La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Trasporto di rifiuti pericolosi su strada (ADR) Le responsabilità Dott. Gabriele Scibilia Flashpoint S.r.l.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Trasporto di rifiuti pericolosi su strada (ADR) Le responsabilità Dott. Gabriele Scibilia Flashpoint S.r.l."— Transcript della presentazione:

1 Trasporto di rifiuti pericolosi su strada (ADR) Le responsabilità Dott. Gabriele Scibilia Flashpoint S.r.l.

2 SOGGETTI INTERESSATI 1° livello SPEDITORE SPEDITORE TRASPORTATORE TRASPORTATORE

3 SOGGETTI INTERESSATI 2°livello Destinatario Destinatario Caricatore Caricatore Imballatore Imballatore Riempitore Riempitore Gestore di un contenitore - cisterna o di una cisterna mobile Gestore di un contenitore - cisterna o di una cisterna mobile

4 A.D.R. edizione 2005 OBBLIGHI DI SICUREZZA DEGLI OPERATORI

5 1.4.1 Misure generali di sicurezza Gli operatori del trasporto di merci pericolose devono prendere le appropriate misure, in relazione alla natura e dimensione dei pericoli prevedibili, al fine di evitare danneggiamenti o ferite e, se del caso, di minimizzare i loro effetti. Essi devono, in ogni caso, rispettare le disposizioni dell'ADR per quanto li concerne Gli operatori del trasporto di merci pericolose devono prendere le appropriate misure, in relazione alla natura e dimensione dei pericoli prevedibili, al fine di evitare danneggiamenti o ferite e, se del caso, di minimizzare i loro effetti. Essi devono, in ogni caso, rispettare le disposizioni dell'ADR per quanto li concerne.

6 Le disposizioni di cui a 1.2.1, e relative alle definizioni degli operatori e dei loro rispettivi obblighi non devono modificare le disposizioni di diritto nazionale concernenti le conseguenze giuridiche (penalità, responsabilità, ecc.) derivanti dal fatto che loperatore in questione è, per esempio, una persona morale, una persona fisica, una persona che lavora in proprio, un datore di lavoro o un dipendente. Le disposizioni di cui a 1.2.1, e relative alle definizioni degli operatori e dei loro rispettivi obblighi non devono modificare le disposizioni di diritto nazionale concernenti le conseguenze giuridiche (penalità, responsabilità, ecc.) derivanti dal fatto che loperatore in questione è, per esempio, una persona morale, una persona fisica, una persona che lavora in proprio, un datore di lavoro o un dipendente Misure generali di sicurezza (segue)

7 Speditore Lo speditore di merci pericolose ha l'obbligo di presentare al trasporto una spedizione conforme alle disposizioni dell'ADR. Nell'ambito del deve in particolare: Lo speditore di merci pericolose ha l'obbligo di presentare al trasporto una spedizione conforme alle disposizioni dell'ADR. Nell'ambito del deve in particolare: a)assicurarsi che le merci pericolose siano classificate e autorizzate al trasporto conformemente all'ADR; a)assicurarsi che le merci pericolose siano classificate e autorizzate al trasporto conformemente all'ADR; b)fornire al trasportatore informazioni e dati, e, se necessario, i documenti di trasporto e i documenti di accompagnamento richiesti (autorizzazioni, approvazioni, notifiche, certificati, ecc.); b)fornire al trasportatore informazioni e dati, e, se necessario, i documenti di trasporto e i documenti di accompagnamento richiesti (autorizzazioni, approvazioni, notifiche, certificati, ecc.);

8 Speditore (segue) c)utilizzare soltanto imballaggi, grandi imballaggi, grandi recipienti per il trasporto alla rinfusa (GIR) e cisterne (veicoli-cisterna, cisterne smontabili, veicoli-batteria, cisterne mobili, contenitori-cisterna e CGEM) approvati e adatti al trasporto delle materie in questione e recanti i marchi prescritti dall'ADR; c)utilizzare soltanto imballaggi, grandi imballaggi, grandi recipienti per il trasporto alla rinfusa (GIR) e cisterne (veicoli-cisterna, cisterne smontabili, veicoli-batteria, cisterne mobili, contenitori-cisterna e CGEM) approvati e adatti al trasporto delle materie in questione e recanti i marchi prescritti dall'ADR; d)osservare le disposizioni sul modo di inoltro e sulle restrizioni di spedizione; d)osservare le disposizioni sul modo di inoltro e sulle restrizioni di spedizione;

