La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sarajevo, 16 Ottobre 2008. L'istituzione di questa Unità è frutto di una precisa strategia dell'Italia nella regione e completa un network di unità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sarajevo, 16 Ottobre 2008. L'istituzione di questa Unità è frutto di una precisa strategia dell'Italia nella regione e completa un network di unità"— Transcript della presentazione:

1 Sarajevo, 16 Ottobre 2008

2

3 L'istituzione di questa Unità è frutto di una precisa strategia dell'Italia nella regione e completa un network di unità analoghe create a Belgrado e Tirana. LUnità per gli Affari Europei (EU Desk) è stata costituita nellottobre del Il network in questione consente alla Cooperazione Italiana di fornire un supporto di tipo transnazionale che si inserisce pienamente nel framework dei Programmi finanziati dall'Unione Europea.

4 LIdea di creare questa Unità nasce dalla necessità di: Rispondere alle esigenze di istituzioni/enti italiani che si muovono nel contesto dei BO, e degli attori locali. Gestire in modo più armonico le iniziative nellambito dei principali Programmi UE in BiH. Favorire lutilizzo dei fondi ed accelerare, da ultimo, la fase di pre- adesione.

5 Avviato servizio consulenza per attori italiani della cooperazione allo sviluppo in BiH; Formazione: Collaborazione con le Università al fine di promuovere le tematiche dellintegrazione europea (Progetto Giornalistico e Moduli Master Mostar); Collaborazione con le Unità analoghe di Belgrado e Tirana, vista la natura regionale dei finanziamenti comunitari (progetto InCE); Primi contatti con enti/istituzioni locali (DEI), EU (Delegazione CE), donors (agenzie di sviluppo); Primi contatti con attori locali e italiani coinvolti in progetti di cooperazione (INTERREG – raccolta schede e mappatura progetti); Attività di informazione sulle tematiche legate allintegrazione e al nuovo strumento IPA (newsletter, seminari, workshop, donors meetings); Elaborazione dei primi contenuti per la sezione EU Desk del sito internet dellUTL di Sarajevo (lancio ufficiale: febbraio 2008).

6

7 Assicura la presenza italiana alle riunioni di coordinamento tra donatori e agli incontri col Governo bosniaco; Fornisce supporto agli attori italiani e locali per partecipazione a bandi IPA; Informa e raccorda – attraverso la promozione di partenariati e progetti di cooperazione – le istituzioni italiane e locali che intendono lavorare sul territorio della BiH, in modo da ottimizzare lutilizzo dello strumento IPA ( ); Svolge attività di: 1. 1.Informazione (es.: veicola info su bandi europei – settore, tempistica, procedure di gara – tra gli attori coinvolti; sito internet e pubblicazioni); 2. 2.Formazione (es.: organizzazione e/o partecipazione a seminari formativi, workshop e conferenze su principali settori o tipologie di finanziamento dei bandi di gara CE); 3. 3.Networking (es.: supporto nellindividuazione di partner locali idonei a partecipare a potenziali partenariati, facilita scambio di info su modalità di partecipazione ai tender europei e formazione di consorzi).

8

9 Progetti ATTORI ITALIANI ATTORI LOCALI MAE Delegazione CE in BiH DEI

10

11 Raccolta informazioni su: 1) 1)attori italiani e bosniaci; 2) 2)progetti; 3) 3)esigenze/richieste; 4) 4)livello conoscenza strumento IPA; Favorire sinergie tra diversi attori; Individuazione partners > promozione e creazione di partenariati; Implementare attività EU Desk (AT, networking, formazione, informazione). Utilizzo dati ottenuti: Creazione database per gli attori interessati ai bandi CE. Implementazione attività EU Desk (AT, networking, formazione, informazione). Sviluppo nuove iniziative.

