La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Insegnanti: Favuzza Maria Daquino Anna Panicola Annunziata CLASSE 1° - 1° BIENNIO - 2° BIENNIO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Insegnanti: Favuzza Maria Daquino Anna Panicola Annunziata CLASSE 1° - 1° BIENNIO - 2° BIENNIO."— Transcript della presentazione:

1 Insegnanti: Favuzza Maria Daquino Anna Panicola Annunziata CLASSE 1° - 1° BIENNIO - 2° BIENNIO

2 2 Nel V circolo di Guidonia, la situazione si presenta piuttosto articolata e disomogenea: nei plessi di Collefiorito e Albuccione, confluiscono ragazzi provenienti e dalle diverse frazioni e dal centro di Roma; realtà che hanno offerto diseguali possibilità di esperienze di gruppo e di attività socio-culturali, nonchè, spesso, diverse esperienze scolastiche. La percentuale di avvalentisi è alta: nella maggior parte delle classi è del 100%. La scelta di avvalersi o meno è comunque attribuibile alla famiglia, e in un contesto culturale quale quello di Guidonia è spesso dettata più da una tradizionalità che da altre motivazioni sia culturali che di appartenenza religiosa. Il contesto in cui questi alunni sono inseriti propone comunque, in generale, una svalutazione dell'ambito religioso, in alcuni casi inoltre si è di fronte ad una certa assenza educativa in ogni campo di valori, così da alimentare la comune condizione adolescenziale odierna, che vede lalunno sommerso da diverse proposte valoriali, spacciate per grossomodo equivalenti, e senza un efficace aiuto e testimonianza di orientamento e scelta da parte dei loro referenti adulti. Per quanto concerne la conoscenza specifica dei contenuti, i test dingresso mediamente hanno evidenziato un livello medio basso. Inoltre è presente ancora, in una certa misura e per taluni, un atteggiamento tradizionalista, legato soprattutto a modelli sociali, culturali e religiosi del passato con grave difficoltà di confronto e riformulazione di fronte all'impatto con le nuove situazioni economiche e culturali, anche in campo religioso, senza quindi la valorizzazione della ricchezza che una cultura viva può produrre. Sembra quindi anche a ciò dovuto il fatto che la maggior parte degli alunni si presenti come refrattaria all'istanza di ricerca religiosa, nel senso più ampio del termine. Le comunità da cui provengono e in cui si inseriscono questi alunni sono molto piccole : è la condizione tipica dei piccoli paesi del Comune di Guidonia, in via di progressivo depauperamento sia economico che valoriale (perdita del senso di appartenenza e del senso di solidarietà e fraternità, progressiva individualizzazione), in cui gli atteggiamenti dominanti, accanto alla ricerca individualistica e spesso esasperata del benessere economico e di beni status-symbol sono, anche fra i più giovani, di sfiducia generalizzata, di senso di inadeguatezza e di impotenza, o di "rabbia" che spesso ha manifestazioni vandalistiche o autolesioniste, o di indifferenza. In questo quadro diventa importante tenere costantemente in primo piano l'esigenza di rendere partecipe il preadolescente del tessuto sociale e comunitario e, in alcuni casi ricostituire lo stesso, disgregatosi rapidamente in questi ultimi decenni. E' per questi motivi che l'itinerario dell IRC si prefigge innanzittutto un recupero della dimensione personale di ciascuno dei partecipanti, una valorizzazione della loro identità e un approfondimento e rivalutazione del senso di appartenenza, con particolare attenzione alla cultura locale,(in riferimento anche al progetto dIstituto Ambiente), accanto alla riproposta delle domande di senso e al confronto delle più diffuse risposte con quella cristiana.

3 3 Parlare di Piano annuale di Studio dellIrc, anziché di progetto annuale per lIrc per la scuola primaria, non vuol dire spostare o cambiare etichetta, quanto piuttosto inserirsi intelligentemente nella terminologica qualitativa della Riforma. Dalle Raccomandazioni: LIrc si pone in stretta connessione con la realtà della scuola che oggi individua, nellautonomia e nella riforma in atto, i due poli attorno ai quali questo insegnamento si articola…esso trova nel progetto educativo e didattico della scuola la sua naturale collocazione. Il quadro, allinterno del quale tale insegnamento trova il suo posto, è dato soprattutto dal Profilo educativo, culturale e professionale dello studente alla fine del primo ciclo di istruzione e dagli Obiettivi generali del processo formativo (Ogpf). Un filo rosso percorre Il presente curricolo. Esso si può esprimere nella dinamica di un processo che va dallumano allumano religioso, dal religioso al cristiano, dal cristiano al cristiano-cattolico, con laccoglienza e lapertura verso chi professa un credo diverso e/o segue altro sistema di pensiero. Sono indicativi del processo che dovrà portare gli alunni a sviluppare la loro personalità nella dimensione religiosa, anche in vista della convivenza civile. Gli OSA dellIrc permettono di individuare i contenuti religiosi espressi nelle conoscenze e nelle abilità, che gli alunni dovranno acquisire nellarco della Scuola primaria. Entrambi esprimono attenzione al criterio della conformità alla dottrina della Chiesa, nel quadro delle finalità della scuola. Il Piano viene organizzato in cinque Unità di Apprendimento, sistematizzate in rete attraverso tutte le necessarie connessioni ed interconnessioni. ( fase ideativa/progettuale macro ). Organizzazione delle Unità di Apprendimento – fase ideativo/progettuale micro Organizzato il Piano annuale (macro progettazione) per la classe prima, il primo ed il secondo biennio, si passa alla micro progettazione, ossia alla organizzazione di ciascuna delle cinque U.A. previste rispettivamente per la prima classe, il primo ed il secondo biennio, secondo schemi di modelli che specificano il procedimento di costruzione delle mappe adottate. Tali modelli tengono conto dei vari passaggi procedurali che portano dagli obiettivi specifici al portfolio delle competenze, al PECUP. Le Unità di Apprendimento, vengono presentate e sviluppate attraverso lidentificazione di Nuclei Tematici, che saranno formulati con titoli in grado di dare senso a tutto il lavoro dellunità di apprendimento stessa.

