La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I PIANI PER LA SALUTE NELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Dr.ssa Rosanna Carbognani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I PIANI PER LA SALUTE NELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Dr.ssa Rosanna Carbognani."— Transcript della presentazione:

1 I PIANI PER LA SALUTE NELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Dr.ssa Rosanna Carbognani

2 DEFINIZIONE OMS SALUTE Completo stato di benessere - fisico - mentale - sociale

3 UTOPIA?? Nelle condizioni reali ci accontentiamo di perseguire la salute possibile Il massimo possibile di salute tenendo conto che……. 1) La salute è una variabile della vita dellindividuo

4 La salute è lesito di interazioni complesse Ambiente Fisico –Naturale –Antropico Società –Cultura –Organizzazione civile Individuo –Struttura genetica –Comportamenti

5 Determinanti di salute Non modifica bili Socio- economi ci AmbientaliStili di vita Accesso ai servizi genetica sesso età povertà occupazio ne esclusion e sociale aria acqua e alimenti abitato ambiente sociale e culturale alimentazi one attività fisica fumo alcool attività sessuale farmaci istruzione tipo di sistema sanitario servizi sociali attività ricreative

6 La salute è la sommatoria finale di una serie di determinanti derivanti da ciascuno dei settori ambientale, sociale ed individuale che si influenzano e si condizionano vicendevolmente ma che sono tutti anelli di una filiera Nella programmazione e nella tutela della salute focalizzarsi su alcuni e prescindere dagli altri può significare vanificare lefficacia degli interventi

7 DISTRETTO= territorio di vita AMBIENTECOMUNITÀ Il territorio è il luogo in cui si svolge la vita delle persone e quindi il contesto in cui si manifesta la salute

8 La politica per la salute deve vedere impegnate molte istituzioni, in particolare EE.LL. e gruppi organizzati in un sistema di ALLEANZE

9 Non esiste una correlazione diretta tra variazione dello stato di salute e variazione della spesa sanitaria. La salute è un problema che dipende non solo dalle attività del SSN, ma dalle scelte politiche di tutta la comunità.

10 Nella storia naturale della salute esistono fasi fisiologiche di: Iniziale fragilità Sviluppo Pienezza Decadimento

11 La Mission della assistenza sanitaria territoriale e di intervenire nella storia naturale della salute per contribuire a farla diventare un progetto di salute: dellindividuo (sistema persona) della comunità

12 Il progetto di salute ha come obiettivo primario la miglior qualità possibile di vita ridefinendosi progressivamente al variare delle condizioni biologiche, psicologiche e sociali: SALUTE POSSIBILE

13 Il progetto di salute vede approcci e strumenti diversi a seconda delle fasi evolutive, volti prevalentemente alla: Protezione nella iniziale fragilità nellInfanzia Impostazione di adeguati stili di vita nella fase adolescenziale Alleanza e responsabilizzazione nella fase adulta Accompagnamento e sostegno nella fase senile

14 1) Fase delliniziale fragilità Stili di vita della madre (baby no smoke) Accompagnamento nel puerperio Allattamento al seno Vaccinazioni infanzia Bilanci di salute Diagnosi precoce dei disturbi di lettoscrittura Screening ortottico Etc….

15 2) Nella adolescenza Impostazione di adeguati stili di vita su comportamenti a rischio Lotta al tabagismo e sostanze di abuso Educazione stradale Educazione sessuale (consultori OPEN G) Attenzione ai disturbi comportamento alimentare Etc..

16 3) Nella età adulta Alleanza e responsabilizzazione su: Stili di vita Gravidanza fisiologica Prevenzione - rischio cardiovascolare - malattie metaboliche - Screening oncologici - incidenti sul lavoro

17 4) Nella senilità Circoli per anziani Pasti a domicilio Centri diurni Igiene alla persona Assistenza domiciliare Residenze protette

18 In ciascuna di tali fasi fisiologiche può irrompere la malattia con rimodulazione del progetto di salute individuale e del ruolo dei servizi e degli operatori

19 In qualunque condizione patologica esiste la possibilità di elaborare un progetto di salute SALUTE POSSIBILE

20 3- DIABETE POST INFARTO IPERTENSIONE INSUFFICIENZA RENALE PRECOCE TOSSICODIPENDENZE PREVENZIONE DECUBITI E CADUTE FASE TERMINALE

21 SALUTE POSSIBILE ALLEANZA GIOCO DI SQUADRA, inteso come integrazione non gerarchica di competenze diverse EMPOWERMENT responsabilizzazione del cittadino che si rapporta con il sistema dei servizi in una relazione di servizio paritetica (centralità del cittadino)

22 EMPOWERMENT DARE POTERE A…….. TERMINE USATO-ABUSATO CHE SOTTENDE IL RIFERIMENTO AD UN MODELLO CONCETTUALE SPECIFICO, QUINDI IMPLICAZIONI PSICO- PEDAGOGICHE, ETICHE E RICADUTE ORGANIZZATIVE SUI SERVIZI….

23 EMPOWERMENT IL TERMINE VIENE UTILIZZATO IN RIFERIMENTO AL CITTADINO, ALLINTERNO DEL PROCESSO DI CURA ED IN PARTICOLAR MODO PER LE MALATTIE DI TIPO CRONICO

24 ……NORMATIVA…… Dichiarazione Alma Ata Salute per tutti PSN livelli uniformi di assistenza PSN patto di solidarietà fra istituzioni e tutti gli altri soggetti interessati dallaltra -Limpegno delle istituzioni si articola in: a) obiettivi della salute b)strategie del cambiamento

25 INFORMAZIONE COMUNICAZIONE RELAZIONE EMPOWERMENT

26 La salute è una condizione pesantemente influenzata da fattori di sistema (extra clinici) sui quali lindividuo non ha alcun controllo ma con i quali il sistema sanitario per il suo ruolo, la sua cultura e le sua potenzialità può interfacciarsi: SISTEMA EDUCATIVO OPERE PUBBLICHE (TAV) INQUINAMENTO (INCENERITORI, ECC) EMERGENZE AMBIENTALI INCIDENTI STRADALI

27 Politiche pubbliche a forte impatto sulla salute Politiche dei trasporti Politiche energetiche Politiche agricole Politiche del lavoro Politiche industriali e produttive Politiche sullimmigrazione Devono essere riviste in un patto di solidarietà per la salute e non decise su tavoli di categoria

28 DISTRETTO= territorio di vita AMBIENTECOMUNITÀ

29 DISTRETTO luogo di: - raccolta dei bisogni - costruzione di risposte articolate - superamento la logica del singolo servizio (es disabilità: servizio sociale, neuropsichiatria, sanità pubblica, MMG/PLS, riabilitatori, infermieri, volontariato, ecc)

30


Scaricare ppt "I PIANI PER LA SALUTE NELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Dr.ssa Rosanna Carbognani."

Presentazioni simili


Annunci Google