La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Fai clic per aggiungere del testo LA COMUNICAZIONE NON VERBALE NELL’ATTIVITA’ SPORTIVA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Fai clic per aggiungere del testo LA COMUNICAZIONE NON VERBALE NELL’ATTIVITA’ SPORTIVA."— Transcript della presentazione:

1 Fai clic per aggiungere del testo LA COMUNICAZIONE NON VERBALE NELL’ATTIVITA’ SPORTIVA

2 ABILITA’ DI LEADERSHIP La società moderna pretende che nel campo sportivo allenatori, dirigenti e arbitri siano sempre dei leader e “al top”. LEADERSHIP significa: dare agli altri un piano di lavoro, una organizzazione, una direttiva, avendo una visione delle possibilità e delle mete da raggiungere

3 ABILITA’ DI COMUNICAZIONE La comunicazione è un processo di scambio di informazioni e di influenzamento reciproco che avviene in un determinato contesto

4 Nella comunicazione troviamo:  un soggetto che trasmette i segnali (fonte)  un mezzo di comunicazione che conduce i segnali (canale verbale e non)  uno o più soggetti che ricevono i segnali (destinatario)

5 La comunicazione interpersonale avviene attraverso più canali: VERBALE VOCALE NON VERBALE

6 Il campo della comunicazione non verbale è comunemente organizzato in tre forme:  Linguaggio del corpo o cinetico  Relazioni spaziali o prossemiche  Metalinguaggio (modo di esprimere le parole)

7 IL LINGUAGGIO DEL CORPO  esprimere emozioni attraverso il viso, il corpo e la voce  comunicare atteggiamenti interpersonali  accompagnare e sostenere il discorso  presentare se stessi attraverso l’aspetto esteriore e in misura minore, attraverso la voce  comunicare segnali rituali: i segnali non verbali giocano un ruolo preminente nei saluti e in altre azioni rituali La comunicazione non verbale ha molte funzioni :

8 RELAZIONI SPAZIALI O PROSSEMICHE  ZONA INTIMA (da 0 a 50 cm)  ZONA PERSONALE (da 0,5 a 1,5 mt)  ZONA SOCIALE (da 1,5 a 3,5 mt)  ZONA PUBBLICA (da 5 mt)

9

10 IMPORTANZA DELLA COMUNICAZIONE NON VERBALE L’efficacia comunicativa dei tre canali (verbale, vocale, non verbale) è data dal:  7 –10 % dal contenuto (messaggio verbale)  % da elementi vocali (aspetti paralinguistici)  55 – 60% dalla gestualità (linguaggio del corpo)

11 CONFLITTI E CONFRONTI Gli stili da adottare in situazione di conflitto possono essere:  TARTARUGA  SQUALO  ORSACCHIOTTO  VOLPE  GUFO

12 Non conta ciò che si comunica, ma la reazione che si ottiene :

13

14 DI UNA COMUNICAZIONE  si sente il 50 %  si ascolta il 25 %  si comprende il 12,5 %  si crede il 6,25 %  si ricorda il 3,12 % ( fonte Martens 1984)


Scaricare ppt "Fai clic per aggiungere del testo LA COMUNICAZIONE NON VERBALE NELL’ATTIVITA’ SPORTIVA."

Presentazioni simili


Annunci Google