La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DOSIMETRIA DA IRRADIAZIONE ESTERNA Uno dei principali obiettivi nellelaborazione di un piano di trattamento radioterapico è la stima della dose ricevuta.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DOSIMETRIA DA IRRADIAZIONE ESTERNA Uno dei principali obiettivi nellelaborazione di un piano di trattamento radioterapico è la stima della dose ricevuta."— Transcript della presentazione:

1 DOSIMETRIA DA IRRADIAZIONE ESTERNA Uno dei principali obiettivi nellelaborazione di un piano di trattamento radioterapico è la stima della dose ricevuta dallorgano bersaglio. Teoria della cavità di Bragg-Gray

2 mezzo materiale uniforme immerso in un campo di radiazioni ionizzanti scopo misurare la dose assorbita (D M ) in un punto (P) di tale mezzo cavità intorno a P e si introduce undosimetro (D g ) perturba il campo preesistente raggi x raggi x P P DMDM DgDg

3 Quali sono le condizioni per stabilire una relazione tra D M e D g ? La cessione di energia al mezzo da parte dei quanti primari (x) avviene in due stadi successivi: 1)i quanti trasferiscono energia ai secondari (e - ) 2)i secondari depositano energia in collisioni Se noto T nel punto considerato rallentamento continuo Dimensioni della cavità?

4 CAVITÀ PICCOLA percorso dei crossers 1° CONDIZIONE DI BRAGG-GRAY libero cammino medio dei quanti 2° CONDIZIONE DI BRAGG-GRAY (la dose ivi assorbita dipende solo dalla T depositata dai crossers) (la frazione di T persa è trascurabile T = cost) piccola rispetto al

5 Se sono soddisfatte le CONDIZIONI DI BRAGG-GRAY Relazione di Bragg-Gray

6 Le condizioni di Bragg-Gray sono facilmente soddisfatte soltanto nel caso di cavità di materiali di bassissima densità (gas). Pressione atmosferica T degli elettroni Percorso in aria 20 keV 200 keV 2 MeV 20 MeV 0.4 cm 5 cm 75 cm 500 cm A pressione atmosferica i gas sono 1000 volte meno densi dei materiali solidi o liquidi se una cavità gassosa piccola è dellordine dei mm di diametro; una cavità solida per essere piccola deve essere dellordine dei m di diametro.

7 Se la cavità gassosa della camera soddisfa la relazione di B-G per risalire alla dose assorbita si sfrutta il fenomeno della ionizzazione Noti, ed m dalla misura di Q è possibile risalire alla dose assorbita. DgDg Lesempio più comune di dosimetro a cavità gassosa è costituito dalle camere a ionizzazione.

8 Intercalibrando la camera in uso con unaltra camera di riferimento, per la quale è nota la relazione tra ionizzazione specifica e dose assorbita Se gas e pareti sono equivalenti: =1 D M = D g T MeV CAlPb Il valore di si può ricavare B-G

9 Spessore delle pareti di una camera a ionizzazione sottilispesse La carica fornisce una misura della ionizzazione prodotta dai secondari creati nel materiale che circonda le pareti radiazione di alta energia La carica fornisce una misura della ionizzazione prodotta dai secondari messi in moto nel materiale costituente le pareti stesse pareti equivalenti

10 1° corollario di B-G w dei crossers non dipende dal materiale delle pareti V x g 1, w V x g 2,

11 2° corollario di B-G w2w2 w1w1 V1V1 CPE non dipende da g g, V2V2 CPE

12 CONCLUSIONI La teoria di Bragg-Gray è valida se: è soddisfatto il modello del rallentamento continuo cavità è piccola mai valida perché trascura la produzione dei raggi modifiche nel calcolo di considerate da Spencer e Attix.


Scaricare ppt "DOSIMETRIA DA IRRADIAZIONE ESTERNA Uno dei principali obiettivi nellelaborazione di un piano di trattamento radioterapico è la stima della dose ricevuta."

Presentazioni simili


Annunci Google