La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL RUOLO DELLINSEGNANTE DI SOSTEGNO NELLA CRESCITA A SCUOLA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL RUOLO DELLINSEGNANTE DI SOSTEGNO NELLA CRESCITA A SCUOLA."— Transcript della presentazione:

1 IL RUOLO DELLINSEGNANTE DI SOSTEGNO NELLA CRESCITA A SCUOLA

2 CRESCERE A SCUOLA CRESCERE (tratto dal Dizionario Garzanti della lingua italiana): 1 – DIVENTAR PIU GRANDE, RAGGIUNGERE LO STATO ADULTO IN SEGUITO A SVILUPPO NATURALE 2 – TRASCORRERE GLI ANNI DELLINFANZIA E DELLADOLESCENZA; ESSERE ALLEVATO 3 - AUMENTARE DI ALTEZZA, PESO, VOLUME, NUMERO, LIVELLO, INTENSITA; ACCRESCERSI, DIVENTARE MAGGIORE 4 – PROGREDIRE, MIGLIORARE, AVANZARE; 5 – ECCEDERE, ESSERE SOVRABBONDANTE; 6 – FARSI SOTTO ALLAVVERSARIO, NEL DUELLO

3 RUOLO DELLINSEGNANTE DI SOSTEGNO A SCUOLA 1 – NORMATIVA L.104/92; DPR 24/09/94; DM 226/95 (Nuovi programmi dei corsi di specializzazione) ex DPR 970/75; Decreto MURST 26/05/98 n.226 (400ore); Decreto MIUR 20/02/2002 (corso 800 ore) 2 – DALLA FUNZIONE ALLA PROFESSIONE A.Canevaro ha posto laccento sullesigenza di passare dalla FUNZIONE di sostegno alla PROFESSIONE, cioè da un ruolo svolto per lo più temporaneamente al profilo professionale dellinsegnante specializzato che compie questa attività per tutta la sua carriera

4 3 – LE SISS INSEGNAMENTI : - TEORICI - PRATICO-APPLICATIVI (Laboratori) - OPERATIVI (Tirocinio) COMPETENZE DELLINSEGNANTE DI SOSTEGNO: - TECNICO - DIDATTICHE ( Disciplinari, relative alle tipologie di handicap) - METODOLOGICHE - ISTITUZIONALI - ORGANIZZATIVE - RELAZIONALI - COMUNICATIVE

5 4 – INSEGNANTE DI SOSTEGNO OPERATORE DI RETE –ORGANIZZATORE DI CONTESTI –MEDIATORE NELLA COMUNICAZIONE: con ALUNNI; con i COLLEGHI –MEDIATORE NEI CONFLITTI: GRUPPO CLASSE; GRUPPI ISTITUZIONALI (GLHI, GRUPPO TECNICO) –ATTIVATORE E ORGANIZZATORE DELLE RISORSE FORMALI E INFORMALI –SOLLECITATORE DI CONNESSIONI: tra PERSONE; tra ISTITUZIONI

6 5 – IL RUOLO DELLINSEGNANTE DI SOSTEGNO –OSSERVARE –VALUTARE - FARE IPOTESI –PROGETTARE –REALIZZARE- CO-AGIRE - CO-COSTRUIRE - COMUNICARE –VALUTARE I RISULTATI - AUTOVALUTARE

7 6 – IL RUOLO DELLINSEGNANTE DI SOSTEGNO NEI PERCORSI INTEGRATI SCUOLA-AZIENDA –BARI 14-16/02/2003 – SECONDA CONFERENZA NAZIONALE SULLE POLITICHE DI SUPERAMENTO DELLA DISABILITA: Importanza del ruolo di mediazione educativa nei percorsi scuola-lavoro –SA FARE SE Vygotskij –Legge 68/99 – DALLA LOGICA DELLOBBLIGO DI ASSUNZIONE AL COLLOCAMENTO MIRATO –AZIONE DI RETE: SCUOLA, AZIENDE, ASL, FAMIGLIA –RISORSE FORMALI: COMPETENZE TECNICHE –RISORSE INFORMALI: COMPETENZE RELAZIONALI-INTERPERSONALI FAR ENTRARE IL FORMALE NELLINFORMALE Pavone FAR ENTRARE PIU INFORMALE NEL FORMALE Folgheraiter VALORIZZAZIONE DEI RUOLI SOCIALI Canevaro TUTOR SCOLASTICO + TUTOR AZIENDALE: COLLEGAMENTO TRA I DUE TUTOR STAGE = SITUAZIONE PROTETTA MA NON SPECIALE

