La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Nozioni base di scienza dellalimentazione applicata allo sport DIETOLOGIA DELLO SPORT.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Nozioni base di scienza dellalimentazione applicata allo sport DIETOLOGIA DELLO SPORT."— Transcript della presentazione:

1 Nozioni base di scienza dellalimentazione applicata allo sport DIETOLOGIA DELLO SPORT

2 AGOSTO 1969: EUROPEO DI MARATONA IL BRITANNICO RON ILL DICHIARO AI GIORNALISTI CHE NEL TRATTO FINALE DELLA GARA ERA RIUSCITO A RAGGIUNGERE E SUPERARE IL BELGA GASTON ROELANTS, PERCHE AVEVA ESEGUITO UNA DIETA PECULIARE CHE GLI AVEVA CONSENTITO DI PRESENTARSI ALLA PARTENZA AVENDO NEI MUSCOLI UNA MAGGIOR QUANTITA DI GLICOGENO E, DUNQUE, DI DISPORNE ANCORA NEGLI ULTIMI CHILOMETRI,QUANDO IL SUO AVVERSARIO LO AVEVA PRATCAMENTE ESAURITO ED ERA STATO COSTRETTO A RIDURRE LANDATURA. AGOSTO 1969: EUROPEO DI MARATONA IL BRITANNICO RON ILL DICHIARO AI GIORNALISTI CHE NEL TRATTO FINALE DELLA GARA ERA RIUSCITO A RAGGIUNGERE E SUPERARE IL BELGA GASTON ROELANTS, PERCHE AVEVA ESEGUITO UNA DIETA PECULIARE CHE GLI AVEVA CONSENTITO DI PRESENTARSI ALLA PARTENZA AVENDO NEI MUSCOLI UNA MAGGIOR QUANTITA DI GLICOGENO E, DUNQUE, DI DISPORNE ANCORA NEGLI ULTIMI CHILOMETRI,QUANDO IL SUO AVVERSARIO LO AVEVA PRATCAMENTE ESAURITO ED ERA STATO COSTRETTO A RIDURRE LANDATURA.

3 QUELLA DIETA DERIVAVA DA RICERCHE DI FISIOLOGI SVEDESI E INIZIAVA 6 GIORNI PRIMA DELLA COMPETIZIONE: QUELLA DIETA DERIVAVA DA RICERCHE DI FISIOLOGI SVEDESI E INIZIAVA 6 GIORNI PRIMA DELLA COMPETIZIONE: NEI PRIMI TRE GIORNI ERA MOLTO POVERA DI CARBOIDRATI (IPOGLICIDICA) NEI PRIMI TRE GIORNI ERA MOLTO POVERA DI CARBOIDRATI (IPOGLICIDICA) NEGLI ALTRI TRE GIORNI NE ERA MOLTO RICCA (IPERGLICIDICA) NEGLI ALTRI TRE GIORNI NE ERA MOLTO RICCA (IPERGLICIDICA)

4 DA ALLORA SI COMINCIARONO A STUDIARE GLI ALIMENTI IN FUNZIONE DELLE VARIE SITUAZIONI E CIOE PRIMA DURANTE E DOPO LA COMPETIZIONE.

5 OGGI GRAZIE AL CONTROLLO DEL CIBO CHE SI OTTIENE CON LALIMENTAZIONE A ZONA LATLETA PUO AVERE: LATLETA PUO AVERE: 1) MAGGIORE EFFICIENZA, 2) MENO INFORTUNI, 3) UN ALLENAMENTO PiU PROLUNGATO, 4) UN RENDIMENTO PIU ELEVATO. 1) MAGGIORE EFFICIENZA, 2) MENO INFORTUNI, 3) UN ALLENAMENTO PiU PROLUNGATO, 4) UN RENDIMENTO PIU ELEVATO. Per gli atleti che mangiano A ZONA il primo effetto collaterale è la sensazione di BENESSERE TOTALE, sia fisico che psichico e il controllo e la capacità di guida del proprio METABOLISMO.

6 DURANTE I MIEI STUDI HO COMPRESO CHE UNO DEI PIU EFFICACI STRUMENTI PER LOTTIMIZZAZIONE DELLE PRESTAZIONI UMANE RISIEDE NEL CREARE UNARMONIA FRA GLI ORMONI. DURANTE I MIEI STUDI HO COMPRESO CHE UNO DEI PIU EFFICACI STRUMENTI PER LOTTIMIZZAZIONE DELLE PRESTAZIONI UMANE RISIEDE NEL CREARE UNARMONIA FRA GLI ORMONI. HO CERCATO QUALE POTESSE ESSERE, FRA GLI APPROCCI NATURALI ESISTENTI,QUELLO CAPACE DI PRODURRE TALE MAGICO EQUILIBRIO AL MASSIMO GRADO. TROVATO: IL CIBO!

