La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 2 3 4 5 a b c Ralph Nelson Elliott (1871 - 1948) Nel 1946 scrisse il suo lavoro definitivo sul principio delle onde: Natures Law.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 2 3 4 5 a b c Ralph Nelson Elliott (1871 - 1948) Nel 1946 scrisse il suo lavoro definitivo sul principio delle onde: Natures Law."— Transcript della presentazione:

1 a b c

2 Ralph Nelson Elliott ( ) Nel 1946 scrisse il suo lavoro definitivo sul principio delle onde: Natures Law - The secret of the Universe Elliott considerava la sua teoria sul mercato azionario un aspetto di una legge naturale che governa tutte le attivita` umane Il principio delle onde e` complemento necessario alla teoria di Dow

3 CONCETTI FONDAMENTALI Le emozioni delluomo sono caratterizzate da andamento ritmico, che si riflette in tutte le attivita` svolte Cosi` come un individuo anche lintera societa` prova dei sentimenti che incidono sulle azioni collettive E` il passaggio da uno stato di umore ad un altro che provoca la fine di un trend psicologico (e della relativa configurazione dei prezzi) e ne permette linizio di uno nuovo Il risultato e` un movimento suddiviso in onde, definite in numero e direzione I mercati riflettono lumore della collettivita` ed e` questo che produce gli eventi

4 Un movimento completo si svolge secondo una configurazione di otto onde ed e` suddiviso in due fasi: FASE IMPULSIVA FASE CORRETTIVA a b c impulso correzione

5 Movimento completo a b c a b c a b c (1) (2) (3) (4) (5) (a) (b) (c) 1 2 1e2= 2 onde (1),(2),(3),(4),(5),(a),(b),(c) = 8 onde 1,2,3,4,5,a,b,c,etc.= 34 onde

6 Fase impulsiva: la prima fase e`composta da cinque onde (numerata da 1 a 5) le onde 1, 3 e 5 sono dette onde impulsive le onde 2 e 4 sono dette onde correttive rispettivamente dellonda 1 e dellonda 3 Fase correttiva: la seconda fase e`composta da tre onde (lettere a,b,c) la sequenza a-b-c rappresenta la correzione dellintero movimento Terminato un movimento completo, un nuovo movimento e` pronto ad iniziare

7 ipotizzando di utilizzare una lente di ingrandimento, ogni onda ingrandita puo` mostrare una sequenza di onde al suo interno. Ogni onda si suddivide in onde di un grado inferiore ed e` parte di unonda di grado superiore (Elliott ha individuato nove differenti gradi di trend) la suddivisione di unonda in tre o cinque onde di grado inferiore dipende dalla direzione dellonda di grado superiore di cui essa fa parte; quindi: –ogni onda che si muove in direzione del trend di grado superiore sara` suddivisibile in cinque onde –ogni onda che si muove in direzione opposta al trend di grado superiore sara` suddivisibile in tre onde concetto fondamentale: il ciclo base a otto onde rimane costante, a qualsiasi grado di trend analizzato

8 La teoria di Dow e quella di Elliott Fase di accumulazione Fase di distribuzione accelerazione

9 La teoria di Dow e quella di Elliott I II III IV V C Testa e spalle Flag Triangolo

10 LE ONDE IMPULSIVE Requisiti per determinare un comportamento potenzialmente impulsivo in un movimento: presenza di cinque segmenti adiacenti (tre in direzione del trend - due in direzione opposta) il secondo segmento non puo` scendere al di sotto del minimo del primo il terzo segmento deve essere piu` lungo del secondo il minimo del quarto segmento di solito non torna al di sotto del massimo del primo (regola delloverlap). Non deve mai ritracciare lintera escursione di prezzo del terzo il terzo segmento, comparato al primo ed al quinto, non deve mai essere il piu` breve

11 REGOLA DELLOVERLAP in qualsiasi impulso regolare, il minimo della quarta onda non deve mai ritornare al di sotto del massimo della prima onda. esiste ununica eccezione, che e`1a configurazione del triangolo diagonale, nella quale alla quarta onda e` concesso di rompere il massimo della prima onda top bottom 4 5

