltiplicato il suo prezzo. Costo del paniere nellanno t Costo del paniere nellanno base x 100 IPC dellanno t = IPC t - IPC t-1 IPC t-1 x 100 Tasso inflazione anno t =

40 28-Inflazione 40 Se indichiamo con x la quantità consumata di fagioli e la quantità consumata di riso, che sono uguali, con P f e P r il prezzo dei fagioli e del riso il primo anno, con P f e P r il prezzo dei fagioli e del riso il secondo anno avremo: x P f +x P r = costo primo anno a prezzi correnti il primo anno Indice di prezzo primo anno Il primo anno è anche lanno base di riferimento quindi il suo indice dei prezzi vale 100: x ( P f + P r ) =(1+3)/(1+3) x 100 = 100 x 100

41 28-Inflazione 41 x P f +x P r = costo secondo anno a prezzi correnti il secondo anno x(P f + P r ) x 100 = (2 + 6)/(1+ 3) x 100 = 200 Indice di prezzo il secondo anno Tasso inflazione = ( )/100 x 100 = 100% Dal momento che i prezzi di tutti i beni aumentano del 100%, gli agricoltori hanno un aumento del 100% dei loro redditi al pari dellaumento del 100% dei prezzi, perciò laumento dei prezzi non ha nessun effetto reale su redditi e consumi degli agricoltori.

42 28-Inflazione 42 b) Supponete ora che il prezzo dei fagioli sia aumentato a 2 euro, mentre quello del riso sia aumentato a 4 euro. Qual è il tasso dinflazione? Fabio è danneggiato dal cambiamento dei prezzi? E Rita? x(P f + P r ) x 100 = (2 + 4)/(1+ 3)x 100 = 150 Indice di prezzo il secondo anno Tasso inflazione 1 = ( )/100 x 100 = 50% Fabio è favorito perché il suo reddito aumenta del 100% in conseguenza dellaumento del 100% del prezzo dei fagioli, mentre mentre linflazione è solo del 50%. Rita vede peggiorare la sua condizione il suo reddito aumenta solo del 33% di pari passo con laumento del prezzo del riso che vende, mentre linflazione è del 50%.

43 28-Inflazione 43 c) Infine supponete che nel 2001 il prezzo dei fagioli sia di 2 euro e quello del riso di 1,5 euro. Qual è il tasso dinflazione? Fabio è danneggiato dal cambiamento dei prezzi? E Rita? x(P f + P r ) x 100 = (2 + 1,5)/(1+ 3) x 100 = 87,5 Indice di prezzo il secondo anno Tasso inflazione 2001 = (87,5-100)/100 x 100 = -12,5% Fabio è avvantaggiato perché il suo reddito si incrementa del 100% in conseguenza dellaumento del 100% del prezzo dei fagioli, mentre linflazione è del –12,5%. Rita è danneggiata perché il suo reddito si riduce, -50%, in conseguenza della riduzione del prezzo del riso del 50%, più di quanto non si riducano i prezzi in base allinflazione del – 12,%.


Scaricare ppt "28-Inflazione 1 28 – Inflazione: cause e costi. 28-Inflazione 2 Che cosè linflazione? Con inflazione si intende laumento generale del livello dei prezzi."

Presentazioni simili


Annunci Google