7 SONO RIMASTO AFFASCINATO DALLA GENIALE INTUIZIONE DEL Dr BARRY SEARS,IL QUALE HA DIMOSTRATO CHE, ATTRAVERSO LA CORRETTA MODULAZIONE DEI MACRONUTRIENTI NELLA DIETA (P/C/G), E POSSIBILE AGIRE SUL SISTEMA ORMONALE FACENDOLO ESPRIMERE AI MASSIMI LIVELLI DI ARMONIA. PERCHE LA ZONA E COSI VALIDA PER CHI LA SEGUE? PERCHE LA ZONA ASSECONDA LA GENETICA UMANA. Per questo viene seguita soprattutto da atleti di levatura olimpica.

8 PURTROPPO DA TEMPO CON IL DOPING, LO SPORT SI E ALLONTANATO DALLA SALUTE,TANTO CHE ABBIAMO VISTO SCOMPARIRE DALLA SCENA OLIMPICA GRANDISSIMI CAMPIONI,SCOVATI POI DA QUALCHE ROTOCALCO ORAMAI SEMINFERMI, A PEZZI DIMENTICATI.

9 IL DOPING SEPARA SPORT E SALUTE, LA ZONA LI RIUNISCE. SE PRETENDIAMO PRESTAZIONI SEMPRE SUPERIORI DOBBIAMO COMPRENDERE CHE NON POSSIAMO SOLTANTO CHIEDERE MA DOBBIAMO ANCHE DARE! PER QUESTO VI PARLERO DI INTEGRAZIONE FISIOLOGICA, QUINDI NATURALE

10 Il mio scopo è quello di far provare ad un atleta che cosa può fare il suo fisico, SENZA DROGHE, quando viene messo in condizione di SUPERSALUTE PSICOFISICA. NO QUINDI ALLE FORZATURE FARMACOLOGICHE CHE DANNO ELEVATISSIME PRESTAZIONI MA DETERIORANO GIORNO DOPO GIORNO IL NOSTRO CORPO CON LE SOSTANZE TOSSICHE. NO NEL MODO PIU ASSOLUTO AL DOPING.

11 SE RIUSCISSI A CONVINCERE ANCHE UN SOLO ATLETA CHE FA USO DI QUESTE SOSTANZE AD ABBANDONARE LA STRADA DELLA DROGA A LIBERARSENE IN UN PERCORSO DI OTTIMIZZAZIONE DELLE SUE CONDIZIONI PSICOFISICHE, EBBENE SAREI GIA SODDISFATTO E LA MIA FATICA NON SAREBBE STATA INUTILE. MA SONO OTTIMISTA DI NATURA E SONO CERTO CHE NON SARA UNO SOLO…….

12 INFINE E DECISIVO CHE, TUTTE LE PERSONE CHE PRATICANO ESERCIZIO FISICO, SAPPIANO COME DIFENDERSI DAI PIU IMPORTANTI E DANNOSI EFFETTI COLLATERALI DA SPORT IPERPRODUZIONE CORTISOLO- RADICALI LIBERI-TRAUMI MIOTENDINEI INFINE E DECISIVO CHE, TUTTE LE PERSONE CHE PRATICANO ESERCIZIO FISICO, SAPPIANO COME DIFENDERSI DAI PIU IMPORTANTI E DANNOSI EFFETTI COLLATERALI DA SPORT IPERPRODUZIONE CORTISOLO- RADICALI LIBERI-TRAUMI MIOTENDINEI

13 ECCO LE SETTE TAPPE DEL NOSTRO PERCORSO VERSO LA SUPERSALUTE : 1) ALIMENTAZIONE CORRETTA. 2) ASSUNZIONE DEI GIUSTI INTEGRATORI E DELLA GIUSTA DOSE. 3) MANTENIMENTO DI UN INTESTINO SANO CAPACE DI ASSORBIRE IN MODO OTTIMALE TUTTI I MACRONUTRIENTI 4) METTERE A PUNTO I NOSTRI RECETTORI ORMONALI DI MEMBRANA,IN MODO CHE POSSANO ESPRIMERE AL MEGLIO LA LORO DETERMINANTE FUNZIONE (RECETTORI PER LINSULINA)

14 5) DRENAGGIO DI TUTTE LE TOSSINE ACCUMULATE DURANTE ANNI DI ERRORI ALIMENTARI ED ESPOSIZIONI A SOSTANZE TOSSICHE 6) OTTIMIZZAZIONE DELLA NOSTRA POSTURA,PERMENTENDO AL NOSTRO FISICO PERFETTAMENTE EQUILIBRATO DI ESPRIMERSI AL MASSIMO 7) USO DELLA MEDITAZIONE COME POTENTE STRUMENTO PER DIFEDERCI DA CORTISOLO E RADICALI LIBERI E DARE QUEL RISTORO FONDAMENTALE ALLA NOSTRA PSICHE PER CHI SI IMPEGNA ATTIVAMENTE NELLO SPORT

15 COSI SI PUO ARRIVARE A QUELLA CONDIZIONE PSICOFISICA STRAORDINARIA CHE CI PERMETTERA FINALMENTE DI OTTENERE PRESTAZIONI INIMMAGINABILI,IN MODO ASSOLUTAMENTE FISIOLOGICO E, SOPRATTUTTO, SENZA DOPING!!! SENZA DOPING!!!