12 Esempi / 1 ABC DEF

13 Esempi / 2 G HI LM

14 REGOLA DELLESTENSIONE Il termine estensione e` utilizzato per descrivere londa piu` lunga in un movimento impulsivo e ne costituisce un elemento caratterizzante Puo` verificarsi in una delle tre onde in direzione dellimpulso (1, 3 o 5): il caso piu` frequente e` lestensione della terza onda seguito da quella della quinta Puo` anche accadere che unonda che compone lestensione assuma dimensioni maggiori di unonda di ordine superiore La maggior parte delle fasi impulsive contengono unestensione in una e solo una delle tre onde impulsive 1 2 (1) (2) (3) (4) (5)

15 Regola dellestensione / estensione della prima onda estensione della terza onda

16 estensione della quinta onda estensione non identificata Regola dellestensione / 3

17 Estensioni e SUDDIVISIONI Unonda e` suddivisa quando al suo interno si possono osservare chiaramente le onde di ordine inferiore che la compongono. Di solito si pensa che londa estesa sia anche quella suddivisa. Cio` in realta` non si verifica sempre La suddivisione si presenta sia nelle onde impulsive che correttive Tra le onde correttive accada spesso che quella che corregge unestensione sia quella suddivisadi maggior durata

18 Esempi di estensione (x) e suddivisione (s) presenti sulla stessa onda xs xs xs 5

19 Esempi di estensione (x) e suddivisione (s) presenti su onde diverse x 1 2 s x 3 4 s 5 x s 5 false break

20 FALLIMENTO DELLA QUINTA ONDA Possono presentarsi situazioni in cui la quinta onda non riesce a superare il massimo dellonda tre - truncated fifth Londa cinque e` riconoscibile perche si compone comunque delle richieste cinque sotto-onde Per essere considerata una quinta onda la sua escursione di prezzo deve essere almeno il 38.2% della quarta onda E un segnale della debolezza del trend in atto e della probabile significativita` della successiva correzione, che puo`tornare facilmente al minimo della seconda La quinta fallita forma spesso il piu` noto doppio massimo o doppio minimo (double top o bottom)

21 Fallimento della quinta onda / esempi Fallimento in mercato al rialzo Fallimento in mercato al ribasso

22 TRIANGOLI DIAGONALI Il triangolo diagonale si manifesta usualmente nella quinta onda (onda finale) di un movimento impulsivo, quando la terza onda e` stata too far too fast Indica la conclusione di un movimento impulsivo E un movimento composto da cinque onde composte a loro volta da soli tre movimenti Le onde sono comprese entro due linee convergenti (wedge pattern: rising e` berish - falling e` bullish) E lunica onda nella direzione del movimento principale al cui interno vi puo` essere overlap Questo tipo di pattern segnala unimportante svolta nel mercato, quando la linea piu` ripida viene rotta

23 Triangoli diagonali / esempi (1) (2) (3) (4) (5) (1) (2) (3) (4) (5)

24 I CANALI SECONDO LA TEORIA DI ELLIOT Nella TEORIA CLASSICA i canali vengono tracciati sui minimi nei trend al rialzo (sui massimi nei trend al ribasso) e le parallele dovrebbero rappresentare punti di arrivo del movimento, da dove si attendono ritorni ancora sulla base del canale. La teoria di ELLIOT utilizza i canali per individuare i possibili punti di arrivo delle onde ( gia calcolati con la metodologia degli obiettivi di prezzo) e per trovare elementi a sostegno delle ipotesi formulate sulle conte e sulle strutture intrinseche delle onde stesse.

25 LE ONDE E I CANALI In un trend al rialzo la teoria di ELLIOT suggerisce di costruire un primo canale tracciando una linea di tendenza fra il MINIMO della PRIMA e della SECONDA onda. La parallela va impostata sul MASSIMO della PRIMA onda Lintero movimento direzionale rimane spesso allinterno di queste due linee.

26 Se la TERZA onda accelera oltre la parallela del canale cosi costruito, sara necessario tracciare un nuovo canale che abbia la stessa ampiezza ma una diversa inclinazione. Per la costruzione del nuovo canale verra utilizzato il MASSIMO della PRIMA e della TERZA onda ed il MINIMO della SECONDA primo canale secondo canale

27 Completata la TERZA onda il nuovo canale fornisce un primo obiettivo di storno per la QUARTA onda. (fig a) In realta e piu frequente che la QUARTA onda riesca ad estendere oltre il canale (fig.b), pur rispettando i requisiti fondamentali relativi alla regola delloverlap e al ritraccimento di una percentuale consistente del movimento direzionale precedente. 1 2 primo canale secondo canale 1 2 primo canale secondo canale fig.afig.b