4 4 Limpianto progettuale tracciato è incardinato attorno a cinque nuclei tematici, o ambiti, che ogni anno vengono visitati, ma con finalità contenutistiche e di competenze socio-psicologiche diverse: 1.I grandi perché della vita aprono alla scoperta di Dio. 2.Il significato della nascita di Gesù secondo i Vangeli e nella storia della salvezza. 3.La vita di Gesù e lannuncio del suo vangelo rivelano il volto di Dio. 4.La Pasqua: morte e resurrezione di Gesù, centro dellanno liturgico e della R.C. 5.La comunità dei credenti in Gesù Cristo risorto animata dallo Spirito Santo è inviata in tutto il mondo a diffondere un messaggio che cambia luomo e la storia. Lo sviluppo di tale impianto ha tenuto conto essenzialmente di alcune considerazioni: la necessità dellessenzializzazione dei saperi; la centralità della persona in continua formazione e crescita (posto rilevante nello svolgimento del percorso ha sempre lesperienza personale e unica dellalunno); lattenzione verso lambiente socio-culturale locale; lattenzione ai continui input provenienti dallodierna società in costante e rapida evoluzione. Sulla base di queste considerazioni, si cercherà, pertanto, difavorire il più possibile la partecipazione individuale privilegiando il metodo esperienziale-induttivo (nella progressione di osservazione, analisi, critica, sintesi) e mediante lutilizzo di tecniche quali giochi dinterazione, lavori di gruppo e ricerche, in modo da stimolare e coinvolgere gli alunni ad un apprendimento attivo e significativo. Per ogni unità del percorso sono previste essenziali presentazioni degli elementi storico-culturali, magisteriali e teologici inerenti, mediante lutilizzo di lezione frontale e schede riassuntive, in modo da garantire la possibilità di unacquisizione dei dati di base. Anche questa parte comunque con particolare attenzione allesperienza vissuta, in risposta a esigenze fondamentali di ciascuna fascia detà. Accanto alla particolare attenzione data alla documentazione diretta sulle fonti e alla ricerca sulla realtà locale, si cercherà di promuovere lapertura al confronto e al dialogo con altre forme e tradizioni religiose e la sensibilizzazione alle problematiche etiche dellodierna società.

5 5 Testo in adozione: - AA.VV, Parliamo di Dio, ed. Il Capitello Altri strumenti: - Bibbia di Gerusalemme, EDB - Documenti del Magistero Cattolico - Schede dellinsegnante - Quaderno attivo - appunti personali - Audiovisivi - Antologia di brani letterari e musicali

6 6 5° N. T. Stare bene assieme. Portfolio delle competenze Annotazioni sulle osservazioni in ordine allo sviluppo delle capacità di meraviglia, di stupore, di ringraziamento, dello stare insieme. Obiettivi formativi - Lesperienza di sé e della vita attorno a sé e con gli altri apre allintuizione del mondo creato e del Creatore; - Lesperienza della festa e della gioia, dello stare insieme, dellaccoglienza, della convivialità aprono alla comprensione del senso della festa nella vita dei cristiani. 2° N. T. Fare festa. Il Natale. 4° N. T. Vita nuova: Pasqua. 3° N. T. Gesù e i suoi amici Unità di apprendimento: Competenze attese per il PECUP Lalunno osserva con stupore, meraviglia e riconoscenza il mondo che lo circonda e attribuisce senso allo stare insieme. Collegamenti con altri ambiti interculturali ed interreligiosi - Scoprire nellambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre - Cogliere i segni cristiani del Natale e della Pasqua. - Descrivere l'ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti quotidiani, familiari, sociali e religiosi. - Riconoscere la Chiesa come famiglia di Dio che fa memoria di Gesù e del suo messaggio. Obiettivi Specifici di Apprendimento ConoscenzeAbilità -Dio creatore e Padre di tutti gli uomini; - Gesù di Nazaret, lEmmanuele, il Dio con noi; - La Chiesa, comunità dei cristiani aperta a tutti i popoli. Le UA confluiscono nei conoscenze abilità 1° N. T. Le meraviglie del creato Piani di Studio Personalizzati Insieme delle U.A.

