La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Smettere di fumare è difficile in quanto ci troviamo di fronte ad una dipendenza. Nel fumo di tabacco è contenuta infatti la nicotina, in grado di indurre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Smettere di fumare è difficile in quanto ci troviamo di fronte ad una dipendenza. Nel fumo di tabacco è contenuta infatti la nicotina, in grado di indurre."— Transcript della presentazione:

1

2 Smettere di fumare è difficile in quanto ci troviamo di fronte ad una dipendenza. Nel fumo di tabacco è contenuta infatti la nicotina, in grado di indurre dipendenza. Oggi si definisce sostanza psico attiva cioè in grado di modificare il comportamento del fumatore. Dalle statistiche risulta che circa il 50% dei fumatori desidera smettere.

3 Dimensioni del problema II 26% degli italiani si dichiara fumatore (31,1% Maschi 22,3% Femmine) II maggior numero di fumatori è concentrato nella di età tra i anni (37,8% Maschi 29,8 Femmine) Gli ex fumatori sono il 15,5% (21,9% Maschi 9% Femmine) Coloro che non hanno mai fumato sono il 58,3% (47% Maschi 68,7% Femmine) II 37,1% dei fumatori dichiara di aver tentato di smettere di fumare (39,5% Maschi 34% Femmine)

4 Oggi il TABAGISMO non si considera abitudine bensì PATOLOGIA CRONICA e come tale deve essere trattata.

5 Tabagismo Disturbo del comportamento complesso e multidimensionale Ruolo centrale della dipendenza da nicotina, sostanza dai molteplici effetti cerebrali e periferici Modificazioni psicobiologiche persistenti Influenza degli stimoli ambientali Interazione tra Ambiente e Psicobiologia del fumatore

6 la NICOTINA è classificata tra le sostanze PSICOATTIVE poiché controlla le risposte emozionali dellindividuo attraverso la liberazione di neurotrasmettitori a livello cerebrale nel SISTEMA LIMBICO parte embriologicamente piu antica del cervello SEDE emozioni primarie sistema motivazionale

7 Dove agisce la Nicotina? La Nicotina agisce sul Sistema limbico (sede delle emozioni primarie: la parte embriologicamente più antica del cervello). Il sistema limbico comprende: Ipotalamo Amigdala Ippocampo Circonvoluzione del cingolo Fornice

8 LA NICOTINA SISTEMA LIMBICO SEDE DEL SISTEMA MOTIVAZIONALE Per superare questa dipendenza occorre far leva sul circuito motivazionale in quanto la motivazione è fondamentale per modificare il comportamento nei confronti del fumo.

9 Si può rafforzare la motivazione attraverso laccrescimento della consapevolezza che non può prescindere da una corretta informazione sulle: - COMPONENTI DEL FUMO DI TABACCO - EFFETTI SULLA SALUTE - BENEFICI DELLO SMETTERE

10 Dipendenza (OMS)lo stato psichico ed eventualmente fisico derivante dall'interazione di un farmaco con l'organismo. E' caratterizzata da modificazioni comportamentali e da altre reazioni e dal bisogno di assumere il farmaco stesso in maniera continua o periodica per ottenere gli effetti psichici che esso provoca e per evitare il malessere da privazione.

11

12 Centro del piacere Circuito emotivo-motivazionale SISTEMA MESOLIMBICO DOPAMINERGICODopamina Sensazione di piacere Amigdala MEMORIA DELLE EMOZIONI Risposte emozionali individuo SISTEMA SISTEMAMOTIVAZIONALE DISTURBO DEL COMPORTAMENTO NICOTINA SISTEMA LIMBICO

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22 MODALITA DI DISSUASEFAZIONE AL FUMO SENZA AIUTO ESTERNO: Cessazione immediata smettere di fumare da solo (90% dei fumatori) Riduzione graduale Counseling del medico di medicina generale

23

24 Corsi per smettere di svolgono nei tre ambiti territoriali di: Ravenna - Lugo - Faenza Sono condotti da operatori del Dipartimento di Sanità Pubblica, Medici, Psicologi, Assistenti Sanitarie, Dietista. Sono corsi di gruppo di Auto-aiuto di tipo cognitivo comportamentali

25 PERNO del trattamento e la solidarietà fornita dal gruppo dei partecipanti NEI CORSI il fumatore apprende un METODO attraverso il quale riflette nel proprio modo di fumare (come fuma, perché fuma, quanto fuma) Da questa autosservazione acquisisce una miglior consapevolezza sul proprio comportamento. Il fumatore infatti ha perso il controllo nel comportamento nei riguardi del fumo. Siamo di fronte ad una vera e propria dipendenza in quanto non è piu lindividuo che decide di fumare bensì la sostanza che autoregola lassunzione.

26 motivazione Per uscire da questa dipendenza è importantissima la motivazione – la buona ragione per mettere in grado di modificare il comportamento cognitivo comportamentale ormai consolidato e utilizzato nei centri è articolato in fasi IL METODOdei CORSI 4

27 FASI DEL PROGRAMMA DI DISASSUEFAZIONE PREPARAZIONE 1°- 4° incontro SOSPENSIONE MANTENIMENTO VERIFICHE 2°-5°-8° -12° mese dalle 24 ore

28 OBIETTIVI: crescita della motivazione (ogni individuo costruisce le ragioni per cui cambiare un comportamento) consapevolezza circa le modalità del fumare diminuzione della dipendenza fisica da nicotina STRUMENTO: diario comportamentale PREPARAZIONE ( 1 ° - 4° incontro)

29 OBIETTIVO: ottenere l'astensione totale dalle sigarette programmate per le 24 ore precedenti il 5° incontro SOSPENSIONE

30 OBIETTIVO - PREVENIRE LE RICADUTE ATTRAVERSO: acquisizione di tecniche utili al superamento della crisi d'astinenza ridefinizione degli stimoli ambientali che innescano il comportamento del fumo individuazione dei principali meccanismi psicologici, alibi che possono favorire le ricadute individuazione dell'azione sostitutiva e dell'autoricompensa (favorire modi, stili, compiti e modalità alternative di gratificazione) gestione degli eventuali insuccessi MANTENIMENTO

31 OBIETTIVI: valutazione» dellefficacia terapeutica prevenzione delle ricadute (attraverso sedute di rinforzo) VERIFICHE (2°-5°-8°-12° mese dalle "24 ore")


Scaricare ppt "Smettere di fumare è difficile in quanto ci troviamo di fronte ad una dipendenza. Nel fumo di tabacco è contenuta infatti la nicotina, in grado di indurre."

Presentazioni simili


Annunci Google