La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La ricerca storico-didattica Bologna DOCET 2004 Maria Teresa Rabitti Libera Università di Bolzano Clio 92 - Associazione di docenti ricercatori sulla.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La ricerca storico-didattica Bologna DOCET 2004 Maria Teresa Rabitti Libera Università di Bolzano Clio 92 - Associazione di docenti ricercatori sulla."— Transcript della presentazione:

1

2 La ricerca storico-didattica Bologna DOCET 2004 Maria Teresa Rabitti Libera Università di Bolzano Clio 92 - Associazione di docenti ricercatori sulla didattica della storia

3 1 raccomandano di usare: testimonianze di eventi, momenti, figure significative presenti nel proprio territorio e caratterizzanti la storia locale. osservare e confrontare oggetti e persone di oggi con quelli del passato. 2di portare gli allievi a: distinguere e confrontare alcuni tipi di fonte storica orale e scritta. leggere ed interpretare le testimonianze del passato presenti sul territorio. Piani di studio personalizzati Obiettivi specifici di apprendimento scuola elementare

4 Lallievo dovrà: comprendere aspetti essenziali della metodologia della ricerca storica e delle categorie di interpretazione storica distinguere e selezionare vari tipi di fonte storica, ricavare informazioni da una o più fonti Obiettivi specifici di apprendimento per la scuola media

5 Indicazioni ministeriali per i piani di studio personalizzati Raccomandano di usare le fonti storiche, reperibili sul territorio, per costruire conoscenza storica e far comprendere la metodologia della ricerca storica. Quindi dobbiamo progettare Unità di Apprendimento di ricerca storico didattica per far capire : 1) come le fonti vengono usate dagli storici per costruire la conoscenza 2)come noi possiamo costruire conoscenza storica con un percorso di ricerca simulato e guidato 3) come la storia sia un processo di costruzione della conoscenza

6 La storia come processo di costruzione Il fatto storico non è dato, bensì costruito. Gli alunni vanno perciò sensibilizzati alla fabbricazione della storia. Bisogna mostrare loro che il lavoro della storico non consiste nel ricomporre la storia, ma nel fare la storia […] (J Le Goff )

7 fonti archivistiche (archivi statali, comunali, scolastici, parrocchiali, archivi simulati ecc) fonti museali fonti archeologiche fonti architettoniche fonti industriali fonti bibliotecarie fonti orali fonti iconiche fonti sonore La ricerca si fa con le fonti Le fonti sono molteplici:

8 La ricerca storico didattica Si presenta come un modello di ricerca realizzabile nella scuola. Si tratta di analizzare la sequenza delle operazioni che compie lo storico nella ricerca storico scientifica, per costruire un modello analogo di ricerca storico -didattica, con le dovute riduzioni e inevitabili semplificazioni

9 Come si svolge la ricerca scientifica? Lo storico a partire dalle sue conoscenze, competenze e dai suoi interessi definisce il tema della ricerca ricerca le tracce pertinenti trasforma le tracce in fonti compie operazioni sulle fonti produce informazioni dirette o inferenziali, organizza le informazioni scrive il testo

10 Quali operazioni compie sulle informazioni che ha ricavato dalle fonti? Organizza le informazioni e costruisce serie tematiche Organizza temporalmente le informazioni Elabora informazioni inferenziali Classifica secondo eventi mutamenti, permanenze Ricostruisce i fatti Problematizza Elabora spiegazioni

11 Come fare ricerca storica in classe ? Quali operazioni sono in grado di compiere gli allievi? Quali operazioni deve compiere linsegnante ?

12 Ricerca storico didattica con fonti territoriali: un esempio Ricostruzione del quadro della civiltà romana in epoca imperiale in val Cavedine nel Trentino Alto Adige, con luso di alcune fonti presenti sul territorio: fontana romana, strada romana, lapide funeraria.