9 Speditore (segue) e)assicurare che anche le cisterne vuote non ripulite e non degassificate (veicoli- cisterna, cisterne smontabili, veicoli- batteria, CGEM, cisterne mobili e contenitori-cisterna), o i veicoli, grandi contenitori e piccoli contenitori per il trasporto alla rinfusa vuoti, non ripuliti, siano marcati ed etichettati in maniera conforme e che le cisterne vuote, non ripulite, siano chiuse e presentino le stesse garanzie di tenuta di quando erano piene; e)assicurare che anche le cisterne vuote non ripulite e non degassificate (veicoli- cisterna, cisterne smontabili, veicoli- batteria, CGEM, cisterne mobili e contenitori-cisterna), o i veicoli, grandi contenitori e piccoli contenitori per il trasporto alla rinfusa vuoti, non ripuliti, siano marcati ed etichettati in maniera conforme e che le cisterne vuote, non ripulite, siano chiuse e presentino le stesse garanzie di tenuta di quando erano piene;

10 Speditore (segue) Nel caso in cui lo speditore faccia ricorso ai servizi d'altri operatori (imballatore, caricatore, riempitore, ecc.), deve prendere le appropriate misure affinché sia garantito che la spedizione risponda alle disposizioni dell'ADR. Egli può tuttavia, nel caso del a), b), c) ed e), confidare sulle informazioni e sui dati che gli sono stati messi a disposizione dagli altri operatori Nel caso in cui lo speditore faccia ricorso ai servizi d'altri operatori (imballatore, caricatore, riempitore, ecc.), deve prendere le appropriate misure affinché sia garantito che la spedizione risponda alle disposizioni dell'ADR. Egli può tuttavia, nel caso del a), b), c) ed e), confidare sulle informazioni e sui dati che gli sono stati messi a disposizione dagli altri operatori.

11 Trasportatore Nell'ambito del 1.4.1, se del caso, il trasportatore, deve in particolare: Nell'ambito del 1.4.1, se del caso, il trasportatore, deve in particolare: a)verificare che le merci pericolose da trasportare siano autorizzate al trasporto conformemente all'ADR; a)verificare che le merci pericolose da trasportare siano autorizzate al trasporto conformemente all'ADR; b)assicurarsi che la documentazione prescritta si trovi a bordo dell'unità di trasporto; b)assicurarsi che la documentazione prescritta si trovi a bordo dell'unità di trasporto; c)assicurarsi visivamente che i veicoli e il carico non presentino difetti manifesti, perdite o fessure, mancanze di equipaggiamenti, ecc.; c)assicurarsi visivamente che i veicoli e il carico non presentino difetti manifesti, perdite o fessure, mancanze di equipaggiamenti, ecc.;

12 Trasportatore (segue) d)assicurarsi che la data della prossima prova per i veicoli cisterna, veicoli-batteria, cisterne smontabili, CGEM, cisterne mobili e contenitori-cisterna non sia stata superata; d)assicurarsi che la data della prossima prova per i veicoli cisterna, veicoli-batteria, cisterne smontabili, CGEM, cisterne mobili e contenitori-cisterna non sia stata superata; e)verificare che i veicoli non siano sovraccaricati; e)verificare che i veicoli non siano sovraccaricati; f)assicurarsi che siano apposte le etichette e le segnalazioni prescritte per i veicoli; f)assicurarsi che siano apposte le etichette e le segnalazioni prescritte per i veicoli;

13 Trasportatore (segue) g)assicurarsi che gli equipaggiamenti prescritti nelle consegne scritte per il conducente si trovino a bordo del veicolo. g)assicurarsi che gli equipaggiamenti prescritti nelle consegne scritte per il conducente si trovino a bordo del veicolo. Ciò deve essere fatto, se del caso, sulla base dei documenti di trasporto e dei documenti d'accompagnamento, mediante un esame visivo del veicolo o dei contenitori e, se del caso, del carico. Ciò deve essere fatto, se del caso, sulla base dei documenti di trasporto e dei documenti d'accompagnamento, mediante un esame visivo del veicolo o dei contenitori e, se del caso, del carico.