7 7 Obiettivi formativi Lesperienza di incontro con il creato: - pone il bambino in confidenza sensoriale con la natura; - lo aiuta a rispettare la natura; - lo porta a porsi interrogativi sul mondo e sulla vita; - lo apre al senso dello stupore, della meraviglia, della lode e del ringraziamento al Creatore Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Dal creato..… al Creatore Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte,poesia, musica Italiano Conoscenze Dio creatore e Padre di tutti gli uomini Abilità Scoprire nellambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre. - Attività di brainstorming sulla esperienza delle vacanze e dei luoghi conosciuti; -Passeggiate in luoghi significativi per attività di osservazione ed ascolto della natura; --racconti, filastrocche, canti … -Narrazioni bibliche sulla Creazione, anche attraverso immagini con strumenti audiovisivi; -attività di ri-racconto; -narrazione di vissuti personali; -attività di ricerca, analisi e comparazione tra le cose create e le cose costruite dalluomo. Produzio ni personali: disegni, collage, raccolta materiali… dei contenuti appresi. -Costruzione di un canovaccio per unattività di drammatizzazione elaborazioni prodotti Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta Scienze

8 8 Obiettivi formativi Lesperienza della festa vissuta dal bambino nei vari contesti di vita, gli facilita la comprensione del significato delle feste cristiane, e lo apre allintuizione del senso della festa cristiana del Natale Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Fare festa. Il Natale Educazione alla convivenza civile forme espressive: Arte, poesia. musica Italiano Conoscenze Gesù di Nazaret, LEmmanuele, Il Dio con noi Abilità Cogliere i segni della festa cristiana e del Natale Attività di brainstorming finalizzata a richiamare e/o costruire esperienze che consentano di attribuire senso al termine festa; -Osservazione dei segni specifici della festa del Natale nellambiente circostante; -Racconto narrazione dei propri vissuti; -Riflessione sulla propria crescita personale e confronto con quella di Gesù, bambino che cresce. -Descrizione e decodificazione dei segni e simboli del Natale presenti nel proprio ambiente; -narrazione e brevi letture evangeliche sulla nascita di Gesù anche attraverso immagini e audiovisivi; -analisi di alcuni aspetti dellambiente e del vissuto personali e comparazione con quelli propri di Gesù fanciullo ; -canti e poesie natalizie. - Brevi formulazioni scritte e rappresentazioni grafico - pittoriche riguardanti la festa; -rappresentazioni grafico – pittoriche dei segni del Natale scoperti e decodificati; -semplici idee da realizzare in occasione della festa natalizia. elaborazioni prodotti Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta

9 9 Obiettivi formativi Lesperienza di incontro con Gesù, stimola il bambino a maturare atteggiamenti di condivisione, accoglienza e collaborazione come necessari alla convivenza. Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze Gesù di Nazaret. Abilità Descrivere lambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti quotidiani, familiari, sociali e religiosi -Riflessione sul valore dellamicizia. -Descrizione di figure che insegnano il valore dellamicizia. -Attività di brainstorming sullesperienza e la conoscenza della figura e il messaggio di Gesù. -Ascolto e comprensione di brevi passi evangelici che descrivono lopera e linsegnamento di Gesù. -Narrazione di vissuti personali e non sullamicizia. -Lettura di racconti o favole i cui protagonisti concretizzano lamicizia. -Narrazione di brevi passi evangelici in cui Gesù insegna a vivere come amici e fratelli. -Attività di analisi di brevi parabole sullaiuto ablativo e sullaccoglienza. -Produzioni personali: disegni, collage. -Completamento di schede con disegni e brevi formulazioni scritte. -Drammatizzazione e/o illustrazione in seguenza di brevi racconti, favole e parabole. elaborazioni prodotti Gesù e i suoi amici Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta

10 10 Obiettivi formativi Lesperienza delle trasformazioni che caratterizzano la primavera aprono al significato del ciclo della vita e fanno maturare il senso del bello. Losservazione della Chiesa comunità apre lalunno allesperienza dei valori umani e cristiani dellamore, della fratellanza e della solidarietà necessari alla vita in comune. Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: Arte, poesia, musica Italiano Conoscenze La Chiesa, comunità dei cristiani aperta a tutti i popoli Abilità Cogliere i segni cristiani della Pasqua. Riconoscere la Chiesa come famiglia di Dio che fa memoria di Gesù e del suo messaggio. -Attività di brainstorming sullesperienza di osservazione e approccio personale con la primavera quale festa di colori e profumi. -Osservazione del risveglio della natura come propedeutico alla comprensione del mistero della vita umana celebrato nella Pasqua. -Visita ed osservazione delledificio chiesa nellambiente di vita esplorato e scoperto tra gli altri edifici. -Le trasformazioni che caratterizzano la primavera. Racconti del chicco di grano, del bruco e la farfalla, dello schiudersi delle uova. -Narrazione e brevi letture evangeliche sulla Pasqua anche attraverso immagini e audiovisivi. -I segni della Pasqua presenti nellambiente. -I segni cristiani nellambiente. -Brevi formulazioni scritte e rappresentazioni grafico-pittoriche riguardanti la primavera e la Pasqua. -Drammatizzazione e/o illustrazioni in sequenza dei racconti letti ed ascoltati. -Cartellone murale sulla chiesa edificio e comunità di persone. elaborazioni prodotti Chiesa di persone chiesa di mattoni Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta

