La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 La reazione Vincolare Il corpo è fermo su di un tavolo cioè in equilibrio: II legge di Newton: la forza complessiva agente sul corpo deve essere nulla.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 La reazione Vincolare Il corpo è fermo su di un tavolo cioè in equilibrio: II legge di Newton: la forza complessiva agente sul corpo deve essere nulla."— Transcript della presentazione:

1 1 La reazione Vincolare Il corpo è fermo su di un tavolo cioè in equilibrio: II legge di Newton: la forza complessiva agente sul corpo deve essere nulla. Il tavolo esercita una forza uguale e contraria alla forza peso, in modo tale che la forza risultante che agisce sul corpo sia nulla. N mgmg Le reazioni vincolari si manifestano ogni qual volta cè un vincolo ossia un impedimento al moto del corpo. Può avere una componente normale o parallela al vincolo

2 2 Tensione dei fili Corda inestensibile di massa trascurabile Corpo mFune La fune tira il corpo m con una tensione T II legge di Newton il corpo m tira la fune con una forza uguale ed opposta alla tensione T La fune ideale trasmette la forza da una estremità allaltra: la forza applicata alla fune è uguale a quella che la fune applica al corpo m

3 3 Se si taglia la corda in un punto qualsiasi la parte a destra del taglio eserciterà su quella a sinistra una forza di modulo pari alla tensione e viceversa. La tensione può essere messa in evidenza inserendo una molla nel taglio e osservando il suo allungamento Carrucole ideali (piccolo raggio e piccola massa, senza attriti) cambiano la direzione della tensione ma non lintensità. Tensione dei fili i -1 i i+1 +T+T -T +T+T

4 4 |F B | = | T| |F A |= |T| |F B |= | F A |= |F| F A ed F B forze applicate nei due estremi per tendere il filo FBFB FAFA T -T T forza esercitata agli estremi dal filo teso Tensione dei fili Caso filo teso in moto: INESTENDIBILE tutti i punti si muovono con la stessa accelerazione Filo privo di massa m = 0 ma = 0 T è ancora la stessa in ogni punto, come nel caso statico!

5 5 5 Diagramma di corpo libero m1=10kg e m2=20kg. x1x1 y1y1 y2y2 Applicazione

6 6 Forza di attrito radente (attrito statico) Proviamo a mettere in moto il corpo m esercitando una forza F a m muove solo se coeff. dattrito statico Dipende dalla superficie Dipende dalla massa del corpo e dalle condizioni di vincolo La Forza di attrito è la componente parallela al vincolo della Reazione Vincolare. Si parla di attrito statico se non cè scorrimento tra il corpo e la superficie su cui il corpo è poggiato.

7 7 Se il corpo è già in moto e Sempre!! Forza di attrito radente (attrito dinamico) x: coefficiente di attrito dinamico

8 8 Diagramma di corpo libero m1=10kg e m2=20kg. x1x1 y1y1 y2y2 Applicazione

9 9 p atat a anan moto vario F t determina la variazione del modulo della velocità F n determina la variazione della direzione della velocità F n si chiama forza centripeta Applicazioni dei principi della dinamica..

10 10 Applicazioni…. Curva sopraelevata

11 11 Moto relativo: sistemi di riferimento inerziali Sistemi di riferimento inerziali: la descrizione del moto (accelerazione ed applicazione delle leggi di Newton) è la stessa. x y O x' y' O'O' P Trasformazione galileiana delle velocità Costante in modulo direzione e verso Possono essere non costanti e differenti tra loro

12 12 Le leggi di Netwon possono quindi essere applicate a qualunque osservatore in qualunque sistema di riferimento inerziale. Moto relativo: sistemi di riferimento inerziali

13 13 Sistemi di riferimento NON inerziali


Scaricare ppt "1 La reazione Vincolare Il corpo è fermo su di un tavolo cioè in equilibrio: II legge di Newton: la forza complessiva agente sul corpo deve essere nulla."

Presentazioni simili


Annunci Google