14 Trasportatore (segue) Il trasportatore può tuttavia, nel caso del a), b), e) ed f), confidare sulle informazioni e sui dati che gli sono stati messi a disposizione dagli altri operatori Il trasportatore può tuttavia, nel caso del a), b), e) ed f), confidare sulle informazioni e sui dati che gli sono stati messi a disposizione dagli altri operatori Se il trasportatore constata, secondo , un'infrazione alle disposizioni dell'ADR non deve inoltrare la spedizione fino alla sua messa in conformità Se il trasportatore constata, secondo , un'infrazione alle disposizioni dell'ADR non deve inoltrare la spedizione fino alla sua messa in conformità.

15 Destinatario Il destinatario ha l'obbligo di non differire senza motivi imperativi, l'accettazione della merce e di verificare, dopo lo scarico, che le disposizioni dell'ADR che a lui si riferiscono siano rispettate. Il destinatario ha l'obbligo di non differire senza motivi imperativi, l'accettazione della merce e di verificare, dopo lo scarico, che le disposizioni dell'ADR che a lui si riferiscono siano rispettate. Nell'ambito del 1.4.1, egli deve in particolare: Nell'ambito del 1.4.1, egli deve in particolare: a)effettuare nei casi previsti dall'ADR la pulizia e la prescritta decontaminazione dei veicoli e dei contenitori; a)effettuare nei casi previsti dall'ADR la pulizia e la prescritta decontaminazione dei veicoli e dei contenitori; b) assicurarsi che i contenitori, una volta interamente scaricati, puliti, degassificati e decontaminati, non portino più le segnalazioni di pericolo prescritte al capitolo 5.3. b) assicurarsi che i contenitori, una volta interamente scaricati, puliti, degassificati e decontaminati, non portino più le segnalazioni di pericolo prescritte al capitolo 5.3.

16 Destinatario (segue) Nel caso in cui il destinatario faccia ricorso ai servizi di altri operatori (scaricatore, pulitore, stazione di decontaminazione, ecc.), deve prendere le misure appropriate affinché sia garantito che le disposizioni dell'ADR sono rispettate Se queste verifiche evidenziano un'infrazione alle disposizioni dell'ADR, il destinatario potrà restituire il contenitore al trasportatore solo dopo la sua messa in conformità.

17 Caricatore Nell'ambito del 1.4.1, il caricatore ha in particolare i seguenti obblighi: Nell'ambito del 1.4.1, il caricatore ha in particolare i seguenti obblighi: a)consegnare al trasportatore merci pericolose solo se queste sono autorizzate al trasporto conformemente all'ADR; a)consegnare al trasportatore merci pericolose solo se queste sono autorizzate al trasporto conformemente all'ADR; b)verificare, durante la consegna al trasporto di merci pericolose imballate o di imballaggi vuoti non ripuliti, se l'imballaggio è danneggiato. Egli non deve presentare al trasporto un collo il cui imballaggio è danneggiato,….. se non quando il danno è stato riparato; ciò vale anche per gli imballaggi vuoti non ripuliti; b)verificare, durante la consegna al trasporto di merci pericolose imballate o di imballaggi vuoti non ripuliti, se l'imballaggio è danneggiato. Egli non deve presentare al trasporto un collo il cui imballaggio è danneggiato,….. se non quando il danno è stato riparato; ciò vale anche per gli imballaggi vuoti non ripuliti;

18 Caricatore (segue) c)osservare le condizioni relative al carico e alla movimentazione quando carica merci pericolose in un veicolo, in un grande contenitore o in un piccolo contenitore; c)osservare le condizioni relative al carico e alla movimentazione quando carica merci pericolose in un veicolo, in un grande contenitore o in un piccolo contenitore; d)osservare le disposizioni relative alle segnalazioni di pericolo conformemente al capitolo 5.3, dopo aver caricato merci pericolose in un contenitore; d)osservare le disposizioni relative alle segnalazioni di pericolo conformemente al capitolo 5.3, dopo aver caricato merci pericolose in un contenitore;

19 Caricatore (segue) e) osservare, quando carica i colli, i divieti di carico in comune, tenendo conto delle merci pericolose già presenti nel veicolo o nel grande contenitore, come pure le disposizioni concernenti la separazione dalle derrate alimentari, da altri oggetti di consumo o da alimenti per animali. e) osservare, quando carica i colli, i divieti di carico in comune, tenendo conto delle merci pericolose già presenti nel veicolo o nel grande contenitore, come pure le disposizioni concernenti la separazione dalle derrate alimentari, da altri oggetti di consumo o da alimenti per animali Il caricatore può tuttavia, nel caso del a), d) ed e), confidare sulle informazioni e sui dati che gli siano stati messi a disposizione dagli altri operatori Il caricatore può tuttavia, nel caso del a), d) ed e), confidare sulle informazioni e sui dati che gli siano stati messi a disposizione dagli altri operatori.