11 11 5° N. T. La vita della Chiesa delle origini e di oggi Portfolio delle competenze Annotazioni sulle osservazioni in ordine allo sviluppo delle capacità di osservazione, interrogazione, riflessione, significazione. Obiettivi formativi La riflessione sulle esperienze e sui vissuti personali, realizzati nei vari contesti – famiglia, scuola, comunità – apre lalunno alla capacità di porsi domande sullorigine del mondo e delluomo, sul senso dellesistenza e sulle prospettive dellinsegnamento di Gesù nei Vangeli, e del Magistero della Chiesa. 2° N. T. La festa cristiana del Natale. 4° N. T. La Pasqua ebraica e cri- stiana 3° N. T. Gesù insegna a pregare. Unità di apprendimento: Competenze attese per il PECUP Lalunno è capace di porsi domande sullorigine del mondo e delluomo e sul senso della sua esistenza. Collegamenti con altri ambiti interculturali ed interreligiosi Obiettivi Specifici di Apprendimento ConoscenzeAbilità Le UA confluiscono nei conoscenze abilità 1° N. T. Creaturalità Corresponsa_ bilità Piani di Studio Personalizzati Insieme delle U.A. -La festa di Pasqua. -La Chiesa, il suo credo e la sua missione. -La preghiera, espressione di religiosità. -Gesù, il Messia, compimento delle promesse di Dio. -L'origine del mondo e dell'uomo nel cristianesimo e nelle altre religioni. - Comprendere, attraverso i racconti biblici delle origini, che il mondo è opera di Dio, affidato alla responsabilità delluomo. - Cogliere, attraverso alcune pagine evangeliche, come Gesù viene incontro alle attese di perdono e di pace, di giustizia e di vita eterna. - Rilevare la continuità e la novità della Pasqua cristiana rispetto alla Pasqua ebraica. - Riconoscere nella fede e nei sacramenti di iniziazione gli elementi che costituiscono la comunità cristiana.

12 12 Obiettivi formativi Il confronto fra la propria esperienza e la cultura offre al bambino la possibilità di porsi domande sul senso della propria storia e della stora più grande, ricercandone soluzioni convincenti per realizzare il proprio progetto di vita. Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze Lorigine del mondo e delluomo nel cristianesimo e nelle altre religioni. Abilità Comprendere, attraverso i racconti biblici delle origini, che il mondo è opera di Dio ed è affidato alla responsabilità delluomo -Vedere con il cuore: osservazione della vita intorno a sé, agli altri e al mondo; - Evocazione delle propie esperienze - Narrazione dei propri vissuti -Lamore e il rispetto per il creato -San Francesco e il Cantico delle creature. -La storia personale e le grandi storie bibliche sulla creazione. -Cartellone dove fissare le proprie esperienze e ricordi. -Illustrazioni personali -Schede operative che evidenziano atteggiamenti di rispetto e di non curanza nei confronti della natura elaborazioni prodotti Le creature ed il creatore Scienze Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta

13 13 Obiettivi formativi La riflessione sulla propria esperienza di festa porta il bambino ad interrogarsi sul significato della festa nella esistenza umana e sul senso della festa cristiana del Natale Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze Gesù il Messia, compimento delle promesse di Dio Abilità Cogliere attraverso alcune pagine evangeliche, come Gesù viene incontro alle attese di perdono e di pace, di giustizia e di vita eterna. - Raccontare le esperienze di una festa particolare. - Osservazione dei segni del Natale nellambiente. - Ascolto del racconto della nascita di Gesù ed eventuale visione di videocassetta - È bello fare festa - I segni del Natale - Natale: festa di pace e di amicizia - Il dono più grande: la nascita di Gesù -Disegno o cartellone della festa più bella a cui hanno partecipato -Schede operative sul tema -Preparare un presepe elaborazioni prodotti La festa del Natale Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta Inglese

14 14 Obiettivi formativi La preghiera nelle sue diverse espressioni apre lalunno a cogliere una delle manifestazioni più comuni della religiosità; a considerare la preghiera risposta libera e generosa da parte di ogni religione alla relazione amorevole con Dio. Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze La preghiera espressione di religiosità Abilità Identificare tra le espressioni delle religioni la preghiera e, nel Padre Nostro, la specificità della preghiera cristiana. - Ricerca di preghiere nelle diverse religioni. - Evocazione delle proprie esperienze - Riflessione sulle principali espressioni del Padre Nostro. -Tutti i popoli del mondo pregano - Luoghi, tempi e formule per pregare - Il Padre Nostro -Tombola delle religioni -Produzione di elaborati scritti. elaborazioni prodotti Gesù insegna a pregare Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta

15 15 Obiettivi formativi La conoscenza delle vicende dellultima settimana di vita di Gesù, porta lalunno : A cogliere uno dei significati della resurrezione di Gesù: dono della pace A scoprire che il Regno di Dio atteso da Israele, trova lavvento nella Pasqua di Gesù Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze La festa della Pasqua Abilità Rilevare la continuità della Pasqua cristiana rispetto alla Pasqua ebraica - Ascolto della narrazione degli avvenimenti evangelici relativi alla Pasqua di Gesù - Riflessione sulla morte di Gesù come dono damore per luomo - Evocazione delle proprie esperienze di pace. - I segni-simboli della Pasqua - Racconto del Vangelo di Luca - Il saluto di Gesù agli apostoli: shalom (Pace a voi) - Pasqua: festa di pace e di amicizia -Semplici idee da realizzare in occasione della festa di Pasqua - Canti e poesie - Gioco delle parole che fanno pensare alla pace elaborazioni prodotti La Pasqua Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta Inglese

