La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LHC: un progetto didattico I.C. Garibaldi – Chiavenna Scuola secondaria di primo grado G. B. Mazzina – Gordona Classe 3A - A.s. 2012/2013 Prof. Enrico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LHC: un progetto didattico I.C. Garibaldi – Chiavenna Scuola secondaria di primo grado G. B. Mazzina – Gordona Classe 3A - A.s. 2012/2013 Prof. Enrico."— Transcript della presentazione:

1 LHC: un progetto didattico I.C. Garibaldi – Chiavenna Scuola secondaria di primo grado G. B. Mazzina – Gordona Classe 3A - A.s. 2012/2013 Prof. Enrico Cameron

2 Vettori, forze, inerzia e moto, onde LHC: un progetto didattico - I.C. Garibaldi – Chiavenna - Scuola secondaria di primo grado G. B. Mazzina – Gordona - Classe 3A - A.s. 2012/ Prof. Enrico Cameron

3 I vettori LHC: un progetto didattico - I.C. Garibaldi – Chiavenna - Scuola secondaria di primo grado G. B. Mazzina – Gordona - Classe 3A - A.s. 2012/ Prof. Enrico Cameron

4 Le forze LHC: un progetto didattico - I.C. Garibaldi – Chiavenna - Scuola secondaria di primo grado G. B. Mazzina – Gordona - Classe 3A - A.s. 2012/ Prof. Enrico Cameron

5 Inerzia e moto LHC: un progetto didattico - I.C. Garibaldi – Chiavenna - Scuola secondaria di primo grado G. B. Mazzina – Gordona - Classe 3A - A.s. 2012/ Prof. Enrico Cameron

6 Accelerazione a: variazione della velocità nellunità di tempo; è una grandezza vettoriale il cui modulo a = v/ t è tanto più grande quanto più grande è il cambiamento di velocità v e quanto più piccolo è il tempo t in cui tale cambiamento si verifica (e viceversa). Si ha unaccelerazione anche se muta la direzione del moto (cosa possibile solo per effetto di una forza) pur restando costante il modulo della velocità. Si misura in m/s 2. Velocità v: variazione della posizione nellunità al tempo; è una grandezza vettoriale il cui modulo v = s/ t è tanto più grande quanto più grande è lo spostamento s e quanto più piccolo è il tempo t in cui tale spostamento si verifica (e viceversa); la direzione e il verso sono quelli del movimento stesso. Si misura in m/s. LHC: un progetto didattico - I.C. Garibaldi – Chiavenna - Scuola secondaria di primo grado G. B. Mazzina – Gordona - Classe 3A - A.s. 2012/ Prof. Enrico Cameron v v t1t1 t2t2 V(t 1 ) V(t 2 ) V=V(t 2 ) - V(t 2 )

7 LHC: un progetto didattico - I.C. Garibaldi – Chiavenna - Scuola secondaria di primo grado G. B. Mazzina – Gordona - Classe 3A - A.s. 2012/ Prof. Enrico Cameron Il modulo a dellaccelerazione e quello F della forza sono legati dalla relazione a = F/m, dove m è la cosiddetta massa inerziale del corpo. Ne segue che tenendo costante la massa m tanto maggiore è la forza F e tanto più grande è laccelerazione a del corpo (cioè la variazione di velocità nellunità di tempo); tenendo invece costante la forza F tanto maggiore è la massa m e tanto più piccola è laccelerazione a. Da a = F/m si ottengono le relazioni F = m a e m = F/a. Da questultima si deduce che la forza si misura in kg m/s 2 (Newton, simbolo N) e che, in linea di principio, per determinare la massa inerziale m di un corpo si potrebbe spingerlo con una forza costante F, misurare laccelerazione a del corpo e poi calcolare m dal rapporto F/a. Problema: un corpo di massa m = 10 kg parte da fermo muovendosi in linea retta spinto da una forza costante F pari a 20 N. Rappresenta graficamente la situazione fisica e poi calcola laccelerazione a del corpo. Sapendo che, nel caso descritto, la velocità è legata allaccelerazione dalla relazione v = a t calcola la velocità raggiunta se la forza F agisce per 5 s. Che caratteristiche ha il moto del corpo quando la forza cessa di agire, se sul corpo stesso non si esercitano altre forze non compensate?

8 Le onde (fare clic suPuntata televisiva; si possono rivedere separata_ mente le parti relative ai diversi argomenti sceglien_ dole dal menu a discesa in alto a destra sopra lo schermo) LHC: un progetto didattico - I.C. Garibaldi – Chiavenna - Scuola secondaria di primo grado G. B. Mazzina – Gordona - Classe 3A - A.s. 2012/ Prof. Enrico Cameron

9 Simulazione di un ondoscopio LHC: un progetto didattico - I.C. Garibaldi – Chiavenna - Scuola secondaria di primo grado G. B. Mazzina – Gordona - Classe 3A - A.s. 2012/ Prof. Enrico Cameron

10 Parametri delle onde Copyright 2010 Zanichelli Editore S.p.A Bologna LHC: un progetto didattico - I.C. Garibaldi – Chiavenna - Scuola secondaria di primo grado G. B. Mazzina – Gordona - Classe 3A - A.s. 2012/ Prof. Enrico Cameron


Scaricare ppt "LHC: un progetto didattico I.C. Garibaldi – Chiavenna Scuola secondaria di primo grado G. B. Mazzina – Gordona Classe 3A - A.s. 2012/2013 Prof. Enrico."

Presentazioni simili


Annunci Google