20 Imballatore Nell'ambito del 1.4.1, l'imballatore deve in particolare osservare: Nell'ambito del 1.4.1, l'imballatore deve in particolare osservare: a)le disposizioni relative alle condizioni d'imballaggio, alle condizioni d'imballaggio in comune; e a)le disposizioni relative alle condizioni d'imballaggio, alle condizioni d'imballaggio in comune; e b)quando prepara i colli ai fini del trasporto, le disposizioni concernenti i marchi e le etichette di pericolo sui colli. b)quando prepara i colli ai fini del trasporto, le disposizioni concernenti i marchi e le etichette di pericolo sui colli.

21 Riempitore Nell'ambito del 1.4.1, il riempitore ha in particolare i seguenti obblighi: Nell'ambito del 1.4.1, il riempitore ha in particolare i seguenti obblighi: a)assicurarsi prima del riempimento delle cisterne che queste ed i loro equipaggiamenti siano in buono stato tecnico; a)assicurarsi prima del riempimento delle cisterne che queste ed i loro equipaggiamenti siano in buono stato tecnico; b)assicurarsi che la data della prossima prova per i veicoli-cisterna, veicoli-batteria, cisterne smontabili, CGEM, cisterne mobili e contenitori-cisterna non sia stata superata; b)assicurarsi che la data della prossima prova per i veicoli-cisterna, veicoli-batteria, cisterne smontabili, CGEM, cisterne mobili e contenitori-cisterna non sia stata superata;

22 Riempitore (segue) c)riempire le cisterne solo con le merci pericolose autorizzate al trasporto in queste cisterne; c)riempire le cisterne solo con le merci pericolose autorizzate al trasporto in queste cisterne; d)rispettare, durante il riempimento della cisterna, le disposizioni relative alle merci pericolose in compartimenti contigui; d)rispettare, durante il riempimento della cisterna, le disposizioni relative alle merci pericolose in compartimenti contigui; e)rispettare, durante il riempimento della cisterna, il grado di riempimento massimo ammissibile o la massa massima ammissibile del contento per litro di capacità per la materia di riempimento; e)rispettare, durante il riempimento della cisterna, il grado di riempimento massimo ammissibile o la massa massima ammissibile del contento per litro di capacità per la materia di riempimento;

23 Riempitore (segue) e) verificare, dopo il riempimento della cisterna, la tenuta dei dispositivi di chiusura; e) verificare, dopo il riempimento della cisterna, la tenuta dei dispositivi di chiusura; g)assicurarsi che nessun residuo pericoloso della materia di riempimento aderisca all'esterno delle cisterne che lui stesso ha riempito; g)assicurarsi che nessun residuo pericoloso della materia di riempimento aderisca all'esterno delle cisterne che lui stesso ha riempito; h) assicurarsi, quando prepara le merci pericolose ai fini del trasporto, che le prescritte etichette e la segnalazione arancio siano apposte conformemente alle disposizioni, sulle cisterne, sui veicoli, sui grandi contenitori e sui piccoli contenitori per il trasporto alla rinfusa. h) assicurarsi, quando prepara le merci pericolose ai fini del trasporto, che le prescritte etichette e la segnalazione arancio siano apposte conformemente alle disposizioni, sulle cisterne, sui veicoli, sui grandi contenitori e sui piccoli contenitori per il trasporto alla rinfusa.

