La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Un ricercatore in azienda Opportunità di innovazione per le PMI 25 Ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra prof. Salvatore Coluccia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Un ricercatore in azienda Opportunità di innovazione per le PMI 25 Ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra prof. Salvatore Coluccia."— Transcript della presentazione:

1 1 Un ricercatore in azienda Opportunità di innovazione per le PMI 25 Ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra prof. Salvatore Coluccia

2 2 Limportanza del trasferimento delle conoscenze dagli istituti di ricerca ai primi utilizzatori (il mondo della produzione) è ormai universalmente riconosciuta. Il TT è ritenuto indispensabile per lo sviluppo economico. Progettazione e test R&S Conoscenze scientifiche e tecnologiche La modalità con cui questo avviene ormai non è più lineare ma a rete Invenzione Produzione Distribuzione IL RUOLO DEL TT NELLA INNOVAZIONE INDUSTRIALE

3 3 Ricerca e Sviluppo DOVE SI SITUA LITALIA? Source: DG Research; Data: OECD, Eurostat Rapporto R&S/PIL, 2001; tra parentesi lincremento medio annuo

4 4 Finanziamento industriale della R&S in alcuni paesi (% della produzione industriale) Italia n.d. Germania Francia n.d. Spagna n.d. Fonte: UE Ricercatori ogni 1000 impiegati in alcuni paesi Italia n.d. Germania n.d. Francia n.d. Spagna Fonte: UE Ricerca e Sviluppo DOVE SI SITUA LITALIA?

5 5 Numerose evidenze empiriche mostrano come vi si un chiaro legame tra R&S e innovazione tecnologica R&S e innovazione tecnologica produttività e crescita economica produttività e crescita economicama tra i fattori che influenzano la capacità innovativa nazionale ad una adeguata offerta di innovazione scientifico-tecnologica deve corrispondere una adeguata domanda di innovazione da parte di acquirenti pionieri in grado anche di premiare la migliore innovazione. ad una adeguata offerta di innovazione scientifico-tecnologica deve corrispondere una adeguata domanda di innovazione da parte di acquirenti pionieri in grado anche di premiare la migliore innovazione. IL RUOLO DEL TT NELLA INNOVAZIONE INDUSTRIALE

6 6 Il Sesto Programma quadro UE ha finanziamenti specifici per la promozione del TT Il PNR del Governo italiano su 4 Assi ne dedica due a TT Ricerca di base; Ricerca di base; Sostegno della ricerca di base orientata allo sviluppo di tecnologie chiave Sostegno della ricerca di base orientata allo sviluppo di tecnologie chiave abilitanti a carattere multisettoriale; Potenziamento delle attività di ricerca industriale e della collaborazione pubblico-privato; Potenziamento delle attività di ricerca industriale e della collaborazione pubblico-privato; Programmi di ricerca e sviluppo a livello territoriale. Programmi di ricerca e sviluppo a livello territoriale. Il ruolo delle istituzioni nella promozione della collaborazione tra impresa e istituti di ricerca Regione Piemonte e Provincia di Torino hanno specifici programmi per favorire TT (Diadi, Provin, ecc.)

7 7 CARTA EUROPEA PER I RICERCATORI Raggiungere lobiettivo del 3% del Pil dellUe destinato alla Ricerca e allo sviluppo destinato alla Ricerca e allo sviluppo Per far fronte all'invecchiamento della forza lavoro del settore Per far fronte all'invecchiamento della forza lavoro del settore sono necessari altri ricercatori. sono necessari altri ricercatori. LEuropa deve diventare più attraente per i ricercatori e aumentare la partecipazione delle donne nel settore.

8 8 Knowledge transfer is a young profession experiencing exceptional growth. There is no formal education or training for it, so new entrants can only learn good practice from more experienced practitioners. They have a double-headed role, talking to and understanding the needs and culture of academics and business, to act as a bridge between them. Ernst Max Nielsen of the ProTon Europe secretariat in Brussels Ernst Max Nielsen of the ProTon Europe secretariat in Brussels. Uno dei ruoli fondamentali del TT è quello di fare da elemento di collegamento tra il mondo della ricerca pura e quello della produzione FORMAZIONE DI GIOVANI PER LA INNOVAZIONE INDUSTRIALE

9 9 LA STORIA ASP nasce nel 1988 per iniziativa congiunta di: Tra gli obiettivi: stimolare la cooperazione tra istituzioni formative, di ricerca e aziende sostenere lo sviluppo delle risorse umane, in Italia e allestero sostenere lo sviluppo delle risorse umane, in Italia e allestero attivare processi di trasferimento tecnologico attivare processi di trasferimento tecnologico Nei progetti realizzati attraverso lerogazione di borse di studio si registra il contributo di:

10 10 GLI OBIETTIVI Formazione per linnovazione. Formazione per linnovazione. Più di 200 borse di ricerca in quasi venti anni di attività Studi, seminari, corsi di aggiornamento, master e workshop. Studi, seminari, corsi di aggiornamento, master e workshop. In origine la fisica dei materiali e dei plasmi (progetto IGNITOR per la fusione). In origine la fisica dei materiali e dei plasmi (progetto IGNITOR per la fusione). Oggi ASP sostiene progetti nei seguenti settori: Oggi ASP sostiene progetti nei seguenti settori: superconduttività superconduttività nanotecnologie nanotecnologie microelettronica microelettronica materiali materiali bio-medicina bio-medicina radioterapia radioterapia protezione ambientale protezione ambientale fasci di elettroni fasci di elettroni

11 11 FORMAZIONE IN ITALIA E ALLESTERO Favorire l'interscambio scientifico e arricchire la formazione dei ricercatori Favorire l'interscambio scientifico e arricchire la formazione dei ricercatori Borse di studio da fruirsi presso Università, Centri di ricerca e imprese. Borse di studio da fruirsi presso Università, Centri di ricerca e imprese. Tra le istituzioni coinvolte: ATTIVITA DI ASP

12 12 FORMAZIONE PRESSO IL CERN Programma di formazione per lo svolgimento di progetti di ricerca applicata presso il CERN di progetti di ricerca applicata presso il CERN Robusta ricaduta industriale su aziende piemontesi Robusta ricaduta industriale su aziende piemontesi Rapporti con Technology CERN Rapporti con Technology CERN Animazione, diffusione e trasferimento tecnologico Animazione, diffusione e trasferimento tecnologico.

13 13 BORSISTI ASP PRESSO IL CERN Gli ambiti di ricerca: microelettronica per gli esperimenti di fisica delle alte energie sistemi di controllo e misura analoghi a quelli adottati in ambito industriale metallurgia delle leghe speciali chimica-fisica delle superfici per sistemi sottovuoto; ingegneria dei superconduttori sicurezza e analisi di rischio in impianti tecnologici

14 14 TRASFERIMENTO TECNOLOGICO (TT) due modalità di azione: ASP: due modalità di azione: progetti di ricerca presentati da Laboratori universitari progetti di ricerca presentati da imprese ASP è disponibile nellindividuare i soggetti pubblici/privati da coinvolgere.

15 15 Borse di studio e progetti di ricerca TRASFERIMENTO TECNOLOGICO (TT) Università/Centri di ricerca Comunicare e promuovere i risultati della ricerca mettendoli al servizio del mondo produttivo Aziende Ottenere contributi specialistici di orientamento e risposte a problemi specifici attraverso interventi su misura Ricercatori

16 16 Grazie


Scaricare ppt "1 Un ricercatore in azienda Opportunità di innovazione per le PMI 25 Ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra prof. Salvatore Coluccia."

Presentazioni simili


Annunci Google