La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Torino 21 giugno 20001 La Sala Situazione Del Giubileo Gestione della complessità di un sistema urbano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Torino 21 giugno 20001 La Sala Situazione Del Giubileo Gestione della complessità di un sistema urbano."— Transcript della presentazione:

1 Torino 21 giugno La Sala Situazione Del Giubileo Gestione della complessità di un sistema urbano

2 Torino 21 giugno Sala Situazione Il progetto –Contesto –Obiettivi –Organizzazione e Struttura Organizzativa –Processi –Risorse Umane –Struttura Architettonica e infrastrutture tec. –Architettura Informatica e TLC Le prime esperienze –I grandi eventi del Giubileo (Gennaio - Giugno) –Trasferimento temporale, ricontestualizzazione esigenze Nuove tecnologie (Hardware, communication, modelli)

3 Torino 21 giugno Contesto L'Agenzia romana per la preparazione del Giubileo è una società per azioni a capitale totalmente pubblico, nata nel 1995 per fornire il necessario supporto tecnico e progettuale alle amministrazioni pubbliche incaricate di realizzare interventi e servizi per milioni di visitatori attesi a Roma per le celebrazioni dellanno I suoi azionisti sono il Comune di Roma, la Provincia di Roma, la Regione Lazio, la Camera di Commercio di Roma, lo Stato (attraverso la Cassa depositi e prestiti del Ministero del Tesoro), il Comune di Firenze e il Comune di Napoli. Presidente e amministratore delegato è Luigi Zanda. Spesso si pensa che il dibattito attorno alle opere pubbliche, agli interventi infrastrutturali, alle iniziative per l'accoglienza, l'adeguamento della rete sanitaria e dell'assistenza, la formazione professionale degli addetti ai servizi di pubblica utilità o i restauri conservativi e le ristrutturazioni di chiese e monumenti possa far dimenticare che l'appuntamento con il 2000 è un appuntamento sacro prima che un'occasione di crescita economica o di sviluppo per il territorio. Badaloni

4 Torino 21 giugno Contesto L'organizzazione e la gestione dell'anno 2000, con i suoi 582 appuntamenti in calendario, di cui ben 256 tra celebrazioni religiose ordinarie e straordinarie, 304 eventi culturali e 22 sportivi. Nel complesso saranno interessati 152 giorni dell'anno, con picchi eccezionali nei periodi di alta stagione e in occasione di particolari eventi come il Giubileo dei giovani (20 agosto: previsto l'arrivo di un milione e mezzo di persone), il Giubileo dei lavoratori (1° maggio), il Congresso eucaristico internazionale (18-25 giugno), il Giubileo delle famiglie (14-15 ottobre) e naturalmente la messa di Pasqua (23 aprile). L'impegno della Regione Lazio, a questo proposito, si è indirizzato in molti campi, per lo più attinenti a quelle che sono le sue specifiche competenze istituzionali. I 155 interventi proposti, di cui hanno beneficiato la stessa amministrazione regionale, le Asl, le Aziende ospedaliere, i Comuni del Lazio e altri enti pubblici, riguardano l'assistenza sociosanitaria, la riqualificazione delle strutture ricettive, la viabilità e i trasporti, la valorizzazione del patrimonio culturale, artistico, religioso, ambientale e produttivo, la formazione degli operatori nei diversi servizi di accoglienza e lo sviluppo dei sistemi informativi di assistenza ai pellegrini. Badaloni

5 Torino 21 giugno Con i due piani per il Giubileo sono stati avviati interventi per un investimento complessivo di oltre miliardi di cui a carico dello stato e di cofinanziamenti (pari al 5% nel Giubileo Lazio e al 45% per il Giubileo fuori Lazio). Daniela Barbato : Direttore dellUfficio per Roma Capitale e Grande Eventi Contesto Il quadro istituzionale è dunque rimasto, per la realizzazione delle opere e dei servizi e per la gestione del 2000, inalterato. In questo contesto il principale istituto per il coordinamento delle scelte progettuali è stata la Conferenza di servizi (art. 14 della legge 241/90) un tavolo unico per le decisioni delle molteplici Amministrazioni e soggetti pubblici che si è andato nel tempo affinando come strumento di superamento dei veti. Ciro dellAcqua

