La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Persone con sindrome di Down al lavoro: un obiettivo possibile Monica Berarducci Associazione Italiana Persone Down www.aipd.it.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Persone con sindrome di Down al lavoro: un obiettivo possibile Monica Berarducci Associazione Italiana Persone Down www.aipd.it."— Transcript della presentazione:

1 Persone con sindrome di Down al lavoro: un obiettivo possibile Monica Berarducci Associazione Italiana Persone Down

2 La Associazione Italiana Persone Down Onlus (AIPD) è unassociazione nazionale di famiglie e di persone con sindrome di Down. Svolge attività di informazione, consulenza e promozione. Ad oggi è presente sul territorio nazionale con 45 sedi locali. CHI SIAMO

3 RICONOSCIMENTO DELLIDENTITÀ ADULTA: una premessa Laspettativa di vita: 62 anni Gli adulti in Italia: persone con sindrome di Down (circa con più di 18 anni)

4 Il corso di educazione allautonomia Unesperienza importante nel percorso verso il divenire adulti Autonomia prerequisito per il lavoro, indispensabile per linserimento sociale Nato nel 1989 a Roma, ora in circa 30 città, per acquisire autonomie sociali utili nella vita fuori casa e sviluppare maggiore consapevolezza di sé Lavora su saper fare : acquisire nuove competenze saper essere: sviluppare la propria identità di giovane/adulto

5 La situazione…

6 Non tutte le persone con la SD sono in grado di esprimere una capacità produttiva o di inserirsi facilmente nel libero mercato Nelluniverso delle persone con la SD adulte: -una parte è inseribile al lavoro in azienda -una parte si può esprimere e realizzare in un contesto di lavoro protetto -una parte ha bisogno invece di risposte assistenziali adeguate … Anche se non va dimenticato che:

7 Nel 1992 una ricerca individua alla base del successo dei primi inserimenti: lautonomia dei lavoratori formazione in situazione collocamento mirato Per questo lAssociazione se da una parte ha concentrato i suoi sforzi nel promuovere lautonomia degli adolescenti e dei giovani con SD, dallaltra ha cercato di stimolare nuove assunzioni proprio con questo spirito. Le esperienze ci dicono …

8 Nel 1993 si avvia a Roma una collaborazione AIPD - McDonalds. I primi temi affrontati insieme sono stati: –La selezione dei potenziali lavoratori Riemerge lautonomia (pulizia e cura della persona e degli abiti, autonomia nel recarsi sul posto di lavoro, capacità di chiedere aiuto in caso di difficoltà, capacità di eseguire istruzioni) –Organizzazione del lavoro Part-time Pause e turni settimanali fissi Formazione sul posto di lavoro Uniforme Gerarchie chiare Alcune considerazioni dallesperienza dellAIPD …

9 Gli elementi alla base del successo Lorganizzazione del lavoro Part-time Pause e turni settimanali fissi Formazione sul posto di lavoro Uniforme Gerarchie chiare Non è particolarmente significativa la tipologia dei lavori svolti che è prevalentemente indotta dalle caratteristiche del mercato del lavoro, quanto piuttosto lorganizzazione del lavoro: MANSIONI SEMPLICI E BEN ORGANIZZATE CHIAREZZA DEL SISTEMA GERARCHICO E DEI RUOLI CONSIDERAZIONE DEL LAVORATORE CON SD COME TALE

10 Protocollo per linserimento lavorativo: le azioni necessarie Nel 2002 lAIPD a livello nazionale ha avviato lOsservatorio sul mondo del Lavoro: Informazione delle famiglie e degli interessati sui diritti e le agevolazioni previste dalle leggi Accompagnamento delle famiglie nella presa di coscienza di che cosa vuol dire andare a lavorare, che vuol dire essere adulti Percorso educativo con i giovani con sD nella comprensione del ruolo di lavoratore

11 LORIENTAMENTO E LA FORMAZIONE PRE-LAVORATIVA: quali obiettivi Esame dei bisogni, delle difficoltà e dei problemi: Le relazioni I comportamenti La percezione di sé e del proprio ruolo La motivazione … e poi… La mansione La prestazione Imparare a lavorare Imparare un lavoro ?

12 Affrontare il tema del lavoro vuol dire innanzitutto riconoscere il loro essere adulti non esiste inserimento senza formazione...ma la formazione non è solo apprendimento di mansioni bisogna imparare a lavorare e poi imparare un lavoro RICONOSCIMENTO DELLIDENTITÀ ADULTA: costruire un percorso Imparare a lavorare Imparare uno specifico lavoro Riconoscersi e comportarsi da adulto

13 Percorso educativo teorico-pratico di gruppo finalizzato: Allacquisizione dellidentità adulta e alla comprensione del ruolo lavorativo Allo sviluppo di tutte le capacità sociali che rappresentano i prerequisiti utili per inserirsi nel mondo del lavoro ed acquisire un bagaglio di consapevolezza lavorativa Alla conoscenza e al confronto con il mondo del lavoro (regole, gerarchie, ecc.) Alla transizione dalle aspettative al progetto professionale personale Alla preparazione ai colloqui di lavoro LORIENTAMENTO E LA FORMAZIONE PRE-LAVORATIVA: che cosa ?

14 … le azioni … Costruzione di profili personali e curriculum (valutazione e selezione) Informazione e sensibilizzazione delle aziende sulla sD Individuazione aziende disponibili e presentazione candidature Segnalazione di un posto disponibile Individuazione, da parte dellAIPD, di un possibile candidato: collocamento mirato

15 … le azioni … Incontro di selezione presso lazienda Accompagnamento nella definizione del rapporto di lavoro Tirocinio formativo, finalizzato allassunzione … Sostegno allinserimento nei primi mesi (tutoraggio e/o monitoraggio a seconda del progetto personale) Monitoraggio del servizio nei primi anni Disponibilità a consulenze per azienda, lavoratori e famiglie senza limiti di tempo

16 SUL POSTO DI LAVORO: il tutoraggio Obiettivi: Supportare il lavoratore nella comprensione delle regole del luogo di lavoro e nellapprendimento delle mansioni Aiutare lazienda e i colleghi nellindividuazione delle mansioni e nellacquisizione delle modalità di formazione e di relazione più adeguate

17 Modalità La presenza sul posto di lavoro di un educatore (tutor) dellAIPD Incontri individuali e di gruppo tra il lavoratore e il tutor al di fuori del posto di lavoro SUL POSTO DI LAVORO: il tutoraggio NB: Il tutor funge da mediatore e la sua presenza si riduce progressivamente nel tempo

18 Obiettivi Verificare il percorso mantenendo e consolidando i risultati Rilevare cambiamenti, individuarne le cause e proporre strategie di soluzione Valutare lefficacia del percorso e lefficienza del lavoratore Orientare e promuovere azioni future Modalità Colloqui diretti e/o telefonici con il datore di lavoro, i colleghi, il lavoratore, la famiglia Osservazioni sul posto di lavoro SUL POSTO DI LAVORO: il monitoraggio

19 Persone con disabilità intellettiva al lavoro. Metodi e strumenti per lintegrazione. Metodi e strumenti per lintegrazione. Erickson 2009 Anchio lavoro: tra esperienze e buone prassi Quaderno AIPD Linserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down. Informazioni utili per aziende, lavoratori e famiglie. Quaderno AIPD Quaderno AIPD n. Quaderno AIPD Sito web AIPD Per approfondire:


Scaricare ppt "Persone con sindrome di Down al lavoro: un obiettivo possibile Monica Berarducci Associazione Italiana Persone Down www.aipd.it."

Presentazioni simili


Annunci Google