La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA DIETA MEDITERRANEA IL TERMINE DIETA DEFINISCE LE ABITUDINI ALIMENTARI E LORGANIZZAZIONE DI PIU PASTI NEL TEMPO. LA CULTURA ALIMENTARE DI UN POPOLO E.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA DIETA MEDITERRANEA IL TERMINE DIETA DEFINISCE LE ABITUDINI ALIMENTARI E LORGANIZZAZIONE DI PIU PASTI NEL TEMPO. LA CULTURA ALIMENTARE DI UN POPOLO E."— Transcript della presentazione:

1 LA DIETA MEDITERRANEA IL TERMINE DIETA DEFINISCE LE ABITUDINI ALIMENTARI E LORGANIZZAZIONE DI PIU PASTI NEL TEMPO. LA CULTURA ALIMENTARE DI UN POPOLO E LEGATA ALLAMBIENTE GEOGRAFICO E CLIMATICO, ALLE TRADIZIONI ED ALLE CONDIZIONI SOCIALI ED ECONOMICHE

2 LA DIETA MEDITERRANEA IERI caratterizzata da FRUGALITA da MOVIMENTO FISICO ( i contadini e gli operai si spostavano continuamente a piedi o con mezzi non motorizzati !!!) dalla SEMPLICITÀ dei cibi con pochi additivi dalla GENUINITA dei cibi dalla STAGIONALITA (fatta eccezione della carne di maiale e le marmellate per conservare la frutta) dalla FRESCHEZZA dei cibi dalla VARIETA dei cibi soprattutto FRUTTA e VERDURA dalla SCARSITÀ dei condimenti che privilegiavano lolio extra vergine di oliva dalla POVERTA in carne ( si consumavano carni dei volatili da pollaio) dal consumo di PESCE AZZURRO dalla ricchezza in FIBRE per luso di pasta, pane, riso integrali

3 LA DIETA MEDITERRANEA IERI TIPICI I PIATTI UNICI

4 LA DIETA MEDITERRANEA DI IERI RISPETTAVA IN PIENO LA PIRAMIDE ALIMENTARE ANCHE NEI PIATTI UNICI

5 LA DIETA MEDITERRANEA ERA COMPLETATA ANCHE DA VINO E DA FRUTTA

6 LA DIETA MEDITERRANEA ERA COMUNE A TUTTI I PAESI MEDITERRANEI ED ERA UNA GARANZIA PER I LORO POPOLI Nel 1953 Il Prof. Ancel Key effettuò uno studio sulle abitudini alimentari di STATI UNITI,GIAPPONE,ITALIA, GRECIA, JUGOSLAVIA,OLANDA, FINALANDIA Furono prese in esame persone di età compresa tra i 40 ed i 59 anni Dallo studio emerse che la mortalità per CARDIOPATIA ISCHEMICA era nettamente inferiore tra le popolazioni situate intorno al Mediterraneo. La mortalità superiore delle altre popolazioni fu attribuita alla dieta che includeva consistenti quote di burro,strutto,carne rossa….

7 LA DIETA MEDITERRANEA IERI ED I GRASSI ANIMALI I grassi animali provenienti dal pesce azzurro pescato e non di allevamento, proteggevano dalle malattie cardiovascolari per la presenza degli ACIDI GRASSI OMEGA 3 ed OMEGA 6. Si è visto infatti che essi contrastano il colesterolo solo nel pesce intero e non nella forma estrattiva dellindustria : ( pasticche di acidi grassi = non protettive). Gli acidi grassi omega 3 ed omega 6 non si formano nel pesce di allevamento!!!!!

