La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ORATORI DIOCESI LOMBARDE LESPERIENZA DEGLI ADOLESCENTI NEI CRE-GREST LOMBARDI UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE Risultati di ricerca 6 Dicembre 2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ORATORI DIOCESI LOMBARDE LESPERIENZA DEGLI ADOLESCENTI NEI CRE-GREST LOMBARDI UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE Risultati di ricerca 6 Dicembre 2006."— Transcript della presentazione:

1 ORATORI DIOCESI LOMBARDE LESPERIENZA DEGLI ADOLESCENTI NEI CRE-GREST LOMBARDI UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE Risultati di ricerca 6 Dicembre 2006

2 La Ricerca Rilevazione quantitativa con questionario Rilevazione qualitativa con interviste di gruppo ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE Oggetto di indagine: lesperienza di volontariato estivo degli adolescenti ed i risvolti dal punto di vista pastorale

3 4 Argomenti focali Le motivazioni (a partecipare al Cre-Grest e durante lanno in Parrocchia-Oratorio Limpegno e la responsabilità educativa La formazione Limmagine delladolescenza, i valori e le norme

4 Il Questionario Raccolta dati: questionari somministrati in 105 parrocchie durante il Cre-Grest 33 domande: dati sullintervistato lanimatore nel Cre-Grest la formazione Valori e norme Continuità durante lanno in Oratorio ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

5 Il campione 2336 Adolescenti 43% Maschi – 57% Femmine 97% studenti – 3% lavoratori ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

6 Età degli intervistati Nati tra il 1987 e il 1992 (13-19 anni) ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

7 Intervistati per diocesi ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

8 Intervistati per grandezza delle parrocchie ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

9 Intervistati per zone territoriali ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

10 1. Le motivazioni Perché hai deciso di partecipare al Cre-Grest? (massimo 3 risposte) Valore % Per divertirmi61,0 Perché credo sia bello dedicare tempo agli altri59,5 Per mettermi alla prova38,7 Per conoscere altri ragazzi/ragazze28,5 Perchè lo fanno anche i miei amici28,1 Perché quando ero bambino lo hanno fatto per me27,3 Perchè non ho un altro modo per passare il tempo12,8 Per imparare cose nuove14,3 Perché mi è stato chiesto5,8 Per mettere in pratica il Vangelo5,2 Per abitudine4,8

11 1. Le motivazioni Risposte classificate secondo la motivazione prevalente (2 risposte su 3 nella stessa area motivazionale) Aree motivazionaliValore % impegno-prova49,4 ludico-relazionale31,4 residuale-compensativa1,9 No motivazioni prevalenti17,3 ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

12 Le motivazioni cambiano con letà ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

13 I commenti dei ragazzi sulle motivazioni… …divertirsi e dedicare il tempo agli altri non sono inconciliabili... … Il divertimento è relativo. Uno si può divertire anche applicando il Vangelo e quindi avrebbe segnato (la motivazione) di divertirsi. La distinzione tra le diverse risposte è molto sottile… Contiguità/sovrapposizione delle motivazioni (ludiche e di impegno) ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

14 I commenti dei ragazzi sulle motivazioni… Lettura ambivalente della motivazione mettere in pratica il Vangelo …Siamo in Oratorio, si applicano pratiche del Vangelo e i nostri comportamenti sono condizionati dal Vangelo anche senza che noi ce ne accorgiamo. Per una persona normale, quando legge Applicare il Vangelo, pensa allalbero di Natale, al Vangelo di Matteo. Bisognava formulare la domanda in un altro modo… …Nessuno va al GREST per pregare… …secondo me chi risponde per dedicare tempo agli altri… è una cosa un po ipocrita... una risposta di circostanza... non è che lo fai per quello... E lo stesso discorso vale per quella per mettere in pratica il Vangelo!!

