La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Fiocco rosa, fiocco blu Educare alla diversità contro gli stereotipi di genere Milano 26 Novembre 2012 Paivi Biancolino M.Vittoria Colucci Annalisa Valsasina.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Fiocco rosa, fiocco blu Educare alla diversità contro gli stereotipi di genere Milano 26 Novembre 2012 Paivi Biancolino M.Vittoria Colucci Annalisa Valsasina."— Transcript della presentazione:

1 Fiocco rosa, fiocco blu Educare alla diversità contro gli stereotipi di genere Milano 26 Novembre 2012 Paivi Biancolino M.Vittoria Colucci Annalisa Valsasina

2 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Gli obiettivi del progetto Promuovere una riflessione sul temaessere maschi ed essere femmine che coinvolga i diversi attori che contribuiscono a costruire la rappresentazione che ciascun bambino ha di sé, del proprio sesso, delle proprie possibilità in base a questo. La finalità è quella di prevenire la trasmissione di stereotipi di genere sin dagli anni della prima infanzia in modo da limitarne limpatto sociale e individuale.

3 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Gli attori coinvolti I genitori dei bambini della scuola dellinfanzia (fascia 3-6 anni), primo veicolo di messaggi e aspettative di genere Gli insegnanti delle classi coinvolte e della scuola di infanzia Feltre, figure di riferimento e primo interlocutore sociale dei bambini al di fuori della famiglia I bambini delle classi Rossa e Viola della scuola d'infanzia Feltre. La comunità, tutti i genitori, gli educatori, la cittadinanza della zona 3

4 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 La struttura del progetto incontri con educatrici (2) prevedono una riflessione su come questi veicolino i concetti di maschile/femminile e di come tali comportamenti siano liberi o meno da condizionamenti culturali e possibili stereotipi; incontri con i gruppi classe (2) attivazione, attraverso larte terapia, di un primo livello di riflessione metaforica su come i bambini si sentono maschio/femmina, quali attribuzioni danno ai due sessi, quali limitazioni già può manifestare. incontro con i genitori Intende sviluppare consapevolezza circa luoghi comuni e messaggi limitanti ed attivare un confronto sul tema

5 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Il contesto di riferimento La rappresentazione che ciascuno di noi ha rispetto ai concetti di "maschile" e "femminile" e il frutto di condizionamenti culturali basati su stereotipi e luoghi comuni sui due sessi che l'immaginario collettivo ci trasmette e che si manifestano inconsapevolmente nei nostri modi di rivolgerci alle persone di sesso maschile o femminile e di educare bambini/e maschi e femmine Di seguito, alcune immagini che rappresentano le immagini di maschile e femminile veicolate nella nostra società.

6 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012

7 Il regalo è per un bambino o per una bambina?

8 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012

9

10 Mia figlia è un maschiaccio, gioca solo con macchine e costruzioni

11 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012

12

13 Si vede che è femmina: già così vanitosa…

14 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012

15

16

17

18 «No, non sono la segretaria di Melanie, sono proprio Melanie» Amministratore Delegato

19 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012

20 LItalia ha il triste primato in Europa del maggior numero di donne uccise da partner e ex partner.

21 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012

22 Gli stereotipi di genere sono Un insieme di credenze pervasive e resistenti che prendono lavvio dallidea che luomo e la donna possiedano diversi insiemi di caratteristiche, al di là del patrimonio biologico (Burr Vivien, 1998).

23 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012

24 I controstereotipi di genere sono categorizzazioni che capovolgono gli stereotipi di genere: ad esempio le immagini di uomini affettuosi con figli/e o di donne in ruoli professionali autorevoli rovesciano rigidi assunti secondo i quali solo le donne sono predisposte alla cura dei figli/e o solo gli uomini sono adatti a comandare.

25 Fiocco rosa, fiocco blu Educare alla diversità contro gli stereotipi di genere Il quadro teorico di riferimento

26 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Una premessa: uomini e donne sono diversi! -Morfologicamente: il corpo delluomo ha dimensioni maggiori di quello della donna -A livello ormonale: la concentrazione degli ormoni è diversa nei due sessi e questo comporta diverse tipologie di sviluppo cerebrale -A livello cerebrale: le connessioni tra gli emisferi sono maggiori per le donne, il cervello femminile è più plasmabile. Gli uomini tendono ad utilizzare in modo separato gli emisferi, sono più bravi nel ragionamento logico e spaziale-visivo, le donne in quello intuitivo. Le differenza va riconosciuta e valorizzata. Il nostro obiettivo è discriminare tra differenze di genere e stereotipi, ampliando le possibilità a disposizione di ciascun sesso, rispettosi delle reciproche differenze.

