La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Quesito B del 2002. Considerazioni preliminari Questo esercizio prevede tre fasi distinte, da svolgersi su due fogli: - 1ª Fase (1° foglio bianco – movimenti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Quesito B del 2002. Considerazioni preliminari Questo esercizio prevede tre fasi distinte, da svolgersi su due fogli: - 1ª Fase (1° foglio bianco – movimenti."— Transcript della presentazione:

1 Quesito B del 2002

2 Considerazioni preliminari Questo esercizio prevede tre fasi distinte, da svolgersi su due fogli: - 1ª Fase (1° foglio bianco – movimenti reali): determinazione della rotta da mantenere per passare tra i due scogli; - 2ª Fase (2° foglio bianco – movimenti relativi): determinazione del vettore dei due bersagli e conseguente determinazione della propria riduzione di velocità - 3ª Fase (1° foglio bianco – movimenti reali): trascrizione dei movimenti reali e controllo della correttezza dei calcoli e del disegno fatto sul foglio bianco dei movimenti relativi. Lesercizio è molto bello, non tanto difficile per un alunno con una buona conoscenza della cinematica, però andrebbe svolto nel massimo silenzio, perché una minima distrazione può far perdere tempo e sprecare molti fogli di carta. Nelle lastrine successive (i due fogli descritti sopra) saranno evidenziate le varie fasi con le relative procedure passo passo.

3 1ª Fase: 1)Mettere la linea del nord 2)Tracciare la rotta 280° 3)Al punto delle 1030 mettere i due rilevamenti e determinare così la posizione dei due scogli 4)Trovare il punto di accostata delle )Tracciare il punto medio del segmento che unisce i due scogli (levante e ponente) 6)Unire il punto delle 1047 con il punto medio e determinare la rotta (nel caso specifico 006°) Scala 1cm = 1nm 6

4 Scala Velocità 1cm = 2Kn Scala Distanze 1cm = 1Nm 1ª Fase (movimenti relativi): 1)Squadrare il foglio (la nostra nave è al centro) e scegliere le scale 2)Mettere i rilevamenti dei due bersagli, determinare le DMR e i Vr (ci si accorge subito che hanno la stessa rotta e velocità). 3)Disegnare il proprio vettore proprio 4)Traslare la DMR (sono equivalenti) e disegnare il Vr (sono equivalenti) 5)Determinare il Va ed il Vb (sono equivalenti) 6)Unire le due ultime posizioni delle navi 1106 e determinare il punto medio (la nostra nave deve passare a metà delle due navi) 7)Unire tale punto medio al centro e determinare la DMR 8)Traslare la DMR sulla cuspide del Va e determinare il Vra. Lunione del Vra con il Vp determina il Vp (riduzione della velocità a 9 nodi) 9)Trovare lintensità del Vra ed il TCPA (lo spazio della DMR diviso il Vra)

5 1ª Fase (controllo - movimenti reali): 1)Tracciare i rilevamenti 2)Tracciare i movimenti reali dei due bersagli e determinarne rotta e velocità 3)Mettere le posizioni del TCPA dei due bersagli (1026) 4)Unire i due bersagli e trovare il punto medio 5)Controllare se alla nuova velocità, a partire dalle 1106, la nostra nave si troverà proprio sul punto medio alle Scala 1cm = 1nm 1 2


Scaricare ppt "Quesito B del 2002. Considerazioni preliminari Questo esercizio prevede tre fasi distinte, da svolgersi su due fogli: - 1ª Fase (1° foglio bianco – movimenti."

Presentazioni simili


Annunci Google