La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

GLI ORGANISMI VIVENTI FUNZIONANO PER ESISTERE. UNA DIFFERENZA SOSTANZIALE TRA LA MACCHINA CIBERNETICA E QUELLA UMANA E CHE LA PRIMA PIU LA SI USA PIU.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "GLI ORGANISMI VIVENTI FUNZIONANO PER ESISTERE. UNA DIFFERENZA SOSTANZIALE TRA LA MACCHINA CIBERNETICA E QUELLA UMANA E CHE LA PRIMA PIU LA SI USA PIU."— Transcript della presentazione:

1

2

3 GLI ORGANISMI VIVENTI FUNZIONANO PER ESISTERE. UNA DIFFERENZA SOSTANZIALE TRA LA MACCHINA CIBERNETICA E QUELLA UMANA E CHE LA PRIMA PIU LA SI USA PIU SI DETERIORA. NELLUOMO LINTEGRITA FISICA E PSICOLOGICA SONO CONDIZIONATE, PERFEZIONATE E CONVALIDATE DALLA RICHIESTA FUNZIONALE. MAGGIORE E PIU VARIA E LATTIVITA MOTORIA, PIU STABILE E VERSATILE SARA LA SUA STRUTTURA E LA SUA CAPACITA OPERATIVA. (S.d.S. Roma 2007)

4 Secondo l Organizzazione Mondiale della Sanita, la carenza di attivita fisica e tra le 10 principali cause di mortalita e disabilità. (O.M.S. 2008). Consistenti dati scientifici dimostrano linfluenza dellattivita motoria, sul controllo del peso, sullapparato scheletrico, sulla funzionalita dei sistemi cardiovascolare e respiratorio, sulle situazioni di stress e di depressione. (O.M.S. 2008).

5 In tutte le sue manifestazioni, lattivita motoria e sportiva rappresenta uno dei mezzi per la formazione globale della personalita degli allievi. (M.I.U.R. 2006) Lattivita motoria e una delle forme del movimento che meglio favorisce e sviluppa nei giovani processi di socializzazione, valutazione e autovalutazione. (M.I.U.R. 2006)

6 Lo sport non è la cronaca dello sport e non e certamente lavvenimento sportivo descritto e raccontato da giornali e televisioni. (C.O.N.I ) Di sport molti scrivono, ma i più raccontano l episodica che esso genera e raramente si soffermano sui valori educativi che insostituibilmente rendono possibile la formazione della personalità. (E.Enrile 1997)

7 Qualsiasi forma di attività fisica che, attraverso una partecipazione organizzata o non organizzata, abbia per obiettivo lespressione o il miglioramento della condizione fisica e psichica, lo sviluppo delle relazioni sociali o lottenimento di risultati in competizioni di tutti i livelli.

8 Correre fino a che le gambe non ne possono più, pedalare o scalciare un pallone fino a che è sera, la mamma chiama dal balcone: svelto, sali, è ora di cena. Cosa cè di più naturale ? Cosa cè di più ovvio del correre e giocare tutto il giorno allaria aperta ? Forse nulla. Diventare uomini significa, probabilmente, anche questo. (O.Soriano)

9 Il Ministero dellUniversità e della Ricerca condividono con il CONI la realizzazione di un piano di Alfabetizzazione Motoria da attuarsi nella scuola Primaria in base ai crescenti allarmi della Comunità Scientifica Internazionale, riguardanti la sedentarietà e gli stili alimentari e di vita non corretti, tra la popolazione giovanile.

10 Conoscere il proprio corpo serve: ad auto-percepirsi (limmagine di sé) a collocarsi nello spazio (il rapporto con la realtà) a comunicare con il corpo (il senso della gestualità, della mimica,…) a comprendere le relazioni tra il linguaggio del corpo e gli altri linguaggi a misurarsi con ostacoli e difficoltà a rapportarsi nel gruppo dei pari (il rapporto con gli altri) a riflettere sullimportanza delle norme igieniche QUALE FUNZIONE PER L EDUCAZIONE MOTORIA

11 Lesperienza motoria come vissuto positivo; la gratificazione legata alla riuscita; il passaggio dal protagonismo egocentrico alla sinergia e alla solidarietà di gruppo; la scoperta del significato delle regole; il controllo dellaggressività e dello spirito competitivo; il rispetto dellavversario; il principio di lealtà; lo spazio per i diversamente abili. QUALE FUNZIONE PER LEDUCAZIONE MOTORIA

12

13

14 La proposta di pratica motoria nei giovani deve avere, al di là degli obiettivi sportivi specifici, le seguenti priorità: Tutelare la salute dei praticanti. Rispettare e consolidare la personalità e lo sviluppo psico-fisico del ragazzo. Favorire lo sviluppo delle abilità che incrementino lapprendimento motorio e la conoscenza delle tecniche sportive.

15 Attraverso la motricità, il gioco e lo sport possiamo provare a stimolare una personalità che cresca apprezzando il valore della gratuità, della relazionalità, della dinamica vittoria-sconfitta, nella conoscenza del sé e nel rispetto dellimpegno e delle regole. Un percorso che diventi fondamentale ai fini della costruzione della motricità, della socialità e della convivenza ma anche al sotterraneo processo di formazione etica.

16 I BAMBINI SONO PERSONE UNITE E COMPLESSE, DINAMICHE E IN EVOLUZIONE…. IN EDUCAZIONE E NELLO SPORT NIENTE E MAI GUADAGNATO UNA VOLTA PER TUTTE, NIENTE E MAI PERDUTO PER SEMPRE..

17 CONI-IEI, CORPO MOVIMENTO PRESTAZIONE, PARTE GENERALE, P. BELLOTTI, A.MATTEUCCI, LALLENAMENTO SPORTIVO, SOCIETA STAMPA SPORTIVA, G.N. BISCIOTTI, TEORIA E METODOLOGIA DEL CORPO UMANO, TEKNOSPORT LIBRI CONI, GUIDA TECNICA GENERALE C.A.S. SOCIETA STAMPA SPORTIVA P.BORSATO, ELEMENTI DI METODOLOGIA DELLALLENAMENTO, SCUOLA REGIONALE PIEMONTE 2009.

18 A.CEI, S.DINI, COACHING ALLE NUOVE SFIDE, GUERINI e ASSOCIATI, C.BECCARINI, A.MADELLA, PROGETTARE LALLENAMENTO SPORTIVO, S.d.S, C.ROBAZZA, G.GRAMACCIONI, L.BORTOLI, LA PREPARAZIONE MENTALE NELLO SPORT, ED. LUIGI POZZI LEGRENZI (a cura di), MANUALE DI PSICOLOGIA GENERALE, IL MULINO, 1994.

19 Grazie Massimo Oliveri

20

21

22

23


Scaricare ppt "GLI ORGANISMI VIVENTI FUNZIONANO PER ESISTERE. UNA DIFFERENZA SOSTANZIALE TRA LA MACCHINA CIBERNETICA E QUELLA UMANA E CHE LA PRIMA PIU LA SI USA PIU."

Presentazioni simili


Annunci Google