16 16 Obiettivi formativi La comprensione della Chiesa quale comunità dei credenti, porta lalunno a scoprire lorigine della Chiesa nella vicenda della Pentecoste e a riconoscere I segni della comunità cristiana nellambiente in cui vive Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze La Chiesa, il suo credo e la sua missione. Abilità Cogliere, attraverso alcune pagine degli Atti degli Apostoli, la vita della Chiesa delle origini - Comprensione del significato della parola Chiesa - Considerazione dei diversi luoghi di culto nel proprio paese - La promessa di Gesù: il dono dello Spirito Santo - Il significato della Pentecoste a partire dai segni - Produzione di elaborati scritti - Attività grafico pittorica sui segni-simbolo della Pentecoste. elaborazioni prodotti La Chiesa: comunità dei credenti in Cristo Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta

17 17 Obiettivi formativi Il confronto fra la propria esperienza e la cultura offre al bambino la possibilità di porsi domande sul senso della propria storia e della stora più grande, ricercandone soluzioni convincenti per realizzare il proprio progetto di vita. Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze Lorigine del mondo e delluomo nel cristianesimo e nelle altre religioni. Abilità Comprendere, attraverso i racconti biblici delle origini, che il mondo è opera di Dio ed è affidato alla responsabilità delluomo - Attività di brainstorming sulle domande esistenziali per luomo - Evocazione delle propie esperienze - Narrazione dei propri vissuti - Ricerca dei miti sullorigine del mondo nelle religioni primitive. -Ricerca di illustrazioni di grandi opere darte sulla creazione - Lorigine del mondo: gli interrogativi delluomo e le risposte della fede. -La storia della terra raccontata dai popoli antichi e dalla Bibbia. -Le spiegazioni scientifiche -Scienza e religione a confronto. -La Creazione nellarte. -Illustrazione grafico-pittorica di alcuni dei principali miti. -Schede operative relative alla analisi del Bing-Bang e del brano della Genesi. elaborazioni prodotti Le domande sullorigine del mondo Scienze Storia Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta

18 18 Obiettivi formativi La riflessione sulla propria esperienza di festa porta il bambino ad interrogarsi sul significato della festa nella esistenza umana e sul senso della festa cristiana del Natale Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze Gesù il Messia, compimento delle promesse di Dio Abilità Ricostruire le principali tappe della storia della salvezza anche attraverso figure significative. -Riflessione su come le occasioni importanti e le feste vengono preparate con cura ed annunciate. - Osservazione dei segni che annunciano larrivo del Natale. - Attività di brainstorming relative al significato del Natale cristiano e allannuncio del primo Natale - Brani evangelici dellAnnunciazione - Brani biblici di profeti che annunciano la venuta del Salvatore - La storia della salvezza conduce a Gesù, il Salvatore per tutti gli uomini del mondo -Realizzazione di un cartellone composto dai disegni e dalle riflessioni dei bambini eseguiti personalmente o in piccolo gruppo, che ripercorrono lannuncio e la nascita di Gesù elaborazioni prodotti Lannuncio della nascita di Gesù Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta Inglese

19 19 Obiettivi formativi La riflessione sul compimento delle promesse di Dio in Gesù, rende lalunno consapevole Egli è il Messia annunciato dai profeti e il Salvatore del mondo, venuto a sconfiggere il male. Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze Gesù il Messia, compimento delle promesse di Dio Abilità Ricostruire le principali tappe della storia della salvezza anche attraverso figure significative.. - Primo approccio alla lettura della Bibbia. - Analisi della struttura della Bibbia - Individuazione del libro, del capitolo e del versetto allinterno della Bibbia. - Struttura e origine della Bibbia - Dio sceglie un popolo per realizzare il suo progetto di salvezza. - Lobbedienza di Abramo. - La missione di Mosè - Le principali tappe della Storia della Salvezza -Riproduzione della cartina geografica del viaggio di Abramo. - Rappresentazione grafica dellalbero genealogico di Abramo. -Rielaborazione dei brani Biblici in fumetti. elaborazioni prodotti Gesù il Messia Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta Storia

20 20 Obiettivi formativi La conoscenza delle vicende dellultima settimana di vita di Gesù, porta lalunno : A cogliere uno dei significati della resurrezione di Gesù: dono della pace A scoprire che il Regno di Dio atteso da Israele, trova lavvento nella Pasqua di Gesù Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze La festa della Pasqua Abilità Rilevare la continuità della Pasqua cristiana rispetto alla Pasqua ebraica -Ricognizione dei segni Pasquali nellambiente. - Interviste ai nonni. - Lettura dei brani Biblici. - Rilevare le analogie tra la Pasqua Ebraica e quella Cristiana. I segni pasquali nellambiente. - La Pasqua ieri e oggi. - La Pasqua Ebraica. - La Pasqua Cristiana. -Semplici idee da realizzare in occasione della festa di Pasqua - Illustrazioni personali. - Ricerca sulle tradizioni pasquali - Produzione di elaborati scritti elaborazioni prodotti Dalla Pasqua ebraica alla Pasqua cristiana Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta Inglese

