La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ISTITUO COMPRENSIVO CAMAIORE 3° scuola infanzia. IL SUOLO GIU PER TERRA COSA CE? s. 2012/13.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ISTITUO COMPRENSIVO CAMAIORE 3° scuola infanzia. IL SUOLO GIU PER TERRA COSA CE? s. 2012/13."— Transcript della presentazione:

1 ISTITUO COMPRENSIVO CAMAIORE 3° scuola infanzia

2 IL SUOLO GIU PER TERRA COSA CE? s. 2012/13

3 Obiettivi essenziali di apprendimento Scoprire alcune caratteristiche e individuare alcuni componenti del suolo, in particolare del giardino e di altri luoghi Arricchire la competenza linguistica Seguire levoluzione di una pianta : dalla semina alla crescita

4 METODOLOGIA Osservazione diretta e sperimentazione I bambini di questa età hanno bisogno di manipolare, di toccare per conoscere di fare esperienze concrete

5 a) materiali, b) apparecchi c) strumenti Materiali utilizzati: sabbia, argilla, terriccio, semi,acqua Apparecchi :macchina fotografica,pc Strumenti :cucchiai,bicchierini, bottiglie, vaschette,setacci, colini,contenitori

6 ambiente / in cui è stato sviluppato il percorso Il percorso si è svolto principalmente usando la sezione della scuola Il laboratorio scientifico Il giardino della scuola

7 tempo impiegato per la messa a punto preliminare nel Gruppo LSS (7 ore) per la progettazione specifica e dettagliata nella sezione (8 ore) tempo-scuola di sviluppo percorso: da gennaio a maggio una volta a settimana per unora e mezza per documentazione (10 ore)

8 Il percorso, attraverso itinerari didattici, prevede esperienze di manipolazione e osservazione del suolo, attività di coltivazione di piccole piantine 1 itinerario didattico la terra del giardino Obiettivi Riconoscere e descrivere la diversa consistenza della terra (sabbia, terriccio e argilla) Osservare alcune caratteristiche fisiche (, colore, odore, granulosità…) e biologiche (presenza di organismi…) Scoperta, esplorazione e raccolta del terreno

9 1 CONSEGNA : ABBIAMO CHIESTO AI BAMBINI DI CINQUE ANNI DI RACCOGLIERE DELLA TERRA E DI PORTARLA A SCUOLA 2 CONSEGNA : OGNI BAMBINO DISEGNA DOVE HA RACCOLTO LA TERRA ho preso la terra nellorto ed è un po marrone scura, un po chiara. Ci sono le fragole e i lamponi 3CONSEGNA: CONVERSAZIONE SULLE TERRE PORTATE DAI BAMBINI E INDIVIDUAZIONE DEI COLORI

10 4 CONSEGNA : SU UN CARTELLONE ACCANTO AI NOMI DEI BAMBINI CATALOGHIAMO IN BASE ALLA PROVENIENZA E AL COLORE (OGNI BAMBINO COLORA IL QUADRETTO CORRISPONDENTE AL SUO COLORE) abbiamo individuato tre colori di terra: grigia, rossiccia marrone

11 5 CONSEGNA: COLORIAMO CON LE TERRE PORTATE DAI BAMBINI osserviamo che il marrone della terra ha varie sfumature… …piu chiare e piuscure

12 6 CONSEGNA: MANIPOLIAMO LA TERRA i BAMBINI VENGONO LASCIATI LIBERI DI TOCCARE, SBRICIOLARE, CONFRONTARE….

13 -CE UNA FOGLIA, DELLE PIANTINE ARRICCIOLATE - HO TROVATO DUE SASSI, UNA RADICE - UNA RADICE, SASSI, STECCHI, UN PEZZO DI VETRO,UN PEZZETTO DI PLASTICA ROSSA - RADICI - UNA PIANTINA CON FOGLIE, UN VERME RICHIUSO, UNA CHIOCCIOLA - RADICI - UN FILINO, UN PEZZO DI LEGNETTO, UN SASSO, IL SEME DI UN FRUTTO -SASSO -PUZZA - ANCHE DEI RAMETTI, UN PEZZETTO DI ROCCIA, UNA RADICE - MEZZO GUSCIO, UN SEME INTERO,SASSO - UN PEZZETTINO DI MATTONELLA, PEZZETTI DI PLASTICA GIALLA, UN PEZZETTO DI VETRO - LA MIA TERRA E RUVIDA - E LISCIA - E RUVIDA - RUVIDA - SOFFICE

