La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1. Termine apparso nei documenti ufficiali dellU.E. allinizio degli anni 90: una equilibrata relazione tra vita familiare e vita professionale. Le misure.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1. Termine apparso nei documenti ufficiali dellU.E. allinizio degli anni 90: una equilibrata relazione tra vita familiare e vita professionale. Le misure."— Transcript della presentazione:

1 1

2

3 Termine apparso nei documenti ufficiali dellU.E. allinizio degli anni 90: una equilibrata relazione tra vita familiare e vita professionale. Le misure di conciliazione sono le facilitazioni che promuovono e sostengono la combinazione tra lavoro professionale e responsabilità di cura. Sono le strategie tese a rendere meno drammatico il conflitto sul tempo della vita quotidiana delle persone. Attualmente chi è maggiormente coinvolto dalle responsabilità familiari? Le DONNE!

4 Misure tese a servizi per la cura di infanzia e servizi alla persona più efficienti ed efficaci Misure tese a favorire i congedi parentali per entrambi i genitori Misure di miglioramento della vita quotidiana, dei tempi, degli orari Misure che migliorino la condivisione delle responsabilità di cura tra donne e uomini La conciliazione non può essere considerata solo un problema privato

5 Profondi mutamenti della struttura demografica per i prossimi anni (Istat: anni 2004/2051) La piramide delle età sposta il suo baricentro verso lalto per la riduzione dei tassi di natalità e il prolungamento della vita delle persone Elementi di attenzione Rinnovamento della forza lavoro Aumento tasso dipendenza senile Rinnovo competenze e professionalità Mobilitazione risorse umane inattive (donne)

6 Nuovi e migliori Servizi (ruolo Enti locali) Organizzazione del lavoro, tempi, flessibilità (ruolo Imprese) Organizzazione e cultura familiare (donne, uomini, divisione del lavoro di cura di figli e anziani) Mutamenti demografici, struttura mercato del lavoro (politiche economiche e sociali)

7 Armonizzare i tempi di lavoro, di cura, di relazione e di formazione. Regolare i congedi parentali per madri e padri che lavorano Congedi formativi Coordinamento dei tempi delle città (ruolo Regioni e Comuni)

8 Donne e uomini che lavorano (sez.1 Congedi parentali per la cura dei familiari, formazione e formazione continua) Imprese private (sez.2 Art.9) Regioni, Comuni, Enti locali (sez.3 Piani degli orari, banche del tempo)

9 Quota annuale nellambito del Fondo per loccupazione Erogazione di contributi alle imprese private (individuali, piccole, medie, grandi) per progetti di flessibilità a favore della conciliazione familiare Scadenze di presentazione progetti: 10 febbraio - 10 giugno - 10 ottobre

10 50% finanziamento destinato a Imprese fino a 50 dip Obiettivi di progetto: Forme di flessibilità oraria con priorità per genitori di figli fino 8-12 anni (lett.A) (p.t. reversibile, telelavoro e lavoro a domicilio, flessibilità oraria, banca delle ore..) Formazione al rientro da maternità e congedi (lett.B) Sostituzione titolare di impresa o lavoratore/trice autonomo/a (lett.C)

11 Stipula dellaccordo sindacale a sostegno del progetto Definizione progetto secondo art.9 e procedure indicate da Ministero Precisa definizione del contenuto dellazione positiva e delle/dei destinatari Precisa definizione del budget, secondo indicazioni ministeriali Durata max. progetto: 24 mesi

12 La finalità di cura dei figli, anche se prioritaria, non è da considerarsi esclusiva; È richiesta, ai fini dellammissione al finanziamento, la stipula di accordi sindacali di secondo livello; Sono finanziabili anche i costi aggiuntivi al lavoro; È data priorità ai genitori con figli con meno di 12 anni, 15 se in affidamento o adozione TIPOLOGIE FINANZIABILI (ELENCO NON TASSATIVO): PART-TIME REVERSIBILE, TELELAVORO, LAVORO A DOMICILIO, ORARIO FLESSIBILE, BANCA ORE, FLESSIBILITÀ SU TURNI, ORARIO CONCENTRATO

13 È richiesta lassenza dal lavoro per un periodo non inferiore ai 60 giorni, salvo diversa previsione dei contratti collettivi; È richiesta, ai fini dellammissione al finanziamento, la stipula di accordi sindacali di secondo livello; È data la priorità ai programmi formativi che prevedono, oltre ad aggiornamento professionale, il rientro del lavoratore nella medesima unità produttiva e con le medesime mansioni svolte in precedenza. I COSTI FINANZIABILI SONO QUELLI SOSTENUTI PER LE ORE DI FORMAZIONE (AFFITTO DAULE, ACQUISTO MATERIALE, DOCENTI) NON VI RIENTRANO I COSTI RELATIVI ALLA MANCATA PRODUZIONE.

14 Azioni mirate esclusivamente al lavoro autonomo per consentire la sostituzione del titolare dimpresa o del lavoratore autonomo con altro imprenditore o lavoratore autonomo per necessità di cura familiare. LA SOSTITUZIONE PUO ESSERE TOTALE O PARZIALE, RISPETTANDO LE FIGURE PROFESSIONALI ESPLICITATE NEL CODICE CIVILE E LEGGE 30/2003

15 Modello predisposto dal Ministero Linee guida per la domanda di ammissione Allegati (secondo indicazioni delle l.g.) Invio a: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociale Direzione Generale per lImpiego, Orientamento e la Formazione Div. IV, Via Fornovo, ROMA

16 AMMINISTRAZIONE COMUNALE OSPEDALE DI LECCO AZIENDA PRIVATA

17

18 Gli Ipermercati Auchan di San Rocco al Porto (LO), Bergamo, Curno e Padova hanno promosso un Progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ai sensi della Legge 53/2000, art. 9, teso a favorire la conciliazione familiare attraverso: La SPERIMENTAZIONE del Lavoro a Isole, un modo innovativo di pensare e organizzare il lavoro; La FORMAZIONE, per facilitare i rientri al lavoro in seguito a maternità e congedi familiari

19 Miglioramento delle condizioni di conciliazione per le lavoratrici (e lavoratori) Realizzazione di Isole nellarea casse Realizzazione di Isole nellarea commerciale Miglioramento del clima aziendale Valorizzazione e assunzione delle responsabilità di conciliazione familiare da parte delle aziende CONSOLIDAMENTO DELLE SPERIMENTAZIONI DELLE ISOLE COME MODELLO ORGANIZZATIVO

20 AZIENDA DI 36 DIPENDATI (DI CUI 33 DONNE) LAZIENDA ANNUNCIA 16 ESUBERI SU 36 PROPOSTA E POI ACCORDO DI CDS PER 1 ANNO POI ACCORDO DI TRASFORMAZIONE DA TEMPO PIENO A TEMPO PARZIALE CON ELABORAZIONE DI UN PROGETTO ART.9 LEGGE 53/00 RISULTATO : MANTENIMENTO DELLOCCUPAZIONE ATTRAVERSO LA CONCILIAZIONE DELLORARIO DI LAVORO

21 Problema organizzativo e di gestione delle risorse umane Domanda sociale e personale ineludibile Responsabilità sociale e innovazione Migliore qualità del lavoro La convenienza reciproca di interessi


Scaricare ppt "1. Termine apparso nei documenti ufficiali dellU.E. allinizio degli anni 90: una equilibrata relazione tra vita familiare e vita professionale. Le misure."

Presentazioni simili


Annunci Google