21 21 Obiettivi formativi La comprensione della Chiesa quale comunità dei credenti, porta lalunno a scoprire lorigine della Chiesa nella vicenda della Pentecoste e a riconoscere I segni della comunità cristiana nellambiente in cui vive Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze La Chiesa, il suo credo e la sua missione. La preghiera espressione di religiosità Abilità Cogliere, attraverso alcune pagine degli Atti degli Apostoli, la vita della Chiesa delle origini Identificare tra le espressioni delle religioni la preghiera. - Riflessione sul testo antico di Giustino. - Lettura di alcuni brani dagli Atti degli Apostoli. -Ricerca sul significato delle parole: Apostoli – Missione – Chiesa - La missione degli Apostoli. - Preghiera personale e preghiera comunitaria. - Produzione di elaborati scritti - Ricerca sui diversi significati dei segni dello S.S. elaborazioni prodotti La Chiesa: comunità dei credenti in Cristo Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta

22 22 5° N. T. La figura di Maria nella vita della Chiesa Portfolio delle competenze Annotazioni sulle osservazioni in ordine allo sviluppo delle capacità di osservazione, interrogazione, confronto, presa di posizione personale. Obiettivi formativi Lesperienza significativa dellapprendere, che lalunno ha realizzato nel suo percorso scolastico, lo apre alla capacità di interrogazione, di indagine e di riflessione sullinsegnamento di Gesù e della Chiesa, e lo rende capace di scelte responsabili per la realizzazione del personale progetto di vita. 2° N. T. La storia della salvezza 4° N. T. Fede ed arte nella storia del cristianesimo 3° N. T. Gesù rivela il regno di Dio Unità di apprendimento: Competenze attese per il PECUP Lalunno è capace di osservare, riflettere, prendere decisioni sulla propria vita Collegamenti con altri ambiti interculturali ed interreligiosi Obiettivi Specifici di Apprendimento ConoscenzeAbilità Le UA confluiscono nei conoscenze abilità 1° N. T. Il cristianesimo e le grandi religioni Piani di Studio Personalizzati Insieme delle U.A. -I segni e i simboli del cristianesimo, anche nellarte; -La Chiesa, popolo di Dio nel mondo: avvenimenti, … -Gesù, Il Signore, che rivela il Regno di Dio con Parole e azioni; -La Bibbia ed i testi Sacri delle grandi Religioni; -Il cristianesimo e le grandi religioni: origine e viluppo; - Leggere e interpretare i principali segni religiosi espressi dai diversi popoli e dalle principali religioni. - Cogliere nella vita e negli insegnamenti di Gesù proposte di scelte responsabili per un personale progetto di vita. - Individuare significative espressioni d'arte cristiana, per rilevare come la fede è stata interpretata dagli artisti nel corso dei secoli. - Riconoscere in alcuni testi biblici la figura di Maria, presente nella vita del Figlio Gesù e in quella della Chiesa.

23 23 Obiettivi formativi Lesperienza e la elaborazione del proprio vissuto permettono allalunno di riflettere e di confrontarsi con I dati culturali della religione cattolica, di aprirsi ad altre espressioni religiose presenti nella realtà scolastica e nel territorio, nonchè di porsi interrogativi di ricerca sulle proprie scelte e sul proprio progetto di vita. Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze Il Cristianesimo e le grandi religioni: origine e sviluppo Abilità Leggere ed interpretare i principali segni religiosi espressi dai diversi popoli, con particolare riferimento alla religione cattolica. - Attività di brainstorming ed evocativa sulla vita e la storia di Gesù. - Visione della videocassetta La Palestina al tempo di Gesù - Ricerca relativa allambiente geografico, sociale, politico e religioso nel quale nacque e operò Gesù. - Viaggio immaginario nella terra di Gesù. - Il paese di Gesù: la Palestina - La società ebraica - Gesù personaggio storico - Produzione di elaborati scritti, grafici o pittorici su quanto emerso nellU.A. per recuperare gli elementi più significativi. elaborazioni prodotti La mia storia e la grande storia Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta Storia Geografia

24 24 Obiettivi formativi Lesperienza e la elaborazione del proprio vissuto permettono allalunno di riflettere e di confrontarsi con I dati culturali della religione cattolica, di aprirsi ad altre espressioni religiose presenti nella realtà scolastica e nel territorio, nonchè di porsi interrogativi di ricerca sulle proprie scelte e sul proprio progetto di vita. Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze La Bibbia e i testi sacri delle grandi religioni. Abilità Evidenziare la risposta della Bibbia alle domande di senso delluomo e confrontarla con quella delle principali religioni. - Ricostruire le tappe fondamentali della genesi dei Vangeli - Scegliere un brano evangelico,presentato dai tre Vangeli sinotticie, nella comparazione sinottica, distinguere le analogie e le differenze. - Lorigine dei vangeli - Gli Evangelisti - I Vangeli sinottici - Altri libri del N.T. -Costruzione del piccolo libro del N.T - Produzione di elaborati scritti, grafici o pittorici su quanto emerso nellU.A. per recuperare gli elementi più significativi.. elaborazioni prodotti Gesù nei Vangeli Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta Storia