15 Continuità - discontinuità Pensi di fare lanimatore anche il prossimo anno? No 10,7 Sì 89,3 Negli altri periodi dellanno frequenti la parrocchia o loratorio? No 11,8 Sì 88,2 ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

16 Motivazioni per la discontinuità Valore % non ho tempo57,1 ho di meglio da fare29,7 non ci vanno i miei amici26,7 non mi interessa26,3 non mi trovo a mio agio25,9 non ne ho voglia22,6 mi stanco presto12,0 (massimo 3 risposte) ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

17 Motivazioni per la continuità (massimo 3 risposte) Valore % Per coltivare amicizie61,9 Per fare una esperienza di gruppo42,5 Per abitudine30,0 Per fare un cammino di fede19,2 Per vivere la mia spiritualità13,0 Per tradizione familiare4,6 ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

18 I commenti dei ragazzi sulla continuità/discontinuità… I rapporti di amicizia: fattore fondamentale io con i miei amici mi ritrovo qui durante lanno, è un punto di incontro...ma certo non per motivi evangelici... secondo me non vengono principalmente perché non ci vanno i loro amici... non ho tempo è un scusa bella e buona... una giustificazione...se si vuole si trova il tempo per fare quello che si ritiene importante... ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

19 Cammino di fede dentro e fuori loratorio secondo me il cammino di fede va in parallelo con lesperienza di gruppo che si vive... ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE I commenti dei ragazzi sulla spiritualità / cammino di fede Oltre al catechismo anche stare in Oratorio comporta intraprendere un cammino di fede di sicuro non (vado allOratorio) per vivere la mia spiritualità. Quella la vivo in chiesa, nel mio piccolo, ma non in oratorio. Per noi giovani loratorio è principalmente aggregazione... implicitamente venendo qui vivo la mia fede...

20 I commenti dei ragazzi sulla spiritualità / cammino di fede In oratorio il messaggio evangelico è implicito Tante cose sono implicite e di conseguenza vengono spontanee nellesperienza. Certo che il messaggio di fondo è quello del vangelo però è implicito nei gesti e in tutto quello che viviamo qui dentro...nellamicizia ad esempio metti in pratica gli insegnamenti della fede ma senza rendertene conto magari! ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

21 RUOLO PERCEPITO aiuto animatore animatore responsabile 2. Limpegno e la responsabilità educativa Lassunzione di ruolo cresce in modo proporzionale alletà ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

22 Le responsabilità assunte ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

23 Differenze di comportamenti tra maschi e femmine Quanto ti capita durante il Cre-Grest di fare le seguenti azioni? Spesso o qualche volta M Spesso o qualche volta F riprendere i bambini che non si comportano in modo adeguato 90,793,1 intervenire nel conflitto tra bambini 84,289,1 fare la parte dellanimatore responsabile 78,484,8 condurre i giochi di gruppo 78,480,3 organizzare le attività della giornata 68,472,3 discutere con gli animatori 66,747,8 seguire i bambini nei compiti 42,645,8 appartarmi con i miei amici 46,437,4 animare i momenti di spiritualità (preghiere…) 35,036,3 litigare con gli animatori 19,314,7 approfittare del ruolo per non rispettare le regole 21,39,9

24 I commenti dei ragazzi sulla gestione dei bambini La responsabilità dei bambini: esperienza temporanea …al Cre sono sotto la nostra responsabilità. Non sono proprio leducatore però ho comunque un ruolo da animatore nei confronti del bambino. Viene spontaneo andare a parlare con il bambino. Se tu fai e vivi bene il CRE senti questa responsabilità, mentre durante lanno questo ruolo non si sente tanto, non ti senti in dovere di avrei una comunicazione con lui… Laspetto positivo: perché è unesperienza che ci ha fatto crescere di più, responsabili nei nostri confronti; Laspetto negativo: perché cera la paura di sbagliare qualcosa rispetto ai compiti e ai tuoi doveri… nel fare bene o male le cose ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

25 I commenti sullanimazione spirituale nel Cre-Grest Per approfondire i temi vai a catechismo, non fai loratorio estivo… La preghiera: unattività presente ma non prevalente Non è che il GREST è incentrato esclusivamente sulla preghiera. Solo venti minuti al giorno. Dal Vangelo si trova una morale e su quella morale si incentra la giornata. Il GREST è organizzato in schemi e in teoria la giornata dovrebbe essere incentrata sulla preghiera e sui lavori di gruppo. In pratica non è così perché ai bambini non interessa perché preferiscono giocare. ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

