La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Laboratorio di Documentazione - Progetti di Ricerca - Dott.ssa Maria Teresa Chiaravalloti - ICAR – CNR Dott.ssa Maria Teresa Guaglianone – ITC – CNR 6'

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Laboratorio di Documentazione - Progetti di Ricerca - Dott.ssa Maria Teresa Chiaravalloti - ICAR – CNR Dott.ssa Maria Teresa Guaglianone – ITC – CNR 6'"— Transcript della presentazione:

1 Laboratorio di Documentazione - Progetti di Ricerca - Dott.ssa Maria Teresa Chiaravalloti - ICAR – CNR Dott.ssa Maria Teresa Guaglianone – ITC – CNR 6' Incontro ISKO Italia - Firenze, 20 maggio 2013

2 aprile 1996 – viene istituito come struttura di ricerca del Dipartimento di Linguistica dellUniversità della Calabria dicembre 2003 – diventa Centro di Eccellenza per la sperimentazione di sistemi di formazione interattiva a distanza nel campo dellEconomia e Gestione della Conoscenza dicembre 2006 – viene deliberata la costituzione di una Unità di ricerca del Dipartimento Sistemi di Produzione, oggi Dipartimento di Ingegneria, ICT e tecnologie per lenergia e i trasporti del CNR dicembre 2012 – diventa Unità Operativa dellIstituto di Informatica e Telematica di Pisa 2 Laboratorio di Documentazione Laboratorio di Documentazione – Progetti di Ricerca

3 3 I Progetti recenti ( ) Programma Operativo Nazionale - Ricerca e Competitività Smart Cities Inmoto - Servizi e applicazioni per un sistema di creazione, certificazione, organizzazione, monitoraggio e promozione dellOfferta Turistica e Culturale in sinergia con un nuovo modello strategico di Destination Management Organization ed una piattaforma real time di supporto alla Mobilità Turistica Smart Health - Sanità digitale, sistemi di codifica delle informazioni sanitaria e telemedicina Sp4C3 - Attività a supporto della costituzione del Fascicolo del Cittadino in relazione alla realizzazione dellAnagrafe Nazionale della Popolazione Residente Committente: MIUR

4 Programma Operativo Nazionale - Ricerca e Competitività Smart Cities CLIPS - (Clinical Pathways & Sicurezza) si propone di applicare strumenti innovativi di ICT alla gestione del rischio clinico, con un approccio orientato allesecuzione di percorsi diagnostico-assistenziali formalizzati efficaci e sicuri Pegasus - Preserving and Ensuring an open Government for a smart Access to Scientific and cUltural Sources. Metodologie e modelli per la conservazione di lungo periodo della memoria digitale Laboratorio di Documentazione – Progetti di Ricerca 4 I Progetti recenti ( ) Committente: MIUR

5 Laboratorio di Documentazione – Progetti di Ricerca 5 I Progetti recenti ( ) Digital Libraries - Metodologie per la digitalizzazione del patrimonio storico, valorizzazione e conservazione della produzione scientifica nazionale e gestione efficiente di repository documentali Committente: MIUR Cl.Au.D.Io - Applicativo software open source capace di operare una classificazione automatica o semiautomatica dei documenti, registrati in un sistema di protocollo informatico, ed integrabile nella maggior parte dei prodotti attualmente in uso nelle PA Committente: PCM + privati InFSE - Applicazioni a supporto dellinteroperabilità delle soluzioni di FSE Committente: PCM Pro.De - Analisi e modellazione dei flussi documentali e dei procedimenti delle PAL Committente: FBK

6 Laboratorio di Documentazione – Progetti di Ricerca 6 I Progetti recenti ( ) Thesaurus italiano dei materiali da costruzione - realizzazione di un thesaurus in lingua italiana per il settore delledilizia quale sistema di riferimento per lorganizzazione della conoscenza di dominio a livello nazionale Committente: Regione Calabria e Regione Lombardia InnovANCE – creazione di una banca dati di libero di accesso contenente codici e descrizioni dei prodotti da costruzione e tutte le informazioni utili alla filiera delle costruzioni, realizzando il primo database nazionale delledilizia Committente: Industria 2015, Ministero dello Sviluppo Economico EDILMAP - mappatura, descrizione e certificazione delle competenze acquisite e maturate tramite l'esperienza e, quindi, sviluppate in sistemi di apprendimento soprattutto informali e non formali, non legati ai percorsi di formazione usuali, attraverso lapplicazione della metodologia CommonKADS (metodologia per la formalizzazione della conoscenza

7 I sistemi di codifica nellera delle-Health: traduzione ed implementazione di LOINC ® in Italia Dott.ssa Maria Teresa Chiaravalloti Tecnologo ICAR - CNR 6' Incontro ISKO Italia - Firenze, 20 maggio 2013

8 Sistemi standardizzati di rappresentazione della conoscenza di ambito biomedico -Sistemi di codifica -Sistemi di classificazione Standard di codifica e descrizione di indagini diagnostiche per garantire linteroperabilità semantica allinterno del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) I sistemi di codifica nellera dell'e-Health: traduzione ed implementazione di LOINC in Italia 8 Il contesto