25 25 Obiettivi formativi Lappartenenza alla comunità cristiana apre lalunno al senso di identità e di responsabilità e lo porta a porsi interrogativi di ricerca sulle proprie scelte e sul proprio progetto di vita. Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze Gesù, il Signore, che rivela il Regno di Dio con parole e azioni. Abilità Cogliere nella vita e negli insegnamenti di Gesù proposte di scelte responsabili per un personale progetto di vita. - Individuazione mediante brainstorming di comportamenti coerenti con il messaggio cristiano. - Ascolto di narrazioni riguardanti la vita e le opere dei grandi personaggi, di ieri e di oggi, testimoni della fede cristiana. La parabola: significato del termine- struttura- genere letterario. - Le parabole dellamore e del Regno. - I testimoni della fede cristiana: Madre Teresa di Calcutta, Oscar Romero … - Produzione di elaborati scritti, grafici o pittorici su quanto emerso nellU.A. per recuperare gli elementi più significativi. elaborazioni prodotti Il messaggio di Gesù Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta Storia

26 26 Obiettivi formativi Il confronto tra la propria esperienza e quella vissuta da altre persone in tempi passati, testimoniate dalle varie espressioni artistiche, apre lalunno alle domande sul significato del nascere e del vivere e lo porta a cercare risposte di senso alla sua esistenzialità. Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze I segni e i simboli del Cristianesimo, anche nellarte. Abilità Individuare significative espressioni darte cristiana, per rilevare come la fede sia stata interpretata dagli artisti nel corso dei secoli. Riconoscere in alcuni testi biblici la figura di Maria, presente nella vita del Figlio Gesù e in quella della Chiesa. - Attività di ricerca (su libri, riviste, prodotti multimediali) di tradizioni popolari natalizie. - Attività di brainstorming sui materiali- stimolo raccolti. - Attività di ricerca, sui Vangeli, dei brani sulla Natività. - Analisi e confronto dei brani evangelici -LAnnuncio- lobbedienza di Maria- lattesa del Salvatore- nasce Gesù- i testimoni della nascita. - Racconto sullorigine del presepe vivente, inteso, in molte regioni italiane, come forma artistica. - Produzione di elaborati scritti, grafici o pittorici su quanto emerso nellU.A. per recuperare gli elementi più significativi. - Cartellone di sintesi sul materiale raccolto. elaborazioni prodotti La natività di Gesù nella tradizione italiana Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta Inglese Tecnologia e informatica

27 27 Obiettivi formativi Losservazione della Chiesa, popolo di Dio nel mondo, porta lalunno a comprendere limpegno della Chiesa e di tanti cristiani nel mondo, per la solidarietà, la fratellanza ed il rispetto dei diritti umani e a ritenere questi valori umani e cristiani, necessari per la convivenza civile. Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze La Chiesa popolo di Dio nel mondo: avvenimenti, persone e strutture Abilità Evidenziare lapporto che, con la diffusione del Vangelo, la Chiesa ha dato alla società e alla vita di ogni persona. Individuare significative espressioni di arte cristiana, per rilevare come la fede sia stata interpretata dagli artisti nel corso dei secoli. Individuazione mediante brainstorming dei sentimenti provati da Gesù prima di morire. Attività di ricerca (su libri, riviste, prodotti multimediali) di immagini raffiguranti gli ultimi episodi della vita di Gesù. - Gli avvenimenti dellultima settimana di vita di Gesù. - Pasqua: dalla croce nasce la vita. - La Pasqua nellarte cristiana - Dalla Pentecoste nasce la Chiesa, continuatrice della missione di Gesù - Produzione di elaborati scritti, grafici o pittorici su quanto emerso nellU.A. per recuperare gli elementi più significativi. - Elaborazione di biglietti augurali in occasione della Pasqua elaborazioni prodotti La Chiesa annuncia la Pasqua di Gesù Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta Inglese Tecnologia e informatica

28 28 Obiettivi formativi Lesperienza e la elaborazione del proprio vissuto permettono allalunno di riflettere e di confrontarsi con I dati culturali della religione cattolica, di aprirsi ad altre espressioni religiose presenti nella realtà scolastica e nel territorio, nonchè di porsi interrogativi di ricerca sulle proprie scelte e sul proprio progetto di vita. Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze Il Cristianesimo e le grandi religioni: origine e sviluppo Abilità Leggere ed interpretare i principali segni religiosi espressi dai diversi popoli, con particolare riferimento alla religione cattolica. - Attività di ricerca sulle grandi religioni nel mondo. - Confronto tra le grandi religioni monoteiste (Cristianesimo, Islam, Ebraismo) e le religioni orientali (Buddismo e Induismo) -Le religioni non cristiane - Ebraismo - Islam - Buddismo - Induismo - Cristianesimo - Dialogo interreligioso - Disegnare il planisfero e indicare con colori diversi le zone di diffusione delle varie religioni. - Realizzazione di un cartellone con illustrazioni prese da riviste o da prodotti multimediali, di luoghi di culto, di atteggiamenti di preghiera e di simboli delle grandi religioni. elaborazioni prodott i Dio ha tanti nomi Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta Storia Geografia Tecnologia e informatica