28 Infine il canale, utilizzato per determinare il potenziale MASSIMO della QUINTA onda, dovra essere tracciato sotto il MINIMO della SECONDA e della QUARTA onda e la parallela verra impostata sul MASSIMO della TERZA

29 Nel caso in cui la TERZA onda risulti particolarmente estesa, la parallela di questultimo canale potra essere tracciata dal MASSIMO della PRIMA onda. In tal modo verra proposto un obiettivo ridimensionato per la QUINTA onda, considerando il rischio di fallimento dellonda stessa

30 Le correzioni sono pattern che si verificano tra le onde impulsive. In generale le onde correttive sono definite meno chiaramente e pertanto sono piu difficili da individuare. E importante ricordare che le onde correttive si sviluppano in tre movimenti e mai in cinque (ad eccezione del triangolo). Esistono quattro categorie principali di pattern correttivi: - Zig-zags (5-3-5, include tre varianti: singolo, doppio, triplo); - Flats (3-3-5, include tre varianti: regular, expanded, running); - Triangoli ( , quattro tipologie: ascendente, discendente, simmetrico e expanding). - Doppie e triple formazioni ABC. Le correzioni sono pattern che si verificano tra le onde impulsive. In generale le onde correttive sono definite meno chiaramente e pertanto sono piu difficili da individuare. E importante ricordare che le onde correttive si sviluppano in tre movimenti e mai in cinque (ad eccezione del triangolo). Esistono quattro categorie principali di pattern correttivi: - Zig-zags (5-3-5, include tre varianti: singolo, doppio, triplo); - Flats (3-3-5, include tre varianti: regular, expanded, running); - Triangoli ( , quattro tipologie: ascendente, discendente, simmetrico e expanding). - Doppie e triple formazioni ABC. ONDE CORRETTIVE

31 ZIG - ZAG (5-3-5) Lo zig-zag e un movimento correttivo suddiviso al suo interno in tre onde (ABC) dove: - la prima onda (A) e suddivisibile al suo interno in cinque movimenti; - la seconda onda (B) in tre movimenti; - la terza onda (C) in cinque movimenti. Nello zig-zag la B ritraccia solo una parte (dal 38.2% al 61.8%) del movimento della A, mentre la C solitamente e delle stesse dimensioni della A A B A B C C

32 DOPPIO ZIG -ZAG a volte si puo verificare una successione di due zig-zag (specialmente quando il primo non raggiunge i normali target); i due zig-zag sono separati da un movimento in tre indicato con una X. A B C X A B C (W) (Y)

33 a b c

34 FLATS (3-3-5) La principale differenza del movimento correttivo Flat rispetto allo Zig-zag sta nella suddivisione delle onde che compongono lABC del Flat stesso: - la A e rappresentata da un movimento in tre; - la B e rappresentata da un movimento in tre; - la C e rappresentata da un movimento in cinque. Questo tipo di correzione e meno forte rispetto allo zig-zag e in generale e da ritenersi piu un pattern di consolidamento che di correzione. In particolare in un bull-market e sinonimo di forza. In questa tipologia, detta anche regular flat, le tre onde hanno dimensioni simili. Inoltre la B termina nelle vicinanze del punto in cui e partita la A, mentre la C in prossimita dellinizio della B. La principale differenza del movimento correttivo Flat rispetto allo Zig-zag sta nella suddivisione delle onde che compongono lABC del Flat stesso: - la A e rappresentata da un movimento in tre; - la B e rappresentata da un movimento in tre; - la C e rappresentata da un movimento in cinque. Questo tipo di correzione e meno forte rispetto allo zig-zag e in generale e da ritenersi piu un pattern di consolidamento che di correzione. In particolare in un bull-market e sinonimo di forza. In questa tipologia, detta anche regular flat, le tre onde hanno dimensioni simili. Inoltre la B termina nelle vicinanze del punto in cui e partita la A, mentre la C in prossimita dellinizio della B.