13 V. Bassetti, Dalle fonti territoriali al quadro di civiltà, tesi di laurea, Bz 2003 Fontanaromana Fontana romana

14 Strada romana e lapide funeraria V. Bassetti, Dalle fonti territoriali al quadro di civiltà, tesi di laurea, Bz 2003

15 Scheda di osservazione della fontana romana 1. Sei giunto alla fontana romana, quale ambiente naturale o rurale la circonda? fitto bosco antiche case medievali, palude, campi recintati palude, campi recintati 2. Dove è sistemata la fontana? in un antico cortile, a lato dellantica strada romana in una rientranza del monte al centro della piccola piana coltivata al centro della piccola piana coltivata 3. La fontana è facilmente raggiungibile? Si No 4.Ora osserva la struttura della fontana Come si presenta lentrata? ampia e ben definita dai muretti a secco ripida e percorribile solo a piedi ricca di vegetazione pavimentata con lastre di pietra 5. A destra cosa cè? una scalinata un focolare una panca in marmo una panca in marmo 6. Sulluscio di entrata della fonte cosa blocca il passaggio? un portone un piccolo cancello di ferro tre massi di pietra. un portone un piccolo cancello di ferro tre massi di pietra. 7. La fonte si trova sullo stesso piano del terreno dove è situata ? ……………………………………………………………… 8 Cosa devi fare per raggiungere la sorgente di acqua? scendere le scale saltare un fosso oltrepassare un ponticello

16 9. Ti trovi ora allinterno della fontana; con quali materiali è costruita? massi di pietra travi di legno mattoni dargilla 10. E stato utilizzato sempre lo stesso materiale per ogni parte della fontana? Si No Se no, sai indicare quale altro materiale è stato impiegato ? ……… nella zona più bassa della fonte quale tecnica architettonica è stata utilizzata? soffitto sostenuto da colonne arco a tutto sesto cemento armato 12. La fontana al suo interno, ma anche allesterno presenta: delle decorazioni degli affreschi resti di mosaico delle iscrizioni nessun tipo di decoro 13. Leggi il cartello posto vicino. Lacqua della fonte proviene? dal fiume che passa lì vicino da una sorgente perenne dallacqua piovana 14. Prova a misurare: la lunghezza della fontana………; laltezza….. La profondità ……………., fai uno schizzo e disegna un particolare.

17 Scheda di approfondimento della fontana 1. Costruire una fontana come questa avrà richiesto conoscenze tecniche particolari. Quali? ………….. ………………... tecniche particolari. Quali? ………….. ……………… Rispetto alla fontana del tuo paese, questa è: molto grande di modeste dimensioni molto piccola di modeste dimensioni molto piccola 3. Sarà stata costruita per essere utilizzata raramente o per la grande necessità di acqua nelle diverse attività quotidiane? ………………………………………………………………. 4. Si può giungere alla da piccole scale che si trovano a lato. Dove conducono le scale? a lato. Dove conducono le scale? al campo sovrastante, nel bosco, in un cortile recintato al campo sovrastante, nel bosco, in un cortile recintato 5 dalle informazioni che hai raccolto la fontana è stata costruita per: uso pubblico uso privato

18 6. Quali saranno state le sue principali funzioni? per irrigare i campi, per usi domestici per dissetare i viandanti e i cavalli per abbellire la zona come piscina 7. cosa ti può fa pensare tutto ciò? allesistenza di un antico vicus romano (gruppo di case) allesistenza di una antica villa di un nobile romano allesistenza di un castello 8. Se la fontana è stata costruita in quel luogo vorrà dire: che era una zona disabitata che era una zona con un insediamento stabile che era un crocevia per dissetare i pellegrini

19 Linsegnante Sceglie il tema della ricerca Individua le tracce e le trasforma in fonti Sonda le preconoscenze e forma i prerequisiti Condivide con gli allievi la tematizzazione Produce un questionario per losservazione della fonte Fornisce informazioni extrafonte Produce schede di approfondimento Guida gli allievi alla stesura di un testo Fasi della ricerca storico didattica: le operazioni dellinsegnante

20 Le operazioni dellallievo acquisisce le competenze necessarie mediante le attività organizzate dallinsegnante acquisisce le conoscenze extra-fonti mediante testi o schede predisposte usa le schede per la lettura delle fonti produce informazioni dirette produce informazioni inferenziali organizza le informazioni: applica le operazioni cognitive per la strutturazione delle informazioni produce un testo di tipo storico

21 Il meccanismo cognitivo fondamentale, il punto focale della ricerca storico didattica è lo sviluppo delle competenze a individuare lutilizzabilità di una traccia, a trasformarla in fonte di informazione, a produrre delle informazioni e poi a produrre inferenze (I. Mattozzi) Uso didattico della fonte Come ? prima si educa la capacità di produrre informazioni sulla base di domande date, poi si educa la capacità di formulare un questionario che tenga conto della specificità della fonte interrogata. Le fasi della ricerca storico didattica vanno sempre rispettate qualunque sia la fonte presa in esame.

