La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Classi quinte – febbraio 2007 Scuola primaria C. Goldoni Primo Circolo di Spinea Ins. R. Santarelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Classi quinte – febbraio 2007 Scuola primaria C. Goldoni Primo Circolo di Spinea Ins. R. Santarelli."— Transcript della presentazione:

1 Classi quinte – febbraio 2007 Scuola primaria C. Goldoni Primo Circolo di Spinea Ins. R. Santarelli

2 Trasformazioni Abbiamo parlato di corpo che trasforma i cibi che mangiamo: li scioglie, li spezzetta, li trasforma per ricavarci lenergia per farci muovere e per scaldarci, ma anche per costruire la ciccia, il sangue, la pelle, le ossa… Abbiamo simulato la digestione: abbiamo anche noi spezzettato e trasformato alcuni cibi utilizzando pestelli, coltelli e poi sostanze acide e basiche (acido muriatico, fornet, acqua e bicarbonato, detersivo dei piatti…) Ora proviamo a vedere che cosa succede quando bruciamo i cibi. Iniziamo con lo zucchero.

3 Attività Osserviamo lo zucchero prima di cuocerlo, quali caratteristiche ha? Mettiamo nella vaschetta di alluminio un po di zucchero e facciamolo cuocere utilizzando il fornello elettrico, osserviamo che cosa succede. Descriviamo i cambiamenti durante la cottura, i colori che cambiano, le bolle, il movimento, il fumo … Osserviamo le caratteristiche delle nuove sostanze: il fumo comè? contiene vapore? la sostanza nera come si presenta? … possiamo chiamarla ancora zucchero? Che caratteristiche ha? Le proprietà sono le stesse dello zucchero crudo? Che cosa è successo alle particelle di zucchero? Proviamo ad immaginare che cosa ha fatto il calore alle particelle di zucchero. Rappresentiamo lesperienza e quello che è successo alle particelle di zucchero.

4 Perché la cottura dello zucchero? Osservare un processo di trasformazione: che cosa succede zucchero quando lo scaldiamo sul fornello? Immaginare il movimento delle particelle invisibili, lo zucchero che si scioglie, le particelle che cambiano … Descrivere e rappresentare il processo di trasformazione Confrontare le proprietà delle particelle di zucchero allinizio e le proprietà delle nuove sostanze ottenute dopo la trasformazione Prima cera lo zucchero adesso ci sono nuove sostanze con caratteristiche e proprietà nuove: chiedersi dove stavano prima questi materiali? Ricercare spiegazioni credibili per quello che è successo: la sostanza nera era già dentro lo zucchero? Quali sostanze si sono tolte? (idea di conservazione della materia) Partecipare alla discussione per condividere e confrontare le proprie idee con quelli dei compagni.

5 Le proprietà dello zucchero E bianco, è come neve E fatto di piccoli pezzetti grandi come i granelli di sabbia, più piccoli dei granelli di sale Prende la forma del contenitore Non ha odore E dolce, si appiccica alle mani Si scioglie in bocca Se cade si sparge dappertutto Sembra tanti diamanti spaccati, è brillante Guardandolo con la lente i suoi granelli sono pieni di imperfezioni. … gli altri hanno detto che lo zucchero è bianco, però non è vero, se è tutto ammucchiato è bianco, ma se prendi un granellino è trasparente. (Ilaz)

6 Lo zucchero comincia a cuocersi Sento lodore di caramello Mamma…!!! Sembra un vulcano! Cè profumo di zucchero filato Dopo che labbiamo messo sul fornello ha fatto tipo un vulcano, solo che allinizio veniva fuori solo il fumo e dopo è venuto fuori il caramello.. lo zucchero si è come solidificato, dopo ha fatto delle crepe, ha fatto come un vulcano che quando si risveglia fa delle crepe e esplode. (Alil)

7 Cè movimento, il fumo e le bolle aumentano … abbiamo messo la mano sopra il fumo e sentivamo che la nostra mano si stava inumidendo per colpa del vapore. Proviamo a vedere se il fumo ci bagna un po la mano … … lo zucchero ha cominciato a fare delle crepe e a sbuffare; … ha formato dei buchi da cui usciva il solito fumo irritante e puzzolente e un liquido nero con delle bolle che fuori avevano il colore nero, mentre allinterno avevano il colore del caramello… (Alim) … si formavano delle crepe, poi un buco e poi usciva fumo

8 … perché le particelle, spinte dal calore, hanno cominciato a muoversi sempre più fino a che si è creato il fumo e ha cambiato odore… … ha cominciato a rompersi e da quel buco usciva tanto fumo, poi da quel semplice buco è venuta fuori una sostanza marrone e nera come un magma che viene fuori dal cratere, poi ha cominciato a gonfiarsi e a fare tante bolle da dove usciva fumo, che prima profumava di zucchero filato, poi ha cominciato a puzzare. (Mara) Subito dopo lodore dello zucchero filato si è sentito una forte puzza che bruciava gli occhi, a me è entrato nella gola e me lha irritata. Facevi anche fatica a respirare. (Dav)

9 Il fumo sta aumentando …! Anche le bolle! Aria! Che puzza... non si respira… Sembra catrame, è come se abbia preso qualcosa … … ho notato delle profonde crepature e su di esse veniva fuori tanto fumo e anche delle grandi bolle, che per me volevano dire che sotto cera lo zucchero che si scioglieva, per cui lo zucchero sopra si abbassava, perché quando è solido è alto e quando è liquido le particelle dello zucchero non sono più dure da stare in alto, lo zucchero si scioglieva sotto e le faceva sprofondare (Sab)