35 REGULAR FLATS (3-3-5) A B C A B C A B C BULL MARKET BEAR MARKET A B C

36 Esistono tre diverse tipologie: IRREGULAR CORRECTION : in un bull market il top dellonda B eccede il top dellonda A e londa C si porta al di sotto dellonda A. INVERTED IRREGULAR CORRECTION: in questo caso londa B raggiunge il top della A, ma londa C fallisce nel tentativo di raggiungere il bottom della A. Questa tipologia in un mercato al rialzo e sinonimo di forza. RUNNING CORRECTION: in un bull market londa B e ben oltre il top della A e londa C e al di sopra del top dellonda impulsiva 1. Questo tipo di pattern e abbastanza raro e denota una notevole forza del trend in atto tanto da impedire il completamento della correzione. VARIAZIONI

37 BEAR MARKET BULL MARKET A B C A B C A B C A B C IRREGULAR CORRECTION

38 BEAR MARKET BULL MARKET A B C A B C A B C A B C INVERTED IRREGULAR CORRECTION

39 (1) a b c (2) (3) (4) a b c RUNNING CORRECTION

40 I triangoli sono gli unici movimenti correttivi composti da cinque onde (A-B-C-D-E). Ogni onda e pero composta al proprio interno di un movimento in tre onde minori (A-B-C) e fra la prima e la quarta onda puo avvenire un overlap. Solitamente riflettono un bilanciamento di forze il cui risultato e un movimento laterale, associato ad una diminuzione di volatilita e di volumi. In generale, la forma correttiva triangolare avviene nella quarta onda di un movimento principale in cinque, ma puo accadere che sia la B di un movimento correttivo in ABC. vi sono quattro tipi di triangoli: ascendenti, discendenti, simmetrici e ad espansione. I triangoli sono gli unici movimenti correttivi composti da cinque onde (A-B-C-D-E). Ogni onda e pero composta al proprio interno di un movimento in tre onde minori (A-B-C) e fra la prima e la quarta onda puo avvenire un overlap. Solitamente riflettono un bilanciamento di forze il cui risultato e un movimento laterale, associato ad una diminuzione di volatilita e di volumi. In generale, la forma correttiva triangolare avviene nella quarta onda di un movimento principale in cinque, ma puo accadere che sia la B di un movimento correttivo in ABC. vi sono quattro tipi di triangoli: ascendenti, discendenti, simmetrici e ad espansione. TRIANGOLI ( )

41 BULL MARKETBEAR MARKET ASCENDING DESCENDING a b c d e a b c d e a b c d e a b c d e

42 BULL MARKETBEAR MARKET TRIANGOLI ( ) SYMMETRICAL EXPANDING a b c d e a b c d e a b c d e a b c d e

43 TRIANGOLI ( ) A volte puo accadere, soprattutto nei triangoli simmetrici, che londa B si spinga oltre lorigine della A. In questo caso si parla di running triangle. BULL MARKETBEAR MARKET a b c d e a b c d e

44

45 A B C a e b d c

46 DOPPIE E TRIPLE FORMAZIONI ABC Questi tipi di correzione si formano con combinazioni delle correzioni viste precedentemente (Zig-zags, Flat e triangoli). Un doppio ABC e composto da sette movimenti, mentre un triplo ABC e composto da undici movimenti. In pratica fra combinazioni di formazioni classiche ABC vi sono una (nel doppio) o due (nel triplo) formazioni correttive, segnalate con una X, che possono assumere le caratteristiche di qualsiasi formazione in ABC, ma che solitamente sono degli Zig-zags. Questi tipi di correzione si formano con combinazioni delle correzioni viste precedentemente (Zig-zags, Flat e triangoli). Un doppio ABC e composto da sette movimenti, mentre un triplo ABC e composto da undici movimenti. In pratica fra combinazioni di formazioni classiche ABC vi sono una (nel doppio) o due (nel triplo) formazioni correttive, segnalate con una X, che possono assumere le caratteristiche di qualsiasi formazione in ABC, ma che solitamente sono degli Zig-zags.

47 DOPPIA FORMAZIONE ABC A B C FLAT X TRIANGOLO X W a b c d Y e

48 DOPPIA FORMAZIONE ABC A B C a b c A B C XZIGZAG FLAT W X Y

49 REGOLA DELLALTERNANZA uno dei concetti guida del principio di Elliott Il concetto alla base e` che il mercato non agisce nello stesso modo per due volte di seguito. Quando si confrontano due onde, adiacenti o alterne, esse devono differenziarsi in piu` modi possibili. In unonda impulsiva le applicazioni principali della regola si riferiscono alla fasi opposte al trend (onde 2 e 4) Tipi di alternanza da ricercare in ogni conformazione: -prezzo (distanza verticale) -tempo (distanza orizzontale) -ritracciamento percentuale dellonda precedente -suddivisioni presenti allinterno dellonda -tipo di configurazione (applicabile alle onde correttive) Tra londa due e londa quattro, almeno uno dei precedenti modi di alternanza devono costituire elemento di differenziazione (se, ad es., londa due e` uno zig-zag, la quarta sara` un flat o un triangolo) complessa semplice