24 Gestore di un contenitore- cisterna o di una cisterna mobile Nell'ambito del 1.4.1, il gestore di un contenitore-cisterna o di una cisterna mobile deve in particolare: Nell'ambito del 1.4.1, il gestore di un contenitore-cisterna o di una cisterna mobile deve in particolare: a)assicurare l'osservanza delle disposizioni relative alla costruzione, all'equipaggiamento, alle prove e alla marcatura; a)assicurare l'osservanza delle disposizioni relative alla costruzione, all'equipaggiamento, alle prove e alla marcatura; b)assicurare che la manutenzione dei serbatoi e dei loro equipaggiamenti sia effettuata in modo che garantisca che il contenitore-cisterna o la cisterna mobile, sottoposti alle normali condizioni di esercizio, rispondano alle disposizioni dell'ADR, fino alla prova successiva; b)assicurare che la manutenzione dei serbatoi e dei loro equipaggiamenti sia effettuata in modo che garantisca che il contenitore-cisterna o la cisterna mobile, sottoposti alle normali condizioni di esercizio, rispondano alle disposizioni dell'ADR, fino alla prova successiva;

25 Gestore di un contenitore- cisterna o di una cisterna mobile (segue) c) effettuare un controllo eccezionale quando la sicurezza del serbatoio o dei suoi equipaggiamenti può essere compromessa da una riparazione, da una modifica o da un incidente. c) effettuare un controllo eccezionale quando la sicurezza del serbatoio o dei suoi equipaggiamenti può essere compromessa da una riparazione, da una modifica o da un incidente.

26 CODICE CIVILE MITTENTE - VETTORE RESPONSABILITA CONTRATTUALE RESPONSABILITA CONTRATTUALE

27 ART C.C. : INDICAZIONI E DOCUMENTI CHE DEVONO ESSERE FORNITI AL VETTORE …omissis… Se per lesecuzione del trasporto occorrono particolari documenti, il mittente deve rimetterli al vettore allatto in cui consegna le cose da trasportare. Sono a carico del mittente i danni che derivano dallomissione o dallinesattezza delle indicazioni o dalla mancata consegna o irregolarità dei documenti. Sono a carico del mittente i danni che derivano dallomissione o dallinesattezza delle indicazioni o dalla mancata consegna o irregolarità dei documenti.

28 Annotazioni (Formulario Identificativo) * pitture e vernici di scarto contenenti solventi organici o altre sostanze pericolose Rifiuto, UN 1263 pitture, 3, G.I. II N°... fusti 1A1N°... fusti 1A2 Ricevuta istruzione di sicurezza.….…….(firma del Conducente)

29 1) CARICO 2) NATURA DEL PERICOLO 4) MISURE DI ORDINE GENERALE 3) PROTEZIONE INDIVIDUALE 5) MISURE SUPPLEMENTARI E/O SPECIALI 6) INCENDIO 7) PRIMO SOCCORSO 8) INFORMAZIONI COMPLEMENTARI

30 ART C.C. TUTELA DELLE CONDIZIONI DI LAVORO Limprenditore è tenuto ad adottare nellesercizio dellimpresa le misure che, secondo la particolarità del lavoro, lesperienza e la tecnica, sono necessarie a tutelare lintegrità fisica e la personalità morale dei prestatori di lavoro. Limprenditore è tenuto ad adottare nellesercizio dellimpresa le misure che, secondo la particolarità del lavoro, lesperienza e la tecnica, sono necessarie a tutelare lintegrità fisica e la personalità morale dei prestatori di lavoro.

31 CODICE CIVILE RESPONSABILITA CIVILE DEGLI OPERATORI RESPONSABILITA EXTRACONTRATTUALE

32 ART C.C. RISARCIMENTO PER FATTO ILLECITO Qualunque fatto doloso o colposo che cagiona ad altri un danno ingiusto obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno Qualunque fatto doloso o colposo che cagiona ad altri un danno ingiusto obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno fatto doloso : quando colui che lo ha commesso lo ha voluto e preveduto come conseguenza della sua azione o omissione fatto doloso : quando colui che lo ha commesso lo ha voluto e preveduto come conseguenza della sua azione o omissione fatto colposo : quando non è stato cagionato intenzionalmente ma si è verificato a causa di negligenza, imprudenza o imperizia fatto colposo : quando non è stato cagionato intenzionalmente ma si è verificato a causa di negligenza, imprudenza o imperizia