26 I commenti sullanimazione spirituale nel Cre-Grest Unattività che compete al Don e animatori Senior Per quanto riguarda la spiritualità cè il don che ci pensa, se no il don passa in secondo piano.. per me è più difficile (animare) nella preghiera: non mi piace leggere, non sono portata, tra preparare un gioco e leggere una preghiera preferivo preparare il gioco..meno ansia… ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

27 Impegno e soddisfazione Impegno e soddisfazione MFTOTALE molto39,852,746,6 abbastanza54,246,049,8 poco4,81,02,8 per niente1,20,40,8 Quanto sei soddisfatto della tua partecipazione al cre-grest (% M e F) Quanto ti stai impegnando come animatore? (% M e F) MFTOTALE molto44,556,751,0 abbastanza49,339,844,2 poco5,03,03,9 Per niente1,20,50,9

28 Tanti durante il GREST non facevano niente, poi quando cera la gita si davano da fare. I commenti dei ragazzi sullimpegno… Ci sono troppi MOLTO. Ci sono alcune persone che si impegnano molto, ma sono poche. Il 50 % è troppo. Impegnarsi molto vuol dire fare tutto e di più; andare oltre a ciò che ti è richiesto. ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE I livelli di impegno sembrano sovrastimati

29 Commenti sugli adulti… assenti Non è che imparare a collaborare con gli adulti non è utile, ma questanno di adulti non ce nerano adulti chi? Solo il don, ci sono solo le signore che si occupavano del pranzo. E troppo..coi genitori non cè collaborazione, è troppo il 14,2%.. non cera un rapporto con i genitori, con gli adulti ci incontravamo poco… i genitori non venivano... solo con le signore che ci aiutavano al bar ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

30 Partecipazione alla vita dellOratorio / parrocchia Durante lanno con quale frequenza vai in Oratorio? ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

31 Partecipazione alla vita dellOratorio / parrocchia ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE A quali attività partecipi?

32 3. La dimensione formativa Limpegno nel Cre-Grest come esperienza formativa I bisogni formativi La formazione preliminare Il rapporto con loratorio ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

33 Limpegno nel Cre-Grest come esperienza formativa Limpegno nel Cre-Grest mi permette di Valore % Diventare più responsabile77,1 Conoscere meglio i bambini58,9 Imparare a collaborare con i coetanei44,5 Conoscere meglio te stesso38,0 Imparare a diventare animatore32,9 Imparare a collaborare con gli adulti14,2 Crescere nella tua fede9,8 Approfondire meglio alcuni temi della vita cristiana 6,3 ORATORI DIOCESI LOMBARDE

34 Unoccasione di responsabilizzazione I ragazzi colgono nellimpegno la possibilità di: Crescere nella responsabilità Conoscere in azione sé e gli altri Sperimentare un ruolo sociale ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

35 … alcune voci ma secondo voi il cre può essere unoccasione educativa?... Certo perché inizi ad affrontare e conoscere queste persone E unesperienza che ci ha fatto crescere, diventare più responsabili nei nostri confronti Volevo capire se ero un ragazzo responsabile o meno Imparare a collaborare con i compagni è la parte più importante. Essere responsabile è limpegno maggiore che acquisto …Non è vero. La responsabilità ce lhai per quellora. Poi finisce tutto e torni come prima. …Sono daccordo. Ti assumi la responsabilità dei bambini nelle ore di tua competenza, nelle altre ore te ne freghi. E una cosa fine a sé stessa. ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

36 Gli aspetti meno considerati La valenza formativa del Cre-Grest è percepita dai ragazzi principalmente come azione, non come approfondimento. Meno valore formativo è dato allimpegno nel Cre-Grest in ordine: * allacquisizione di competenze specifiche * alla crescita (soprattutto allapprofondimento) nella vita cristiana ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

37 Cre-Grest e processo formativo Il Cre-Grest è riconosciuto come esperienza che contribuisce alla propria crescita. Esso è colto soprattutto come: Il luogo dellincontro con tutti Il luogo della pratica Il luogo della sperimentazione ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