50 Fibonacci: la SEQUENZA Fibonacci e` stato il matematico che ha introdotto nella cultura occidentale la numerazione araba, che ha sostituito i numeri romani. Nella sua opera principale, Liber Abaci (1202 DC), descrive una particolare sequenza di numeri, gia` nota nellantichita`ed utilizzata anche nella costruzione del Partenone e della Grande Piramide di Giza. La serie sembra racchiudere la spiegazione di una varieta` di fenomeni naturali (ad. es. la struttura del DNA, lorbita della galassia, la struttura dellorecchio umano, il criterio di riproduzione dei conigli, i comportamenti di massa, tra cui i mercati finanziari, ecc.). 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144, 233, 377, ….

51 a b c a b c a b c (1) (2) (3) (4) (5) (a) (b) (c) 1 2 La sequenza di Fibonacci e londa di Elliott BULL BEAR CICLO COMPLETO DEL MERCATO , 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144, 233, 377, ….

52 Fibonacci: proprieta`della SEQUENZA 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144, 233, 377, …. 1) ƒ n = ƒ n-1 + ƒ n-2 2) ƒ n / ƒ n-1 = 1,618 e ƒ n / ƒ n+1 = 0,618 3) ƒ n / ƒ n-2 = 2,618 e ƒ n / ƒ n+2 = 0,382 4) ƒ n / ƒ n-3 = 4,236 e ƒ n / ƒ n+3 = 0,236 Altre curiosita`: (0,618 x 0,618) = (1 - 0,618) = (0,618 / 1,618)= 0,382 (0.618 x 0,382) = (0, ,382) = (0,382 / 0,618)= 0,236 1,618 (o 0,618) e` conosciuto come GOLDEN RATIO XYZ XY = 0,618 XZ XZ / XY = XY / YZ = 1,618

53 Fibonacci: i RITRACCIAMENTI 38,2% 50% 61,8% 0% 100% Molto spesso una correzione ritraccia il movimento precedente secondo una percentuale di Fibonacci: 38,2%, 50% e 61,8% 50% e` anchesso un rapporto di Fibonacci ottenuto dividendo 1 per 2

54 - segue -Fibonacci: i RITRACCIAMENTI Le correzioni piu` profonde ritracciano spesso il 61,8% o il 50% di unonda impulsiva precedente. Come succede frequentemente per londa 2, per londa B di un ampio Zig-zag o per londa X in uno Zig-zag complesso Le correzioni orrizzontali invece tendono a correggere solo il 38,2% dellonda impulsiva precedente, come accade spesso per londa ,8% 32,8% 3 4 a b c 61,8% 38,2%

55 Lintera teoria elliottiana si basa sulla sequenza dei numeri di Fibonacci e specialmente sui loro rapporti. E` possibile utilizzare i rapporti di Fibonacci (1, , , ,236 - ecc.) per individuare delle relazioni tra le onde (impulsive e correttive). Normalmente tali relazioni sono presenti tra onde alterne e consentono di effettuare proiezioni future di prezzo. Tra una molteplicita` di possibili scenari, individuabili mediante diverse conte delle onde di un mercato, sara` preferibile quello che presenti il maggior numero di onde tra loro in relazione secondo le proporzioni di Fibonacci Relazioni tra le onde e proiezioni di prezzo utilizzando i rapporti di Fibonacci

56 1Un target minimo per il top dellonda 3 puo` essere ottenuto moltiplicando laltezza dellonda 1 per 1,618 e sommando il valore totale al bottom dellonda 2 Esempi di relazione tra le onde 2Il top dellonda 5 puo` essere approssimata moltiplicando londa 1 per 3,236 (1,618 x 2) e sommando il valore ottenuto al top o al bottom dellonda 1 per ottenere obiettivi massimi e minimi ,618 min max 3,236

57 - Segue - Esempi di relazione tra le onde / 2 4Quando londa 5 estende (es: in uptrend), lobiettivo di prezzo e` ottenuto misurando la distanza tra il bottom della 1 e il top della 3, moltiplicando tale valore per 1,618 e sommando il totale al bottom della Quando una delle 3 onde impulsive estende le altre due sono uguali sia nellestensione di prezzo che nellorizzonte temporale , ,618 5Quando londa 1 estende (ad es: in uptrend), il top dellonda 5 e` calcolabile sommando al bottom della 2 lo 0,618 dellonda 1

