La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L.r. 4/2012- Norme per la valorizzazione del patrimonio edilizio esistente e altre disposizioni in materia urbanistico-edilizia Politiche per labitare:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L.r. 4/2012- Norme per la valorizzazione del patrimonio edilizio esistente e altre disposizioni in materia urbanistico-edilizia Politiche per labitare:"— Transcript della presentazione:

1 L.r. 4/2012- Norme per la valorizzazione del patrimonio edilizio esistente e altre disposizioni in materia urbanistico-edilizia Politiche per labitare: le opportunità delledilizia residenziale sociale 25 giugno 2012 – STER Bergamo Direzione Generale Casa ing. Mario Nova

2 Il contesto in Lombardia: qualche dato… 4,3 milioni di famiglie nel 2011 La famiglia «standard» rappresentava il 46% nel 1995, nel 2010 è il 38% 25% degli studenti universitari lombardi viene da fuori regione Lincidenza della spesa per la casa per un single giovane è pari a 51,8% 53,3% delle famiglie lombarde considera elevate le spese per labitazione

3 Fabbisogno abitativo bisogno di case o bisogno di casa?

4 In Provincia di Bergamo Numero abitazioni nel 2001: Numero famiglie nel 2010: Il bisogno sociale – Numero alloggi erp: – Domande erp: ( persone) …. gli altri fabbisogni – Giovani coppie – Studenti – Anziani – ……

5 Gli operatori La Casa Il libero mercato Il mondo cooperativo Ledilizia residenziale pubblica I fondi immobiliari «etici» Abitazione in affitto

6 L.r.4/2012, le finalità razionalizzare il patrimonio edilizio esistente riqualificare e qualificare le aree urbane contenere il consumo di suolo ridurre i consumi energetici rilanciare il settore edilizio intervenire nelle aree dismesse incrementare lofferta di edilizia residenziale sociale

7 art.6 Le opportunità per lERS Interventi di edilizia residenziale sociale Realizzazione di alloggi sociali (DM 22 aprile 2008), edilizia universitaria convenzionata, locazione temporanea ai fini sociali + funzioni complementari (20%), con destinazioni da conservare per almeno 12 anni Scadenza Modalità: – Delib. Cc di indicazioni, criteri applicativi e esclusione aree (60 gg dalla l.r.) – Delibera di Gc di assenso al progetto (60 gg dalla richiesta) – Permesso di costruire L.R. 4/ PARTE I

8 art.6 Le opportunità per lERS Interventi in deroga agli strumenti urbanistici e ai regolamenti: Ampliamenti volumetrici su edifici sociali esistenti al del 40% per soggetti pubblici e 20% per privati, ma 40% per tutti nei comuni a maggior fabbisogno del PRERP Sostituzione edilizia con incrementi volumetrici del 40% per edifici pubblici e 20% per privati, ma 40% per tutti (pubblici e privati) nei comuni PRERP Variazione di destinazione duso Cessione dei diritti volumetrici ad altri operatori Trasferimento su altre aree dei volumi L.R. 4/ PARTE I

9 art.6 Le opportunità per lERS Altri incentivi e facoltà di intervento Riduzione del 50% degli oneri di urbanizzazione per gli immobili erp con facoltà per il Consiglio comunale di ulteriore riduzione Possibile riduzione della quota di parcheggi pertinenziali per residenze universitarie Ulteriori ampliamenti per riqualificazione energetica (max 10%) Aree dismesse, possibile convenzionamento dei privati con ALER L.R. 4/ PARTE I

10 Il Patto per la Casa

11 Grazie per lattenzione! Sportello Casa attivo a Pavia, Bergamo, Brescia, Lecco, Lodi a breve a Cremona e in tutti i capoluoghi


Scaricare ppt "L.r. 4/2012- Norme per la valorizzazione del patrimonio edilizio esistente e altre disposizioni in materia urbanistico-edilizia Politiche per labitare:"

Presentazioni simili


Annunci Google