27 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Caratteristiche culturalmente attribuite ai due sessi Femminile Quiete e trasformazione graduale Fertilità, procreazione e crescita Attesa e accoglienza Passività e dipendenza Morbidezza, calore, flessibilità Emozioni più malinconiche che di forte timbratura Riflessione Seduttività, incanto Ciclicità Femminile Quiete e trasformazione graduale Fertilità, procreazione e crescita Attesa e accoglienza Passività e dipendenza Morbidezza, calore, flessibilità Emozioni più malinconiche che di forte timbratura Riflessione Seduttività, incanto Ciclicità Maschile Cambiamento lineare, voluto e imposto Potere Razionalità e significati certi Ordine, gerarchia Attività e indipendenza Aggressività, determinazione, distinzione Forza, distruzione Maschile Cambiamento lineare, voluto e imposto Potere Razionalità e significati certi Ordine, gerarchia Attività e indipendenza Aggressività, determinazione, distinzione Forza, distruzione

28 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Le origini delle nostre rappresentazioni di maschile e femminile La nostra immagine di ciò che èfemminile/maschile deriva da: ciò che la cultura ci tramanda rispetto ai due sessi (livello sociale) i messaggi che le figure di riferimento (in primis i genitori, ma anche gli insegnanti e altri adulti significativi) ci hanno trasferito nel processo di crescita (livello individuale)

29 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 I messaggi genitoriali Da subito, nellinterazione con i bambini, i genitori inviano loro messaggi di diverso tipo. Si tratta di messaggi: Spesso inconsapevoli Sia molto precoci (preverbali) Sia più tardivi (verbali) Veicolati anche dai comportamenti genitoriali Che riproducono ciò che le stesse persone adulte hanno a loro volta sentito dai loro genitori Attraverso questi messaggi il bambino si crea unidea di se stesso, degli altri e del mondo.

30 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 La tipologia di messaggi genitoriali Permessi: messaggi che sostengono, incoraggiano, sviluppano la nostra personalità autentica e la libera espressione di ogni sua parte Divieti: messaggi che inibiscono, bloccano la libera espressione di parti della nostra personalità non apprezzate dai nostri genitori. Sono inviti a non essere o non fare una determinata cosa. Possono essere fortemente influenzati dal sesso di appartenenza.

31 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Leffetto dei messaggi genitoriali Le parti di noi che ricevono il Permesso di esprimersi costituiscono la nostra Luce, ciò che esprimiamo e facciamo vedere agli altri. Le parti di noi che al contrario non trovano legittimità di espressione formano la nostraOmbra. Qui troviamo ciò che abbiamo messo via da bambini per non correre il rischio, di non essere amati dai nostri genitori. LUCE Ciò che i nostri genitori apprezzan oe premiano OMBRA Ciò che i nostri genitori giudicano, limitano, non apprezzano

32 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Effetti dei messaggi genitoriali: un esempio per i maschi Non piangere come una femminuccia Quando piangi non mi piaci Sei proprio forte e determinato, bravo! I maschi non hanno paura! Sua sorella non si stacca mai da me, lui si che è un indipendente! E bravissimo, fa tutto da solo già alla sua età Sei il mio ometto Uff, vuole scegliersi i vestiti come una femmina Si sa difendere (detto di un bambino che picchia) Ha tanta energia, è proprio un maschio LUCEOMBRA Sentire ed esprimere tristezza e paura, mostrarsi vulnerabile Chiedere aiuto per sé Dipendenza Attenzione e cura di sé Determinazione, assertività Autonomia Energia, vitalità Responsabilità Forza e intraprendenza

33 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Effetti dei messaggi genitoriali: un esempio per le femmine Quando ti arrabbi non mi piaci Sarai sempre la mia bambina! Smettila di urlare e picchiare! Sei proprio un maschiaccio!! Suo fratello è un agitato, lei è così composta! E cosi brava, mi aiuta sempre e non si lamenta mai Siediti composta come una signorina LUCEOMBRA Autonomia, affermazione di sé Aggressività, rabbia Spontaneità, attività Dipendenza, legame Bellezza Sensibilità Sei dolce e gentile come tutte le bambine, sei la mia principessa

34 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 I messaggi genitoriali e la costruzione dellombra La potenza e limpatto sulla personalità di un bambino dei messaggi genitoriali dipende da: Il modo in cui il messaggio è inviato (tonalità emotiva) La fonte da cui proviene (genitore, insegnante, nonni, amico, ecc.) e limportanza di questo per chi lo riceve Letà in cui riceviamo il messaggio: più siamo piccoli, più è incisivo La frequenza con cui si reiterano Non esistono i genitori perfetti né messaggi distorti che non si possono recuperare … Non basta un messaggio per limitare la personalità di un bambino!