58 - Segue - Esempi di relazione tra le onde / 3 6In uno Zig-zag, londa C e`spesso uguale allonda A. Ma puo` anche essere lo 0,618 o l1,618 della A stessa. –Laltezza dellonda A e` proiettata dal top (bottom) dellonda B. –un altro modo consiste nel proiettare dal bottom (top) della A lo 0,618 della A stessa C 0, ,618 B A 1 0,618 A C B 1 1,618 7In un Flat regolare, le onde A, B e C sono uguali; anche se londa C potrebbe estendere fino all1,618 dellonda A dal top (bottom) dellonda B. 8In un Flat irregolare londa C spesso estende fino all1,618 dellonda A dal top (bottom) dellonda B.

59 - Segue - Esempi di relazione tra le onde / 4 9In un triangolo almeno due onde alterne sono in relazione tra loro secondo il rapporto 0,618. –In un triangolo simmetrico, ascendente o discendente, londa E e` uguale allo 0,618 dellonda C, londa C e` uguale allo 0,618 dellonda A, londa D e` uguale allo 0,618 dellonda B, ecc. –In un triangolo in espansione la relazione e` secondo il rapporto 1,618 A D B E C F

60 LE STRATEGIE OPERATIVE CLASSICHE I) Definire lo scenario (Direzione del Trend) II) Definire i livelli di entrata III) Gestire la posizione in essere (Money Management)

61 I) DEFINIZIONE DELLO SCENARIO Individuare la direzione del trend principale ed intermedio al fine di scegliere una strategia di acquisto (tendenza al rialzo) oppure una strategia di vendita (tendenza al ribasso)

62 II) DEFINIZIONE DEI LIVELLI DI ENTRATA Entrare sulla rottura di un livello di supporto o di resistenza Entrare prima della rottura di un livello importante di resistenza (acquisti) o di supporto (vendite) Entrare sul movimento di ritorno (return move) successivo alla rottura

63 LIVELLI DI ENTRATA IN UN TREND AL RIALZO Entrare in acquisto sulla rottura del massimo precedente Entrare prima della rottura del massimo precedente su un ritracciamento dellultimo movimento di salita Entrare sul return move successivo alla rottura del massimo precedente Acquisti 50% di ritrac. Acquisti. return move Acquisti.

64 LIVELLI DI ENTRATA IN UN TREND AL RIBASSO Entrare in vendita sulla rottura del minimo precedente Entrare prima della rottura del minimo precedente su un ritracciamento dellultimo movimento di discesa Entrare sul return move successivo alla rottura del minimo precedente Vendite 50% di ritrac. Vendite

65 III) MONEY MANAGEMENT Definire le percentuali di capitale da investire su ogni tipo di segnale tecnico Definire gli Stop -Loss (livelli di uscita in caso di andamento avverso del mercato) Rapporto rischio/rendimento: 1/3

66 STRATEGIE DI INVESTIMENTO Non investire tutto il capitale disponibile nella stessa operazione, ma sfruttare i vari segnali tecnici per ripartire il rischio su diverse posizioni Es.: acquistare aggressivamente il 20% sul ritracciamento del movimento di salita precedente. Incrementare le posizioni con il 30-40% sulla rottura del massimo precedente. Investire il capitale restante sul movimento di ritorno (return move) successivo alla rottura stessa

67 STOP-LOSS Inserire lo stop-loss al di sotto (sopra) di un livello di supporto (resistenza) precedente, al fine di liquidare gli acquisti (vendite) in caso non si verificasse lo scenario previsto. Spostare progressivamente lo stop nel senso del mercato nel momento in cui questultimo si muove nella direzione a noi favorevole (TRAILING STOP).