14 USIAMO I SETACCI - QUELLA SETACCIATA E PIU MORBIDA - IN QUELLALTRA CI SONO I SASSI, LEGNETTI - I GRANELLINI DELLA TERRA (SETACCIATA )SONO PIU PICCOLI - (LA TERRA SETACCIATA) E PIU MORBIDA IN QUELLALTRA CI SONO I SASSI - CON IL SETACCIO HO TOLTO I SASSI E I RAMI - (QUELLA NON SETACCIATA )E PIU RUVIDA PERCHE CI SONO I PEZZI DI RAMI E LEGNO GIOCHIAMO CON LA TERRA - GUARDA LIMPRONTA DELLA MIA MANO - HO FATTO UNA MONTAGNA CON LA TERRA SETACCIATA -ANCHIO - HO FATTO UNA FORMINA CON LA TERRA E IL SETACCIO - A ME NON VIENE PERCHE LA TERRA E ASCIUTTA - IO HO FATTO UN DOLCE CON IL BUCO

15 7CONSEGNA: CONVERSAZIONE DI GRUPPO SU COSA ABBIAMO TROVATO NELLE TERRA E PREPARIAMO UN CARTELLONE

16 8 CONSEGNA : MANIPOLIAMO E GIOCHIAMO CON LARGILLA - E MARRONE CHIARA - E RUVIDA - DURA - GLI DO I CAZZOTTI E DURA - E MARRONCINA - E RUVIDA - HO FATTO UNA PALLA - ANCHIO UN PO SCHIACCIATA - IO, UN ISOLA - UNA FRITTELLA -CI FACCIO UN PUPAZZO DI NEVE - CHE CE DENTRO LA MIA? CE DURO - E UN PUPAZZO DI NEVE - LISOLA DELLE COMETE - LALBERO DI NATALE CON I FILI - UN FUNGO - UNA CIOTOLINA CON I PINOLI - FUNGO - HO SBRICIOLATO LARGILLA IN TANTE PALLINE PICCOLE - HO TROVATO TANTI SASSI - LA TERRA CHE ABBIAMO PORTATO NOI DA CASA SI SBRICIOLA - QUESTA (LARGILLA) E BAGNATA E CI POSSIAMO FARE LE FORME - HO FATTO UNA FACCIA

17 9 CONSEGNA: MANIPOLIAMO E GIOCHIAMO CON LA SABBIA PER PRIMA COSA LA MANIPOLAZIONE AVVIENE SOLO CON LE MANI POI I BAMBINI POSSONO UTILIZZARE DEGLI STRUMENTI( BICCHIERINI, BOTTIGLIE DI PLASTICHE, IMBUTI,SETACCI,CUCCHIAI) marco-la sabbia si trova nel deserto noemi- anche nella terra che abbiamo portato da casa sofia-al mare sara- è ruvida e grigia sofia- toccandola è ghiaccia aleksandra- guarda una montagna! sofia-ci sono granelli neri, marroni, grigi, bianchi noemi-anche brillanti sofia-mi sembra anche verdini

18 samuel- è asciutta marco- io ho fatto una montagna mariaida-un muro alessio-una montagna samuel-un vulcano aleksandra-un impronta con il setaccio noemi- con limbuto la sabbia si svuota passa dal buchino e va nel contenitore samuel-se ci mettiamo il bicchiere su mariaida-nella mia bottiglia cera un poco di acqua e la sabbia si è bagnata, quella bagnata è scura, quella asciutta è chiara, se la stringo quella bagnata non viene giù noemi-sto riempiendo una bottiglia e dentro ci viene una montagna alta alta alessio-la sabbia la metto nellimbuto e va nel contenitore NOEMI E SOFIA-CON LA TERRA POSSO FARE LA TORTA SAMUEL- LA TERRA E FINE MARCO-LA SABBIA E FINE ALESSIO-LA TERRA E PIUGRANDE SAMUEL-LARGILLA NON E FINE E INTERA

19 10 consegna:Mettiamo un po delle terre dei bambini, largilla e la sabbia in alcuni bicchierini e aspettiamo alcuni giorni Prendiamo i bicchierini e tocchiamo nuovamente le terre, per i bambini la terra è più ruvida, largilla è dura e non si può manipolare la sabbia è rimasta uguale. La terra e largilla prima contenevano lacqua adesso no.