38 Cre-Grest e formazione cristiana Il dato attributo alla valenza formativa in ordine alla vita cristiana va considerato tenendo presenti almeno tre aspetti: il carattere aperto del Cre-Grest letà dei ragazzi; non è ancora compiuta una saldatura tra impegno e appropriazione personale dei valori la distinzione tra le diverse dimensioni della formazione cristiana. I ragazzi riconoscono il Cre-Grest come: Una grande opportunità proposta dalla Chiesa Come il luogo della fede testimoniata attraverso il dono e i gesti semplici della cura Come luogo di scambio intergenerazionale con i bambini (molto meno con gli adulti) ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

39 … alcune voci Alloratorio la fede la metti in pratica…sviluppare la fede lo fai durante lanno a catechismo e poi durante loratorio estivo la metti in pratica e cerchi di trasmetterla ai bambini Non è il luogo per accrescere la fede è solo organizzato dalla Chiesa La fede va vista anche in rapporto alletà… Se voglio fare un ritiro non scelgo il cre, è un luogo differente. Qui però si possono capire lo stesso certi passi della vita cristiana (gratuità, conoscere laltro) ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

40 I bisogni formativi Occorre distinguere tra: I bisogni percepiti dai ragazzi ed esplicitati tramite la ricerca; I bisogni non percepiti ma che la ricerca in qualche sembra poter far emergere. ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

41 ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE La percezione delle capacità Molto o abbastanza Poco o per niente Comunicare con i bambini96,33,7 Collaborare con gli animatori93,07,0 Gestire il gruppo91,78,3 Ascoltare i bisogni dei bambini89,110,9 Gestire i conflitti85,114.9 Controllare la disciplina83,716,3 Condurre i giochi83,416,6 Animare le feste70,529,5 Conoscere i contenuti form. Del Grest67,232,8 Condurre laboratori manuali57,942,1 Aiut. a gestire momenti spiritualità48,851,2

42 I bisogni percepiti I ragazzi hanno mostrato in generale una grande stima ( apparsa più sfumata nei focus )nelle proprie capacità, principalmente relazionali, considerate sostanzialmente innate I punti in cui si sentono meno sicuri sono quelli in cui: si richiedono competenze specifiche; si richiede un ruolo diverso (confronta dati rapporto con i genitori dei bambini). ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

43 alcune voci … alcune voci non penso che ogni singolo animatore abbia tutte queste capacità… mi sento poco capace nei laboratori manuali. Da noi sono gestiti dalle mamme… si può partecipare a tutti i corsi di formazione che si vuole, ma se non è predisposto a comunicare con gli altri… Uno può non partecipare a nessun corso di formazione ma avere un carattere estroverso che gli permette di fare bene lanimatore ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

44 I bisogni ipotizzabili Il quadro generale dei risultati, in rapporto allideale di animatore consapevole, ci rimanda allesigenza di accrescere nei ragazzi alcune dimensioni fondamentali della formazione integrale che non sono percepite in modo forte. Limportanza di: - Riflettere - Distinguere e aver uno sguardo articolato - Coniugare lazione con lappropriazione personale dei significati ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

45 La formazione preliminare La partecipazione - I risultati ci dicono che il 36,3% dei ragazzi non ha mai partecipato ad un corso di formazione - Di questo 36,3% il 39% afferma di non avere ricevuto la proposta a partecipare. - I focus ci dicono, però, che la situazione non è omogenea ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

46 … alcune voci Fare il corso non è una proposta, è un obbligo Alcuni di noi hanno fatto il corso centrale. Tutti hanno fatto il corso qui E utile quando ti spiegano che il ragazzo è sotto la tua responsabilità…ti terrorizzano un po, però è giusto così ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

47 La motivazione e la soddisfazione verso i corsi Chi partecipa lo fa innanzitutto con un orientamento verso lazione. L81,4% si dichiara molto o abbastanza soddisfatto dei corsi di formazione a cui ha partecipato ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

48 I contenuti dei corsi Valore % Le tecniche di animazione51,3 La relazione educativa44,4 Il lavoro di squadra tra gli animatori43,1 La progettazione delle attività38,3 Lo stile dellanimatore37,4 Lapprofondimento del tema del Cre-Grest30,5 La conduzione del gruppo27,7 Il valore del servizio e della gratuità24,6 Le caratteristiche del bambino14,5 ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

