La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DIAGNOSTICA PER IMMAGINI FLOW-CHART DELLA RICHIESTA DI ESAMI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DIAGNOSTICA PER IMMAGINI FLOW-CHART DELLA RICHIESTA DI ESAMI."— Transcript della presentazione:

1 DIAGNOSTICA PER IMMAGINI FLOW-CHART DELLA RICHIESTA DI ESAMI

2 IMMAGINE Punti forti e deboli di ciascun esame PAZIENTE Anamnesi ed esame obiettivo

3 COSTOCOSTO RADIAZIONIRADIAZIONI

4 LA RICHIESTA DI ESAMI NON DEVE ESSERE EFFETTUATA DI ROUTINE PER CIASCUN PAZIENTE GNATOLOGICOLA RICHIESTA DI ESAMI NON DEVE ESSERE EFFETTUATA DI ROUTINE PER CIASCUN PAZIENTE GNATOLOGICO ESAMI PRECEDENTI DEL PAZIENTE DEVONO ESSERE PRESI IN VISIONEESAMI PRECEDENTI DEL PAZIENTE DEVONO ESSERE PRESI IN VISIONE

5 edema sul polo laterale del condilo aumento di temperatura della cute in prossimita del versante laterale del condilo modificazioni improvvise dei movimenti mandibolari (es. riduzione dellapertura o deviazioni nellapertura) modificazioni improvvise dellocclusione (open bite anteriore) evento traumatico recente allatm o alla mandibola dolore allarticolazione grave limitazione dei movimenti mandibolari (anchilosi) dolore non spiegabile allarticolazione

6 ORTOPANTOMOGRAFIA (sempre) eventualmente integrata dalla TRANSCRANIALE e TRANSORBITALE TOMOGRAFIA CORRETTA (eseguita tenendo conto dellasse maggiore del condilo, valutato mediante assiale) PROTOCOLLO GENERALE PER LA VISUALIZZAZIONE DEI TESSUTI DURI

7 NEOPLASIE ARTRITE SETTICA IPERPLASIA CONDILARE TRAUMA ANCHILOSI PROTOCOLLO SPECIFICO PER LA VISUALIZZAZIONE DEI TESSUTI DURI OPM ingrandimento irregolare del condilo, riassorbimenti e calcificazioni TC per ottenere unimmagine tridimensionale ed un maggiore contrasto con i tessuti molli RM per visualizzare linteressamento dei tessuti molli

8 NEOPLASIE ARTRITE SETTICA IPERPLASIA CONDILARE TRAUMAANCHILOSI PROTOCOLLO SPECIFICO PER LA VISUALIZZAZIONE DEI TESSUTI DURI ESAME OBIETTIVO edema, iperemia ed ipertermia della cute in prossimita del polo laterale dellATM, spesso causato da osteomielite, mastoidite o otite. CT esame indicato

9 NEOPLASIE ARTRITE SETTICA IPERPLASIA CONDILARE TRAUMA ANCHILOSI PROTOCOLLO SPECIFICO PER LA VISUALIZZAZIONE DEI TESSUTI DURI OPM notevole asimmetria mandibolare. E importante stabilire se il condilo e sede di crescita attiva. SCINTIGRAFIA CON TECNEZIO per visualizzare se il condilo e sede di crescita attiva.

10 NEOPLASIE ARTRITE SETTICA IPERPLASIA CONDILARE TRAUMAANCHILOSI PROTOCOLLO SPECIFICO PER LA VISUALIZZAZIONE DEI TESSUTI DURI OPM frattura dei condili contenuta o non contenuta TC per ottenere unimmagine tridimensionale e valutare leventuale dislocamento del moncone condilare RM per visualizzare linteressamento dei tessuti molli

11 NEOPLASIE ARTRITE SETTICA IPERPLASIA CONDILARE TRAUMA ANCHILOSI PROTOCOLLO SPECIFICO PER LA VISUALIZZAZIONE DEI TESSUTI DURI TC (coronale) per valutare le regioni di anchilosi che non si apprezzano con la comune tomografia

12 ARTROTOMOGRAFIA (immagine indiretta) RISONANZA MAGNETICA PROTOCOLLO GENERALE PER LA VISUALIZZAZIONE DEI TESSUTI MOLLI

13 Perforazione del disco Adesioni fibrose Rapporti del disco con il condilo durante i movimenti Dislocazione del menisco Morfologia PROTOCOLLO SPECIFICO PER LA VISUALIZZAZIONE DEI TESSUTI MOLLI ARTROTOMOGRAFIA CON MEZZO DI CONTRASTO

14 Perforazione del disco Adesioni fibrose Rapporti del disco con il condilo durante i movimenti Dislocazione del menisco Morfologia PROTOCOLLO SPECIFICO PER LA VISUALIZZAZIONE DEI TESSUTI MOLLI RISONANZA MAGNETICA


Scaricare ppt "DIAGNOSTICA PER IMMAGINI FLOW-CHART DELLA RICHIESTA DI ESAMI."

Presentazioni simili


Annunci Google