La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UTILITA DELLA PNEUMOTRABECULOPLASTICA COME TERAPIA AGGIUNTIVA ALLE PROSTAGLANDINE TOPICHE NEL GLAUCOMA AD ANGOLO APERTO Lo Piano M., Siracusano B., Rizzotti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UTILITA DELLA PNEUMOTRABECULOPLASTICA COME TERAPIA AGGIUNTIVA ALLE PROSTAGLANDINE TOPICHE NEL GLAUCOMA AD ANGOLO APERTO Lo Piano M., Siracusano B., Rizzotti."— Transcript della presentazione:

1

2 UTILITA DELLA PNEUMOTRABECULOPLASTICA COME TERAPIA AGGIUNTIVA ALLE PROSTAGLANDINE TOPICHE NEL GLAUCOMA AD ANGOLO APERTO Lo Piano M., Siracusano B., Rizzotti A., Carditello A., Oteri F..

3 PNEUMOTRABECULOPLASTICA (PNT) Procedura non invasiva Di semplice applicazione Ripetibile più volte Si effettua in anestesia topica

4 POMPA DA VUOTO ANELLO DI SUZIONE

5 METODICA Paziente supino Anestesia topica Divaricare palpebre con dita o blefarostato di Barraquer Anello centrato su cornea con lieve pressione Eventualmente il paziente guarda in alto Buona suzione se locchio è umido 65 secondi di suzione Poco prima della fine lieve pressione Altro occhio (attesa 5 minuti fra 2 trattamenti)

6 IPOTESI DI MECCANISMO DAZIONE Azione di suzione sulla sclera Stiramento della zonula Aumento della pervietà della via di deflusso uveo-sclerale Apertura meccanica dei pori del trabecolato Riduzione della PIO

7 COMPLICANZE DELLA PNT RARISSIME: Distacco di vitreo Distacco di retina Edemi maculari OCCASIONALI: Sintomatologia dolorosa Abrasioni corneali Iridociclite POSSIBILI: Emorragie sottocongiuntivali Edema sottocongiuntivale Aumento temporaneo della IOP

8 CRITERI DI INCLUSIONE E DI ESCLUSIONE INCLUSIONE: Pazienti affetti da glaucoma o ipertensione oculare in cura con prostaglandine o prostamide in deficitario compenso tonometrico. ESCLUSIONE Precedente trabeculectomia Trapianto di cornea Diabete con rubeosi iridea Escavazione papillare profonda Profonda alterazione del Campo Visivo Angolo chiuso o stretto

9 PIANO DEL FOLLOW-UP Visita 1: esame completo, consenso informato Visita 2 (tempo 0): esame visus, PNT Visita 3 (una settimana): esame visus, L.A.F., PNT Visita 4 (due settimane): esame visus, L.A.F. Visita 5 (un mese): esame visus, L.A.F. Visita 6 (tre mesi): esame completo, C.V., PNT (se necessaria) Visita 7 (6 mesi): esame completo, C.V., PNT (se necessaria)

10 MATERIALI E METODI 10 Pazienti (6 uomini, 4 donne) Età anni (media 61 anni) PIO compresa tra 18 e 38mmhg (media 24,4) Tutti i pazienti erano in terapia con prostaglandine o prostamide ad uso topico.

11 PIO giorno Valore medio della PIO nelle varie fasi del trattamento

12 Riduzione PIO in percentuale nelle varie fasi della terapia

13 RISULTATI ED EFFETTI COLLATERALI Riduzione della PIO del 24,7 % a 180 giorni dallinizio del trattamento. 10% di pazienti non responders. Assenza di effetti collaterali gravi e di sintomatologia dolorosa importante. Ipertono post-operatorio trascurabile (0,92mmhg in media unora dopo lapplicazione) 48% di effetti transitori a livello congiuntivale (edema o iperemia) regrediti rapidamente. Assenza di alterazioni del campo visivo o del N.O. a 180 giorni dallinizio del trattamento.

14 CONCLUSIONI La Pneumotrabeculoplastica (PNT) è una metodica sufficientemente sicura, non invasiva e di facile esecuzione che può essere proposta come supporto quando la terapia topica non è sufficiente a garantire il target pressorio ideale del paziente affetto da glaucoma cronico semplice ad angolo aperto.

15 GRAZIE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "UTILITA DELLA PNEUMOTRABECULOPLASTICA COME TERAPIA AGGIUNTIVA ALLE PROSTAGLANDINE TOPICHE NEL GLAUCOMA AD ANGOLO APERTO Lo Piano M., Siracusano B., Rizzotti."

Presentazioni simili


Annunci Google