49 voci e considerazioni … voci e considerazioni Gli argomenti che affrontiamo nei corsi sono sempre gli stessi e dopo due o tre anni che li ascolti ti stanchi Nonostante sia semplice rapportarsi con i bambini, la relazione è comunque delicata. Abbiamo ragazzi di età diverse e quindi dobbiamo tenere comportamenti diversi Dal punto di vista esterno colpisce il poco spazio dato alle caratteristiche del bambino; questo dato però va probabilmente letto in rapporto allo spazio dato alla relazione educativa ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

50 Le richieste formative Valore % Più confronto in gruppo45,9 Più progettazione comune delle attività31,6 Più laboratori31,4 Formatori più coinvolgenti26,8 Più contenuti multimediali23,8 Più testimonianze18,2 Più incontri di approfondimento teorico10,0 ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

51 … voci e considerazioni Forse sarebbero più utili se ci fossero i laboratori Sarebbe utile differenziare i corsi su livelli, in base allesperienza Ci vorrebbe qualcosa di più, che coinvolge; Sapere organizzare I ragazzi indicano almeno tre aspetti: maggior coinvolgimento (ad esempio attraverso esperienze residenziali) maggiore operatività attenzione alla differenziazione Non fanno cenno invece ad aspetti riflessivi ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

52 Il ruolo formativo delloratorio Il rapporto con loratorio Vi è un rapporto di continuità tra limpegno nel Cre-Grest e la partecipazione alla vita delloratorio. L88,1% continua a frequentare la parrocchia o loratorio. Loratorio è luogo principalmente di relazione e tempo libero; ma quasi un 20% lo riconosce anche come luogo per formarsi nella fede. ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

53 …alcune voci Dobbiamo ricordarci che loratorio è un luogo di aggregazione per tutti, non solo per noi cristiani, ci sono tanti stranieri, tanti ragazzi e bambini di altre religioni Io con i miei amici mi ritrovo qui durante lanno, è un punto di incontro ma certo non per motivi evangelici Il messaggio di fondo è quello del Vangelo però è implicito nei gesti e in tutto quello che viviamo qui dentro Oltre al catechismo anche stare in oratorio comporta intraprendere un cammino di fede ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

54 Loratorio come luogo vitale e pluridimensionale I ragazzi ci restituiscono una bella immagine di oratorio come luogo (esperienza) Aggregativo Plurale Protetto In cui la vita cristiana è nella trama quotidiana I ragazzi sanno che in oratorio vi sono anche proposte specifiche per la formazione cristiana. Questo aspetto apre allimmagine delloratorio come luogo vitale che apre a più percorsi. ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

55 4. La dimensione valoriale La ricerca ci permette di fare alcune riflessioni su: La graduatoria valoriale Il giudizio etico Il giudizio verso la Chiesa ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

56 ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE La graduatoria valoriale Molto o abbastanza 1) salute99,1 2) amicizia98,6 3) libertà97,9 4) amore97,1 5) famiglia96,7 12) solidarietà87,7 20) religione74,9 25) Attività politica34,7

57 Alcune considerazioni La graduatoria è in linea con il quadro che ci restituiscono le indagini nazionali. I principali valori di riferimento attengono innanzitutto: La sfera delle relazioni calde la sfera della tutela delle condizioni per esercitare il proprio desiderio di vivere (salute e libertà) E confermata la scarsa attenzione allattività politica ridotta ad attività partitica ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

58 … alcune voci se cè la salute ci sono buone basi per interessarsi di altro Se ti senti bene con te stesso, stai bene anche con gli altri La democrazia è un concetto politico che ha un risvolto nel campo sociale, lattività politica è la politica vera e propria, quella di Roma per intenderci ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

59 ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE Alcune comparazioni Alcune comparazioni (da usare con cautela) ODLGiovani Cattolici PC Iard (ma solo molto) Adolescenti visti dagli adulti Salute99,1-92- Amicizia98,697,17498,5 Amore97,196,67694,17 Libertà97,996,680 Famiglia96,795,78789,5 Divertimento96,6-4299,4 Religione74.986,722- Attiv. politica34,728,167,6