9 Sistema di codici e nomi universali per lo scambio e la condivisione di dati clinici e di laboratorio I sistemi di codifica nellera dell'e-Health: traduzione ed implementazione di LOINC in Italia 9 Logical Observation Identifiers Names and Codes Lo standard

10 Le motivazioni Specifiche tecniche del Tavolo permanente di Sanità Elettronica del Dipartimento per la Digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e lInnovazione Tecnologica hanno reso obbligatori alcuni codici LOINC per lidentificazione univoca delle sezioni dei documenti sanitari in formato elettronico CDA HL7, ma opzionali per la codifica delle indagini diagnostiche Frammentazione della situazione italiana di settore Utilizzo di convenzioni fortemente localizzate – ostacolano il flusso di informazioni interoperabili – limitano lutilizzo di applicazioni informatiche I sistemi di codifica nellera dell'e-Health: traduzione ed implementazione di LOINC in Italia 10

11 Stato dellarte I sistemi di codifica nellera dell'e-Health: traduzione ed implementazione di LOINC in Italia 11 Nomenclatore Tariffario Regione Piemonte Ciclosporina

12 Perché LOINC? I sistemi di codifica nellera dell'e-Health: traduzione ed implementazione di LOINC in Italia 12 Elevato livello di dettaglio nellidentificazione dei test Risultati comprensibili e quindi riutilizzabili Dati codificati per Clinical Decision Support e pianificazione amministrativa delle strutture sanitarie

13 LOINC: caratteristiche e funzionalità I sistemi di codifica nellera dell'e-Health: traduzione ed implementazione di LOINC in Italia 13 2 sezioni principali: Laboratory LOINC e Clinical LOINC LOINC 2.42 ( ): più di codici Più di utenti in 149 Paesi nel mondo Traduzioni in 9 lingue e 18 varianti linguistiche Distribuito gratuitamente in release semestrali, insieme a LOINC Users Guide e RELMA ®, software di ricerca e mapping

14 I sistemi di codifica nellera dell'e-Health: traduzione ed implementazione di LOINC in Italia 14 : : : : : : Progressivo univoco con check digit finale Sostanza o entità misurata, valutata o osservata Attributo dellanalita, relativo allunità di misura Intervallo di tempo in cui losservazione o la misurazione è effettuata Tipo di campione su cui losservazione è effettuata Scala di misurazione Metodica di realizzazione del test :Glucosio:MCnc:Pt:Urine:Qn:Test strip LOINC: caratteristiche e funzionalità

15 LOINC Italiano I sistemi di codifica nellera dell'e-Health: traduzione ed implementazione di LOINC in Italia 15 Part based translational approach: un algoritmo genera automaticamente la traduzione di tutti i termini del database a partire dalla traduzione delle parti atomiche che li compongono

16 Risultati I sistemi di codifica nellera dell'e-Health: traduzione ed implementazione di LOINC in Italia 16 LOINC 2.34 RELMA 5.0 (Dec 2010) LOINC 2.36 RELMA 5.3 (Jun 2011) LOINC 2.37 RELMA 5.4 (Dec 2011) LOINC 2.41 RELMA 5.9 (Dec 2012) Parti atomiche tradotte Sinonimi tradotti/aggiunti Codici LOINC tradotti

17 Caso applicativo I sistemi di codifica nellera dell'e-Health: traduzione ed implementazione di LOINC in Italia 17 Implementazione di LOINC allinterno dei laboratori scelti per la fase di testing Realizzata tramite operazioni di mapping, che mirano a stabilire corrispondenze univoche tra i codici locali ed i codici LOINC 1256 esami locali % mappati VS 17% non mappati 83% mappati VS 17% non mappati 69% corretti

18 Riflessioni conclusive e prospettive di ricerca I sistemi di codifica nellera dell'e-Health: traduzione ed implementazione di LOINC in Italia 18 LOINC permette di identificare informazione clinica in maniera precisa e puntuale e effettuare un controllo dettagliato della spesa sanitaria Sanità moderna, informatizzata ed interoperabile Terza fase del progetto CNR InFSE: sperimentazione di LOINC allinterno dellinfrastruttura tecnologica nazionale di FSE PRIN in collaborazione con la Facoltà di Farmacia e Scienze della Nutrizione e della Salute dellUniversità della Calabria

19 6' Incontro ISKO Italia - Firenze, 20 maggio 2013 MNEMO Una metodologia combinata per lacquisizione e la modellizzazione della conoscenza delle organizzazioni Maria Teresa Guaglianone ITC-CNR

20 La conoscenza in azienda MNEMO. Una metodologia combinata per lacquisizione e la modellizzazione della conoscenza delle organizzazioni 20 Necessità di preservare e rendere condivisibili tali conoscenze e competenze Risorsa strategica non sempre esplicita e concretizzata in documenti Conoscenza tacita frutto dellesperienza e spesso più difficile da individuare, esplicitare e condividere ai fini della valorizzazione attraverso il riutilizzo