8 7 – OGNI PROGETTO DEVE ESSERE INDIVIDUALE E MIRATO SUI BISOGNI DELLALUNNO E SULLE CARATTERISTICHE DELLAZIENDA ALUNNO –DATI ANAGRAFICI; LUOGO DI RESIDENZA; TIPO DI DISABILITA; BILANCIO DI COMPETENZE (APPRENDIMENTI SCOLASTICI CONSOLIDATI, ABILITA PRATICHE, ABILITA SOCIALI, CAPACITA PROFESSIONALI GIA ACQUISITE, MODALITA COMPORTAMENTALI E RELAZIONALI); ATTITUDINI; MOTIVAZIONI; AUTONOMIE E POSSIBILITA DI MOVIMENTO SUL TERRITORIO AZIENDA (dopo un primo attento screening con laiuto dei servizi offerti dal territorio: SIL, Associazioni Artigiani, Industriali, Comune, Provincia) –SETTORE E TIPO DI PRODUZIONE; ORGANIGRAMMA AZIENDALE; ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO; ABILITA TECNICO-PRATICHE RICHIESTE; FATTORI DI PERICOLOSITA; DISPONIBILITA EFFETTIVE OFFERTE DALLAZIENDA IN TERMINI DI MANSIONI, SPAZI E ORARI.

9 8 – AZIONI PRELIMINARI DEL TUTORAGGIO –ALLEANZA CON LA FAMIGLIA E I SERVIZI (Progetto di vita) –INDIVIDUAZIONE DELLE RISORSE (Alunno-Azienda) –STIPULA DI CONVENZIONI E CONTRATTI FORMATIVI –COMUNICAZIONE CON ALUNNO E AZIENDA 9 – FUNZIONI DELLISEGNANTE DI SOSTEGNO IN QUALITA DI TUTOR –FACILITATORE DELLA COMUNICAZIONE –GUIDA NELLA DECODIFICA DELLE LOGICHE SOCIO-LAVORATIVE NELLO SPECIFICO DELLA SITUAZIONE –SUPPORTO COGNITIVO NELLORGANIZZAZIONE DELLESPERIENZA E NELLE PRIME FASI DI APPRENDIMENTO IN SITUAZIONE –MEDIATORE TRA LO STAGISTA E GLI OPERATORI AZIENDALI –PUNTO DI RIFERIMENTO PER AFFRONTARE EVENTUALI PROBLEMI E DIFFICOLTA –ORGANIZZATORE DI ESPERIENZE DI TUTORING TRA COMPAGNI DI STAGE E TRA LO STAGISTA E LE FIGURE AZIENDALI, VOLTE A FAVORIRE IL PROCESSO DI INTEGRAZIONE E LA COLLABORAZIONE COOPERATIVA –ORGANIZZATORE DEGLI INCONTRI CON IL TUTOR AZIENDALE PER IL MONITORAGGIO E LA VERIFICA –VERIFICATORE E VALUTATORE DELLESPERIENZA –PUNTO DI RIFERIMENTO POST ESPERIENZA PER RIELABORAZIONE IN SEDE SCOLASTICA E ACQUISIZIONE DI CERTIFICATO DI CREDITO FORMATIVO

10 10 – ALUNNI IN STAGE ARRICCHIMENTO PROFESSIONALE E SOCIALE –ACQUISIZIONE DI COMPETENZE SOCIO-RELAZIONALI A.Modo di presentarsi e aspetto esteriore B.Capacità di comunicare con gli altri C.Capacità di inserimento nellambiente di lavoro D.Rispetto delle regole E.Partecipazione F.Rapporto con gli altri ruoli presenti G.Spirito di collaborazione -ACQUISIZIONE DI COMPETENZE PROFESSIONALI A.Conoscenze professionali e tecniche B.Conoscenza del ruolo e delle proprie responsabilità C.Capacità di apprendimento in relazione ai compiti assegnati D.Motivazione al tirocinio E.Puntualità e correttezza F.Ordine sul posto di lavoro G.Autonomia di lavoro e capacità di assumersi delle responsabilità H.Iniziativa personale I.Impegno e perseveranza J.Capacità di utilizzo degli strumenti di lavoro K.Capacità di organizzazione L.Modalità di esecuzione