22 La ricerca storico didattica con fonti iconiche Gli effetti del buon governo Gli effetti del buon governo A. Lorenzetti ( ) Lanalisi dellaffresco, compiuta da Chiara Frugoni in (Iter, Scuola cultura e società, n. 4, Treccani, Roma, 1999, e C. Frugoni, Città e arte nel medioevo, in, Il Medioevo Europeo di J. Le Goff, catalogo mostra di Parma, 2003) fornisce una guida allosservazione minuziosa per ricavare informazioni, sollecitare inferenze, e si pone come esempio-modello di uso della fonte iconica

23 Gli effetti del buon governo(particoalre)

24 Museo archeologico di Arcevia (AN): brocca di Conelle La ricerca storico didattica con luso di reperti museali

25 Scheda di osservazione di un reperto museale Tipo di oggetto Forma (descrizione ) Dimensione Materiale Tecnica di lavorazione Segnali aggiuntivi Funzione Area di diffusione Tempo ………(periodo di fabbricazione, di utilizzo..) Correlazione con oggetti simili o dello stesso periodo Mutamenti subiti nel tempo (confronto tra oggetti/ fonti diverse, livello di tecnologia)

26 Inferenze semplici (riferite alle risorse dellambiente, alle conoscenze tecnologiche, alla struttura sociale, economica, alla mentalità Acquisizione di informazioni extrafonte Formulazione di inferenze complesse riferite alla commercializzazione dei prodotti, rapporti con altri popoli, ecc…. Produzione di un testo per la contestualizzazione dei reperti in una civiltà Scheda di approfondimento

27 Sede di conservazione ……………………………………………. Segnatura archivistica : Fondo………………Serie……………...Contenitore…………….. In Archivio: descrizione dellaspetto esteriore Supporto: carta ………….. pergamena …………… Strumento scrittorio : penna...…. matita …..… a stampa..….… inchiostro …………. scrittura meccanica ………………….. Disposizione del testo: a colonne ……..in righe…… m. prestampato Confezione: carta sciolta………….. in fascicolo…... in registro Conservazione ………………………………… Descrizione elementi archivistici : carta bollata………. marca da bollo, timbri ……...……..……… note di protocollo ……………... Ricerca storico didattica in archivio Scheda analisi documento Fare storia in Archivio.Scuola Dante Alighieri, Itinerari educativi del Comune di Venezia a cura di A.Pellizon, A. Santagiustina, R. Vivante, Vz 2002

28 Scheda analisi documento darchivio A scuola Descrizione del contenuto Data ………………..Luogo…………………………………. Chi lo ha prodotto ………………………………………….. Destinatario …………………………………………………. Regesto (contenuto sintetico) ………………………………. ……………………………………………………………….. Informazioni ………………………………………………… ………………………………………………………………… Inferenze ……………………………………………………… ………………………………………………………………... Fare storia in Archivio.Scuola Dante Alighieri, Itinerari educativi del Comune di Venezia a cura di A.Pellizon, A. Santagiustina, R. Vivante, Vz 2002

29 Sceglie un fatto del passato e lo tematizza a scala locale Seleziona un piccolo gruppo di fonti Tratta le fonti per renderne possibile la lettura Prepara le competenze richieste per la lettura delle fonti Attrezza il dossier con le schede guida allapplicazione di operazioni cognitive (osservazione inferenze, confronto approfondimento) Fa acquisire le conoscenze extra-fonti richieste Le operazioni dellinsegnante

30 La ricerca storico didattica permette agli alunni di: 1. sperimentare come le conoscenze storiche vengono costruite con l'uso delle tracce del passato 2. produrre informazioni pertinenti ad un tema e valorizzarle con le attività inferenziali 3. organizzare le informazioni e connetterle in una conoscenza 4. dare significato ai beni culturali 5. usare alcuni aspetti del passato del territorio per conoscerlo meglio nella sua dimensione spaziale e temporale. Valenza formativa della r. s. d.


Scaricare ppt "La ricerca storico-didattica Bologna DOCET 2004 Maria Teresa Rabitti Libera Università di Bolzano Clio 92 - Associazione di docenti ricercatori sulla."

Presentazioni simili


Annunci Google