29 29 Obiettivi formativi Lesperienza e la elaborazione del proprio vissuto permettono allalunno di riflettere e di confrontarsi con I dati culturali della religione cattolica, di aprirsi ad altre espressioni religiose presenti nella realtà scolastica e nel territorio, nonchè di porsi interrogativi di ricerca sulle proprie scelte e sul proprio progetto di vita. Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze La Bibbia e i testi sacri delle grandi religioni. Abilità Evidenziare la risposta della Bibbia alle domande di senso delluomo e confrontarla con quella delle principali religioni. - Confronto tra la Bibbia e alcuni testi sacri delle grandi religioni. - Comparazione tra gli elementi evidenziati e costruzione di schemi e tabelle comparative. - La Bibbia ebraica - La Bibbia cristiana - Il Corano - I Veda - I Tripitaka ( tre Canestri) -Costruzione di schede e tabelle comparative elaborazioni prodotti Un libro … tanti libri Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta Storia Tecnologia e informatica

30 30 Obiettivi formativi Lappartenenza alla comunità cristiana apre lalunno al senso di identità e di responsabilità e lo porta a porsi interrogativi di ricerca sulle proprie scelte e sul proprio progetto di vita. Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze Gesù, il Signore, che rivela il Regno di Dio con parole e azioni. Abilità Cogliere nella vita e negli insegnamenti di Gesù proposte di scelte responsabili per un personale progetto di vita. - Attività di brainstorming e problematizzazione dellesperienza di collaborazione che gli alunni hanno allinterno della famiglia, della scuola, della parrocchia e dei vari gruppi di cui fanno parte (sportivi- sociali….) -Individuazione di comportamenti coerenti con il messaggio cristiano. - Progettare il futuro - Inseriti in una comunità - Collaborare per un progetto comune - Il progetto cristiano: Le Beatitudini - Produzione di elaborati scritti, grafici o pittorici su quanto emerso nellU.A. per recuperare gli elementi più significativi. elaborazioni prodotti Il progetto di vita cristiano Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta Storia

31 31 Obiettivi formativi Il confronto tra la propria esperienza e quella vissuta da altre persone in tempi passati, testimoniate dalle varie espressioni artistiche, apre lalunno alle domande sul significato del nascere e del vivere e lo porta a cercare risposte di senso alla sua esistenzialità. Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze I segni e i simboli del Cristianesimo, anche nellarte. Abilità Individuare significative espressioni darte cristiana, per rilevare come la fede sia stata interpretata dagli artisti nel corso dei secoli. Riconoscere in alcuni testi biblici la figura di Maria, presente nella vita del Figlio Gesù e in quella della Chiesa. - Attività di ricerca (su libri, riviste, prodotti multimediali) di opere artistiche, poesie, canzoni. - Attività di brainstorming sui materiali- stimolo raccolti. - Analisi di testi biblici e poetici. - Drammatizzazioni. -Esecuzione di canti gestualizzati. - Il Natale nellarte: - nella pittura - nella musica - nella letteratura - nelle tradizioni popolari. -Cartellone di sintesi sul materiale raccolto. - Bigletto augurale: Il Natale nellarte elaborazioni prodotti La natività di Gesù nellarte cristiana Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta Inglese Tecnologia e informatica

32 32 Obiettivi formativi Losservazione della Chiesa, popolo di Dio nel mondo, porta lalunno a comprendere limpegno della Chiesa e di tanti cristiani nel mondo, per la solidarietà, la fratellanza ed il rispetto dei diritti umani e a ritenere questi valori umani e cristiani, necessari per la convivenza civile. Obiettivi Specifici di Apprendimento Contenuti Esperienze attività Unità di Apprendimento: Educazione alla convivenza civile forme espressive: arte, poesia, musica Italiano Conoscenze La Chiesa popolo di Dio nel mondo: avvenimenti, persone e strutture Abilità Evidenziare lapporto che, con la diffusione del Vangelo, la Chiesa ha dato alla società e alla vita di ogni persona. Individuare significative espressioni di arte cristiana, per rilevare come la fede sia stata interpretata dagli artisti nel corso dei secoli. Giochi didattici: Aspettando la Pasqua. - Attività di ricerca (su libri, riviste, prodotti multimediali) di opere artistiche raffiguranti gli ultimi episodi della vita di Gesù. - Gli avvenimenti dellultima settimana di vita di Gesù, ricordati nella tradizione della Chiesa. - La Pasqua nellarte cristiana - nella pittura - nella musica - nella letteratura - Produzione di elaborati scritti, grafici o pittorici su quanto emerso nellU.A. per recuperare gli elementi più significativi. - Elaborazione di biglietti augurali in occasione della Pasqua elaborazioni prodotti La Chiesa annuncia la Pasqua di Gesù Valutazione Riflessione dellalunno sullattività svolta Riflessione dellinsegnante sullattività svolta Riflessioni dei genitori sullattività svolta Inglese Tecnologia e informatica


Scaricare ppt "Insegnanti: Favuzza Maria Daquino Anna Panicola Annunziata CLASSE 1° - 1° BIENNIO - 2° BIENNIO."

Presentazioni simili


Annunci Google