20 2 ITINERARIO DIDATTICO :LA SEMINA Obiettivi Seguire levoluzione di una pianta: dalla semina alla crescita Costruire e usare semplici grafici di registrazione

21 1 CONSEGNA: In un contenitore trasparente mettiamo due divisori,riempiamo di sabbia, argilla e terriccio, quindi seminiamo lenticchie. Su un cartellone segneremo man mano la crescita poi faremo un confronto sui risultati ottenuti

22 POSIZIONIAMO IL CONTENITORE VICINO AD UNA FINESTRA E INNAFFIAMO

23 2 CONSEGNA : OSSERVAZIONE DOPO DUE GIORNI SONO SPUNTATE LE RADICI NELLARGILLA E NEL TERRICCIO DOPO TRE GIORNI ANCHE NELLA SABBIA

24 DOPO QUATTRO GIORNI SONO SPUNTATE LE PIANTINE NELLARGILLA E NEL TERRICCIO MOLTISSIME POCHISSIME NELLA SABBIA INNAFFIAMO TUTTE E TRE LE TERRE

25 3 CONSEGNA CONVERSAZIONE : OSSERVIAMO LE NOSTRE PIANTINE CRESCIUTE SOFIA: NELLARGILLA SONO CRESCIUTE MOLTISSIME PIANTINE NOEMI: NEL TERRICCIO UN PO MENO SAMUEL : NELLA SABBIA POCHE SOFIA: LA SABBIA NON E LA TERRA GIUSTA NOEMI: LARGILLA E UNA TERRA DURA SAMUEL: LARGILLA E QUELLA GIUSTA SARA: NELLA SABBIA LE PIANTINE SONO POCO RESISTENTI SOFIA: PER CRESCERE LE PIANTINE HANNO BISOGNO DI SOLE

26 ALESSIO: DI ACQUA MARCO : E DI TERRA SAMUEL: PRENDONO LACQUA DALLE RADICI NOEMI: LE RADICI SERVONO PER SUCCHIARE LACQUA MARCO : E ANCHE IL CIBO SAMUEL: NEL TERRICCIO E NELLARGILLA HANNO CIBO E ACQUA ALEKSANDRA: (NELLA SABBIA ) NO CIBO ALESSIO: LACQUA SI SARA: NELLARGILLA CE IL MANGIARE E LACQUA, SOFIA: NELLA SABBIA SOLO ACQUA

27 verifiche degli apprendimenti del 1°percorso per la verifica siamo partiti prima dallosservazione, conversazione e poi abbiamo utilizzato una scheda nella quale i bambini dovevano individuare le differenti caratteristiche della sabbia, argilla, terriccio ;

28 PER LA TERRA VIENE SCELTO IL COLORE MARRONE, PENNARELLO GROSSO PER PUNTINI MEDI E GOMMAPIUMA PER IL MORBIDO.PER LARGILLA COLORE MARRONE CHIARO, PENNARELLO UNIPOSCA PER PUNTINI GROSSI, E SASSOLINI PER IL DURO.PER LA SABBIA IL PENNARELLO FINE PER FARE DEI PUNTINI PICCOLI, LA CARTA VETRATA PER IL RUVIDO E IL COLORE GRIGIO

29 verifiche degli apprendimenti del 2° percorso osservazione e conversazione sulle differenze della semina riguardo ai tre tipi di terre. una scheda dove i bambini ritagliavano e mettevano in sequenza la crescita di una pianta :dal seme alla pianta

30 analisi critica in relazione agli apprendimenti degli alunni) Tutti i bambini hanno fatto propri i concetti proposti poiché le attività sono state accettate con piacere,sono sempre stati motivati per tutto il percorso e l interesse si è mantenuto costante. La manipolazione dei materiali ha coinvolto favorevolmente, divertendo i bambini che spontaneamente dicevano quello che osservavano e che stavano facendo anche quelli più restii a parlare.

31 Anche per quanto riguarda la semina losservazione giornaliera ha permesso di sperimentare dal vivo la crescita di una pianta e non come una cosa astratta,permettendo a tutti i bambini di capire come avviene in natura levoluzione di un seme piantato in terra e dei suoi bisogni e necessità. Inizialmente durante losservazione delle terre cè stata un po di difficoltà per la mancanza di termini,specialmente di aggettivi per descrivere e comparare i diversi tipi di terra.

32 Foglie animate

33 LAVORI IN CORSO

34 FOGLIE PRESSATE

35 PREPARIAMO IL NOSTRO ORTO

36 E ARRIVATO UN PACCO PIENO DI…

37

38 BOZZETTO ORTO SINERGICO

39

40

41 CREIAMO E IMPARIAMO CON LA TERRA

42


Scaricare ppt "ISTITUO COMPRENSIVO CAMAIORE 3° scuola infanzia. IL SUOLO GIU PER TERRA COSA CE? s. 2012/13."

Presentazioni simili


Annunci Google