La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A cura della classe II A Liceo Classico G.Galilei, coordinata dalla prof.ssa G. Donati.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A cura della classe II A Liceo Classico G.Galilei, coordinata dalla prof.ssa G. Donati."— Transcript della presentazione:

1 A cura della classe II A Liceo Classico G.Galilei, coordinata dalla prof.ssa G. Donati

2 Scrittura razionale Sottile ironia È estraneo allo stile barocco Debitore al razionalismo Cinquecentesco PROSAIRONIA Machiavelli e GuicciardiniAriosto Razionalità Vivacità

3 Esempi di razionalità geometrica MachiavelliGalilei Subordinata Principale Piramide rovesciata Principale Schema di classificazione dilemmatica ad albero Subordinata Freddo realismo Uso frequente di metafore Metodo disgiuntivo Subordinata

4 Vivacità del parlato MachiavelliGalilei Riduzione del ruolo verbale (sintassi nominale) Uso intenso di participi, gerundi, infiniti sostantivati Ellissi verbale Sintassi prevalentemente ipotattica Parole dialettali e termini inventati Linguaggio colloquiale Latinismi Espressioni popolari Scatto di ironia

5 Ironia Ariosto Galilei Critica alla guerra e alla morale cortigiana Atteggiamento pacato e tolleranteVarietà di temi e stile Orlando furioso Dialogo sui massimi sistemi del mondo Polemica contro lipse dixit Struttura dialogicaIl testo è retto da sottolineature ironiche e battute di spirito

6 >, > per Galileo vuol dire ragionamento, e spesso ragionamento deduttivo. >: questa affermazione è come il programma stilistico letterario: la rapidità, lagilità del ragionamento, leconomia degli argomenti, ma anche la fantasia degli esempi sono per Galileo qualità decisive del pensare bene. Lezioni Americane, Italo Calvino La vivacità colloquiale

7 Riflessioni di Simplicio.. Sagredo: il campo semantico delle risa sono andato ruminando Voi scotete la testa sogghignate scoppio nel voler far forza di ritener le risa maggiori

8 Sagredo: laneddoto del medico Simplicio: la difesa di Aristotele Son contento gli domandò s'ei restava ben pago e sicuro disputa dell'origine de i nervi non è miga cosí smaltita perché e' non ha scritto per il volgo accozzar questo testo con un altro chi averà questa pratica, saprà cavar da' suoi libri le dimostrazioni

9 Sagredo: la metafora del pittore e dellalfabeto signor Simplicio mio cose disseminate in qua e in là non vi dà fastidio 'accozzamento trarne il sugo Oggi cito Galileo che vedeva nella combinatoria alfabetica lo strumento insuperabile della comunicazione. Comunicazione tra persone lontane nello spazio e nel tempo, dice Galileo; ma occorre aggiungere comunicazione immediata che la scrittura stabilisce tra ogni cosa esistente o possibile. Lezioni Americane, Italo Calvino

10 Simplicio: la vanità de cervelli non mancano al mondo de' cervelli molto stravaganti Salviati: contro gli aristotelici Il fatto non cammina cosí, signor Simplicio delle sue interpretazioni si ridevano poveretti di cervello come pecore stolide

11 Salviati: la metafora della scorta e del mondo di carta gli occhi nella fronte e nella mente alla cieca serrar la bocca all'avversario ben ritornare a riva i discorsi nostri hanno a essere intorno al mondo sensibile, e non sopra un mondo di carta.

12 Contro il lago immobile di De Sanctis : equilibrio e vivacità Sintassi nominale.Soluzioni sintetiche Eccovi il pozzo eccovi i vapori grossi eccovi fortificata la vista con laccozzar un poco di questo con un poco di quello

13 Perche leggere i classici (I. Calvino) Lettera a Marco Versieri Arcimboldo capricciosi pittori (bizzarrie) = peripatetici Galileo e il barocco?

14 Maria Luisa Altieri Biagi prosa di Galileo Argomenti tecnici e meccanici a livello scientifico lingua letteraria Nuova lingua scientifica Pubblico vasto e non specialistico Rifiuto del latino volgare Rigore, capacita argomentativa Gusto barocco per non deludere il pubblico Sidereus nuncius (1610) grandi e oltremodo mirabili spettacoli Gusto iperbolico Universo come scena teatrale Dialogo sopra I due massimi sistemi del mondo Teatro del mondo Fantasia ingegnosa Concettismo

15 Saggiatore Chi piu sa, piu sa di non sapere Apologo del curioso Curiosita straordinaria Ricerca Gusto per linconsueto Stupore Ingegno perspicacissimo (Asor Rosa) Indagine tra gli oggetti quotidiani Adone (G. Marino) vs Apologo del curioso (G. Galilei) Giardino delludito (dio Mercurio) gara tra musico e usignolo ARTE vs NATURA Arte superiore Morte dellusignolo

16

17 Cultura umanisticauso del dialogo come genere di scrittura Galileo tuttavia elabora un proprio modello letterario Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo (1632) G.Galilei ( )

18 Dialogo sopra i due massimi sistemi - suddiviso in quattro giornate -interlocutori:Simplicio,Sagredo,Salviati Prima giornata: -entrata ritardata di Simplicio influsso classico in: Simposio, Repubblica (mondo greco) De Republica, De oratore, De re rustica (mondo latino) Quarta giornata: -scansione retorica del discorso

19

20 I PERSONAGGI Salviati Sagredo Simplicio Diplomatico con linguaggio forbito Temperamento focoso e polemico Il Calandrino della situazione, goffo e ignorante

21 SITUAZIONE COMICA Confronto con la Mandragola di Machiavelli DIALOGO SOPRA I DUE MASSIMI SISTEMI MANDRAGOLA Simplicio Salviati e Sagredo Nicia Protagonisti e aiutanti (gli scaltri)


Scaricare ppt "A cura della classe II A Liceo Classico G.Galilei, coordinata dalla prof.ssa G. Donati."

Presentazioni simili


Annunci Google