La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il mercato dei taxi: tra monopolio e liberalizzazione Convegno CNTP Bologna 21 giugno 2004 Simona Cupelloni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il mercato dei taxi: tra monopolio e liberalizzazione Convegno CNTP Bologna 21 giugno 2004 Simona Cupelloni."— Transcript della presentazione:

1 Il mercato dei taxi: tra monopolio e liberalizzazione Convegno CNTP Bologna 21 giugno 2004 Simona Cupelloni

2 LE RAGIONI DELLA REGOLAZIONE Sistema tariffario pubblicato giustificato dallimpossibilità di raggiungere un prezzo di equilibrio attraverso la libera contrattazione ad ogni transazione; Necessità di contingentare il numero delle licenze affinché sia possibile unofferta di buona qualità; Duplice valenza della licenza: 1. Strumento deterrente contro comportamenti abusivi; 2. Liquidazione (goodwill) per il tassista. Il numero delle licenze non sempre è ottimale; Una domanda consistente potrebbe indurre il tassista a smettere di lavorare prima di aver terminato il proprio turno. Il mercato dei taxi

3 RELAZIONE TRA PROFITTO E NUMEROSITÀ DEGLI OPERATORI Fin tanto che ci sarà domanda insoddisfatta il profitto degli operatori non viene massimizzato; Il numero delle licenze concesse incide sul reddito dei tassisti solo a partire da una certa soglia; Nel caso di emissioni di nuovi titoli, effetti negativi sul reddito degli operatori si riscontrerebbero se e soltanto se il numero delle licenze fosse elevato rispetto alla domanda.

4 PREZZI DELLE LICENZE NEL COMUNE DI ROMA NEL PERIODO Il mercato dei taxi Anni Prezzo licenze () Il valore delle licenze è andato aumentando nel tempo anche tenendo conto dellinflazione.

5 PREZZI DELLE LICENZE NEL COMUNE DI ROMA NEL PERIODO Due punti di massimo (1988, 1996) in concomitanza con lassegnazione di nuove licenze gratuite; Probabile giustificazione: le richieste insoddisfatte ritornano sul mercato determinando un improvviso aumento del prezzo; Nel comune di Roma i forti razionamenti di domanda non permettono di raggiungere il profitto massimo possibile; Obiettivo del regolatore è definire un numero di licenze tale da massimizzare il benessere sociale, riducendo il tempo di attesa degli utenti e minimizzando i tempi morti per i tassisti; Relazione univoca tra titolare della licenza, conducente del taxi e autovettura usata per esercitare il servizio. Il mercato dei taxi

6 SISTEMI DI REGOLAMENTAZIONE ALLESTERO PAESETARIFFEN° TAXIZONE-TURNI ItaliaMassimaliStrettamente regolatoRegolati SveziaLibereLiberoDeregolati OlandaMassimaliLiberoDeregolati IrlandaMassimaliLiberoRegolati Regno UnitoMassimaliFlessibileRegolati Belgio (Fiandre)MassimaliRegolato (flessibile)Regolati DanimarcaFisseFlessibileRegolati GermaniaFisseStrettamente regolatoRegolati FranciaFisseStrettamente regolatoRegolati Nuova ZelandaLibereLiberoDeregolati Il mercato dei taxi

7 PROPOSTE DI RIFORMA Il mercato dei taxi Pil regionale quale parametro rappresentativo della domanda in modo da adeguare automaticamente il numero delle licenze a questultima; Nel Comune di Roma un aumento del Pil di un punto percentuale ha prodotto un aumento del valore della licenza di 1,634 punti percentuali; 1.Abolizione del principio di individualità: la licenza diviene titolo che autorizza il soggetto giuridico abilitato (art. 7, L. Quadro 21/92); 2.Introduzione della possibilità di cumulo della titolarità delle licenze in capo a persone giuridiche (art. 8, L. Quadro 21/92).

8 Il conferimento di più licenze in capo a soggetti giuridici in grado di gestirle 24 ore su 24, facendo ruotare vari conducenti sulla stessa vettura, consentirebbe di: a)Aumentare lofferta a parità di licenze; b)Ridurre, se non eliminare, il costo del capitale inutilizzato; c)Ridurre le spese di manutenzione; d)Ridurre il fenomeno dellabusivismo. I soggetti che intendono investire nel settore taxi possono riscattare le licenze dagli attuali titolari, che possono cedere il proprio titolo senza esserne obbligati, potendo decidere di continuare ad esercitare alle condizioni operative attuali, ovvero di affittare a terzi abilitati la vettura oltre il proprio turno. PROPOSTE DI RIFORMA Il mercato dei taxi

9 PROPOSTE DI RIFORMA Il mercato dei taxi Il tassista cedente incassa subito il valore della licenza, ma mantiene o può mantenere il diritto allesercizio del proprio turno presso lacquirente; Al fine di creare un mercato formale delle licenze, si potrebbe istituire una borsa per lo scambio delle licenze; Emissione di nuove licenze mediante assegnazione a titolo gratuito di nuove licenze o frazioni di queste agli attuali titolari; Ad ogni operazione di liquidazione delle nuove licenze si produrrebbe un aumento di vetture circolanti meno che proporzionale rispetto allemissione di nuovi titoli perché una quota di questi resta sulla carta come investimento speculativo.


Scaricare ppt "Il mercato dei taxi: tra monopolio e liberalizzazione Convegno CNTP Bologna 21 giugno 2004 Simona Cupelloni."

Presentazioni simili


Annunci Google