33 ART C.C. RESPONSABILITÀ DEI PADRONI E DEI COMMITTENTI I padroni e i committenti sono responsabili per i danni arrecati dal fatto illecito dei loro domestici e commessi nellesercizio delle incombenze a cui sono adibiti I padroni e i committenti sono responsabili per i danni arrecati dal fatto illecito dei loro domestici e commessi nellesercizio delle incombenze a cui sono adibiti I padroni ed i committenti sono persone che nello svolgere determinate attività si servono di altre persone dirigendole e vigilandone loperato; si configura una responsabilità oggettiva per fatto altrui I padroni ed i committenti sono persone che nello svolgere determinate attività si servono di altre persone dirigendole e vigilandone loperato; si configura una responsabilità oggettiva per fatto altrui

34 ART C.C. RESPONSABILITÀ PER LESERCIZIO DI ATTIVITA PERICOLOSE Chiunque cagiona danno ad altri nello svolgimento di unattività pericolosa, per sua natura o per la natura dei mezzi adoperati, è tenuto al risarcimento, se non prova di avere adottato tutte le misure idonee a evitare il danno. Chiunque cagiona danno ad altri nello svolgimento di unattività pericolosa, per sua natura o per la natura dei mezzi adoperati, è tenuto al risarcimento, se non prova di avere adottato tutte le misure idonee a evitare il danno.

35 ART C.C. RESPONSABILITÀ PER LESERCIZIO DI ATTIVITA PERICOLOSE La presunzione di responsabilità è a carico dellesercente lattività pericolosa che ha lonere di dimostrare ladozione di tutte le misure idonee ad evitare il danno. La presunzione di responsabilità è a carico dellesercente lattività pericolosa che ha lonere di dimostrare ladozione di tutte le misure idonee ad evitare il danno. Il non aver commesso nessuna violazione delle norme di legge non è sufficiente ad esentare lesercente dalla responsabilità contemplata dallart Il non aver commesso nessuna violazione delle norme di legge non è sufficiente ad esentare lesercente dalla responsabilità contemplata dallart E comunque indispensabile accertare lesistenza di un nesso causale tra attività pericolosa ed evento dannoso. E comunque indispensabile accertare lesistenza di un nesso causale tra attività pericolosa ed evento dannoso.

36 CODICE PENALE RESPONSABILITA PENALE DEGLI OPERATORI

37 ART. 40 C.P. RAPPORTO DI CAUSALITA Nessuno puo' essere punito per un fatto preveduto dalla legge come reato, se l'evento dannoso o pericoloso, da cui dipende la esistenza del reato, non e' conseguenza della sua azione od omissione. Non impedire un evento, che si ha l'obbligo giuridico di impedire, equivale a cagionarlo.

38 ART. 590 C.P. LESIONI PERSONALI COLPOSE Chiunque cagiona ad altri per colpa una lesione personale, è punito con la reclusione fino a tre mesi o con la multa fino a lire seicentomila. Chiunque cagiona ad altri per colpa una lesione personale, è punito con la reclusione fino a tre mesi o con la multa fino a lire seicentomila. Se la lesione è grave la pena è della reclusione da uno a sei mesi o della multa da lire duecento quarantamila a un milione e duecentomila; se è gravissima, della reclusione da tre mesi a due anni o della multa da lire due milioni e quattrocentomila. Se la lesione è grave la pena è della reclusione da uno a sei mesi o della multa da lire duecento quarantamila a un milione e duecentomila; se è gravissima, della reclusione da tre mesi a due anni o della multa da lire due milioni e quattrocentomila.

39 ART. 590 C.P. LESIONI PERSONALI COLPOSE Se i fatti di cui al precedente capoverso sono commessi con violazione delle norme sulla disciplina della sicurezza stradale o di quella per la prevenzione degli infortuni sul lavoro, la pena per le lesioni gravi è della reclusione da due a sei mesi e della multa da lire quattrocentomila a un milione e duecentomila; e la pena per le lesioni gravissime è della reclusione da sei mesi a due anni o della multa da lire un milione a due milioni e quattrocentomila. Se i fatti di cui al precedente capoverso sono commessi con violazione delle norme sulla disciplina della sicurezza stradale o di quella per la prevenzione degli infortuni sul lavoro, la pena per le lesioni gravi è della reclusione da due a sei mesi e della multa da lire quattrocentomila a un milione e duecentomila; e la pena per le lesioni gravissime è della reclusione da sei mesi a due anni o della multa da lire un milione a due milioni e quattrocentomila.