60 ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE Il giudizio etico inammissibile 1) Danneggiare intenzionalmente beni pubblici90,9% 2) Prendere droghe pesanti90,8 3) Guidare quando si è ubriachi88,4 8) Fare a botte con i tifosi di unaltra squadra78,6 14) Fumare occasionalmente marijuana60,6 15) Abortire58,6 16) Avere rapporti sessuali occasionali senza profilattico 56,5 19) Assentarsi dal lavoro quando non si è realmente malati 48,4 25) Divorziare34,2 30) Avere rapporti sessuali senza essere sposati11,1

61 Alcune considerazioni Anche in questo caso non sembrano esservi differenze eclatanti rispetto alle indagini nazionali. I ragazzi sembrano infatti manifestare una forte tolleranza nei confronti di alcuni comportamenti privati soprattutto se non danneggiano direttamente la propria vita. In generale i risultati sembrano avvicinarsi a quelli appartenenti allarea dei cattolici praticanti dellindagine Iard (ma il dato va ulteriormente verificato). ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

62 … alcune voci secondo me quando bevi e quando fumi non pensi alla salute, ma lo fai per divertirti o per farti vedere Magari lo stare a casa anche se non sono malato è un modo per dimostrare al mio capo che non mi trovo bene… Secondo me questi dati sono fasulli. Sono troppo basse le % deli ammissibili…Anche la % di ammissibili dellaborto e del divorzio è troppo bassa. Una ragazza di 14 anni che rimane incinta o se non ha i soldi per mantenerlo o se è il frutto di un rapporto occasionale come fa? ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

63 ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE Il giudizio verso la Chiesa positivamentenegativamente Il Vangelo89,310,7 Lattenzione ai giovani83,616,4 I sacerdoti78,621,4 Lattenzione ai bisognosi77,922,1 I cammini di fede proposti77,922,1 La dottrina sociale72,627,4 Suore/frati72,427,6 La qualità celebrazioni liturgiche72,227,8 La struttura ecclesiastica71,728,3 Il dialogo tra le religioni62,337,7 La posizione sulla bioetica48,651,4 La morale sessuale39,061,0

64 Alcune considerazioni Il giudizio degli adolescenti verso la Chiesa è in generale positivo. I dati sulla morale sessuale sono in qualche modo la conferma di una percezione diffusa. E interessante notare che i ragazzi sanno distinguere tra morale sessuale e bioetica. Non è di facile interpretazione il 10% di giudizio negativo attribuito al Vangelo ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

65 …alcune voci Di fronte ai risultati mi viene da dire che è ammissibile ciò che è comodo. Tanti affermano di essere cattolici, ma poi se certe cose sono comode le dichiarano ammissibili La società sta cambiando completamente e i canoni della Chiesa sono ancora quelli primitivi. Sono rarissimi i giovani che seguono proprio tutto tutto quello che propone la Chiesa Tanti anni fa si sposavano a anni, adesso almeno 10 anni dopo, soprattutto per motivi di studio. Così a quelletà si avevano rapporti che ora non essendo sposati la Chiesa impedisce di avere, ma anche oggi a anni gli adolescenti desiderano avere rapporti sessuali Io credo che due persone prima di sposarsi devono conoscersi bene, anche dal punto di vista sessuale ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

66 ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE Alcune comparazioni ODLGiovani Cattolici PC Il Vangelo89,391,8 Lattenzione ai giovani83,685,24 I sacerdoti78,678,7 I cammini di fede proposti77,984,92 La dottrina sociale72,681,89 Suore/frati72,467,78 La qualità delle celebrazioni lit.72,275,3 La struttura ecclesiastica71,774,9 La posizione sulla bioetica48,655,16 La morale sessuale39,043,7

67 ConclusioniConclusioni Chi sono gli adolescenti che si impegnano al Grest? Perché lo fanno? Che orizzonte valoriale hanno? Come sono formati? Che vita ecclesiale hanno? Che cosa ci dice la ricerca sulla valenza formativa del Cre-Grest e delloratorio in ordine alla crescita umana e cristiana? ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