10 Aiuto! … hanno cominciato a formarsi delle montagnole che sputavano getti di fumo, il calore ha fatto uscire i liquidi dallo zucchero che poi sono evaporati, per questo il fumo bagnava le mani. Quando il fumo è andato nei miei occhi mi ha lasciato molto bruciore e mi sono sorpreso a capire quello che mi succedeva in classe. (Cris) Escono getti di fumo e il nero aumenta… …si stava gonfiando lo zucchero, ha formato come la terra della luna con dei buchi …

11 Si gonfia … È come quando fai la torta che si brucia e diventa nera. … si erano fatte quelle specie di crepe, era più o meno come i nostri polmoni. Era come se lo zucchero respirasse, perché se lo tirava dentro e dopo lo buttava fuori facendo del fumo … Guarda, guarda!!! Sembra carbone… sta venendo anche di qua…. Esplode!

12 Spegniamo il fornello e usciamo fuori Cera fumo puzzolente che ai nostri nasi dava fastidio; ma non solo al naso, anche agli occhi e alla gola, infatti dopo un po siamo dovuti uscire e, mentre eravamo fuori, allinterno della classe si poteva vedere una nebbiolina puzzolente che si diffondeva perfino in terrazza, ma un po meno…. (Alim)

13 La sostanza nera non è più zucchero Sembrava carbone, allora io ho pensato che assaggiandolo fosse buono come quello della befana, ma mangiandolo era proprio cattivo! (Van) Questa esperienza mi ha fatto capire che tanti cibi si possono trasformare e da lì non si può più tornare indietro. (Van) Quando lo assaggio è amarognolo. Quando lo annuso sento un odore sgradevole. Può essere tagliato, sbriciolato, è facile romperlo. Adesso è nero intenso. (Mat) Si sente anche dallodore che è amaro. (Ang) Con la lente di ingrandimento ho visto che lo zucchero bruciato era un po arancione e in degli spazi, su una pellicola cera larcobaleno.

14 Nuove sostanze e nuove proprietà Quando ha incominciato a cuocersi, un liquido nero aveva forato lo zucchero e incominciava ad espandersi. Quando aveva occupato tutto lo strato della vaschetta si gonfiava sempre di più come un palloncino. Questo palloncino però era bucato e da quei buchi sputava un terribile fumo che era molto fastidioso. Il caramello … sembrava che volesse diventare sempre più grande. Era nero, amaro, odorava di fumo, ma era luccicante come il normale zucchero, si rompeva senza alcuno sforzo, era un unico pezzo formato dalle particelle trasformate dal calore del fornello. (Alf)

15 Tutto il processo di trasformazione

16 Le rappresentazioni

17

18

19

20 In questa sostanza neracarbone si sono formate delle bollicine e le bollicine facevano tipo marmellata e si ingrossavano sempre di più. (Ire). Come ha fatto lo zucchero a formare questa sostanza nera? De dove è venuta? Chi lha formata?

21 Quando si stava gonfiando questa cosa nera sembrava un supplì che aveva dei buchetti da dove usciva il fumo e poi si è sgonfiato.

22 Sembrava che lo zucchero si rompesse a crepe ed è uscita come una gelatina verde scuro. Ne usciva sempre di più, poi si è colorato di marrone scuro e si è sparsa su tutta la vaschetta… (Ele)

23 Zucchero e sostanza nera a confronto Lo zucchero nella vaschetta era tutto appiccicoso e i granelli erano sparsi e staccati fra loro, adesso sono tutti appiccicati e quando li rompi fanno cric croc. Quando li abbiamo messi nella vaschetta erano tutti bianchi adesso sono diventati neri, perché forse si sono bruciacchiati. Quando li metti vicino al naso hanno un brutto odore … si rompe facilemnte lo zucchero inizialmente era a granelli simili a dei cristalli … Come quando fai la torta che si brucia e diventa nera. è sbricioloso con la lente sembra come le finestre delle chiese tutte colorate è dolce è secco, molto secco è amarognolo è bianco è appiccicoso è lucente

24 Zucchero ENTRAESCE Calore Sostanza nera Acqua vapore Particelle di fumo succede Movimento Rumore Energia elettrica Calore

25 Come ha fatto lo zucchero a formare la sostanza nera? Da dove è venuta? Come si è formata? Proviamo ad immaginare le particelle del fumo, le particelle della sostanza nera e le particelle di acqua (vapore). Dove stavano prima? Ricomponiamo la particella di zucchero tornando indietro con la mente …

26

27

28

29

30 Conclusioni Il calore del fornello ha riscaldato molto lo zucchero e ha messo in movimento le sue particelle Il movimento aumentava e lo zucchero si è trasformato in nuove sostanze che hanno proprietà completamente diverse (proprietà del fumo e della sostanza nera) La trasformazione è irreversibile, cioè non possiamo più riottenere lo zucchero di prima Ci siamo chiesti se la sostanza nera era già dentro lo zucchero e abbiamo provato ad immaginare le particelle ricordando lesperienza di costruzione delle strutture. Durante la trasformazione abbiamo osservato molto movimento: laprirsi delle crepe, lapparire, il gonfiarsi e lo scoppiare delle bolle, il fumo che ha invaso velocemente laula I colori, gli odori e i sapori hanno coinvolto il nostro corpo con sensazioni molto forti.


Scaricare ppt "Classi quinte – febbraio 2007 Scuola primaria C. Goldoni Primo Circolo di Spinea Ins. R. Santarelli."

Presentazioni simili


Annunci Google