12 1. 1.Ambiti di interesse 2. 2.Conoscenza strumenti europei di finanziamento 3. 3.Partecipazione incontri (in)formativi su IPA

13 1. 1.Grande interesse attori italiani e bosniaci per IPA Principali settori di intervento…

14 2. 2.Livello di conoscenza strumento IPA 3. 3.Disponibilità a partecipare ad incontri (in)formativi su IPA

15 Il Manualetto sui Programmi Comunitari ( ) attivi in BiH, realizzato dallUnità per gli Affari Europei (EU Desk), è inteso come strumento utile e fruibile destinato alle istituzioni ed enti italiani/bosniaci interessati a partecipare ai Programmi in questione e, conseguentemente, a facilitare la creazione di partnerships di livello con le rispettive controparti, allo scopo di elaborare progetti competitivi in vista delle prossime calls for proposals del Programma IPA.

16

17

18 Necessità di un incontro informativo su IPA Implementazione dei 3 pilastri EU Desk Concretizzazione Questionario Maggiore visibilità DEI Risposta alle esigenze/richieste degli attori coinvolti

19 DESTINATARI Attori italiani interessati a partecipare ai bandi lanciati dalla CE (Questionario); Partners locali > NO esperienza diretta gestione fondi UE > maggiori informazioni sulle opportunità esistenti; Enti/istituzioni locali (es. Programma Twinning); Delegazione della CE in BiH; Direzione per lIntegrazione Europea (DEI) > maggiore visibilità; Rete regionale delle UTL/EU DESK (IPA CBC – BiH-Serbia. RELATORI Rappresentanti delle principali autorità italiane, bosniache ed europee, competenti in materia di fondi comunitari. Es.: Delegazione CE in BiH Autorità di Gestione IPA-Adriatico – DEI – Governo BiH UTL Belgrado/EU Desk PCN SEES per Italia PCN Twinning – MAE Ecc.

20 1.Diffusione info su Programmi UE; 2.Maggiore partecipazione dellItalia ai prossimi bandi UE; 3.Maggiore visibilità del Sistema Italia; 4.Consolidamento contatti UTL/EU Desk - istituzioni italiane e locali - strutture per la gestione dei fondi europei; 5.Scambio/confronto/contatti diretti tra partners italiani – bosniaci: best practices/know-how; 6.Raccolta informazioni per Database/Motore Partner Search; 7.Cooperazione tra UTL della regione; 8.Visibilità UTL di Sarajevo. II.SEES, TWINNING, TAIEX e aspetti pratici: Cosa fare! e Cosa evitare! – Presentazione ufficiale Manualetto EU Desk; III.Presentazione proposte progettuali selezionate dallEU Desk e discussione finale. I.Strumento IPA – Componente I, IPA- Adriatico, IPA-CBC SEE Region;

21 Perché? Sollecitata dai destinatari del Questionario. Rientra nel 2° pilastro – Informazione. Componenti principali 1° numero Primo piano: notizie che riguardano il processo di integrazione europea di BiH; Eventi/News: iniziative passate e future EU Desk; Bandi UE/Opportunità di finanziamento: lista aggiornata bandi (per tipologia/settore). Seconda edizione Dicembre 2008; Spazio da realizzare in collaborazione con ICE di Sarajevo: dati economici e commerciali relativi al trimestre; Pubblicazione online in versione scaricabile e creazione archivio.

22

23

24 Traduzioni in bosniaco: bilateralismo; Restyling e riorganizzazione della parte del sito internet dedicata allEU Desk; Promozione del sito e delle attività UTL/EU Desk; Riunioni di coordinamento con Ong Italiane e locali; Produzione materiale informativo; Continuare e rafforzare il servizio di consulenza agli attori italiani; Rafforzare relazioni con partners e istituzioni locali e EU, creare nuovi contatti; Avviare e rafforzare servizi consulenza e informativi per partners locali (es. piccoli seminari formativi per programma/settore/tipologia destinatari); Partecipazione a workshop; Sinergie regionali e maggiore coinvolgimento altre UTL; Approfondimento di aree tematiche per settore - Seminari tematici; Maggiori scambi con Delegazione CE e DEI. Produzione materiale informativo.

25


Scaricare ppt "Sarajevo, 16 Ottobre 2008. L'istituzione di questa Unità è frutto di una precisa strategia dell'Italia nella regione e completa un network di unità"

Presentazioni simili


Annunci Google