68 Chi sono? Perché lo fanno? Sono ragazzi contenti di vivere, ricchi di energia (energia in estate e ansia durante lanno per la scuola), che vivono lesperienza dellimpegno al Cre-GRest come responsabilità e divertimento. Come occasione per crescere, ma con una (giusta) spensieratezza. Come occasione per passare attivamente il tempo in compagnia ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

69 Che orizzonte valoriale hanno? I ragazzi impegnati nel Cre-Grest non sembrano avere un orizzonte valoriale differente da quello dei loro coetanei, sebbene vi siano differenze su alcuni orientamenti. Si rendono però conto di vivere unesperienza di grande spessore valoriale, unoccasione bella per costruire unidentità capace di dono, cura e di assunzione di responsabilità. ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

70 Come sono formati? I ragazzi vengono formati attraverso i corsi e soprattutto si formano attraverso lazione. Sembra invece avere poca rilevanza formativa il contenuto del Cre-Grest I ragazzi chiedono un aiuto nellacquisizione di alcune competenze specifiche soprattutto laboratoriali Dai dati emerge limportanza di accrescere la riflessività e lappropriazione dellesperienza ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

71 Che vita ecclesiale hanno? La maggior parte dei ragazzi che si impegnano nel Cre-Grest continuano durante lanno a frequentare loratorio principalmente per coltivare rapporti e fare esperienza di gruppo. La frequentazione delloratorio rappresenta però per diversi di loro (per una comparazione significativa bisognerebbe incrociare i dati con i pari età dello Iard) il contesto di supporto per svolgere allinterno percorsi di crescita cristiana più specifici. ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

72 Valenza formativa dei Cre- Grest e dellOratorio (1) Limpegno nei Cre-Grest rappresenta un impegno divertente che: - aiuta i ragazzi a crescere nella propria autostima, - nella relazione con gli altri, nel senso del gruppo - nel senso di cura. Permette di fare unesperienza di cura dellaltro che alcuni ripeteranno solo con la genitorialità ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

73 Valenza formativa dei Cre- Grest e dellOratorio (2) Permette di vivere con semplicità il dono di sé e di respirare relazioni orientate dal Vangelo. I frutti formativi del Cre-Grest naturalmente sono più fecondi in rapporto alla continuità e allattenzione educativa che i ragazzi ricevono su di sé. ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

74 Valenza formativa dei Cre- Grest e dellOratorio (3) Con prudenza (nel senso che occorre ancora un approfondimento) si può osservare come dalla ricerca risulti per i ragazzi: Forte il valore formativo attribuito allazione e alla relazione Poco il valore formativo attribuito alla riflessione Debole il valore formativo attribuito al contenuto ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

75 Valenza formativa dei Cre- Grest e dellOratorio (4) Loratorio è percepito come: - un luogo socialmente aperto, un posto per tutti; - un luogo vitale che fa da sostegno alla sperimentazione sociale, alla costruzione quotidiana dellidentità personale, alla scoperta di sé e dellaltro. ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

76 Valenza formativa dei Cre- Grest e dellOratorio (5) In ordine alla vita cristiana è percepito come: luogo della popolarità del cristianesimo, ambiente in cui i significati della vita cristiana sono toccati nellordinarietà; sostegno forte per vivere percorsi più specifici; Senza il sostegno della popolarità e vitalità delloratorio i percorsi interni stessi sarebbero più poveri. ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE

77 Alcune possibili direzioni di lavoro Lavorare sulla formazione preliminare considerando anche le diverse tipologie di animatori Accrescere nei ragazzi la riflessività Approfondire pastoralmente la prospettiva di una vita di oratorio capace di sostenere la pluridimensionalità della formazione cristiana ORATORI DIOCESI LOMBARDE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE


Scaricare ppt "ORATORI DIOCESI LOMBARDE LESPERIENZA DEGLI ADOLESCENTI NEI CRE-GREST LOMBARDI UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL S.CUORE Risultati di ricerca 6 Dicembre 2006."

Presentazioni simili


Annunci Google