La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Trasformazioni di intensità Filtraggio spaziale 31/03/2010 Francesca Pizzorni Ferrarese.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Trasformazioni di intensità Filtraggio spaziale 31/03/2010 Francesca Pizzorni Ferrarese."— Transcript della presentazione:

1 Trasformazioni di intensità Filtraggio spaziale 31/03/2010 Francesca Pizzorni Ferrarese

2 Istogrammi Listogramma è la rappresentazione grafica della quantità di pixel presenti nellimmagine per ciascun livello di grigio. Lasse orizzontale X rappresenta i valori dei grigi. Lasse verticale Y rappresenta il numero di pixel per ogni livello.

3 Istogrammi (cont.) Listogramma fornisce una raffigurazione sintetica delle caratteristiche di luminosità dellimmagine, trascurando però ogni informazione relativa alla posizione dei singoli pixel. Provare con i grating orizzontale e verticale

4 Istogrammi - Equalizzazione Loperazione di equalizzazione ha lo scopo di ottenere per listogramma un andamento praticamente costante. Per fare ciò si sostituisce al valore x di livello di grigio un valore y dato dalla seguente trasformazione: dove T è il numero complessivo dei pixel dellimmagine, L è il valore massimo dei livelli di grigi N i è il numero di pixel che hanno un livello di grigio uguale a i, ovvero H(i)

5 Specifica di un istogramma Sometimes, histogram equalization does not produce the contrast or results that we expect. Consider the following example, taken from page 86 of Digital Image Processing, Using MATLAB, by Rafael C. Gonzalez,

6 Specifica di un istogramma

7 Alcune funzioni per la trasformazione di intensità Le elaborazioni nel dominio spaziale possono essere espresse come: g(x,y)= T[f(x,y)] essendo f limmagine di ingresso alla elaborazione, g quella di uscita e T un operatore su f, definito in un intorno di (x,y). La dimensione dellintorno di (x,y) definisce il carattere della elaborazione: puntuale(lintorno coincide con il pixel stesso); locale(per esempio una piccola regione quadrata centrata sul pixel); globale(lintorno coincide con lintera f).

8 Alcune funzioni per la trasformazione di intensità Il risultato di una elaborazione puntuale omogenea dipende solo dal valore del pixel cui è applicata, per cui tali elaborazioni vengono anche dette manipolazioni della scala dei grigio dei colori. Se invece il risultato dellelaborazione dipende anche dalla posizione del pixel nellimmagine, si parla di elaborazioni puntuali non omogenee. Alcune tipiche elaborazioni puntuali omogenee: Aggiunta o sottrazione di una costante a tutti i pixel (per compensare sotto o sovraesposizioni); Inversione della scala dei grigi (negativo); Espansione del contrasto; Modifica (equalizzazioneo specifica) dell'istogramma; Presentazione in falsi colori.

9 Alcune funzioni per la trasformazione di intensità - Negativo

10 Alcune funzioni per la trasformazione di intensità – Trasformazioni di potenza

11 Alcune funzioni per la trasformazione di intensità – Espansione del contrasto In alcune immagini com quelle da satellite i valori dei pixel occupano solitamente una parte limitata del possibile range di valori. Se i valori dei pixel sono quindi rappresentati nella loro forma originale, solo una piccola parte sarà visualizzata e quindi come risultato si avrà un'immagine a basso contrasto nella quale gli oggetti potranno apparire indistinguibili. La tecnica utilizzata per il miglioramento del contrasto consiste nell'applicazione di un algoritmo di trasformazione che permette di espandere l'intervallo dei livelli di grigio registrati nell'immagine originale, fino a coprire tutto l'intervallo dei valori possibili.

12 Alcune funzioni per la trasformazione di intensità – Espansione del contrasto

13 In questo tipo di stretch la funzione di trasformazione non è più una retta definita da un solo coefficiente angolare, ma è una spezzata. Questo tipo permette quindi di espandere e contrarre differenziatamentei livelli di grigio dell'immagine e quindi facilitare il contrasto in immagini con istogrammi plurimodali g=1./(1 + (m./(double(f) + eps)).^E)

14 Filtro Gaussiano


Scaricare ppt "Trasformazioni di intensità Filtraggio spaziale 31/03/2010 Francesca Pizzorni Ferrarese."

Presentazioni simili


Annunci Google