40 ART. 590 C.P. LESIONI PERSONALI COLPOSE Nel caso di lesioni di più persone, si applica la pena che dovrebbe infliggersi per la più grave delle violazioni commesse aumentata fino al triplo, ma la pena della reclusione non può superare gli anni cinque. Nel caso di lesioni di più persone, si applica la pena che dovrebbe infliggersi per la più grave delle violazioni commesse aumentata fino al triplo, ma la pena della reclusione non può superare gli anni cinque.

41 SOLUZIONE PER LAZIENDA

42 CONTRATTO CAPO DELLIMPRESA CONSULENTE SICUREZZA TRASPORTI

43 RESPONSABILITA DEL CAPO DELLIMPRESA CULPA IN ELIGENDO CULPA IN ELIGENDO CULPA IN VIGILANDO CULPA IN VIGILANDO

44 RIFIUTI ADR CONSULENTE SICUREZZA TRASPORTI ? NO, GRAZIE ….. LO SMALTITORE PROVVEDE A TUTTO!

45 GIURISPRUDENZA Tribunale di Ravenna Tribunale di Ravenna Sentenza penale n.1368 del 14 ottobre 2004 Tribunale di Gallarate Tribunale di Gallarate Sentenza civile n.330 del 14 luglio 2006

46 Sentenza n.1368 del 14 ottobre 2004 Sentenza di condanna penale di un datore di lavoro e del RSPP di unazienda speditrice di merci pericolose per lesioni colpose ai danni di un addetto di una azienda esterna. Sentenza di condanna penale di un datore di lavoro e del RSPP di unazienda speditrice di merci pericolose per lesioni colpose ai danni di un addetto di una azienda esterna.

47 ADR INFRAZIONI COMMESSE FORMAZIONE DEL PERSONALE FORMAZIONE DEL PERSONALE VERIFICA DEL VEICOLO VERIFICA DEL VEICOLO NOMINA DEL CONSULENTE SICUREZZA TRASPORTI NOMINA DEL CONSULENTE SICUREZZA TRASPORTI e quindi Procedure operative ADR, Relazione Annuale, Audit, Procedure durgenza, ecc. Procedure operative ADR, Relazione Annuale, Audit, Procedure durgenza, ecc.

48 626/1994 e succ. mod. int. INFRAZIONI COMMESSE Art. 4 comma 2 lettera b) Art. 4 comma 2 lettera b) 2. All'esito della valutazione di cui al comma 1, il datore di lavoro elabora un documento contenente: …omissis… …omissis… b) l'individuazione delle misure di prevenzione e di protezione e dei dispositivi di protezione individuale, conseguente alla valutazione di cui alla lettera a); b) l'individuazione delle misure di prevenzione e di protezione e dei dispositivi di protezione individuale, conseguente alla valutazione di cui alla lettera a);

49 LINK 626 – ADR …mancato aggiornamento del documento di valutazione dei rischi in relazione ai mutamenti organizzativi e produttivi che hanno rilevanza ai fini della salute e della sicurezza del lavoro, ovvero in relazione al grado di evoluzione della tecnica della prevenzione e della protezione… …mancato aggiornamento del documento di valutazione dei rischi in relazione ai mutamenti organizzativi e produttivi che hanno rilevanza ai fini della salute e della sicurezza del lavoro, ovvero in relazione al grado di evoluzione della tecnica della prevenzione e della protezione… ADR compreso in tale evoluzione !!! ADR compreso in tale evoluzione !!!

50 Sentenza n.330 del 14 luglio 2006 Sentenza di condanna civile di un datore di lavoro di unazienda speditrice di merci pericolose per danni arrecati ad un destinatario. Sentenza di condanna civile di un datore di lavoro di unazienda speditrice di merci pericolose per danni arrecati ad un destinatario.

51 ADR INFRAZIONI COMMESSE CLASSIFICAZIONE MATERIA PERICOLOSA CLASSIFICAZIONE MATERIA PERICOLOSA IDONEITA IMBALLAGGI IDONEITA IMBALLAGGI SEGNALAZIONI COLLI SEGNALAZIONI COLLI DOCUMENTI PER IL TRASPORTO DOCUMENTI PER IL TRASPORTO

52


Scaricare ppt "Trasporto di rifiuti pericolosi su strada (ADR) Le responsabilità Dott. Gabriele Scibilia Flashpoint S.r.l."

Presentazioni simili


Annunci Google