11 PROGETTO INTEGRATO HANDICAP - SCUOLA – LAVORO FINALITA E OBIETTIVI SVILUPPARE NEGLI ALUNNI IN SITUAZ. DI H. UN PERCORSO FORMATIVO FACENTE PARTE DI UN PROGETTO DI VITA: –- FRAGILITA DA TUTELARE –- POTENZIALITA DA VALORIZZARE SPERIMENTARE PERCORSI FORMATIVI CHE DIANO INDICAZIONI ORIENTATIVE E FORMATIVE PER: –1. FUTURO INSERIMENTO NEL MONDO DEL LAVORO: ATTESTATO DI FREQUENZA E PARTECIPAZIONEDA INSERIRE NEL CURRICULUM VITAE 2. CREDITO FORMATIVO NELLA PROSECUZIONE DEGLI STUDI SCELTA MIRATA DEI COLLABORATORI ESTERNI - DEI CONTENUTI – DELLA METODOLOGIA CONDIVISIONE DEL PERCORSO CON I COMPAGNI DI CLASSE COINVOLGIMENTO DEI DOCENTI DI CLASSE CONTINUITA TRA ESPERIENZA SCOLASTICA ED ESPERIENZA EXTRASCOLASTICA: 1. LEZIONE SCOLASTICA E PIANIFICAZIONE PRIMA E RIELABORAZIONE POI DELLESPERIENZA EXTRASCOLASTICA 2. ESPERIENZA EXTRASCOLASTICA E MOMENTO DI VERIFICA DELLE NOZIONI APPRESE E DELLE ABILITA ACQUISITE A SCUOLA VALUTARE - POTENZIARE - FINALIZZARE LE CAPACITA DELLALUNNO H. IN AMBITO COGNITIVO, OPERATIVO, RELAZIONALE (SAPERE, SAPER FARE, SAPER ESSERE) FORMAZIONE IN SITUAZIONE

12 DESCRIZIONE DESTINATARI ALUNNI IN SITUAZIONE DI HANDICAP FREQUENTANTI LE SCUOLE SUPERIORI. OPERATORI DELLA SCUOLA DOCENTI DI SOSTEGNO SPECIALIZZATI DOCENTI DI MATERIE TECNICO - PRATICHE OPERATORI EXTRASCOLASTICI REFERENTI E TUTORS AZIENDALI ESPERTI DELLE AZIENDE ESPERTI DELLORIENTAMENTO PROFESSIONALE - LAVORATIVO ORGANIZZAZIONE A- INTERVENTI A SCUOLA DI ESPERTI QUALIFICATI B- VISITE GUIDATE PRESSO AZIENDE C- STAGE PRESSO AZIENDE D- DIMOSTRAZIONE ED ESPOSIZIONE DI MANUFATTI MECCANICI E- LABORATORIO DI IMMAGINE E RAPPRESENTAZIONE: CREAZIONE DI MANUFATTI ED ESPOSIZIONE F- LABORATORIO SUL SE:RIFLESSIONE E COUNSELLING

13 METODO DI LAVORO DELLINSEGNANTE DI SOSTEGNO FACILITATORE DELLA COMUNICAZIONE E SUPPORTO ORGANIZZATORE DI ESPERIENZE DI TUTORING TRA COMPAGNI VOLTE A FAVORIRE LA COLLABORAZIONE COOPERATIVA TUTOR STAGE: MEDIATORE NELLE RELAZIONI E NEGLI APPRENDIMENTI; GUIDA NELLA DECODIFICA DELLE LOGICHE SOCIO-LAVORATIVE STRUMENTI METODOLOGICI E DIDATTICI MATERIALE FORNITO DALLISTITUTO, DAGLI ESPERTI E DALLE AZIENDE TESTS DI ABILITA PREREQUISITE SCHEDE DI VERIFICA, DI VALUTAZIONE, DI AUTOVALUTAZIONE DELLAPPRENDIMENTO: - COGNITIVO: NOZIONI ACQUISITE; CAPACITA DI PROBLEM- SOLVING; CAPACITA DI GENERALIZZAZIONE AD ALTRI CONTESTI - PRATICO-OPERATIVO: ABILITA ACQUISITE - COMPORTAMENTALE: MOTIVAZIONE; ATTITUDINI; IMPEGNO; PARTECIPAZIONE; AUTONOMIA; CAPACITA DI RELAZIONARE

