La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Rudolf von Jhering (1818-1892) Rudolf von Jhering (1818-1892) Lo scopo nel diritto Philip Heck (1858-1943) M. Von Rümelin (1861-1931) Philip Heck (1858-1943)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Rudolf von Jhering (1818-1892) Rudolf von Jhering (1818-1892) Lo scopo nel diritto Philip Heck (1858-1943) M. Von Rümelin (1861-1931) Philip Heck (1858-1943)"— Transcript della presentazione:

1 Rudolf von Jhering ( ) Rudolf von Jhering ( ) Lo scopo nel diritto Philip Heck ( ) M. Von Rümelin ( ) Philip Heck ( ) M. Von Rümelin ( ) Giurisprudenza degli interessi Eugen Ehrlich ( ) Hermann Kantorowicz ( ) Eugen Ehrlich ( ) Hermann Kantorowicz ( ) Movimento per il diritto libero François Geny ( ) Léon Duguit ( ) Maurice Hauriou ( ) François Geny ( ) Léon Duguit ( ) Maurice Hauriou ( ) «Natura della cosa» Istituzionalismo «Natura della cosa» Istituzionalismo

2 Diritto nasce nella società, con uno scopo preciso Il diritto statale non è «tutto il diritto» Il diritto non è un sistema formale di concetti Il diritto deve perseguire questi interessi sociali La scienza del diritto è una scienza empirica sulla società, non una scienza formale Almeno il ruolo del giudice è fondamentale. Il giudice ha un ruolo creativo di diritto

3 ONTOLOGIA METODOLOGIA MONISMO EMPIRISMO

4 REALISMO AMERICANO REALISMO SCANDINAVO COMPORTAMENTISTA RIDUZIONISTA Il diritto è ciò che fanno i tribunali PSICOLOGISTA NORMATIVISTA (MA NON DUALISTA!!) Il diritto è ciò che è creduto tale da…. (1) i cittadini; (2) i giudici

5 SI DISTINGUE DAL GIUSNATURALISMO SI DISTINGUE DAL GIUSPOSITIVISMO Dal punto di vista ONTOLOGICO, è monista Dal punto di vista DEONTOLOGICO, tratta della giustizia percepita, non della giustizia universale Dal punto di vista METODOLOGICO, la scienza giuridica è descrittiva empirica, non prescrittiva Dal punto di vista ONTOLOGICO, non è statualista ed è monista Dal punto di vista DEONTOLOGICO, la certezza del diritto non esiste Dal punto di vista METODOLOGICO, la scienza giuridica è descrittiva empirica, non formale

6 Anti-idealismo: contro Kant «Contro-rivoluzione copernicana»: non siamo noi a «costruire» la realtà Soggetto Oggetto: contatto diretto Realtà: qualcosa di determinato e identico a se stesso Determinato rispetto ad un contesto più ampio: il contesto spazio-temporale Lunica vera condizione di possibilità è il contesto spazio-temporale Irreale: Qualcosa di contraddittorio o non determinato. Qualcosa la cui rappresentazione è impossibile. Irreale: Qualcosa di contraddittorio o non determinato. Qualcosa la cui rappresentazione è impossibile.

7 Valori e doveri Lapparente carattere assertivo del discorso normativo sul dovere è una illusione «Buono» o «cattivo» non sono proprietà oggettive Pura reazione emozionale del soggetto (Emotivismo) Scienza morale come psicologia morale «Dovere» non è oggettivo: anche qui, pura reazione emozionale del soggetto

8 Critica dellimperativismo e del più generale concetto di «volontà dello Stato» GIUSPOSITIVISMO VOLONTARISTICO Critica dellimperativismo e del più generale concetto di «volontà dello Stato» GIUSPOSITIVISMO VOLONTARISTICO Il giudice non dichiara la volontà del legislatore: come ricostruirla? E le lacune? Diritto come volontà dello Stato, ma lo Stato è … costituito dal diritto! Volontà generale come concetto «metafisico» Volontà di colui che detiene il potere? Sono le norme a creare il potere (vs. Salmond) NORMATIVISMO MONISTICO

9 Norme come pura illusione Ideologia della giustizia e dei diritti è dannosa Teoria della utilità sociale Preservare lintegrità fisica Garantire scambio di beni e produzione della ricchezza

10 Concetti normativi ormai inseriti nel nostro linguaggio «Funzione segnica» rispetto al comportamento Parole senza riferimento che hanno una funzione Imperativi performativi

11 Diritto valido è «lideologia normativa» dei giudici Norme come schema di interpretazione di fenomeni perché seguite e sentite come vincolanti Gli enunciati giuridici hanno significato soltanto se sono verificabili nel comportamento effettivo dei giudici. (Principio di verificazione)

12 Pragmatismo e consequenzialismo Empirismo Anti-logicismo «Il diritto non è altro che la previsione di ciò che i tribunali faranno» Distinzione tra law in books e law in action Diritto come «ingegneria sociale» Critica storico-linguistica dei principali concetti giuridici (es. «sovrano») Centralità del giudice: «digestive jurisprudence»

13 Compiti della Filosofia del diritto Ontologico Metodologico Ideologico (o deontologico) Giusnaturalismo Giuspositivismo Diritto ideale Razionalismo – volontarismo - naturalismo Diritto ideale Razionalismo – volontarismo - naturalismo Volontà dello Stato Statualismo Volontà dello Stato Statualismo Studio prescrittivo: il diritto quale deve essere Studio descrittivo: il diritto quale è Diritto valido = diritto giusto Diritto valido diritto giusto Giusrealismo Fatto sociale Storicismo – Anti-volontarismo statualistico– Anti-razionalismo Studio descrittivo empirico: il diritto quale è seguito e applicato Diritto efficace diritto giusto


Scaricare ppt "Rudolf von Jhering (1818-1892) Rudolf von Jhering (1818-1892) Lo scopo nel diritto Philip Heck (1858-1943) M. Von Rümelin (1861-1931) Philip Heck (1858-1943)"

Presentazioni simili


Annunci Google