La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Schermi e Palcoscenici di Comunicazione

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Schermi e Palcoscenici di Comunicazione"— Transcript della presentazione:

1 Schermi e Palcoscenici di Comunicazione
Il mezzo è il messaggio (Marshall McLuhan) <<La sua riflessione ruota intorno all'ipotesi secondo cui il mezzo tecnologico che determina i caratteri strutturali della comunicazione produce effetti pervasivi sull'immaginario collettivo, indipendentemente dai contenuti dell'informazione di volta in volta veicolata. Di qui, la sua celebre tesi secondo cui "il mezzo è il messaggio".>> Da wikipedia

2 Dalla drammatizzazione antica…
DA ARISTOTELE… Aristotele nella Poetica, una delle opere più importanti di tutto il pensiero filosofico pone le basi che influenzeranno la produzione letteraria e drammaturgica (e la vita stessa) nei secoli a venire. Nella Poetica definisce le categorie imprescindibili per il teatro (tragedia e commedia, ma anche altre forme d’arte)

3 Le categorie di Aristotele:
Unità di tempo, di luogo e di azione (bisogna narrare rispettando la coerenza spazio-temporale) Verosimilianza (l’allusione alla realtà ne determina la forza persuasiva) Funzione catartica (il forte impatto emozionale di tragedia e commedia facilita l’elaboraz. del dolore)

4 …alla spettacolarizzazione della realtà
…ALLA WEBTV La rappresentazione diventa la realtà stessa: non ha più uno spazio- tempo definito ma diventa essa stessa la realtà in un vortice pervasivo e totalizzante. Dalle prime telefonate in studio dei primi timidi ed impacciati spettatori, alla partecipazione fisica nelle trasmissioni di vario costume (Maurizio Costanzo show) Always on

5 …alla spettacolarizzazione della realtà
…ALLA WEBTV Fino ad arrivare al reality show: una forma in cui realtà e finzione si confondono e lo spazio e il tempo si sovrappongono. The Truman Show: Always on

6 Il mezzo è il messaggio (Marshal McLuhan)
Il mezzo (televisivo) è ormai il messaggio, il contesto, il mittente e il destinatario insieme. Un mondo parallelo che diventa “IL MONDO” per eccellenza. Essere con il mezzo e dentro il mezzo significa semplicemente ESSERCI.

7 Da un’ottica del…. “Penso quindi sono” ad “Appaio quindi sono”

8 I canali multimediali “creano” la realtà
Fonte: http-//www.girodivite.it/Nuove-teledipendenze-la-Tv.html

9 nuove forme di partecipazione
Protagonismo e nuove forme di partecipazione L’accesso allargato ai mezzi multimediali ha modificato il comportamento sociale e creato l’esigenza di dare voce alla propria espressività. Talk show, testimonianze, lettere aperte, forum, interviste dell’esperto, rubriche e così via. E il mondo delle imprese?

10 Mediatizzazione del palcoscenico Impresa
Le esperienze devono essere memorabili, da ricordare e da raccontare E’ necessaria una partecipazione attiva degli interlocutori aziendali Si devono considerare un coinvolgimento ed una attrattività grazie ai canali multimediali che agiscono sulle emozioni

11 Mediatizzazione del palcoscenico Impresa
C’è una forte domanda di conoscenza e accessibilità diretta in tempo reale Bisogna tener presente che c’è forte commistione tra vita privata e professionale Si riscontra un desiderio di conoscere con “intimità” e “confidenza” il top management e i propri colleghi

12 Il dipendente diventa ATTORE
Ogni componente del gruppo diventa un “attore” sociale che, come nella drammatizzazione più antica, ha il proprio ruolo , il proprio copione e il proprio schema di comportamento all’interno di ciascuna situazione aziendale. Goffman: “la vita è un teatro”

13 Elenco degli elementi distintivi della comunicazione tramite schermi, palcoscenici e scenografie in azienda Dinamismo, sensorialità e autoreferenzialità Velocità e impatto emotivo Narrazione Personificazione e Identificazione Partecipazione e Protagonismo Reiterazione Familiarizzazione