35 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 I permessi fondamentali per crescere ed essere uomini/donne liberi Puoi esistere ed esprimere i tuoi bisogni Puoi essere del tuo sesso (e non di quello che voglio io) Puoi essere importante (quindi chiedere ciò che vuoi per te) Puoi essere intimo (fisicamente ed emotivamente) Puoi sentire le tue emozioni (gioia, rabbia, tristezza, paura) ed esprimerle Puoi essere un bambino Puoi crescere (e staccarti da me) Puoi pensare (anche diversamente da me) Puoi essere te stesso ( e non come vorrei io) Puoi riuscire in ciò che fai (e anche superarmi) Puoi fare ciò vuoi Puoi…

36 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 LOmbra culturale del femminile e del maschile Divieti stereotipati per le donne -Non crescere (resta la mia bambina, non separarti) -Non pensare (passività, non affermazione) -Non essere te stessa (ma come voglio io) -Non esprimere la rabbia -Non riuscire (professionalmente) -Non essere importante (gli altri lo sono più di te) Divieti stereotipati per gli uomini -Non essere intimo -Non sentire e esprimere la tristezza o la paura -Non essere un bambino (sii un ometto)

37 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Gli effetti in età adulta degli stereotipi: esempi Nelle donne (alcuni esempi): Scelte professionali e di studio indirizzate verso attività culturalmente femminili (p.e. insegnamento, lavori di cura, ecc.) a scapito di altre possibili strade Difficoltà di conciliazione vita lavorativa e vita professionale (mancato equilibrio tra bisogni di autorealizzazione e di appartenenza/cura della famiglia) Mancato accesso a modelli femminili sul lavoro non stereotipati con conseguente messa in atto di comportamenti e modelli prettamente maschili Dipendenza dalla famiglia di origine o dal coniuge/compagno Difficoltà a negoziare, chiedere per sé, stabilire network Dipendenza da modelli esterni di femminilità (vedi pubblicità) Posizione passiva in caso di difficoltà (violenza, femminicidio)

38 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Gli effetti in età adulta degli stereotipi: esempi Negli uomini (alcuni esempi): Mancato o ridotto accesso alla sfera della relazioni, della cura, del sostegno domestico e familiare Difficoltà di relazione con la compagna e i figli, ridotta intimità Scelte professionali e di studio indirizzate verso attività culturalmente maschili (p.e. ingegneria, economia, ecc.) a scapito di altre possibili strade Visione limitante del ruolo femminile, femminicidio

39 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 LOmbra individuale Accanto ai Divieti culturali, esiste lOmbra individuale, nata dalla nostra specifica esperienza in famiglia che ci ha chiaramente trasmesso: -Cosa è, non è maschile -Cosa è, non è femminile Riconoscere le nostre parti messe in Ombra è fondamentale per recuperare potenzialità e aspetti della nostra personalità che, da adulti, ci possono rendere liberi, autentici, non adattati ai nostri modelli genitorlali Integrare Luce / Ombra ci consente anche di crescere figli e di educare bambini in modo consapevole e adulto

40 Fiocco rosa, fiocco blu Educare alla diversità contro gli stereotipi di genere Il lavoro con le educatrici

41 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Gli incontri con le educatrici I incontro – Obt favorire la consapevolezza Attraverso un lavoro sulle sagome corporee abbiamo fatto emergere la rappresentazione del maschile e femminile delle educatrici presenti. Con un questionario sulla propria storia abbiamo individuato i messaggi genitoriali che possono aver influito sullimmagine del maschile e femminile attuale, condiviso i comportamenti o atteggiamenti che hanno generato. II incontro – Obt individuare linee guida per evitare gli stereotipi Abbiamo restituito alle educatrici quanto emerso nel primo incontro e lavorato su alcune situazioni tipo con i bambini per evidenziare le risposte che possono trasmettere stereotipi e ricercare possibili alternative.

42 Fiocco rosa, fiocco blu Educare alla diversità contro gli stereotipi di genere Il lavoro con i bambini

43 Arte terapia come prevenzione Lavoro con le sezioni rossa e viola della scuola dell'infanzia Feltre, in in sottogruppi da 8/10 bambini di 4 e 5 anni Obbiettivi: favorire l'osservazione del gruppo classe e dei singoli bambini da parte delle educatrici facilitare la libera espressione dei bambini attraverso il processo creativo, in un contesto non intrusivo e non giudicante stimolare la comunicazione nel gruppo dei pari attraverso la creatività e l'utilizzo dei materiali, anche a livello non verbale

44 Il lavoro sulle sagome corporee favorisce il coinvolgimento attraverso l'identificazione libera l'espressione spontanea grazie all'utilizzo dei materiali

