La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dipositive ed allegati sono scaricabili allindirizzo internet: dispense.idratools.org.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dipositive ed allegati sono scaricabili allindirizzo internet: dispense.idratools.org."— Transcript della presentazione:

1 Dipositive ed allegati sono scaricabili allindirizzo internet: dispense.idratools.org

2 I musei sono istituzioni culturali al servizio della collettività che hanno la finalità primaria di preservare mettere a disposizione del pubblico il proprio patrimonio mettere a disposizione non fa riferimento esclusivo allaccesso fisico ma alla capacità di essere soggetto attivo nella diffusione della conoscenza. Comunicazione museale

3 Lo svolgimento del processo di fruizione ha quindi: dimensione estetica dimensione cognitiva: conservazione della conoscenza creazione della conoscenza diffusione della conoscenza Comunicazione museale

4 Conservazione della conoscenza: ogni opera racchiude in sé molti rimandi di ordine: artistico sociale storico culturale relativi allautore, alla scuola di appartenenza, alla tecnica di esecuzione adottata, al soggetto raffigurato, al committente, allepoca, al messaggio che lartista intendeva veicolare Comunicazione museale

5 Creazione della conoscenza: il patrimonio informativo può essere accresciuto costantemente attraverso lazione interpretativa, frutto dellattività di studio e ricerca svolto dal personale del museo e dalla comunità scientifica. Comunicazione museale Input Output Opera posseduta Conoscenza sviluppata Personale Comunità scientifica Produzione di conoscenza

6 Diffusione della conoscenza: Scelta delle informazioni: cosa comunicare. La scarsità del tempo di fruizione impone una scrematura. Scelte degli strumenti: come trasmettere. Individuazione del media adatto. Scelta del target: a chi comunicare per calibrare contenuti e media. Comunicazione museale

7 Conoscenza sviluppata Conoscenza trasferibile Conoscenza selezionata Conoscenza trasmessa Tacita EsplicitaScelta del target Selezione delle informazioni Individuazione degli strumenti Naturali Testuali Simbolici Elettronici

8 I media a disposizione: I media naturali: personale di contatto con i visitatori Gli strumenti testuali: di supporto alla visita (didascalie, pannelli, ecc.) I messaggi simbolici: per lorientamento spaziale e cognitivo (segni, colori, ecc.) I supporti elettronici: integrano testi, simboli, immagini, suoni, animazioni ecc. Comunicazione museale

9 I media a disposizione, una ulteriore classificazione: a seconda della capacità di interagire con lutilizzatore Statici: pannelli, didascalie, segnaletica. Dinamici: Cd rom, internet. Alto grado dinterazione soggettività maggiore probabilità di acquisire informazioni utili componente ludica Comunicazione museale

10 I media a disposizione, una ulteriore classificazione: rapporto tra staticità ed interferenza Comunicazione museale Naturali Elettronici Testuali Simbolici Staticità Possibile distorsione

11 Il processo di apprendimento del visitatore. Comunicazione museale Scelta delle opere Scelta delle informazioni Ritenzione delle informazioni Conoscenza rilevata Conoscenza analizzata Conoscenza acquisita

12 Tecniche dindagine e stadi del processo di apprendimento: Scelta delle opere: indagini osservanti. Scelta delle informazioni: questionari e/o interviste. Grado di ritenzione delle informazioni: interviste telefoniche. Comunicazione museale

13 Una indagine sul campo. Campione: 4000 visitatori di musei statali. Canali dinformazione abitualmente adoperati: televisione, settimanali, quotidiani. Canali dinformazione specificatamente utilizzati: libri, guide turistiche. Luso di canali specifici delinea un costo aggiuntivo per il visitatore. E opportuno valutare una maggiore interazione con i media tradizionali. Comunicazione museale

14 Segnaletica esterna: E ritenuta insufficiente dal 25% degli intervistati per la sua mancanza. Segnaletica interna: L82,7% del pubblico presta grande attenzione alla segnaletica interna (segni convenzionali), con percentuali particolarmente alte per i visitatori con titolo di studio basso. Comunicazione museale

15 Comunicazione testuale: Didascalie: il 25% dei visitatori le ritiene poco o per niente soddisfacenti; La percentuale sale al 60% per il pubblico straniero. Pannelli informativi. Oltre il 20% li giudica poco o per niente soddisfacenti, percentuale molto più elevata per gli stranieri. Cartine, guide a stampe, pieghevoli. Particolarmente richieste da coloro con grado distruzione medio - basso, che in generale le apprezzano. Sembra essere necessario potenziare lofferta di supporti agili e costruiti essenzialmente su simboli. Comunicazione museale

16 Comunicazione verbale: Visite guidate: le categorie attente alla loro disponibilità sono ancora quelle di livello scolastico medio - basso. Il 70% ne è soddisfatto. Interazione con il personale di sala: solo il 40% ne fa ricorso. Tuttavia le risposte risultano essere soddisfacenti. soddisfacenti, percentuale molto più elevata per Comunicazione museale

17 Comunicazione elettronica: Utenti complessivamente favorevoli alle postazioni multimediali. Il 25% le ritiene però poco o per niente soddisfacenti. Lindagine ha escluso che le postazioni multimediali siano eccessivamente complicate. E necessario un loro migliore e più attento sfruttamento. Comunicazione museale

18 Limmagine dei musei: Metodologia: associazioni mentali. Oggetto: funzione attribuibile ai musei. Funzione sociale: piazza, scuola, tempio, officina/laboratorio. Funzione ludica: giocare, viaggiare, studiare, lavorare. Funzione relazionale: libro, film, videogioco, documentario. Funzione culturale: raccontare, insegnare, stimolare, stupire. Comunicazione museale

19 Limmagine dei musei: risultati. Funzione sociale: tempio oltre il 33% delle risposte. Implica una bassa funzione sociale. Delinea il rapporto individuale con la divinità. Funzione ludica: studio 46,5%. Percezione del divertimento medio bassa. Funzione relazionale: documentario 45,5%. Grado dinterattività medio basso. Funzione culturale: stimolare 33,5%. Il risultato appare sbilanciato in direzione di attività che richiedono un elevato impegno intellettuale. Comunicazione museale

20

21 Traiettorie di ricerca sulla domanda: Dimensione territoriale: offerta dinamica Dimensione educativa: info da veicolare Dimensione economica: gestione manageriale e possibilità di generare ricchezza Dimensione spaziale: comportamenti, percorso, tempi. Museo Visitatore

22 Comunicazione museale Oggetto e metodologia dindagine TraiettorieOggettoMetodologiaDimensione territoriale Visitatori e non visitatori residenti Questionari con o senza rilevatori Dimensione economica Museo e visitatori residenti e non Raccolta dati; questionari. Dimensione educativa Visitatori residenti e non Interviste a distanza di tempo Dimensione educativa Visitatori residenti e non Interviste a distanza di tempo


Scaricare ppt "Dipositive ed allegati sono scaricabili allindirizzo internet: dispense.idratools.org."

Presentazioni simili


Annunci Google