La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTO LATTE-MIELE Istituto comprensivo G. Garibaldi Scuola primaria di Campodolcino Classi: 1°, 2°, 3°, 4° e 5° Anno scolastico 2005-2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTO LATTE-MIELE Istituto comprensivo G. Garibaldi Scuola primaria di Campodolcino Classi: 1°, 2°, 3°, 4° e 5° Anno scolastico 2005-2006."— Transcript della presentazione:

1

2 PROGETTO LATTE-MIELE Istituto comprensivo G. Garibaldi Scuola primaria di Campodolcino Classi: 1°, 2°, 3°, 4° e 5° Anno scolastico

3 Alla scoperta del latte e del miele. Le uscite didattiche Gli esperti Lunità di apprendimento: il latte

4 Le uscite didattiche. La Fiorida La stalla a Campodolcino

5 La Fiorida. Venerdì 28 ottobre, tutti i bambini della scuola primaria del plesso di Campodolcino hanno visitato la fattoria didattica di Mantello.

6 Le mucche da latte Le manze e i vitelli I maiali Le capre Il fienile Abbiamo pranzato con i prodotti tipici della fattoria I bambini hanno prodotto il burro

7 La stalla a Campodolcino. Sabato 12 novembre i bambini hanno visitato una stalla a Campodolcino. Le mucche Il momento della mungitura

8 Gli esperti. Il casaro Lapicoltore

9 Il Casaro. Il casaro ha versato cinque litri di latte di mucca in un pentolone e lha riscaldato. Poco dopo con un termometro speciale rivestito di legno ha misurato la temperatura del latte che era arrivata a 34/35°C. A questo punto il casaro ha aggiunto qualche goccia di caglio al latte. Alfredo, il casaro, ha atteso che il caglio facesse il suo effetto. Dopo dieci minuti il caglio ha trasformato il latte in cagliata. Il casaro con un coltello ha tagliato la cagliata in piccoli pezzi. Uno alla volta labbiamo assaggiata: era dolce e aveva un odore un po strano. Il casaro ha versato il composto in uno stampo cilindrico bucherellato. Dai buchi è uscito il siero e la pasta di formaggio è rimasta nel contenitore. Il casaro ha modellato il formaggio e vi ha inciso la data di produzione. Dopo qualche settimana di stagionatura il formaggio è pronto per essere consumato. Ecco il nostro formaggio…

10

11 Lapicoltore. Mercoledì 1 e 8 marzo 2006, lapicoltrice Piera De Stefani ci è venuta a trovare a scuola. Ci ha fornito un sacco di informazioni sulle api e sui loro prodotti.

12 ALLINTERNO DELLALVEARE CIASCUNA APE HA UN PROPRIO COMPITO CHE VARIA IN BASE: ALLA DIVERSITÀ DI NASCITA: LE API OPERAIE E LAPE REGINA NASCONO DA UOVA FECONDATE, MENTRE I FUCHI NASCONO DA UOVA NON FECONDATE. ALLA DIVERSITÀ DI ALIMENTAZIONE: LAPE REGINA È SEMPRE NUTRITA CON PAPPA REALE, MENTRE LE API OPERAIE E I FUCHI PER I PRIMI TRE GIORNI VENGONO NUTRITI CON PAPPA REALE, POI SI NUTRONO DI POLLINE E MIELE. ALL ETÀ: LE API OPERAIE CAMBIANO IL LORO RUOLO IN BASE AI GIORNI DI VITA: QUANDO HANNO 1-2 GIORNI SONO API PULITRICI QUANDO HANNO 3-5 GIORNI SONO API NUTRICI QUANDO HANNO 6-11 GIORNI SONO API NUTRICI ESPERTE QUANDO HANNO GIORNI SONO API CERAIOLE QUANDO HANNO GIORNI SONO API GUARDIANE QUANDO HANNO GIORNI SONO API BOTTINATRICI, ACQUAIOLE, ESPLORATRICI, VENTILATRICI, SACCHEGGIATRICI E ACCOMPAGNATRICI. QUANDO HANNO GIORNI LE API MUOIONO.

13 Lunità di apprendimento: il latte. MACROSTRUTTURA: PRIMA U.D.A. DESTINATARI: Alunni di tutte le classi. Scuola primaria di Campodolcino TEMPI: I° quadrimestre. AS: 2005/2006 Profilo educativo culturale e professionale Identità: A. Conoscenza di sé: 1 Saper portare a termine un compito in modo autonomo. 2 Prendere coscienza delle trasformazioni degli oggetti, degli ambienti, delle persone e di sé stessi. B. Relazione con gli altri: 1 Saper collaborare con coetanei ed adulti. 2 Saper valorizzare le diversità dei compagni. 3 Promuovere il proprio benessere e il benessere ambientale. STRUMENTI CULTURALI: utilizzare gli strumenti offerti da ogni disciplina per acquisire, accrescere e consolidare le proprie competenze, abilità, conoscenze.