45 Fasi di lavoro Presentazione in cerchio: come mi chiamo e cosa farò da grande. I mestieri immaginati dai bambini per sé da grandi. Presentazione delle sagome: definizione di genere, scelta del nome Vestizione delle sagome con i materiali diversificati per tipologia e colore Esplorazione dei giochi preferiti delle sagome di bambina/o di carta Esplorazione dei mestieri possibili per le sagome da grandi. Scelta individuale di un fiocco rosa o azzurro da portare in classe

46 Cosa è emerso dal lavoro dei bambini Le immagini stereotipate del maschile e del femminile risultano legate perlopiù a elementi esteriori e al mondo dell'immaginazione: abbigliamento e colori, fiabe e sogni azzurro rosa, principessa delle fate Spiderman

47 Cosa è emerso dal lavoro dei bambini Riferendosi al mondo reale i bambini hanno espresso una molteplicità di opzioni Nella scelta del lavoro, quello desiderato da loro e dai bambinidi carta, e nei giochi preferiti. Seppur condizionati dai messaggi forti del marketing del settore dei giocattoli, sono aperti ed interessati ad esplorare ambiti diversi, facilitati dalla quotidianità nell'ambiente scolastico, prezioso luogo di confronto e sperimentazione.

48 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Il recupero dellOmbra…cosa fare Come riconoscere le nostre parti messe in Ombra: Spesso i comportamenti/le persone che ci infastidiscono profondamente sono lespressione di ciò che non ci è stato permesso, rispetto al quale riproponiamo il divieto genitoriale, unito alla rabbia di non aver potuto esprimerci liberamente in quella sfera. Ripensate al maschile/femminile, allessere maschio/essere femmina, ai vostri bambini/bambine… Cosa non vi piace? Su quali aspetti esprimete un giudizio negativo? Vi erano concessi?

49 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Cosa possiamo fare? Alcune domande guida Pensa a quali comportamenti/atteggiamenti dei tuoi figli, ti irritano particolarmente e perchè.

50 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Cosa possiamo fare? Alcune domande guida I tuoi figli ti hanno già detto cosa volevano fare da grandi? Ricordi cosa è? Cosa hai provato quando lhai sentito per la prima volta? Che pensieri hai fatto? Come hai commentato con loro?

51 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Cosa possiamo fare? Alcune domande guida Hai mai pensato di tuo figlio, si vede che è maschio, o di tua figlia, si vede che è femmina? In che occasione? Cosa stavano facendo o dicendo?

52 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Cosa possiamo fare? Alcune domande guida Quando avevi 7-8 anni, ricordi dei commenti, dei modi di dire, dei proverbi dei tuoi genitori relativi ai maschi ed alle femmine?

53 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Cosa possiamo fare? Alcune domande guida Come erano visti i comportamenti che oggi ti irritano dei tuoi figli dai tuoi genitori? Puoi trasformarli in caratteristiche positive?

54 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 La trasformazione dei giudizi in caratteristiche Femmine Civettuola/smorfiosa Passiva Emotiva …. Maschi Prepotente Egoista Rumoroso Aggressivo Agitato Femmine Attenta al suo aspetto, curata Calma, riflessiva Sensibile, a contatto con le emozioni Maschi Assertivo, autorevole, sicuro di sé Autoprotettivo, non pensa solo agli altri Esuberante, vivace, energico Spontaneo, sa quello che vuole Dinamico, attivo GiudiziCaratteristiche

55 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 In sintesi…punti di attenzione per uneducazione libera Siate consapevoli dei vostri modelli appresi di maschile e femminile: analizzateli, attualizzateli, buttate ciò che non è vero per voi oggi Esplorate la vostra ombra: individuate ciò che vi è stato negato, dategli un nuovo nome e non più un giudizio, datevi il permesso di sperimentarlo oggi Osservate i vostri bambini e sostenete lo sviluppo delle diverse dimensioni della loro personalità, maschile e femminile: siate dei modelli, fate vedere ai vostri bambini come si è mamme, mogli, lavoratrici, figlie… e padri, mariti, lavoratori, figli, ecc. Non giudicate i comportamenti dei vostri bambini: provate a definire le loro caratteristiche in positivo Accettate i vostri errori e i vostri pregiudizi: liberarsi di millenni di cultura non è facile!

56 Presentazione del progetto Fiocco rosa, fiocco blu - Milano, 26 novembre 2012 Contatti Paivi Biancolino – Maria Vittoria Colucci – Annalisa Valsasina – Mami – Mamme a Milano –


Scaricare ppt "Fiocco rosa, fiocco blu Educare alla diversità contro gli stereotipi di genere Milano 26 Novembre 2012 Paivi Biancolino M.Vittoria Colucci Annalisa Valsasina."

Presentazioni simili


Annunci Google