14 Gli ambiti dell’esperienza
Assorbimento Intrattenimento Educazione Evasione Esperrienza estetica Partecipazione attiva Partecipazione attiva Immersione

15 Gli strumenti TV aziendale
Nasce nel Si evolve ispirandosi al modello della televisione Fiction, Infoteinment, Talk Show sono le forme più utilizzate per la rappresentazione e discussione su temi aziendali Cabaret utilizzato come forma per “alleggerire” ed esorcizzare particolari temi e favorire l’assimilazione di messaggi di sensibilizzazione e formazione

16 WebTV Nasce nel 1995: non è semplicemente la versione internet della TV aziendale Permette di raggiungere una maggiore interattività Elevatissimo potenziale multimediale: permette di scaricare filmati, consultare e scaricare testi in diversi formati, porre domande e inviare opinioni nei forum di discussione, inoltrare ai protagonisti dei programmi.

17 Business TV Convention che riuniscono tutta la popolazione aziendale annualmente, di particolare importanza strategica Massima dilatazione dell’evento collettivo grazie alla capacità del moltiplicatore mediatico della televisione Permette di raggiungere tutte le location aziendali dislocate nel mondo: in ciascuna sede ci si riunisce attorno ad un mega schermo ri-creando un proprio “evento” interno.

18 Videoconferenza Permette di aggregarsi e vedersi per scambiarsi opinioni e risolvere problemi Ottimizzazione di costi e tempi Il progressivo miglioramento tecnologico ha affermato maggiormente questo mezzo negli ultimi anni

19 Videoaziendali, CD Rom multimediali e video-presentazioni
Linguaggio della rappresentazione e narrazione filmica accresce la memorabilità e il coinvolgimento Utilizzati nei siti aziendali: internet ed intranet Risorsa di comunicazione commerciale e istituzionale

20 Teatro d’impresa Nasce negli anni Ottanta in Quebec
In via di espansione: utilizzato inizialmente in formazione Spettacolarizzazione e drammatizzazione della comunicazione Maggior capacità di coinvolgimento Permette di esorcizzare e affrontare alcuni temi molto delicato, come ad es. collaborazione, integrazione delle risorse umane, analisi organizzativa

21 Convention e meeting aziendali
Sostituiscono le presentazioni mono-direzionali Ospitano testimonianze esterne da parte di personaggi di settori d’impresa e ambiti paralleli ma legati al tema da affrontare Le testimonianze hanno un forte impatto emotivo (immedesimazione ed effetto proiettivo sul pubblico) e rendono l’evento memorabile Spettacolarizzazione dell’evento e quindi maggior coinvolgimento Momenti di grande esperienzialità

22 Testimonianze itineranti
Road show Il vertice raggiunge fisicamente le location dislocate per incontrare i propri collaboratori Interviste al manager Possibilità di rivolgere domande al vertice direttamente (meeting) o indirettamente (lettere o rubriche dedicate) Testimonianze itineranti I protagonisti di determinati progetti aziendali raccontano la propria esperienza

23 Question Time Un giorno con…
Cicli di incontri in cui i manager si mettono a disposizione dei collaboratori Un giorno con… Giornate di affiancamento o rotation interna per conoscere meglio le attività svolte da altre funzioni

24 Cartellonistica e pannelonistica
Offsite meeting Riunioni di lavoro periodiche informali per favorire lo scambio e l’apertura interpersonale particolari momenti aziendali (cambiamento organizzativo, integrazione culturale, fusioni aziendali, e così via) Cartellonistica e pannelonistica Utilizzate per segnalazioni di reparto su andamento produttivo, statistiche di errore, incidenti Pannelli elettronici collegati ai terminali informatici in tempo reale Totem multimediali per l’accesso diretto a , ferie e permessi

25 Link Teatro d’Impresa o Impresa Teatro?
Enrico Bertolino: Storia di un formATTORE Sito Istituzionale 3/29/2017


Scaricare ppt "Schermi e Palcoscenici di Comunicazione"

Presentazioni simili


Annunci Google