14 MODALITA DI DOCUMENTAZIONE DELLATTIVITA SVOLTA REGISTRO ATTIVITA SVOLTE DAGLI OPERATORI CON GLI ALUNNI REGISTRO VERBALI INCONTRI TEAM PROGETTO RELAZIONE FINALE DEGLI OPERATORI DELLA SCUOLA SULLATTIVITA SVOLTA E GLI ESITI DEL PROGETTO INTEGRAZIONE CON ENTI E ASSOCIAZIONI INTESE E ACCORDI CON ASSOCIAZIONI, AZIENDE, ENTI : S.I.L.- SERVIZIO INSERIMENTO LAVORATIVO DELLA.S.L. COMUNITA ASSOCIAZIONI INDUSTRIALI, ARTIGIANI, ECC. ASSESSORATO AI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE PROVINCIA ATTIVITA SVOLTE : 1. CONSULENZA AGLI OPERATORI DELLA SCUOLA PER: - PROGRAMMAZIONE PROGETTO - ELABORAZIONE DI MATERIALE 2. INTERVENTI PRESSO LA SCUOLA O IN SEDE DI OPERATORI ESPERTI MODALITA DI DIFFUSIONE DELLESPERIENZA , SITI INTERNET ASSOCIAZIONI, ENTI

15 PROGETTO INTEGRATO HANDICAP - SCUOLA – LAVORO RISULTATI PARTECIPAZIONE ATTIVA E INTERESSE INTEGRAZIONE FAVORITA DAL PROGETTO CONDIVISO CON I COMPAGNI DI CLASSE MIGLIORAMENTO DEL CLIMA-CLASSE COLLABORAZIONE TRA ALUNNI,TRA DOCENTI E TRA DOCENTI E ALUNNI APPRENDIMENTI COGNITIVI APPRENDIMENTI SOCIO-AFFETTIVI APPRENDIMENTI PROFESSIONALI CONOSCENZA DEGLI ALUNNI DA PARTE DELLAZIENDA: POSSIBILE PREMESSA PER ASSUNZIONI A FINE CICLO DI STUDI CREDITO FORMATIVO SPENDIBILE ALLIPSIA O IN CORSI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE ACQUISIZIONE DI INFORMAZIONI SULLE COMPETENZE SVILUPPATE DAGLI ALUNNI IN AMBITO LAVORATIVO, UTILI AI FINI DI IMPLEMENTARE BANCHE DATI DI SERVIZI DI INSERIMENTO LAVORATIVO, PER UN INSERIMENTO MIRATO DOPO LA SCUOLA SUPERIORE

16 E DOPO LA SCUOLA… ALUNNICORSO IPSIATITOLO DI STUDIO SEDE DELLO STAGEOCCUPAZIONE ATTUALE 1ELETTRONICODIPLOMA 3^OFF. MECCANICALAVORI SALTUARI 2ELETTRICOATTESTATO 5^AZIENDA SERVIZILAVORI SALTUARI 3TERMICODIPLOMA 3^IND. ALIMENTAREASSUNTO 1 ANNO I.AL POI COMMESSO COLORIFICIO 4TERMICOATTESTATO 5^OFF. MECCANICAIN ATTESA DI IMPIEGO 5ODONTOTECNICODIPLOMA 5^STUDIO ODONTO.BORSA LAVORO IN ST. ODONTO. POI ASSUNTO CONTR. PROG. 6ODONTOTECNICODIPLOMA 5^STUDIO ODONTO.DATO NON PERVENUTO 7MECCANICODIPLOMA 5^OFF. MECCANICABORSA LAVORO E POI ASSUNZIONE APPREND. DITTA IDRAULICA 8MECCANICODIPLOMA 3^CONCESSIONARIA AUTO DATO NON PERVENUTO 9MECCANICODIPLOMA 3^OFF. MECCANICAPROPOSTA BORSA LAV. OFFICINA MECCANICA ASSUNTO 1 ANNO DITTA MECCANICA 10MECCANICODIPLOMA 3^CONCESSIONARIA AUTO FREQUENTA CL.4^ IPSIA 11MECCANICODIPLOMA 3^OFF. MECCANICADATO NON PERVENUTO


Scaricare ppt "IL RUOLO DELLINSEGNANTE DI SOSTEGNO NELLA CRESCITA A SCUOLA."

Presentazioni simili


Annunci Google