14 o.g.p.f. Analizzare, osservare ed esplorare gli elementi tipici dellambiente. Riconoscere e valorizzare le varie componenti del territorio. Realizzare un giornalino. O.F.P. -Motivare lalunno verso losservazione della realtà contadina confrontando presente e passato, -Conoscere la strumentazione e lambiente del casaro, -Collaborare con gli altri per la realizzazione di un progetto comune. TITOLO: SCOPRIAMO IL LATTE! P.O.F. -Potenziare la naturale curiosità culturale -Promuovere la capacità di partecipazione attiva e di comunicazione -Sviluppare autocontrollo nelle varie situazioni di apprendimento -Sviluppare le capacità di osservazione di descrizione, di ascolto e di lettura del mondo circostante PORTFOLIO: -Prove scolastiche significative -Valutazione competenze -Autovalutazione COMPETENZE -Interagire positivamente e costruttivamente con gli altri -Conoscere particolari aspetti dellambiente circostante LABORATORI: -Uscite didattiche (La Fiorida, la stalla) -Laboratorio scientifico (lavorazione del latte) -Laboratorio espressivo OSA DISCIPLINE INTERESSATE Italiano Scienze Immagine Informatica Educazione ambientale Educazione allaffettività Educazione alimentare Educazione alla cittadinanza

15 Educazio ni e Disciplin e O.S.A. Attività Soluzion i organizz ative Metodi Verifi che Conosce nze Abilità ITALIANOASCOLTO PARLATO LETTURA SCRITTUR A RIFLESSIO NE Prestare attenzione alle comunicazioni dellinsegnante e degli esperti formulando domande per ottenere chiarimenti, Ascoltare gli interventi dei compagni durante le conversazioni, Ascoltare e comprendere testi informativi letti da insegnanti o compagni Raccontare le esperienze vissute con un lessico appropriato, Esprimere le proprie opinioni in modo chiaro e completo Leggere e comprendere testi di diverso genere cogliendone i contenuti principali, Ricercare e raccogliere informazioni da fonti diverse (depliant, libri, enciclopedie) Organizzare per iscritto le informazioni raccolte, Produrre testi regolativi, descrittivi, relazioni… Ampliare il proprio patrimonio lessicale Conversazi oni libere e guidate sulle conoscenze pregresse, raccolta delle conoscenze, lettura silenziosa, lettura ad alta voce, produzione di testi. Grup po classe, Classi aperte, Lavor o individuale. Conversaz ioni e brainstor ming Didattica laboratori ale Uscite didattiche Osservaz ione Prove non strutturat e

16 Educazion i e discipline O.S.A. Attività Soluzioni organizzat ive Metodi Verific he Conosce nze Abilità SCIENZE IL LATTE E I SUOI DERIVATI LA MUCCA Individuare le composizione del latte e dei suoi derivati Comprendere la trasformazione del latte Individuare la struttura dei mammiferi: la mucca Presentazione degli animali della fattoria. Esperienze pratiche Osservazion e di strumenti, ambienti e animali Riflessione e conversazione sul materiale raccolto Realizzazio ne di schemi e cartelloni riassuntivi Gruppo classe, Classi aperte, Lavoro individuale. Didattica laboratoria le Uscite didattiche Osservaz ione Analisi dei lavori prodotti Prove non strutturat e IMMAGINETECNICHE GRAFICO- PITTORIC HE Utilizzare in modo corretto tecniche grafiche e pittoriche Disegno personale riguardante le esperienze vissute Realizzazio ne di cartelloni con disegni e foto Classi aperte Lavoro individuale Lavoro di gruppo Didattica laboratoria le Osservaz ione Valutazio ne uso delle tecniche

17 INFORMATI CA LA VIDEOSCR ITTURA Utilizzare il computer per realizzare semplici testi e disegni Creare un testo da inserire sul sito della scuola Scrittura al computer dei testi prodotti Inserimento di disegni e fotografie con lutilizzo della macchina fotografica Creazione di un testo contenente tutto il lavoro prodotto Lavoro individuali ed in piccolo gruppo Didattica laboratoria le Osservaz ione Analisi dei lavori prodotti Prove non strutturat e EDUCAZION E AMBIENTAL E I bisogni delluomo e le forme di utilizzo dellambiente Gli interventi umani che modificano il paesaggio Le tradizioni locali più significative Lambient e antropizzato e lintroduzione di nuove colture nel tempo e oggi Esplorare gli elementi tipici di un ambiente naturale ed umani Comprendere limportanza del necessario intervento delluomo sul proprio ambiente Fare un bilancio dei vantaggi e svantaggi che la modifica di un certo ambiente ha recato alluomo che lo abita Conversazi oni Lavori di gruppo Classi aperte Lavoro individuale Didattica laboratoria le Osservaz ione EDUCAZION E ALLAFFETT IVITA La relazione tra coetanei ed adulti Attivare atteggiamenti di ascolto e modalità relazionali positive con i compagni e con gli adulti In situazione di lavoro esprimere la propria emotività con adeguate attenzioni agli altri Conversazi oni Lavori di gruppo Classi aperte Lavoro di gruppo Lavoro individuale Didattica laboratoria le Osservaz ioni

18 EDUCAZIO NE ALIMENTA RE Il latte, i derivati e le loro relative funzioni nutrizionali Processi di trasformazion e e di conservazione del latte e derivati La tradizione culinaria locale Descrivere la propria alimentazione Valutare la composizione nutritiva del latte Rispettare le norme di conservazione e di consumo del latte Conversazi oni Lavori di gruppo Lavori individuali Classi aperte Didattica laboratori ale Osservaz ione EDUCAZIO NE ALLA CITTADINA NZA La funzione della regola nei diversi ambienti di vita quotidiana I servizi offerti dal territorio per lapprofondim ento delle nostre conoscenze Suddividere incarichi e svolgere compiti per lavorare insieme con un obiettivo comune Esprimere il proprio punto di vista in forma corretta Mettere in atto comportamenti di autonomia e di autocontrollo Conversazi oni Lavori di gruppo Classi aperte Lavoro individuale Gruppi di compito Didattica laboratori ale Osservaz ione


Scaricare ppt "PROGETTO LATTE-MIELE Istituto comprensivo G. Garibaldi Scuola primaria di Campodolcino Classi: 1°, 2°, 3°, 4° e 5° Anno scolastico 2005-2006."

Presentazioni simili


Annunci Google