6 Torino 21 giugno La fase di definizione: inizio giugno 1995 Il documento traccia inoltre le linee fondamentali del Piano degli interventi per il Giubileo: un complesso di azioni mirate al rafforzamento dei principali sistemi infrastrutturali collegati alla mobilità, al miglioramento dei servizi nelle aree di visita, alla valorizzazione del patrimonio culturale e infine, nello spirito del Giubileo, alla solidarietà sociale. Le Fasi di Lavoro dellAgenzia pre-costitutiva (inizio giugno 1995), avvio (luglio settembre 1997) nella quale sono stati messi a fuoco i progetti e gli strumenti operativi, preparazione (settembre dicembre 1999), avviata al momento della prima disponibilità effettiva dei finanziamenti. La fase di avvio: luglio dicembre 1996 La definizione del Piano degli interventi Le istruttorie tecniche preliminari Lavvio delle progettazioni

7 Torino 21 giugno Progetti speciali nel maggio del 1996, su commessa del Comune di Roma, alcuni progetti preliminari che, fin dalla fase iniziale, erano stati definiti come prioritari per lo sviluppo successivo degli interventi finalizzati allaccoglienza dei pellegrini e dei visitatori: il Progetto informatico e telematico a) il sistema di previsione dei flussi di visitatori b) il sistema di informazione e comunicazione telematico c) i modelli di simulazione a supporto delle decisioni dei soggetti istituzionali d) il sistema coordinato di prenotazione e) il sistema di monitoraggio e gestione della mobilità i Piani di coordinamento e gestione delle aree delle basiliche e degli itinerari giubilari. Lavvio del piano di accoglienza

8 Torino 21 giugno La fase di preparazione del Giubileo: gennaio dicembre 1999 la realizzazione del piano di accoglienza per il Giubileo linformazione e la comunicazione la realizzazione dei servizi informatici e telematici per la preparazione del Giubileo le iniziative culturali altre attività di supporto alla preparazione del Giubileo ( tor Vergata) Il Piano di Accoglienza e il Master Plan la gestione la Sala Situazione, gli strumenti informatici e telematici, i sistemi informativi (banche dati) il volontariato, le attività di coordinamento e gestione dei cantieri; linformazione: Centri informativi, la rete informativa, il centro servizi stampa, la segnaletica, e le campagne informative rivolte a operatori e visitatori; lorganizzazione: Mobilità, sicurezza, protezione civile, sanità, igiene urbana la formazione e i programmi culturali.

9 Torino 21 giugno servizi concretamente operativi nel territorio di Roma cultura e esperienza di integrazione tra istituzioni, enti erogatori di servizi, soggetti privati, terzo settore, residenti Ingegneria di sistema per la gestione Tempo e formazione mirata

10 Torino 21 giugno LAGENDA INFORMATIZZATA DEL 2000 SCENARI E SIMULAZIONE PER LA SALA SITUAZIONE SISTEMA COORDINATO DI PRENOTAZIONE BANCA DATI E SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE SISTEMA DI CONTROLLO CIRCOLAZIONE E SOSTA AUTOBUS TURISTICI RETE TELEMATICA DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE SALA SITUAZIONE PREVISIONE DEGLI ARRIVI NEL 2000 CENTRO DEL VOLONTARIATO PER LACCOGLIENZA GIUBILARE PIANI DEI SERVIZI NELLE AREE DI VISITA E LUNGO I PERCORSI DI INTERESSE GIUBILARE INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE OSPITALITA E SERVIZI AREA PER I GRANDI EVENTI COMPRENSORIO DI TOR VERGATA CENTRI INFORMATIVI CENTRO STAMPA STRUMENTI OPERATIVI

11 Torino 21 giugno Jubileum 2000 Self regulating system DEMAND Offer Models

12 Torino 21 giugno Stranieri Ospiti di strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere Escursionisti Italiani Totale Totale Ospiti in casa di parenti o amici Arrivi a Roma e provincia suddivisi per per tipo di alloggio Arrivi: secondo la definizione dellOrganizzazione Mondiale del Turismo, si riferiscono a visitatori pernottanti (persone che alloggiano in strutture ricettive alberghiere, extra alberghiere e come ospiti in case private) e non pernottanti (escursionisti). Non sono compresi i residenti a Roma e provincia. Il Sesto rapporto di previsione dei flussi Il quadro di previsione per lanno 2000: gli arrivi lungobreve