21 Oggetto e obiettivi MNEMO. Una metodologia combinata per lacquisizione e la modellizzazione della conoscenza delle organizzazioni 21 Oggetto natura, ruolo e modalità di creazione della conoscenzaconoscenza tacita coinvolta nelle attività umanemetodologie di analisi, acquisizione e modellizzazione Obiettivo Definizione di un metodo di acquisizione e modellizzazione della conoscenza aziendale a fini di knowledge management Corporate Memory fruibilità, condivisione, valorizzazione

22 Perché una nuova metodologia MNEMO. Una metodologia combinata per lacquisizione e la modellizzazione della conoscenza delle organizzazioni 22 Potenziale utilizzabilità e innovatività di una metodologia combinata 1. Esigenza di capitalizzazione della conoscenza aziendale 2. Assenza di una metodologia dedicata al knowledge management 3. Adattamento di metodologie ereditate dal Knowledge Engineering

23 Nuova metodologia: MNEMO MNEMO. Una metodologia combinata per lacquisizione e la modellizzazione della conoscenza delle organizzazioni 23 Metodology for kNowledgE acquisition and MOdelling Approccio che origina dalla combinazione di due metodi esistenti (CommonKADS e MASK), analizzati e valutati sulla base della loro applicazione in domini reali, per giungere allo status di metodo completo di capitalizzazione della conoscenza Collaborazione con: Laboratoire Tech-CICO (Technologies pour la Coopération, lInteraction et les Connaissances dans les collectifs) de lUniversité de Technologie de Troyes

24 MNEMO. Una metodologia combinata per lacquisizione e la modellizzazione della conoscenza delle organizzazioni 24 Nuova metodologia: MNEMO Comparazione applicativa di due tra gli standard maggiormente diffusi, CommonKADS e MASK, combinati in un unico approccio sinergico MNEMO ANALISI COMPARATIVA confronto sulla base della letteratura esistente valutazione attraverso lesame dei risultati ottenuti nel corso di applicazioni degli standard citati, in progetti di capitalizzazione della conoscenza condotti presso lUTT, in differenti domini Evitare il rischio di una teorizzazione astratta Garantire un livello minimo di fattibilità ed applicabilità ANALISI COMPARATIVA confronto sulla base della letteratura esistente valutazione attraverso lesame dei risultati ottenuti nel corso di applicazioni degli standard citati, in progetti di capitalizzazione della conoscenza condotti presso lUTT, in differenti domini Evitare il rischio di una teorizzazione astratta Garantire un livello minimo di fattibilità ed applicabilità

25 MNEMO. Una metodologia combinata per lacquisizione e la modellizzazione della conoscenza delle organizzazioni 25 Nuova metodologia: MNEMO Oggetto finale caratterizzato dalla multimedialità e ipertestualità senza escludere la dimensione della rappresentazione formale (RDF, XML e Ontologie) Uso complementare dellapproccio ascendente e di quello discendente di acquisizione e modellizzazione Coinvolgimento attivo degli esperti attraverso la co-costruzione dei modelli che ne organizzano e rappresentano la conoscenza Ridefinizione dei modelli al fine di renderli intellegibili allutenza finale Possibilità di aggiornamento costante della conoscenza acquisita

26 MNEMO. Una metodologia combinata per lacquisizione e la modellizzazione della conoscenza delle organizzazioni 26 MNEMO: sperimentazione in azienda Oggetto della sperimentazione: Progetto di acquisizione e modellizzazione della conoscenza aziendale Obiettivi: Verificare la validità delle linee guida di MNEMO Valutare lapproccio metodologico lato knowledge manager Perfezionare le soluzioni proposte Output della sperimentazione: Organizzazione della conoscenza in una Corporate Memory

27 MNEMO. Una metodologia combinata per lacquisizione e la modellizzazione della conoscenza delle organizzazioni 27 Riflessioni conclusive Valutazione supporto fornito dalle linee guida di MNEMO Combinazione di una strategia top-down e bottom-up e utilizzo dei modelli generici di tipi di task individuazione del tipo di conoscenza da acquisire, in quanto i generic models hanno fornito una guida per filtrare la conoscenza rilevante Ridefinizione del conceptual modelling language identificazione in maniera agevole di quali elementi di conoscenza inserire nei knowledge models e in che modo collegare in maniera logica fra loro questi elementi

28 MNEMO. Una metodologia combinata per lacquisizione e la modellizzazione della conoscenza delle organizzazioni 28 Prospettive di ricerca Potenziamento delle strategie di aggiornamento della conoscenza Proposta di keywords da associare agli elementi di conoscenza definiti nelle schede evento Aggiornamento modello delle attività e modello della conoscenza di dominio

29 Grazie per lattenzione 6' Incontro ISKO Italia - Firenze, 20 maggio 2013


Scaricare ppt "Laboratorio di Documentazione - Progetti di Ricerca - Dott.ssa Maria Teresa Chiaravalloti - ICAR – CNR Dott.ssa Maria Teresa Guaglianone – ITC – CNR 6'"

Presentazioni simili


Annunci Google