La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IO NON HO PAURA Autore : Niccolò Ammaniti Autore : Niccolò Ammaniti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IO NON HO PAURA Autore : Niccolò Ammaniti Autore : Niccolò Ammaniti."— Transcript della presentazione:

1 IO NON HO PAURA Autore : Niccolò Ammaniti Autore : Niccolò Ammaniti

2 LA VITA DELLAUTORE La Vita La Vita : Niccolò Ammaniti è nato a Roma nel In questi ultimi 20 anni ha scritto tante opere e saggi tra cui : nel 1994 Branchie. Nel 1995 ha pubblicato un saggio con il nome (Nel nome del figlio), che ha scritto con suo padre Massimo. Nel 1996 la raccolta di racconti Fango, tra cui, (Gioventù cannibale) nel 1996 e (Tutti i denti del mostro sono perfetti) nel I suoi libri sono stati tradotti in francese, tedesco, spagnolo, greco e russo. Nel 1999 (Ti prendo e ti porto via). E nel 2001 scrisse Io non ho paura ;Io non ho paura Nel 2004 (Fa un pò male). Niccolò Ammaniti ritorna al fumetto, il genere cui si è formato lo stile narrativo dello scrittore.

3 SCHEDA TECNICA Autore : Niccolò Ammaniti Autore : Niccolò Ammaniti Titolo : Io non ho paura Titolo : Io non ho paura Casa editrice : Einaudi e Mondadori Casa editrice : Einaudi e Mondadori Data di pubblicazione : 1° 2001 Einaudi, 2° 2005 Mondadori. Data di pubblicazione : 1° 2001 Einaudi, 2° 2005 Mondadori. Luogo : Torino Luogo : Torino

4 INTRODUZIONE In una piccola cittadella del sud un gruppo di amici, nellestate più calda mai vissuta, stanno per scoprire un atto compiuto dai loro stessi famigliari che cambierà la loro vita, ma soprattutto quella di Michele. In una piccola cittadella del sud un gruppo di amici, nellestate più calda mai vissuta, stanno per scoprire un atto compiuto dai loro stessi famigliari che cambierà la loro vita, ma soprattutto quella di Michele.

5 RIASSUNTO La vicenda si svolge in piena estate, più calda che mai, in una cittadina nel sud, tutta la storia si basa su un incontro inaspettato del protagonista, che avvenne per via di una scommessa tra loro amici, che consisteva nellentrare in una casa abbandonata. Uscito da essa trovò un buco coperto nel terreno, in cui Michele vide una gamba umana e si impaurì e scappò via, però in seguito tornò, si fece coraggio ed entrò ignaro di chi potesse essere quella gamba e allora vide un bambino malconcio e malnutrito. Nei giorni seguenti il bambino tornò nel buco per passare del tempo con il bambino e gli dava da mangiare e di seguito scoprì che era stato suo padre, con i suoi amici, a imprigionare il bambino per richiedere un riscatto alla sua famiglia. In seguito un suo compagno lo vide che sbirciava nel buco e così andò a raccontare dellaccaduto al padre che collaborava con quello del protagonista e così decisero di ammazzare il bambino rapito, ma Michele cercò di impedire il fatto a tutti costi, perchè lui lo riteneva come suo fratello e così alla fine il protagonista riuscì a salvare il bambino e a farlo ritrovare alla sua famiglia. La vicenda si svolge in piena estate, più calda che mai, in una cittadina nel sud, tutta la storia si basa su un incontro inaspettato del protagonista, che avvenne per via di una scommessa tra loro amici, che consisteva nellentrare in una casa abbandonata. Uscito da essa trovò un buco coperto nel terreno, in cui Michele vide una gamba umana e si impaurì e scappò via, però in seguito tornò, si fece coraggio ed entrò ignaro di chi potesse essere quella gamba e allora vide un bambino malconcio e malnutrito. Nei giorni seguenti il bambino tornò nel buco per passare del tempo con il bambino e gli dava da mangiare e di seguito scoprì che era stato suo padre, con i suoi amici, a imprigionare il bambino per richiedere un riscatto alla sua famiglia. In seguito un suo compagno lo vide che sbirciava nel buco e così andò a raccontare dellaccaduto al padre che collaborava con quello del protagonista e così decisero di ammazzare il bambino rapito, ma Michele cercò di impedire il fatto a tutti costi, perchè lui lo riteneva come suo fratello e così alla fine il protagonista riuscì a salvare il bambino e a farlo ritrovare alla sua famiglia.

6 TEMPO SPAZIO La storia narrata si svolge nel La storia è ambientata ad Acqua Traverse, una piccola città di campagna del sud Italia.

7 PERSONAGGI CARATTERISTICHE Michele ; Michele ; La Mamma ; La Mamma ; Il Padre ; Il Padre ; Il Bambino Rapito ; Il Bambino Rapito ; Felice Natale ; Felice Natale ; Lamico Del Padre ; Lamico Del Padre ; La Sorella ; La Sorella ; È un ragazzo generoso e disponibile È un ragazzo generoso e disponibile Si chiama Teresa è ha 30 anni Si chiama Teresa è ha 30 anni Protettivo verso il figlio Protettivo verso il figlio Bambino strappato dai genitori per un riscatto Bambino strappato dai genitori per un riscatto Amico di Michele Amico di Michele Complice del rapimento Complice del rapimento Piccola bambina che sta sempre con il fratello Piccola bambina che sta sempre con il fratello

8 TEMI AFFRONTATI I temi affrontati in questa storia sono tanti, per cui proverò a dirne alcuni AMICIZIA, tra il protagonista, i suoi amici ed il bambino ; AMICIZIA, tra il protagonista, i suoi amici ed il bambino ; COMPETIZIONE, in cui il protagonista deve entrare in una casa abbandonata per una scomessa con gli amici ; COMPETIZIONE, in cui il protagonista deve entrare in una casa abbandonata per una scomessa con gli amici ; SOLIDARIETA, che spinge il protagonista ad soccorrere il bambino imprigionato ; SOLIDARIETA, che spinge il protagonista ad soccorrere il bambino imprigionato ; ODIO, verso il padre e i suoi amici per il gesto disumano ; ODIO, verso il padre e i suoi amici per il gesto disumano ; Ed infine AMORE, inteo come sentimento fraterno; il protagonista lo nutre verso il bambino rapito. Ed infine AMORE, inteo come sentimento fraterno; il protagonista lo nutre verso il bambino rapito.

9 COMMENTO La vicenda mi è piaciuta, ma la cosa che mi ha particolarmente colpito è il fatto che Michele aiuti un bambino che non conosce, che non sappia chi sia e che è intrappolato in un buco oscuro, che cerchi di aiutarlo a tutti costi dopo che decidono di ucciderlo, per il fatto che si è affezionato a lui. La vicenda mi è piaciuta, ma la cosa che mi ha particolarmente colpito è il fatto che Michele aiuti un bambino che non conosce, che non sappia chi sia e che è intrappolato in un buco oscuro, che cerchi di aiutarlo a tutti costi dopo che decidono di ucciderlo, per il fatto che si è affezionato a lui.

10 CITAZIONI La parte che mi è più piaciuta è la parte in cui il bambino gioca a braccio di ferro con il padre cercando di batterlo, perché anch io, come lui, un tempo facevo così con il mio. La parte che mi è più piaciuta è la parte in cui il bambino gioca a braccio di ferro con il padre cercando di batterlo, perché anch io, come lui, un tempo facevo così con il mio.


Scaricare ppt "IO NON HO PAURA Autore : Niccolò Ammaniti Autore : Niccolò Ammaniti."

Presentazioni simili


Annunci Google