13 Torino 21 giugno

14 Torino 21 giugno Sala Situazione del Giubileo

15 Torino 21 giugno Obiettivi La Sala Situazione, ideata e allestita dall'Agenzia romana per la preparazione del Giubileo nelledificio di proprietà dellAgenzia stessa in viale Guido Baccelli n. 10, è stata formalmente istituita con Decreto del Prefetto della Provincia di Roma in data 16 febbraio Le principali funzioni della Sala Situazione sono: la raccolta ed elaborazione di dati e informazioni relativi a tutti gli eventi previsti in calendario; la predisposizione di tutti gli scenari connessi agli avvenimenti ordinari e predisposizione dei piani per fronteggiare situazioni di emergenza; il coordinamento, durante i grandi eventi, delle iniziative e delle attività dei vari enti interessati, nel rispetto delle specifiche competenze e responsabilità istituzionali facenti capo agli enti stessi; il collegamento diretto con tutte le centrali operative istituzionali già esistenti

16 Torino 21 giugno Direttiva di Coordinamento Operativo

17 Torino 21 giugno Struttura organizzativa Sala Situazioni

18 Torino 21 giugno Profilo di Gestione della Sala Situazione

19 Torino 21 giugno Quadro della Situazione Romana

20 Torino 21 giugno Pianificazione e Organizzazione

21 Torino 21 giugno Gestione

22 Torino 21 giugno Stato della pianificazione degli eventi Eventi con pianificazione conclusa Enti con pianificazione effettuata Enti abilitati alla pianificazione Eventi in corso di pianificazione

23 Torino 21 giugno Visualizzazione risorse ordinarie Layer Nome Oggetto Scala Dimensioni

24 Torino 21 giugno

25 Torino 21 giugno Risorse Umane Liaisons con attori (competenze settoriali) Planners Operatori di sala Esperti SIT Gestione CED e reti Gestione Sito Esperti mobilità Amministrativi Project managers Esperti di comunicazione (media e siti web) Esperti Data Base e trattamento informazioni Esperti ricerca operativa Allocazione Reti Traffico Simulazione Urbanisti Statistici (campionamento e previsioni) Controllisti

26 Torino 21 giugno Architettura Requisiti Conoscenza Obiettivi Vincoli Strumenti di modellazione concettuale (UML) Concezione Progettazione Sala situazione Data Bases Interfaccia Gestione Processi Info. Comunic. Progetti Interfaccia Uso Applicaz Workflow Portali WEB Proj Manag Monitoraggio, Controllo, Informazioni Sale Operative

27 Torino 21 giugno Struttura Architettonica e infrastrutture tec. Caratteristiche infrastruttura fisica (sale, aule per gli attori, Backoffice) Alimentazione energia elettrica Collegamenti telematici dedicati Computers Presentazione e resa informazioni (visualizzazioni e stampe) Reti radio Centralino

28 Torino 21 giugno Architettura Informatica e TLC Base Cartografica Base dati distribuita (vedi Applicativi per sintesi dati ed elaborazione piani Base documentale (piani, documenti ufficiali) Protocollo Eventi previsti e processo di approvazione (eventi giubilari e no) Gestione e distribuzione piani Monitoraggio e gestione

29 Torino 21 giugno Data Bases Modeling Technologies & I/S Environment A.I. Tools Discrete Simulation Mathematical Models System Dynamic Conceptual Model Documents Base Information Systems : Applications, User interface S.I.T. Geographical Transportation

30 Torino 21 giugno

31 Torino 21 giugno

32 Torino 21 giugno

33 Torino 21 giugno

34 Torino 21 giugno Prototipo Freccia del Pellegrino (Extend )

35 Torino 21 giugno Il modello concettuale

36 Torino 21 giugno


Scaricare ppt "Torino 21 giugno 20001 La Sala Situazione Del Giubileo Gestione della complessità di un sistema urbano."

Presentazioni simili


Annunci Google