16 FUNZIONE DELLALIMENTAZIONE Soddisfare il mantenimento della sopravvivenza mediante la produzione di energia ed i processi di ricambio biochimici (omeostasi)

17 Ci sono 2 livelli energetici : METABOLISMO BASALE : METABOLISMO BASALE : mantenimento della vita vegetativa Si calcola con 2 metodi DIRETTO Strumentazione da laboratorio INDIRETTO varie formule semplificate con ragionevole margine derrore

18 2) METABOLISMO ENERGETICO : Produzione di energia per il lavoro muscolare Variabili per il calcolo : Ci sono 2 livelli energetici : 1° termoregolazione 2° attività muscolare 3° azione dinamico specifica degli alimenti (A.D.S.) 4° fattori endocrini

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28 INTEGRAZIONE FISIOLOGICA PER LO SPORTIVO Prendete quotidianamente VIT C ed E, non dimenticatevene neppure un giorno Prendete quotidianamente VIT C ed E, non dimenticatevene neppure un giorno Assumete ogni giorno INTEGRATORI che forniscano al nostro organismo CALCIO,MAGNESIO,MANGANESE,ZINCO, Assumete ogni giorno INTEGRATORI che forniscano al nostro organismo CALCIO,MAGNESIO,MANGANESE,ZINCO, MOLIBDENO. MOLIBDENO. Mantenete lassunzione di ZUCCHERI entro 24 Kg LANNO. Mantenete lassunzione di ZUCCHERI entro 24 Kg LANNO. (Non aggiungete zucchero al caffè o al thè) Mangiate ciò che vi piace ma mai troppo di ogni cibo Mangiate ciò che vi piace ma mai troppo di ogni cibo

29 INTEGRAZIONE BASE 200 mg di MAGNESIO 200 mg di MAGNESIO 500 mg di VIT C 500 mg di VIT C 1 gr DI GLUTAMMINA 1 gr DI GLUTAMMINA 2 gr di POLVERE ALCALINIZZANTE 2 gr di POLVERE ALCALINIZZANTE Alla mattina a digiuno e due ore dopo la cena

30 Integrazione per attività di resistenza (AEROBICA) prima della prestazione : prima della prestazione : 3-4 gr di AMMINOACIDI RAMIFICATI 3-4 gr di AMMINOACIDI RAMIFICATI 1 gr di GLUTAMMINA 1 gr di GLUTAMMINA 3) MALTODESTRINE E FRUTTOSIO Durante lo sforzo: Durante lo sforzo: 1) MALTODESTRINE E FRUTTOSIO ogni ora 2) 200 ml di ACQUA o BEVANDE IPOTONICHE ogni 20 min Dopo lo sforzo : 1) ACQUA 2) AMINOACIDI RAMIFICATI e 1 gr di GLUTAMMINA

31 Integrazione per attività di potenza (ANAEROBICA) prima della prestazione : prima della prestazione : 2 gr di AMMINOACIDI RAMIFICATI 2 gr di AMMINOACIDI RAMIFICATI 1 gr di GLUTAMMINA 1 gr di GLUTAMMINA Durante lo sforzo: Durante lo sforzo: 1) 200 ml di ACQUA o BEVANDE IPOTONICHE ogni 20 min Dopo lo sforzo : 1) 1 gr AMMINOACIDI RAMIFICATI (x 15 Kg di massa magra),1 gr di GLUTAMMINA e gr di CARBOIDRATI ad alto I.G e 500 mg di VIT C. 1) 1 gr AMMINOACIDI RAMIFICATI (x 15 Kg di massa magra),1 gr di GLUTAMMINA e gr di CARBOIDRATI ad alto I.G e 500 mg di VIT C. 2) Dopo 30 min gr di CARBOIDRATI ad alto I.G. e gr di PROTEINE

32 PROVATE A LIBERARVI DEI VOSTRI ERRORI ALIMENTARI, RIEQUILIBRATE I VOSTRI ORMONI, ASSUMETE TUTTI,E NELLE GIUSTI DOSI, GLI INTEGRATORI FISIOLOGICI DI CUI IL VOSTRO ORGANISMO HA BISOGNO, OTTIMIZZATE IL VOSTRO ASSORBIMENTO INTESTINALE, DISINTOSSICATEVI DALLE TOSSINE ACCUMULATE E OSSERVATE LA REAZIONE DEL VOSTRO FISICO E DELLE VOSTRE PRESTAZIONI. SOLO DOPO GIORNI DI TALE COMPORTAMENTO SOLO DOPO GIORNI DI TALE COMPORTAMENTO FORSE, POI, MI RINGRAZIERETE ………..


Scaricare ppt "Nozioni base di scienza dellalimentazione applicata allo sport DIETOLOGIA DELLO SPORT."

Presentazioni simili


Annunci Google