La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Acqua da bere Cascate del Dardagna. Qualità dellacqua Lacqua da potabilizzare viene attinta principalmente da: Corsi dacqua ( fiumi) Bacini ( laghi) Falde.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Acqua da bere Cascate del Dardagna. Qualità dellacqua Lacqua da potabilizzare viene attinta principalmente da: Corsi dacqua ( fiumi) Bacini ( laghi) Falde."— Transcript della presentazione:

1 Acqua da bere Cascate del Dardagna

2 Qualità dellacqua Lacqua da potabilizzare viene attinta principalmente da: Corsi dacqua ( fiumi) Bacini ( laghi) Falde acquifere

3 Un Mondo dAcqua

4 Principali inquinanti dellacqua INORGANICI (disciolti) ORGANICI (sul tal quale ) CadmioAldrin Cromo totaleDieldrin MercurioEndrin Piomboisodrin RameDDT ZincoEsaclorobenzene Esaclorocicloesano Esaclorobutadiene 1,2 dicloroetano Tricloroetilene Triclorobenzene Cloroformio Tetracloruro di carbonio Percoloroetilene pentaclorofenolo

5 Disponibilità dacqua nel mondo La disponibilità di acqua potabile nel mondo è in forte diminuzione, ciò causa gravi problemi al sistema idrico mondiale dove lacqua sfruttabile è una piccolissima parte rispetto alla quantità dacqua globale. Questo comporta molti problemi soprattutto nei paesi del terzo mondo, dove il fabbisogno della popolazione è fortemente superiore alla disponibilità di acqua potabile presente sul territorio.

6

7 IL RISPARMIO DELL ACQUA Il consumo dellacqua per usi non alimentari è un vero problema; lagricoltura e lindustria rappresentano un fattore determinante. Anche linefficienza degli acquedotti crea una perdita di acqua notevole. Una possibile soluzione ai problemi è il risparmio idrico e il controllo dei consumi dellacqua, agendo sulle tariffe.

8 Riserve dacqua

9 Nei Paesi con quantità di acqua ripristinabili inferiori a 1700 m 3 vi è già scarsità di acqua. Sotto i 1000 m 3 c'è una vera e propria carenza. In molti Paesi l'acqua disponibile è sempre più scarsa

10 Risorsamm/anno10 9 m 3 /annom 3 /anno.ab Precipitazione (A) Evaporazione (B) Perdite © Deflusso totale (A-(B+C)) Risorse superficiali Disponibili (D) Risorse sotterranee (E)40, Capacità invasi esistenti288,4148 Capacità invasi in costruzione6,6235,6 Altri serbatoi21,56,5116 Risorse superficiali utilizzabili (F)13, Risorse disponibili (E+F)17, Tabella - Risorse idriche disponibili in Italia (IRSA –Cnr (1999)

11 IL CICLO DELL ACQUA

12 IMPIANTO DI POTABILIZZAZIONE ACQUE HERA s.p.a Questo impianto si occupa della potabilizzazione dellacqua proveniente dal fiume Setta con trattamenti meccanici e chimico-fisici: separazione dellacqua dalle sostanze in sospensione filtrazione delle acqua disinfezione

13 Impianto di potabilizzazione Hera di Sasso Marconi

14 PROCESSO DI POTABILIZZAZIONE DELLE ACQUE SVOLTO NELLIMPIANTO HERA s.p.a La potabilizzazione avviene con trattamenti meccanici e chimico fisici; lacqua prelevata dal fiume Setta attraverso una canaletta viene prima filtrata in un filtro a tamburo rotante (filtrazione grossolana); successivamente lacqua viene immessa in due vasche per essere decantata dal fango; poi viene convogliata nei cicloflock dove, con laiuto di un flocculante (un polielettrolita), si ha una maggior chiarificazione dellacqua, che viene filtrata in vasche con sabbia di quarzo raggiungendo il 0,8 NTU (filtrazione fine). A questo punto lacqua subisce vari processi di disinfezione trattandola con O 3 e ClO 2 ed è pronta per essere immessa nellacquedotto. Limpianto HERA di Sasso Marconi è in grado di produrre 1150 m 3 /s di acqua potabile.

15 Cicloflock

16 Cicloflock – Gruppo pompe

17 ALCUNE ANALISI ACQUE EFFETTUATE NEI LABORATORI HERA SpA Autocampionatore Nitriti e Ammoniaca COD Solidi Sospesi Solidi Disciolti TKN Determinazione del pH TOC Torbidità BOD 5

18 AUTO CAMPINATORE PER NO 2,NH 4 : questo macchinario è in grado di analizzare nei campioni dacqua i nitriti e lammoniaca per via spettrofotometrica alla lunghezza donda di 546 nm (NO 2 ) e 620 nm (NH 4 ) COD: il cod è la domanda chimica d ossigeno di un acqua in base alla quale si determina la quantità di quest ultimo presente in essa. SOLIDI SOSPESI: questa tecnica serve a misurare il numero delle particelle sospese in acqua che se in quantità eccessiva possono renderla non potabile

19 SOLIDI DISCIOLTI: con il termine solidi disciolti si intende il residuo che permane in una capsula, dopo levaporazione di un campione dacqua,preventivamente filtrato,e conseguente essiccamento in stufa ha temperatura definita. TKN: è un altro modo per titolare lammoniaca in acqua tramite una distillazione e una retro titolazione DETRMINAZIONE DEL pH: il pH di una soluzione determina il grado di acidità di quest ultima per via potenziometrica nel caso dell acqua serve a determinare la potabilità di questultima

20 TOC: la determinazione del carbonio organico disciolto viene fatta iniettando il campione in corrente di ossigeno nel tubo di combustione dove lacqua viene vaporizzata e il carbonato organico ossidato viene determinato tramite un rivelatore ad infrarossi Torbidità: si definisce col termine torbidità la riduzione della trasparenza di un campione, dovuta alla presenza di sostanze in sospensione che possono rendere l acqua non potabile. Queste particelle vengono determinate facendo passare un raggio di luce attraverso il campione e misurando la luce assorbita

21 BOD 5 : il bod 5 è la domanda biologica di ossigeno richiesta dai batteri in un campione d acqua.Con questa tecnica si determina il consumo di O 2 da parte dei batteri in 5 giorni,determinata da appositi tappi computerizzati

22 Acqua da vivere

23 IIS M. Montessori – L. da Vinci Classe 4 A Chimica – a. s Informazione Formazione Educazione Ambientale Emilia-Romagna


Scaricare ppt "Acqua da bere Cascate del Dardagna. Qualità dellacqua Lacqua da potabilizzare viene attinta principalmente da: Corsi dacqua ( fiumi) Bacini ( laghi) Falde."

Presentazioni simili


Annunci Google