La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Caricamento …. Entra Storia del museo Ubicazione Struttura architettonica Analisi della struttura architettonica Opere maggiori.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Caricamento …. Entra Storia del museo Ubicazione Struttura architettonica Analisi della struttura architettonica Opere maggiori."— Transcript della presentazione:

1 Caricamento …

2 Entra

3 Storia del museo Ubicazione Struttura architettonica Analisi della struttura architettonica Opere maggiori

4 Storia del museo Il Solomon R. Guggenheim Museum di New York è uno dei più importanti musei al mondo nel campo dell'arte moderna e dell'arte contemporanea. Fa parte della Solomon R. Guggenheim Foundation, cui fanno capo anche il Guggenheim Museum Soho di New York e svariate istituzioni sparse per l'Europa (Venezia, Bilbao, Berlino...). Il Guggenheim Museum è ospitato nel famoso edificio progettato da Frank Lloyd Wright, vera e propria opera scultorea. Gran parte della notorietà del Guggenheim Museum è legata anche all'intensa attività espositiva. Le mostre abbracciano ogni campo della produzione artistica visiva del secolo, e si svolgono in parte nella sede del Guggenheim Museum SoHo. Agli spazi del Guggenheim molti autori devono gran parte della loro valorizzazione in terra americana e a livello internazionale.

5 Ubicazione

6 Struttura architettonica Riportiamo qui di seguito alcuni dei progetti di Wright del Guggenheim Museum Sezione sudProspetto nord

7 Struttura architettonica Pianta Visione frontale Riportiamo qui di seguito alcuni dei progetti di Wright del Guggenheim Museum

8 Riportiamo qui di seguito la struttura 3D degli interni del Guggenheim Museum

9 Analisi della struttura architettonica L’idea della spirale I primi schizzi elaborati da Wright per il Guggenheim mostrano uno spazio concepito su sei livelli, che partono da una pianta esagonale ruotante attorno a una corte centrale aperta. Se l’idea di realizzare un edificio a forma di spirale percorso da una rampa elicoidale fu immediata, Wright restò a lungo indeciso se essa dovesse essere discendente o scendente, optando infine per quest’ultima soluzione. L’edificio, in cemento bianco, si presenta come una spirale rovesciata composta da 4 anelli, coperta da una volta di vetro. La spirale interna, che poggia su una rotonda centrale, si eleva per 6 piani. Il museo va visitato partendo dall’alto: una serie di ascensori conduce all’ultimo piano, dal quale si inizia una graduale discesa camminando lungo una rampe lievemente inclinata. In ogni punto è possibile sporgersi dal parapetto della rotonda centrale e avere una visione complessiva dell’interno del museo. Un percorso dall’alto verso il basso

10 Un microcosmo di opere d’arte Le opere sono disposte lungo la parete esterna e nelle gallerie che si aprono a ogni piano, e sono illuminate dalla luce naturale proveniente sia dalla cupola centrale sia dalle aperture laterali. Secondo le intenzioni dell’architetto, tali aperture dovevano essere la fonte preminente di illuminazione, ma dopo la sua morte subirono alcune modifiche per motivi di spazio. Dal quarto piano è possibile accedere a una terrazza esterna dove è collocata una serie di sculture. La spirale a cono espanso verso l’alto è concepita come un microcosmo che coinvolge nella sua dinamica formale lo spettatore; d’altra parte la struttura condiziona lo spettatore, guidandolo a seguire un unico percorso. Nel 1990 si rese necessaria l’aggiunta di un nuovo edificio al corpo del museo. Progettata dallo studio Association Architects, che è basato su ipotesi disegnate dallo stesso Wright per un’eventuale espansione, la nuova “torre” rettangolare, posta sul retro è composta da 4 gallerie e di due piani di uffici. Il nuovo edificio di collega alla rotonda in modo discreto, senza alterare l’impatto scenografico della rampa principale. Un ampliamento in linea con la struttura

11 Critiche negative e positive Le prime reazioni di fronte al Guggenheim Museum furono contrastanti ma, in generale, negative. Si contestava l’imponenza dell’architettura rispetto alle opere della collezione; la scarsa flessibilità nell’ospitare oggetti diversi dai quadri e insieme la forte rottura nei confronti della tradizione museale che voleva lo spazio scandito in un numero ben definito di stanze. Inoltre, l’edificio si poneva polemicamente rispetto all’esterno, in stridente contrasto da un lato con gli altissimi grattacieli, dall’altro con il verde di Central Park. Oggi il giudizio è cambiato e il Guggenheim è considerato una sorta di testamento spirituale dell’architetto americano, nel quale egli ha applicato le sue ultime ricerche improntate su strutture geometriche essenziali, composte di intersezioni di rombi, cerchi, triangoli, poggianti su piante curvilinee o circolari.

12 Opere maggiori La collezione del museo è considerata una delle più belle del mondo, è divisa in tre sezioni principali: la Collezione Solomon R. Guggenheim vera e propria è costituita quasi interamente da arte non figurativa e comprende una raccolta senza pari di opere di Kandinskij, oltre ad opere di maestri moderni come Klee, Pablo Picasso, Georges Braque e Marc Chagall. la Collezione Justin K. Thannhauser, donata al museo nel 1976, consiste essenzialmente in opere di impressionisti e post-impressionisti, compresi Paul Cézanne ed Edouard Manet la terza sezione del Guggenheim Museum espone una raccolta di oltre 300 dipinti e sculture di minimalisti americani. Oltre alla collezione permanente, il museo ospita regolarmente mostre personali e miste di artisti contemporanei.

13 Marc Chagall Il violinista verdeIl violinista verde (1923)1923 Amedeo Modigliani Jean HebuterneJean Hebuterne (1919 circa)1919 Pablo Picasso Le Moulin de la GaletteLe Moulin de la Galette (1900)1900 Georges-Pierre Seurat Contadina seduta in un pratoContadina seduta in un prato (1883)1883 Vasily Kandinsky Tratti neriTratti neri (1913) Ovale rossoOvale rosso (1920)1920 ComposizioneComposizione (1923)1923 Alcuni cerchiAlcuni cerchi (1926)1926 Dolce salitaDolce salita (1934)1934 Le principali opere presenti nel museo sono le seguenti:

14 EEnciclopedia Multimediale Microsoft Encarta Plus EEnciclopedia multimediale “Rizzoli Larousse” EEnciclopedia “Universo” SSussidi di carattere generale PPortali web Eventuali approfondimenti si possono reperire ai seguenti indirizzi:  w  w  w


Scaricare ppt "Caricamento …. Entra Storia del museo Ubicazione Struttura architettonica Analisi della struttura architettonica Opere maggiori."

Presentazioni simili


Annunci Google