La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DIDATTICA E VALUTAZIONE. II sessione Innovazione: dal programma al curricolo Processo di interdisciplinarità Didattica e valutazione Scuola come sistema.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DIDATTICA E VALUTAZIONE. II sessione Innovazione: dal programma al curricolo Processo di interdisciplinarità Didattica e valutazione Scuola come sistema."— Transcript della presentazione:

1 DIDATTICA E VALUTAZIONE

2 II sessione Innovazione: dal programma al curricolo Processo di interdisciplinarità Didattica e valutazione Scuola come sistema aperto: alternanza scuola-lavoro

3 OBIETTIVI DEI SISTEMI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE IN EUROPA A. Migliorare e rafforzare la formazione degli insegnanti e dei formatori B. Sviluppare le abilità di base, linsegnamento delle lingue straniere, limprenditorialità C. Incoraggiare luso delle TIC nellinsegnamento e nellapprendimento D. Promuovere e diffondere lo studio di materie scientifiche (matematica e scienze) E. Utilizzare al meglio le risorse F. Accrescere la mobilità e la cooperazione europea G. Aprire gli ambienti di apprendimento, sostenere la cittadinanza attiva, linclusione sociale H. Rendere più attraente lapprendimento, rafforzare i legami con il mondo del lavoro e la società

4 SETTORE H PRIORITA Ambienti di apprendimento che contribuiscono a una nuova cultura dellapprendimento; Flessibilità delleducazione formale, delle Istituzioni e dei sistemi formativi; Partenariati e creazione di spazi per la cooperazione; Valutazione dellapprendimento: Valutazione e standard

5 NUOVO IMPIANTO FORMATIVO Passaggio dallapprendimento per discipline allapprendimento per competenze Passaggio dallapprendimento per discipline allapprendimento per competenze Flessibilità dellimpianto formativo e funzionalità dei contenuti di tutte le discipline generali e di indirizzo alle competenze da conseguire Flessibilità dellimpianto formativo e funzionalità dei contenuti di tutte le discipline generali e di indirizzo alle competenze da conseguire Dimensione laboratoriale dell apprendimento Dimensione laboratoriale dell apprendimento Importanza strategica del Consiglio di Classe Importanza strategica del Consiglio di Classe

6 Lobbligo di istruzione si caratterizza perché i saperi e le competenze assicurano (art. 2) lequivalenza formativa di tutti i percorsi, nel rispetto dellidentità dellofferta formativa … che caratterizzano i curricoli dei diversi tipi di indirizzi. Curricolo verticale

7 Documento tecnico del DM 139, 22 agosto 2007 Definizione standard - biennio Competenze: comprovata capacità di utilizzare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e personale; sono descritte in termini di responsabilità e autonomia. sono descritte in termini di responsabilità e autonomia.

8 Indicazioni Nazionali preparazione adeguata / abilità cognitive funzione orientativa / funzione formativa Risultati di apprendimento Area di Istruzione Generale

9 C ompetenze di base C ompetenze di base Rappresentano gli obiettivi da conseguire attraverso i percorsi formativi e Rappresentano gli obiettivi da conseguire attraverso i percorsi formativi e la relazione tra un soggetto e lassolvimento dei compiti associati ad un contesto. Sono articolati secondo gli Assi culturali in: Asse dei linguaggi Asse dei linguaggi Asse matematico Asse matematico Asse scientifico tecnologico Asse scientifico tecnologico Asse storico - sociale Asse storico - sociale

10 Curricolo verticale Assi culturali Curricolo Verticale Saperi Realtà Conoscitiva e operativa

11 C onoscenze Saperi disciplinari selezionati sulla base della loro significatività: Saperi disciplinari selezionati sulla base della loro significatività: Organizzatori Concettuali

12 Innovazione metodologica a) Discipline espressioni di un sapere b) parte di un puzzle c) sviluppo e acquisizione di competenze legate ad un Asse culturale che si intersecano con le otto competenze chiave di cittadinanza……

13 Le otto competenze chiave di cittadinanza 1. imparare ad imparare; 2. progettare; 3. comunicare; 4. collaborare e partecipare; 5. agire in modo autonomo e responsabile; 6. risolvere problemi; 7. individuare collegamenti e relazioni; 8. acquisire e interpretare linformazione.