8 DIETA MEDITERRANEA OGGI, STILE DI VITA, INVASIONE DI ALIMENTI DEL CONSUMISMO Dalla frugale civiltà del grano si è passati soprattutto per la spinta giovanile, ai pasti dei fast-food con hmburgher, patatine e bevande dolcificate come la Coca Cola ( ad elevato potere calorico: calorie non immaginabili!!!) Il costo energetico della vita, in termini di calorie, si è ridotto drasticamente non solo per lImpiegato sedentario o il Dirigente (che confonde la vita muscolarmente attiva con il dinamismo degli spostamenti continui in aereo), ma anche per lOperaio ed il Contadino che lavorano con tecnologie meccanizzate che riducono enormemente la spesa termica e quindi il costo calorico del vivere. I nostri nonni spendevano mediamente 3000 Kcal al giorno, che integravano con abbondanti cereali, abbinati a legumi per avere energia e proteine nobili a basso costo Oggi tali associazioni di cibi e tali quantità sono poco proponibili perché ipercalorici per il nostro stile di vita. Dobbiamo sostituire necessariamente qualche cereale o legume con carne o pesce che hanno minore potere calorico. Ridurre solo essi porterebbe a carenze alimentari (aminoacidi nobili)

9 COME SI E TRASFORMATO LO STILE DI VITA

10 COME RIEQULIBRARE APPORTO CALORICO E STILE DI VITA? Naturale la riduzione di cereali e legumi Naturale lincremento di carne e pesce Innaturale lintroduzione di cibi estranei alla cultura mediterranea e ricchi di grassi animali quali i pasti dei fast- food, le salse, i fritti Vergognoso laver trascurato i pregi dellolio extravergine di oliva per favorire la commercializzazione di oli di semi fortemente poliinsaturi La dieta mediterranea rimane valida a patto di ridurre le quantità rinunciando alle porzioni da camionista, aumentare il consumo di verdure fresche ad ogni pasto Riprendere quella costante attività fisica giornaliera che era tipica dei nostri antenati

11 LA PASTA E ANCORA UN VALIDO ALIMENTO? Si purchè in un piccolo piatto Si purchè condita semplicemente, dato che il maggior apporto calorico lo conferiscono le salse, il ragù di carne, i grassi animali in genere Si purchè cotta al dente per la gioia dei buongustai e per il minore indice glicemico che ha la pasta italiana di semola di grano duro non troppo cotta, anche rispetto al riso, al pane ed alle patate Si perché contiene anche il 10% di proteine vegetali Quindi si alla pasta al pomodoro! Però non dimentichiamo le nostre verdure! No alle verdure surgelate prive di sali minerali e di vitamine

12 PERCHE E NECESSARIO MANGIARE LE VERDURE FRESCHE DI STAGIONE? Perché contengono vitamine e sali minerali Perché contengono fibre non digeribili per luomo, protettive per le malattie intestinali cancro compreso Perché non forniscono molte calorie (le fibre non forniscono alcuna caloria) Perché favoriscono lo svuotamento intestinale Perché catturano una parte del colesterolo Perché antagonizzano i radicali liberi che si formano in tutte le cellule come prodotto del catabolismo cellulare

13 VERDURE FRESCHE DI STAGIONE: ALTRE NOTIZIE POCO NOTE E vero che il tempo per pulire e lavare le verdure è tanto e nella organizzazione della vita moderna il tempo per il lavoro domestico è scarso Però le verdure conservate mediante il congelamento o altre forme di conservazione in buste contengono insidie importanti: 1. con il congelamento si perde fino al 50% delle vitamine e dei sali minerali 2.Le verdure conservate in tale modo e nei modi sopra descritti provengono da molti paesi extraeuropei nei quali è consentito luso di fertilizzanti e di antiparassitari vietati in Europa e soprattutto in Italia

14 LA DIETA MEDITERRANEA OGGI E ANCORA PROPONIBILE ? Certamente è proponibile il modello Il modello vuol dire frugalità Il modello vuol dire ritornare alle abitudini sobrie ed ai cibi tradizionali Il modello vuol dire anche il contesto sociale e lo stile di vita Nessun cibo isolato dalle precedenti condizioni può rendere salutare una dieta La dieta di per sé non fa miracoli e per salvaguardare la salute sarà bene mantenersi in forma con una regolare attività fisica

15 NO SI

16


Scaricare ppt "LA DIETA MEDITERRANEA IL TERMINE DIETA DEFINISCE LE ABITUDINI ALIMENTARI E LORGANIZZAZIONE DI PIU PASTI NEL TEMPO. LA CULTURA ALIMENTARE DI UN POPOLO E."

Presentazioni simili


Annunci Google