68 ESEMPIO DI TRAILING STOP primo segnale di acquisto terzo segnale di acquisto secondo segnale di acquisto primo stop loss terzo stop loss secondo stop loss TRAILING STOP

69 RIASSUMENDO Serie di massimi e minimi crescenti (trend al rialzo): acquistare alla penetrazione di ogni massimo precedente, con trailing stop sotto al minimo immediatamente precedente alla quotazione attuale Serie di massimi e minimi decrescenti (trend al ribasso): vendere alla penetrazione di ogni massimo precedente, con trailing stop sopra al massimo immediatamente precedente alla quotazione attuale

70 ELLIOT E LE STRATEGIE OPERATIVE Riassumiamo le principali regole che sottostanno alla struttura e alle relazione fra le diverse onde di Elliot Un movimento completo e` formato da otto onde complessive: cinque che seguono la direzione del trend e tre la direzione opposta Generalmente londa 1 e` uguale allonda 5 Generalmente londa 3 e` la piu lunga e non puo in ogni caso essere la piu` corta delle tre onde impulsive (1, 3, 5) Il minimo dellonda 4 non deve oltrepassare il massimo dellonda 1

71 PROIEZIONI/TARGET SECONDO ELLIOT. onda 3 = onda 1 x min. onda 2 se onda 3 = onda 1 onda 5 estesa onda 5 = (max onda 3 - min onda 1) x (0.618) onda 5 = onda 1 x max (min) onda 1 onda C = onda A onda C = (onda A x 0.618) - min onda A

72 STRATEGIE AL TOP DELLONDA 5 / entrata Identificare un movimento in 5 attendere segnale di cambiamento del trend dopo il top della 5 vendere sullonda c sell a b c buy approccio molto conservativo, perche` si vende/compra a rotture del minimo/massimo dellonda a

73 approccio piu` aggressivo, con lacquisto/vendita effettuato dopo una chiusura al di sopra/sotto del giorno (con barre giornaliere) che ha fatto registrare il minimo/massimo minimo piu` basso (lowest low) massimo del lowest low chiusura superiore al massimo del lowest low massimo piu` alto highest day minimo dellhighest day chiusura inferiore a minimo del highest day

74 STRATEGIE AL TOP DELLONDA 5 / Stop-loss e take profit stop-loss: lo si puo` porre al di sotto del minimo precedente (il bottom dellonda b) primo livello di profitto a 38-50% di retracement del movimento principale o strategia di trailing stop a b c buy low high stop 38% correction primo target di profitto Vantaggi: poco rischiosa dato che il trend e` gia` cambiato Svantaggi: valida solo per movimenti di lungo periodo (ampi)/si utilizza poco frequentemente/pericolo di possibili estensioni

75 STRATEGIE USANDO LE CORREZIONI / entrata dopo un movimento in una direzione (es. verso lalto) si attende una qualche percentuale di ritracciamento si entra in acquisto alla perforazione del massimo precedente o quando il mercato chiude al di sopra del massimo del giorno che ha fatto registrare il minimo buy swingcorrezione questo tipo di operativita` vale per movimenti (swing) di una certa intensita` ai quali puo` far seguito una forte correzione. Si usano strategie piu` prudenziali in caso di movimenti meno intensi, come nel caso delle conformazioni triangolari (acquistare dopo la perforazione di due massimi precedenti Stop-loss: sotto il minimo precedente Take profit: proiezioni/ritracciamenti di Fibonacci

76 in prossimita` dellobiettivo della C (equality con A) chiudere tutte le vendite A B C i ii iii iv vi ii iii iv v a b c i ii iii iv v stop & reverse acquistare al 50% o 62% di ritracciamento della 1 se i prezzi oltrepassano tale livello ma poi vi tornano sotto, chiudere le posizioni long (overlap) a questo livello londa 1 eguaglia londa 2. Se i prezzi superano tale livello ci sono possibilita` di estensione (1.618) Incrementare gli acquisti livello obiettivo. Chiudere il 70% delle long lasciando il 30% per ulteriori rialzi stop dal 50% al 61.8% di ritracciamento dellonda i, porsi in vendita la sequenza di 5 onde e` confermata; siamo in presenza di un possibile zig-zag al momento del potenziale completamento del movimento in 5 che abbia ritracciato almeno il 38.2% di tutto luptrend, chiudere parte delle posizioni short incrementare le vendite tra il 38.2% e il 50% retracement dellonda A trailing stop il livello dello stop si adegua al movimento dei prezzi nella direzione della posizione aperta Strategia piu` aggressiva: non si attendono rotture di livelli precedenti come segnali di acquisto ma si opera anticipando le possibili correzioni


Scaricare ppt "1 2 3 4 5 a b c Ralph Nelson Elliott (1871 - 1948) Nel 1946 scrisse il suo lavoro definitivo sul principio delle onde: Natures Law."

Presentazioni simili


Annunci Google