14 ….e si esprimono attraverso obiettivi di apprendimento in itinere comprensivi delle competenze derivate dalle aree: metodologica, logico-argomentativa, linguistica e comunicativa, storico-umanistica, scientifica, matematica e tecnologica

15 Discipline strumenti per promuovere le competenze Curricolo orizzontale

16 la didattica orientativa Programmare insieme occasione per far convergere verso un unico scopo formativo: obiettivi contenuti verifiche valutazione CURRICOLO ORIZZONTALE importanza strategica del Consiglio di Classe per sviluppare le competenze

17 Processo interdisciplinare Requisito dellinterdisciplinarità è lo stile sperimentale : Rifiuto della didattica sequenziale; Rifiuto della didattica sequenziale; Rifiuto di percorsi e materiali preconfezionati. Rifiuto di percorsi e materiali preconfezionati. Lo stile sperimentale è : didattica e metodo di lavoro flessibili, lintercambiabilità degli spazi e delle attrezzature; didattica e metodo di lavoro flessibili, lintercambiabilità degli spazi e delle attrezzature; sviluppo del mondo motivazionale del soggetto; sviluppo del mondo motivazionale del soggetto; discriminazione/scelta tra conoscenze molteplici, specialistiche, non stabili e certe ovvero definitive; discriminazione/scelta tra conoscenze molteplici, specialistiche, non stabili e certe ovvero definitive; confronto/scontro tra punti di vista diversi confronto/scontro tra punti di vista diversi

18 Innovazione metodologica Didattica per competenze: orientativa modulare (competenze capitalizzabili e certificazioni spendibili in ambito occupazionale) per progetti didattica di laboratorio alternanza scuola - lavoro

19 Innovazione metodologica Didattica di laboratorio : Cooperative learning - Role playing -Brainstorming - Focus group Peer education, ecc… metodo della ricerca e dell'esplorazione; la collaborazione e cooperazione, realizzate attraverso la negoziazione, condivisione di significati, e la comune produzione di artefatti culturali

20 lavorare per progetti Induce a lavorare su unidea condivisa attivare competenze complesse imparare ad usare strumenti per comprendere e agire nella realtà sviluppare un mentalità organizzativa e gestionale esplicitare competenze in termini di responsabilità e autonomia

21 utilizzo delle TIC l'insegnamento è ancorato a problemi significativi, la cognizione situata in specifici contesti applicativi; si favoriscono: apprendistato cognitivo, flessibilità cognitiva (approccio multidimensionale alla conoscenza realizzato anche attraverso la tecnologia ipermediale).

22 democrazia cognitiva democrazia cognitiva Una didattica per competenze è strumento di democrazia cognitiva. Una didattica per competenze è strumento di democrazia cognitiva. La Scuola deve formare la persona perché possa agire nel e sul mondo delloggi, per costruire quello del domani ( Ph: Perrenoud). La Scuola deve formare la persona perché possa agire nel e sul mondo delloggi, per costruire quello del domani ( Ph: Perrenoud). La società della conoscenza richiede per lindividuo in formazione: La società della conoscenza richiede per lindividuo in formazione: Un comportamento adattivo: capacità di applicare conoscenze ed abilità in contesti differenziati; Un comportamento adattivo: capacità di applicare conoscenze ed abilità in contesti differenziati; Un comportamento creativo: capacità di sapere ricercare, inverare, selezionare,superare lapparente esaustività dei saperi consolidati e metterli in discussione. Un comportamento creativo: capacità di sapere ricercare, inverare, selezionare,superare lapparente esaustività dei saperi consolidati e metterli in discussione.

23 Valutazione Rapporto fra ciò che lallievo sa – ciò che sa fare – come lo fa – dove lo fa La valutazione deve essere attenta al processo di apprendimento Valore orientativo del voto nella I classe perché la valutazione è espressa dal complesso delle discipline afferenti ai relativi Assi

24 Valutazione passaggio dalla valutazione di una performance alla valutazione di un percorso integrato espresso in livelli di apprendimento Raccomandazione del Parlamento europeo utilizzare il Quadro Europeo delle Qualifiche come strumento di riferimento per confrontare i livelli delle qualifiche dei diversi sistemiQuadro Europeo delle Qualifiche

25 Livelli di apprendimento Secondo il certificato dellobbligo distruzione: Livello base: lo studente svolge compiti semplici in situazioni note, mostrando di possedere conoscenze ed abilità essenziali e di saper applicare regole e procedure fondamentali Livello intermedio: lo studente svolge compiti e risolve problemi complessi in situazioni note, compie scelte consapevoli, mostrando di saper utilizzare le conoscenze e le abilità acquisite Livello avanzato: lo studente svolge compiti e problemi complessi in situazioni anche non note, mostrando padronanza nelluso delle conoscenze e delle abilità. Sa proporre e sostenere le proprie opinioni e assumere autonomamente decisioni consapevoli Livello base non raggiunto con le indicazioni delle motivazioni

26 Certificato obbligo distruzione

27

28 Nuova valutazione condivisione di competenze da valutare concordare e proporre una o più prove di natura interdisciplinare con indicatori relativi ai singoli Assi


Scaricare ppt "DIDATTICA E VALUTAZIONE. II sessione Innovazione: dal programma al curricolo Processo di interdisciplinarità Didattica e valutazione Scuola come sistema."

Presentazioni simili


Annunci Google