La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRIESTE Dipartimento di Scienze della Riproduzione e dello Sviluppo U.C.O. di Ginecologia ed Ostetricia Direttore: Prof. Secondo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRIESTE Dipartimento di Scienze della Riproduzione e dello Sviluppo U.C.O. di Ginecologia ed Ostetricia Direttore: Prof. Secondo."— Transcript della presentazione:

1 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRIESTE Dipartimento di Scienze della Riproduzione e dello Sviluppo U.C.O. di Ginecologia ed Ostetricia Direttore: Prof. Secondo Guaschino Dottoranda STEFANIA INGLESE FATTORI GENETICI COINVOLTI NEL PARTO PRETERMINE, NELLA PREECLAMPSIA E NEL RITARDO DI CRESCITA INTRAUTERINO: ANALISI DEI POLIMORFISMI GENICI CHE CARATTERIZZANO LA RISPOSTA IMMUNITARIA INNATA Tutor Dr FRANCESCO DE SETA

2 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRIESTE Dipartimento di Scienze della Riproduzione e dello Sviluppo U.C.O. di Ginecologia ed Ostetricia Direttore: Prof. Secondo Guaschino Dottoranda STEFANIA INGLESE RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLE GRAVIDANZE AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA Tutor Dr FRANCESCO DE SETA

3 RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA Scienza che studia su larga scala il PROTEOMA cioè la totalità delle proteine espresse, e modificate dopo lespressione, da un genoma durante larco dellintera vita di una cellula o di un tessuto. PROTEOMICA

4 GENOMA INFINITI PROTEOMI Proteoma 1 entità statica, costante negli anni per tutte le cellule di uno stesso organismo entità dinamiche soggette a rimaneggiamento Proteoma n RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA PROTEOMICA vs GENOMICA

5 Isoelettrofocalizzazione + elettroforesi 2D-PAGE Spettrometria di massa Identificazione tramite database genomici SWISS 2D-PAGE RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA METODICA DI INDAGINE

6 Valutazione dellespressione proteica dellecosistema cervico-vaginale nella gravidanza fisiologica o a basso rischio e nella gravidanza patologica o ad alto rischio Identificazione di potenziali biomarker di patologia in base ai diversi pattern proteici rilevati RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA SCOPO DELLO STUDIO

7 Arruolate 26 pazienti dalla popolazione afferente alla clinica ostetrico-ginecologica dellospedale Burlo Garofolo di Trieste RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA MATERIALI E METODI

8 7 pazienti con diagnosi di TRAVAGLIO DI PARTO PRETERMINE – gruppo A – Comparsa tra la 20° e la 37° settimana di gestazione di contrazioni uterine documentate mediante CTG e persistenti (4 ogni 20 minuti oppure 8 ogni 60) associate ad una modificazione progressiva del collo uterino. RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA MATERIALI E METODI

9 7 pazienti con diagnosi di TRAVAGLIO DI PARTO PRETERMINE – gruppo A – 7 pazienti con diagnosi di IPERTENSIONE INDOTTA DALLA GRAVIDANZA – gruppo B – Presenza di valori pressori sistolici 140 mmHg e diastolici 90 mmHg a partire dalla 20° settimana di gestazione e in assenza di una preesistente ipertensione o di altri sintomi accompagnatori RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA MATERIALI E METODI

10 7 pazienti con diagnosi di TRAVAGLIO DI PARTO PRETERMINE – gruppo A – 7 pazienti con diagnosi di IPERTENSIONE INDOTTA DALLA GRAVIDANZA – gruppo B – 12 pazienti con GRAVIDANZA FISIOLOGICA o A BASSO RISCHIO – gruppo di controllo – RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA MATERIALI E METODI

11 Un lavaggio vaginale con 10 ml di SF (NaCl 0,9 %) Prelievo tramite spatola di Ayre delle secrezioni cervico-vaginali Un tampone vaginale (gruppo A) RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA MATERIALI E METODI

12 Gruppo di controllo: 3 campionamenti al 1°, 2° e 3° trimestre di gravidanza Gruppo A: 1 campionamento nella fase acuta di insorgenza della sintomatologia Gruppo B: 1 campionamento al momento della prima diagnosi di ipertensione gestazionale e prima di ogni presidio terapeutico RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA RICERCA DI BIOMARKER CERVICO-VAGINALI NELLA GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO: IL RUOLO DELLA PROTEOMICA MATERIALI E METODI

13 GRAZIE!!!


Scaricare ppt "UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRIESTE Dipartimento di Scienze della Riproduzione e dello Sviluppo U.C.O. di Ginecologia ed Ostetricia Direttore: Prof. Secondo."

Presentazioni simili


Annunci Google